Accordi di settima

  • anonimo

05-10-14 13.50

ciao,
stavo suonando bellamente un pezzo ed ogni tanto, come qualcuno di voi ha già messo in evidenza, emergono le lacune che via via cerco di colmare ma ahimè, non sempre attraverso la semplice lettura si riescono a colmare.

Leggevo in merito all'accordo di DO7 chiamato anche settima di dominante che genera una sospensione la quale deve essere risolta dalla tonica.
Per farvi capire come nascono i dubbi vi dico che me tapino osservo la tastiera ed osservo che sto premendo i tasti DO, MI, SOL, SIb e tale sospensione si risolve sulla tonicaemo

Ma la mia tonica in DO7 non è già il DO?
Faccio due tentativi e ad orecchio mi sembra che DO7 verso FA maggiore suona bene; faccio due conti ed emerge che la nota DO rappresenta il 5° grado della scala di FA e leggendo la definizione su Wikipedia si dice che la settima di dominante si risolve sulla tonica, i miei conti sembrano corretti ma a questo punto ho parecchi dubbi che spero si evincano da quanto ho scritto.

grazie come sempre
  • Markelly
  • Membro: Expert
  • Risp: 2638
  • Loc: Brescia
  • Thanks: 83  

05-10-14 15.07

L'accordo di settima è l'unico accordo univoco che identifica la scala in cui stai suonando (nel caso del DO7, è a scala è di FA: la dominante della scala di FA è la quinta nota della scala, cioè il DO).

L'accordo di tonica su cui risolve, è quello della triade costruita sulla prima nota della sua propria scala, cioè l'accordo di FA.

Ma lascio dettagli e precisazioni a chi è più esperto di me.
Edited 5 Ott. 2014 13:10
  • SavateVoeanti
  • Membro: Expert
  • Risp: 2103
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 101  

05-10-14 17.16

Dipende dalla musica, se è un blues o un derivato è normale che l'accordo con settima non è detto che sia per forza l'accordo di dominante della tonalità.

06-10-14 10.10

Nope, la FONDAMENTALE DELL' ACCORDO è DO.. la TONICA è la TONICA della tonalità....
se è una dominante FUNZIONALE (quindi anche secondaria, o sostituita) , risolverà sul SUO primo grado (che avrà la FONDAMENTALE ad una quinta discendente o ad una quarta ascendente di distanza..... o ad un semitono discendente di distanza)...
  • zaphod
  • Membro: Guru
  • Risp: 5572
  • Loc: Savona
  • Thanks: 630  

06-10-14 12.36

mark_c ha scritto:
Ma la mia tonica in DO7 non è già il DO?

no.
nel sistema tonale classico, un accordo di settima prevede (in genere, eh, evito cadenze strane e stili particolari!) la risoluzione su un accordo di tonica che non è la nota fondamentale dell'accordo!
Mi spiego meglio: tu stai suonando un pezzo in DO. La tonica, in questo caso, è DO, e gli accordi che usi sono generati dai vari gradi della scala di DO (quindi userai, che so, Re minore, la minore, ecc)
Dal momento in cui tu, invece dell'accordo di DO, suoni un DO7, sei immediatamente proiettato nella tonalità di FA, perchè il DO7 è un accordo generato dalla scala di FA. Quindi, la tonica di un accordo di DO7 è il FA.

  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8966
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1004  

06-10-14 17.09

mark_c

E' il momento che ti fermi e riprendi il percorso dall' inizio.
Ci sono dei principi che, per comprendere certi meccanismi, non possono essere elusi.

Cercherò, in poche righe e mooolto semplicemente e saltando alcuni presupposti, di darti una visione chiarificatrice di alcuni fondamenti del sistema tonale occidentale:


1) intervalli:
sono le distanze tra le note e vengono calcolati in toni e semitoni. Un' 8^ è divisa in 12 semitoni.
l' intervallo minimo è il semitono: Do/Do#, Mi/Fa, Lab/La etc...
due semitoni formano un tono: Re/Mi, Fa/Sol, Mib/Fa etc... è chiamato intervallo di 2^.
un intervallo di terza è la distanza tra tre suoni, per es.: Fa/La.
un intervallo di 4^ è la distanza tra quattro suoni, per es.: Sol/Do.
...
un intervallo di 7^ è la distanza tra sette suoni, per es.: Do/Si.

alcuni intervalli possono essere "mobili" e sono tutti quelli che non sono armonici della fondamentale [gli armonici della fondamentale sono IV / V / e VIII grado], quindi II / III / VI / e VII grado possono essere, nello stato naturale [non aumentato o diminuito], maggiori o minori.
Do/Mi è una 3^ magg., Do/Mib è una 3^ min. Do/Si è una 7^ magg., Do/Sib è una 7^ min.

un arzigogolo che spiegherò più in là...
Do/Mib è un terza minore perché comprende 3 note ed è formato da 1 tono e 1/2.
Do/Re# suona uguale ma è una seconda aumentata perché comprende 2 note.



2) la scala:
il modello fondamentale è quella maggiore ed è costituita da una successione di 7 suoni ad intervalli stabiliti nell' ambito dei 12 semitoni che compongono l' 8^.
La successione stabilita è questa: T / T / 1/2T / T / T / T / 1/2T [2 Toni, 1/2 tono, 3 Toni, 1/2 tono]
quindi, partendo da Do avremo una scala così composta:

Do_Re 1 tono
Re_Mi 1 tono
Mi_Fa 1/2 tono
Fa_Sol 1 tono
Sol_La 1 tono
La_Si 1 tono
Si_Do 1/2 tono

partendo da MI e rispettando la successione di toni e semitoni attueremo una differente scelta di suoni:

Mi_Fa#
Fa#_Sol#
Sol#_La 1/2 tono
La_Si
Si_Do#
Do#_Re#
Re#_Mi 1/2 tono

Ogni nota o "GRADO" della scala ha un proprio nome ed una specifica funzione:

I: tonica, da il nome alla scala
II: sopratonica
III: mediante, modulante, caratteristica... è quella che da il senso maggiore o minore alla scala
IV: sottodominante
V: dominante
VI: sopradominante
VII: sensibile ...è quella che motiva e rafforza la tonalità del brano.

In tonalità di Do magg. il Do è la tonica mentre in Lab magg. sarà il Lab, quindi "tonica" è la nota che da il nome alla scala mentre la nota che da il nome all' accordo è la "fondamentale".

per approfondire


3) accordi:

Gli accordi si costruiscono con note della scala e sono sovrapposizioni di intervalli di terza.
L' accordo semplice è costituito da 3 suoni, quindi sulla tonica della scala di Do magg. avremo:
DO / MI / SOL con intervalli di 3^ e 5^ dalla fondamentale.
Lo chiameremo DO maggiore perché l' intervallo di 3^ è maggiore. [2 toni]

sul III grado della scala di Do magg. troviamo la nota MI, costruendo un accordo avremo:
MI / SOL / SI, lo chiameremo MI minore perché l' intervallo di 3^ è minore [1 tono + 1/2 tono]

un esercizio è costruire tutti gli accordi semplici su tutti i gradi delle varie scale.

Quando avrai preso confidenza con questi principi parleremo delle "settime" che, a differenza degli accordi semplici di 3 suoni, sono costituite da 4 suoni.
Edited 6 Ott. 2014 17:31
  • anonimo

07-10-14 18.45

grazie per il momento emo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8966
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1004  

08-10-14 18.11

@ anonimo
grazie per il momento emo
Per qualsiasi dubbio o chiarimento chiedi pure...
Appena posso parlerò degli accordi di 7^ e del conseguente movimento delle parti sperando che sia utile anche ad altri.


ciao.
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 3088
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 246  

20-10-14 14.19

Bellissima spiegazione, Vin! emo
  • obiwan
  • Membro: Expert
  • Risp: 1014
  • Loc: Siracusa
  • Thanks: 53  

20-10-14 16.14

@ anonimo
ciao,
stavo suonando bellamente un pezzo ed ogni tanto, come qualcuno di voi ha già messo in evidenza, emergono le lacune che via via cerco di colmare ma ahimè, non sempre attraverso la semplice lettura si riescono a colmare.

Leggevo in merito all'accordo di DO7 chiamato anche settima di dominante che genera una sospensione la quale deve essere risolta dalla tonica.
Per farvi capire come nascono i dubbi vi dico che me tapino osservo la tastiera ed osservo che sto premendo i tasti DO, MI, SOL, SIb e tale sospensione si risolve sulla tonicaemo

Ma la mia tonica in DO7 non è già il DO?
Faccio due tentativi e ad orecchio mi sembra che DO7 verso FA maggiore suona bene; faccio due conti ed emerge che la nota DO rappresenta il 5° grado della scala di FA e leggendo la definizione su Wikipedia si dice che la settima di dominante si risolve sulla tonica, i miei conti sembrano corretti ma a questo punto ho parecchi dubbi che spero si evincano da quanto ho scritto.

grazie come sempre
Se posso darti un consiglio, inizia a studiare bene le scale sia maggiori che minori. Fatto questo, su ogni scala, posizionati sul 5° grado e costruisci l'accordo di settima di dominante (4 note a distanza di terza a partire dal 5°). Potrebbe essere un buon inizio. Ricorda che la base di tutto sono le scale emo


P.S. Ops, già vin ha dato una spiegazione molto più esaudiente della mia. La mia considerala detta in parole povere emo
Edited 20 Ott. 2014 14:16
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12745
  • Loc: Roma
  • Thanks: 777  

21-10-14 17.31

comunque tagliando la testa al toro, il do7 risolve "facilmente su FA maggiore (o maj7) perchè nel Do7 c'è il MI che è la modale di quell'accordo..se era mib era Dom7 e non Do7 che dista solo mezzo tono dal Fa..nota fondamentale dell'accordo successivo..stessa cosa il Sib che è la 7 del do che si trova a mezzo tono dalla terza (il LA9 dell'accordo di fa che è proprio la modale del Fa..con La hai Fa maggiore..con Lab hai Fa minore..quindi questo LA è importante quanto il Mi del DO7.

Quindi 2 note importantissime per questi 2 accordi sono estremamente a "contatto"..distano solo mezzo tono...ecco perchè un accordo di Do 7 trova il suo giusto riposo se lo risolvi su un Fa maggiore
  • anonimo

24-10-14 11.47

grazie a tutti per i numerosi insegnamenti e consigli
  • dobermann103
  • Membro: Expert
  • Risp: 2519
  • Loc: Bari
  • Thanks: 112  

29-10-14 10.04

vi posso consigliare Jazz piano voicing skills - Dan Haerle... ottimo per i gli accordi in tutte le salse..si trovain giro ...emo
  • anonimo

05-02-20 21.26

@ Markelly
L'accordo di settima è l'unico accordo univoco che identifica la scala in cui stai suonando (nel caso del DO7, è a scala è di FA: la dominante della scala di FA è la quinta nota della scala, cioè il DO).

L'accordo di tonica su cui risolve, è quello della triade costruita sulla prima nota della sua propria scala, cioè l'accordo di FA.

Ma lascio dettagli e precisazioni a chi è più esperto di me.
Edited 5 Ott. 2014 13:10
ogni tanto mi ritornano alcuni dubbi emo
Se sto suonando un brano in DO maggiore e trovo un LA7, significa che ho modulato nella scala di RE maggiore?
  • benjomy
  • Membro: Guru
  • Risp: 5663
  • Loc: Monza
  • Thanks: 254  

05-02-20 21.33

@ anonimo
ogni tanto mi ritornano alcuni dubbi emo
Se sto suonando un brano in DO maggiore e trovo un LA7, significa che ho modulato nella scala di RE maggiore?
Non è detto.. per complicarti la vita , La7 e anche il 5 grado di RE m
  • anonimo

05-02-20 21.40

@ benjomy
Non è detto.. per complicarti la vita , La7 e anche il 5 grado di RE m
però RE m melodica , giusto?
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8966
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1004  

05-02-20 21.41

@ anonimo
ogni tanto mi ritornano alcuni dubbi emo
Se sto suonando un brano in DO maggiore e trovo un LA7, significa che ho modulato nella scala di RE maggiore?
In teoria si, ma potrebbe anche essere una modulazione transitoria, un modo per dar forza al Re e finisce li continuando il discorso in Do magg. In questo caso non hai modulato.
Modulazione è quando un intero episodio melodico si sviluppa in una nuova tonalità.
  • simondrake
  • Membro: Expert
  • Risp: 794
  • Loc: Torino
  • Thanks: 116  

05-02-20 21.49

@ vin_roma
In teoria si, ma potrebbe anche essere una modulazione transitoria, un modo per dar forza al Re e finisce li continuando il discorso in Do magg. In questo caso non hai modulato.
Modulazione è quando un intero episodio melodico si sviluppa in una nuova tonalità.
Da ciò che ho imparato se in un brano in Do maggiore trovo un La7, ma poi gli altri accordi rimangono in tonalità di Do, è probabile che il LA7 sia una dominante secondaria e che sia seguita da un Re minore. Se invece si tratta di una vera modulazione in Re maggiore seguiranno armonie su quella scala, carattarizzata da 2 alterazioni in chiave. Se è una scemenza ditelo!
  • anonimo

05-02-20 21.55

@ simondrake
Da ciò che ho imparato se in un brano in Do maggiore trovo un La7, ma poi gli altri accordi rimangono in tonalità di Do, è probabile che il LA7 sia una dominante secondaria e che sia seguita da un Re minore. Se invece si tratta di una vera modulazione in Re maggiore seguiranno armonie su quella scala, carattarizzata da 2 alterazioni in chiave. Se è una scemenza ditelo!
la dico io una scemenza: se dal DO vado in LA7 e poi suono un FAm ho cambiato tonalità, se suono un REm sono rimasto in DO e quindi quel LA7 era una dominante secondaria
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8966
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1004  

05-02-20 23.11

Ma che ho scritto a fare prima? emoemoemo

Una rondine non fa primavera, molte rondini probabilmente si.

Una tonalità è un contesto in cui si sviluppa un discorso musicale compiuto, un discorso musicale può essere una frase strutturata AABA oppure un'intera canzone, non è una cosa che si esaurisce in due battute.

Alcuni accordi non consoni alla tonalità possono aver luogo per seguire la melodia, quindi anche in Do magg potremo aver bisogno di un Lab, di un Fa min, di un Re7, ma sono episodi transitori che non modificano il contesto tonale generale.