tentativo di jam via skype

  • dobermann103
  • Membro: Expert
  • Risp: 2519
  • Loc: Bari
  • Thanks: 112  

15-03-20 11.28

vista la quarantena.. stamattina io e il batterista abbiamo tentato di usare skype per suonare a distanza... ho usato modx come scheda audio facendo entrare il mixer in input... il batterista dice che si sentiva pulito solo che ogni tanto c'erano dei rallentamenti e accelerazioni .... lui non aveva scheda audio e ovviamente sentivo le pentole della cucina anche su batteria elettronica.... non appena si munisce di scheda audio devo approfondire per capire se possibile fare prove anche a distanza... qualcuno ha provato già?
  • anonimo

15-03-20 11.31

la vedo difficile con la latenza
  • dobermann103
  • Membro: Expert
  • Risp: 2519
  • Loc: Bari
  • Thanks: 112  

15-03-20 11.32

@ anonimo
la vedo difficile con la latenza
infatti ci vorrebbe una super fibra
  • anonimo

15-03-20 11.36

@ dobermann103
infatti ci vorrebbe una super fibra
non cambierebbe molto, basta che uno abbia un disturbo sulla linea e ti ritrovi sfasato
  • KBL
  • Membro: Senior
  • Risp: 398
  • Loc: Milano
  • Thanks: 59  

15-03-20 14.22

@ anonimo
non cambierebbe molto, basta che uno abbia un disturbo sulla linea e ti ritrovi sfasato
non è assolutamente possibile una jam con programmi tradizionali, per colpa appunto della latenza. Devi usare programmi tipo JamKazam o Jammr o non so quali altri sono in giro. Non ho mai approfondito troppo e non vorrei sparare cavolate ma credo che l'idea di fondo sia quella di sincronizzare la latenza esattamente di un "giro". Il tutto è adatto particolarmente a standard jazz ad esempio, in cui si eseguono ripetutamente un certo numero di misure. Es. un blues 12 misure, praticamente quello che senti tu è stato eseguito dagli altri le 12 misure precedenti, quello che suoni tu gli altri lo sentiranno il prossimo giro da 12 misure.
P.S. scusate il quote inutile