Maestro di pianoforte

  • anonimo

30-08-19 15.59

@ vin_roma
Anche 10...

Se non si contestualizza il centro armonico e la causa delle tensioni, diventa solo un'esercizio fine a se stesso.
Molto meglio i bassi numerati con cadenze o giri armonici, quelli che si studiavano una volta in conservatorio.
quello che dici tu è il livello avanzato emo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8985
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1016  

30-08-19 16.05

@ anonimo
quello che dici tu è il livello avanzato emo
Leggi anche il mio post successivo, altrimenti pare che ti "bacchetti" e non lo penso proprio. emo
  • Sonounafrana
  • Membro: Guest
  • Risp: 46
  • Loc: Torino
  • Thanks: 1  

30-08-19 16.07

@ anonimo
quello che dici tu è il livello avanzato emo
Confusione. Sapete indicarmi qualche buon libro per i NON adetti ai lavori dove viene trattata l'armonia?
  • anonimo

30-08-19 16.10

@ vin_roma
Leggi anche il mio post successivo, altrimenti pare che ti "bacchetti" e non lo penso proprio. emo
tranquillo Vin tu puoi emo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8985
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1016  

30-08-19 16.17

@ Sonounafrana
Confusione. Sapete indicarmi qualche buon libro per i NON adetti ai lavori dove viene trattata l'armonia?
Bastano due concetti fondamentali:

1) saper costruire le scale.
È semplice, basta imparare a memoria la successione di toni e semitoni.
2) sapere che gli accordi si costruiscono per terze sovrapposte sulla successione delle note della scala.

DO RE MI FA SOL LA SI DO RE MI...? (scala di Do magg.)
DO RE MI FA SOL è l'accordo di Do magg.sul I° grado della scala di Do magg.
DO RE MI FA SOL LA SI è l'accordo di Re min sul II° grado della scala di Do magg...

Questo è il minimo sindacale per costruire le triadi (a intervalli di 1°,3°,5°) che se sei in scala di Do magg. (come scritto sopra) avrai sulla nota Do (I grado della scala) una triade così composta: DO MI SOL (Do magg.), se sul III grado della scala avrai MI SOL SI (Mi min.), sul IV grado della scala avrai FA LA DO (Fa magg.)

Attenzione!!!
La scala ha i gradi, immutabili: I, II, III, IV, V etc...
Gli accordi hanno gli intervalli o distanze: di 3^ 5^ 7^ etc...

Notare la differenza di numerazione (ordinale e cardinale) per i due sistemi di lettura.
  • fulezone
  • Membro: Expert
  • Risp: 3183
  • Loc: Palermo
  • Thanks: 126  

30-08-19 16.43

@ vin_roma
Bastano due concetti fondamentali:

1) saper costruire le scale.
È semplice, basta imparare a memoria la successione di toni e semitoni.
2) sapere che gli accordi si costruiscono per terze sovrapposte sulla successione delle note della scala.

DO RE MI FA SOL LA SI DO RE MI...? (scala di Do magg.)
DO RE MI FA SOL è l'accordo di Do magg.sul I° grado della scala di Do magg.
DO RE MI FA SOL LA SI è l'accordo di Re min sul II° grado della scala di Do magg...

Questo è il minimo sindacale per costruire le triadi (a intervalli di 1°,3°,5°) che se sei in scala di Do magg. (come scritto sopra) avrai sulla nota Do (I grado della scala) una triade così composta: DO MI SOL (Do magg.), se sul III grado della scala avrai MI SOL SI (Mi min.), sul IV grado della scala avrai FA LA DO (Fa magg.)

Attenzione!!!
La scala ha i gradi, immutabili: I, II, III, IV, V etc...
Gli accordi hanno gli intervalli o distanze: di 3^ 5^ 7^ etc...

Notare la differenza di numerazione (ordinale e cardinale) per i due sistemi di lettura.
faccio una domanda,
ma secondo voi, a oggi la richiesta di maestri di musica è la stessa di 20 anni fa?
Nel senso i ragazzi/bambini/adulti che oggi si rivolgono a un maestro sono lo stesso numero di 20 anni fa?
Visto che si vendono meno chitarre, meno pianoforti, mi aspetto che diminuiscano anche le richieste ai maestri!
  • steeveJ
  • Membro: Senior
  • Risp: 840
  • Loc:
  • Thanks: 35  

30-08-19 16.53

@ fulezone
faccio una domanda,
ma secondo voi, a oggi la richiesta di maestri di musica è la stessa di 20 anni fa?
Nel senso i ragazzi/bambini/adulti che oggi si rivolgono a un maestro sono lo stesso numero di 20 anni fa?
Visto che si vendono meno chitarre, meno pianoforti, mi aspetto che diminuiscano anche le richieste ai maestri!
Giusta osservazione. E mettici però anche il fatto che ci sono molti strumenti usati in giro e soprattutto che su YouTube chi è sveglio impara tutto quel che vuole (poi sul come ci sarebbe molto da dire)
  • Raptus
  • Membro: Expert
  • Risp: 2255
  • Loc: Padova
  • Thanks: 211  

30-08-19 17.12

@ steeveJ
Giusta osservazione. E mettici però anche il fatto che ci sono molti strumenti usati in giro e soprattutto che su YouTube chi è sveglio impara tutto quel che vuole (poi sul come ci sarebbe molto da dire)
Sull'imparare tutto quel che vuole.... non è così.... saper suonare bene un brano difficile perchè si è visto un video fatto bene su internet non ti fa diventare un musicista. Il vero vantaggio è l'enorme esperienza che potenzialmente un giovane oggi si potrebbe fare su cose specifiche (cover o esercizi).
Rispetto agli anni novanta dove dovevi avere un amico/ una band / un maestro per esercitarti e scoprire cose nuove.
I miei compagni di classe chitarristi se lo sognavano un video su youtube che insegnasse a suonare le canzoni delle band preferite, di solito si passava per chi "sapeva" e si assimilavano (poche e confuse) conoscenze sul campo.
Questo step ora è possibile evitarlo.

@Fulezone: un calo dove? Dalle mie parti è pieno di scuole di musica
  • anonimo

30-08-19 17.26

raptus ha scritto:
Dalle mie parti è pieno di scuole di musica


anche dalle mie emo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8985
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1016  

30-08-19 17.28

Mi fa impressione sentir dire che "ai miei tempi" erano gli anni '90...
I "miei tempi" erano gli anni '70/'80! emo
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 5056
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1032  

30-08-19 18.06

A naso 20/30 anni fa andava di più la lezione privata, oggi le scuole.
La tendenza credo sia legata a com'è cambiata la normativa sui conservatori, prima nel 99 e poi nel 2015 se non sbaglio sono stati introdotti cambiamenti importanti.
Non ne so molto, ma da quanto ho capito mentre una volta era normale studiare con un insegnante e sostenere gli esami da privatista, adesso non è possibile, quindi le scuole di musica hanno avuto buon gioco a inserirsi e creare un percorso in qualche modo certificato per chi vuole studiare uno strumento senza impegnarsi nel percorso accademico.
  • Luca27
  • Membro: Guest
  • Risp: 48
  • Loc: Fermo
  • Thanks: 0  

30-08-19 19.11

@ wildcat80
A naso 20/30 anni fa andava di più la lezione privata, oggi le scuole.
La tendenza credo sia legata a com'è cambiata la normativa sui conservatori, prima nel 99 e poi nel 2015 se non sbaglio sono stati introdotti cambiamenti importanti.
Non ne so molto, ma da quanto ho capito mentre una volta era normale studiare con un insegnante e sostenere gli esami da privatista, adesso non è possibile, quindi le scuole di musica hanno avuto buon gioco a inserirsi e creare un percorso in qualche modo certificato per chi vuole studiare uno strumento senza impegnarsi nel percorso accademico.
Anche se devo essere sincero, non so quanto possa valere un certificato di una scuola privata. Io non me ne intendo, ma non credo valga molto, se non come "gratificazione personale".
  • Sonounafrana
  • Membro: Guest
  • Risp: 46
  • Loc: Torino
  • Thanks: 1  

30-08-19 21.27

@ fulezone
faccio una domanda,
ma secondo voi, a oggi la richiesta di maestri di musica è la stessa di 20 anni fa?
Nel senso i ragazzi/bambini/adulti che oggi si rivolgono a un maestro sono lo stesso numero di 20 anni fa?
Visto che si vendono meno chitarre, meno pianoforti, mi aspetto che diminuiscano anche le richieste ai maestri!
ma probabilmente sono anche cambiati gli interessi, anche la musica e cambiata tra i giovani... io vedo mio figlio il piu grande a 10 anni e mi fa diemila domande e spesso lo trovo seduto davanti alla tastiera che suonicchia ... mi sa che ci andremo insieme dal Maestro. Pero la bimba di 8 anni voleva una chitarra elettrica.. e gli abbiamo preso una cosa tipo giocatto e fa un casino pazzesco.. pero' devi vedere come si diverte! Forse a volte si crea una tendenza avendo gia degli strumenti in casa e senza sforzo alcuno sono loro che si avvicinano.. poi in futuro chissa...
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 5056
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1032  

30-08-19 22.27

@ Luca27
Anche se devo essere sincero, non so quanto possa valere un certificato di una scuola privata. Io non me ne intendo, ma non credo valga molto, se non come "gratificazione personale".
Probabilmente vale zero ma è un pezzo di carta, e fa presa.
  • Luca27
  • Membro: Guest
  • Risp: 48
  • Loc: Fermo
  • Thanks: 0  

30-08-19 22.53

@ wildcat80
Probabilmente vale zero ma è un pezzo di carta, e fa presa.
Si, credo che abbia ragione.. Oramai anche le lauree sono pezzi di carta senza valore. emo
  • fulezone
  • Membro: Expert
  • Risp: 3183
  • Loc: Palermo
  • Thanks: 126  

31-08-19 12.01

raptus ha scritto:
@Fulezone: un calo dove? Dalle mie parti è pieno di scuole di musica

Le scuole di musica hanno sostituito i maestri di musica?
Ma gli iscritti a queste scuole sono lo stesso numero di quelli che una volta andavano dal maestro privato?