Quanto "deve" guadagnare un pianista cantante?

  • pj84
  • Membro: Expert
  • Risp: 2295
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 117  

31-07-11 17.11

Siamo in un periodo di crisi....
Siamo sommersi da lazzaroni che si svendono per 3 euro usando basi e non suonando manco il citofono...
Siamo in via d'estinzione...

La mia domanda è semplice:

Tizio è un pianista cantante che viene contattato da una struttura alberghiera 5 stelle.

Il suo stipendio NETTO a quanto deve ammontare perchè sia equamente retribuito in merito alla sua mansione (musicista) ?emo
  • anonimo

31-07-11 17.21

Almeno 150 euro a serata.
  • pj84
  • Membro: Expert
  • Risp: 2295
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 117  

31-07-11 17.26

parliamo di netto? cioè vuol dire che alla struttura (enpals e agibilità incluse) dovrebbe costare circa 220 euro a serata lordi?
  • anonimo

31-07-11 17.30

Se ti fai pagare a serata si. Altrimenti per una situazione più lunga, di qualche mese, fai il conto delle serate e ti fai pagare almeno agilibilità per le serate + un tot del cachet.

Cioè, assicurati che almeno l'agibilità te la passino, anche se non andrai mai in pensione con l'empals, un giorno, quando farai il muratore, i contributi empals ti si sommeranno a quelli INPS. emo
Edited 31 Lug. 2011 15:31
  • gabrieleagosta
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12936
  • Loc: Siracusa
  • Thanks: 827  

31-07-11 17.43

Concordo con Giacomo, se il contratto è "lungo" almeno 100€ più agibilità ed Enpals a serata. Se le date distano tra loro, tipo 2 settimane, allora salirei a 150.
  • pj84
  • Membro: Expert
  • Risp: 2295
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 117  

31-07-11 17.45

personalmente ormai lavoro da circa 8 anni con le strutture, ma, non essendo "diretto" ossia passato tramite agenzia lo stipendio è più basso.

Si parla di stipendio in quanto faccio circa 6 mesi di lavoro. Però l'anno prossimo sto seriamente pensando lavorare direttamente con una struttura, senza intermediari.

E quindi vorrei farmi un idea dello stipendio che possa essere adeguato.

  • anonimo

31-07-11 17.56

@ pj84
personalmente ormai lavoro da circa 8 anni con le strutture, ma, non essendo "diretto" ossia passato tramite agenzia lo stipendio è più basso.

Si parla di stipendio in quanto faccio circa 6 mesi di lavoro. Però l'anno prossimo sto seriamente pensando lavorare direttamente con una struttura, senza intermediari.

E quindi vorrei farmi un idea dello stipendio che possa essere adeguato.

Mmmm...oggi come oggi te lo sconsiglio. Perchè ti farebbero passare da "dipendente", tirandoti il collo, ovvero 1000 euro al mese e via.
  • pj84
  • Membro: Expert
  • Risp: 2295
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 117  

31-07-11 17.58

emo

Fammi capire...

quindi tu hai risposto alla mia domanda "quanto dovrebbe". emo

Ok, allora ora ti chiedo... " Quando potrebbe" ? emo
  • anonimo

31-07-11 18.11

Non ne ho idea, di solito per i pianobaristi nei villaggi oggi danno 800 euro + vitto ed alloggio, al mese. Se mangi e dormi a casa tua forse ti merita farti pagare a serata, con l'agenzia.
  • pj84
  • Membro: Expert
  • Risp: 2295
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 117  

31-07-11 18.15

pazzesco..... grazie al cielo sono decisamente al di sopra.. ma se gli orizzonti sono questi conviene scappare... e in fretta emo
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12569
  • Loc: Roma
  • Thanks: 754  

31-07-11 21.23

ho un mio carissimo amico infermiere che ogni fine settimana si fa 2-3 matrimoni a 500 euro l'uno..accende la tastiera e manda le basi cantando su un mic dove neanche sa cosa siano gli alti o i bassi..ed è pieno di date già per il 2012..tanti come lui già stanno prendendo posto di ottimi pianisti anche nelle hall degli alberghi a 5 stelle o sulle navi più rinomate..valuta un pò tu..e la colpa non è di quello che per dopolavoro accende il karaoke e canta, ma del pubblico che preferisce vedere il testo di "Acqua azzurra acqua chiara" anzichè sentire un ottimo pianista..
  • pj84
  • Membro: Expert
  • Risp: 2295
  • Loc: Sassari
  • Thanks: 117  

31-07-11 22.47

Purtroppo sono d'accordo. Il pubblico (non tutto fortunatamente) non valuta il musicista.

La cosa importante è che faccia le classiche 30 canzoni che tutti conoscono e tutti cantano. "Come" è relativo. emo
  • Raffyx
  • Membro: Guest
  • Risp: 27
  • Loc: Napoli
  • Thanks: 0  

10-08-11 00.38

Davvero molto tristi queste constatazioni. Ricordo con estrema nostalgia quando da ragazzo seguivo mio zio (Piano bar vecchio stampo) che stava solo lui ed il pianoforte! Purtroppo, si deve ammettere che l'eccessivo e benvenuto progresso tecnologico ha aperto le porte a tanta ignoranza! Però la cosa ancora più sorprendente è che la gente è effettivamente incantata, diseducata musicalmente alla qualità e per niente attenta a quanto offrono di così tanto pietoso tanti cosiddetti suonatori di "citofono!" Per quelle pochissime serate tra amici non essendo un professionista, fortunatamente qualche soddisfazione morale di aver sentito dire "si vede che suoni" l'ho avuta. Un po' sta pure a noi educare il pubblico a capire le differenze esortandolo a scoprire chi suona effettivamente e chi no. Del resto ci si accorge in televisione, figuriamoci quando il pianista o altro strumentista è a pochi metri da te. Non è possibile che certe pietose situazioni debbano essere capite solo dagli addetti ai lavori. Buona musica a tutti ,ma soprattutto a chi ha sudato studiando e suda ancora!
  • anonimo

10-08-11 17.17

@ anonimo
Almeno 150 euro a serata.
Come minimo!! emo
Stiamo parlando di un albergo a 5 stelle, mica di un motel di tangenziale!!
I musicisti vanno pagati, e devono farsi pagare (intendo dopo che hanno già acquisito un po' di fama e di esperienza suonando gratuitamente, agli inizi della propria carriera).

Se il nostro Tizio viene contattato da un albergo a 5 stelle vuol dire che il suo bagaglio di fama ed esperienza ce l'ha, quindi va pagato... BENE, dato che parliamo di posti di lusso! emo
Edited 10 Ago. 2011 15:18
  • anonimo

10-08-11 17.26

Deve guadagnare un paio di noccioline al massimo. Ormai ci sono i karaoke e computer che mixano le canzoni da soli. emo
Edited 10 Ago. 2011 15:26
  • anonimo

10-08-11 17.33

giannirsc ha scritto:
e la colpa non è di quello che per dopolavoro accende il karaoke e canta, ma del pubblico che preferisce vedere il testo di "Acqua azzurra acqua chiara" anzichè sentire un ottimo pianista..


La colpa non è di nessuno.

Il pubblico è ignorante per definizione. Nella francia di inizio novecento faceva figo andare a vedere i balletti russi e ci andavano tutti i signorotti, anche se non capivano una mazza. Adesso fa figo avere il porsche e andare in disco nel privé.

Imparate da Baudelaire, imparate da Schonberg, sputate addosso al pubblico. Non vi cagano? Cazzi loro, vuol dire che sarete liberi di esprimervi senza dover badare alla considerazione degli altri. Se il pubblico non vuole l'arte, l'arte si deve ritirare per salvaguardare la sua aureola, non svendersi per cercare di tirare a campare tra mille compromessi.

Poi se avete la cover band di gigi proietti e volete suonare per 50€ a data è un altro discorso, io parlo di arte.

Arte!
  • LittleApple
  • Membro: Senior
  • Risp: 936
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 29  

10-08-11 20.13

Dipende dal contesto. In un hotel? 150 euro a serata se c'è il pianoforte, sennò ti porti il piano digitale e chiedi 200 euro.

Se fai un discorso di serie, in cui lasci pure la strumentazione, puoi scendere a 100/120, ma non sotto. Sennò ti merita fare il viados...
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12569
  • Loc: Roma
  • Thanks: 754  

11-08-11 00.33

nevermind il tuo discorso non fa una piega..ma se hai un mutuo da pagare,alle banche dell'arte non gliene frega proprio nulla..e questo è uno dei vari motivi per il quale in tanti si inventano cantanti di pianobar o dj..non perchè si divertono, ma perchè gli servono i soldi !
  • anonimo

11-08-11 16.10

Non ho mai detto che i finti pianobaristi / finti Dj fanno male a truffare la gente.
  • LittleApple
  • Membro: Senior
  • Risp: 936
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 29  

11-08-11 16.42

Non è truffa, ormai lo sanno tutti. Truffa è quando non lo sa nessuno. E' semplicemente un prodotto in cui la gente committente, ignorante, è consapevole e concorde, sia per la facile reperibilità di tali performer, sia per l'esiguo prezzo richiesto al fronte di uno strumentista. I premitori costano meno dei musicisti, magari hanno un repertorio più ampio poiché anche se una canzone ce l'hanno nel repertorio e l'hanno ascoltata una volta, la fanno ugualmente, e dunque all'onor del vero vengono consapevolmente preferiti.

E' come se un benzinaio scrive sul cartello: vendesi benzina diluita a metà prezzo, e la gente ci va. Non è truffa, truffa sarebbe se nessuno ne fosse a conoscenza. Se la gente ci va, buon per lei...