Hammondisti preferiti e Mondo Hammond

  • Edmond

10-01-12 18.02

quali sono i vostri hammondisti preferiti ........?

ci sono hammondisti nel forum ?


Edited 12 Gen. 2012 9:50
  • Edmond

10-01-12 18.04

emo

inizio io :

Wild Bill Davis
Milt Buckner
Jack Mc Duff
Jimmy Mc Griff
Shirley Scott
Larry Young
Larry Goldings
l'amico Joey DeFrancesco
fratello Alberto Marsico
Edited 12 Gen. 2012 9:46
  • am0
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9886
  • Loc: Torino
  • Thanks: 564  

10-01-12 22.03

In ordine di importanza:

- Io
- Keith Emerson

emo
  • bagas68
  • Membro: Senior
  • Risp: 166
  • Loc: Padova
  • Thanks: 13  

11-01-12 00.06

Keith Emerson
John Novello
Barbara Dennerlein
Edited 10 Gen. 2012 23:06
  • marcoballa
  • Membro: Guru
  • Risp: 6060
  • Loc: Milano
  • Thanks: 874  

11-01-12 02.54

- am0
- Jon Lord

emoemo


PS: non cito Marsico perchè è un caro amico e non vorrei sembrare "di parte". Ma è grazie a lui che ho scoperto il mondo jazz, e tutti gli organisti annessi e connessi.
alla fine quelli che mi piacciono sono quelli che fanno sentire tutte le possibili sonorità dell'hammond (e Alberto E' uno di questi!).
ci sono tutti quei bei bottoncini, levette, ecc. ecc. e VANNO USATI TUTTI!!!!!!

ecco allora il gusto sopraffino di Gianni Giudici (in un'ora di concerto non usa mai lo stesso suono per più di due minuti consecutivamente emo).


bravissimi tutti i jazzisti da voi citati, ma onestamente mi risulta un pelino "pesante" un intero concerto sempre con lo stesso suono (888 + perc 3rd) emo
Edited 11 Gen. 2012 2:00
  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1487
  • Loc: Milano
  • Thanks: 321  

11-01-12 15.21

JON LORD!!!! emo
E' quello che mi da più emozioni! Ce ne sono tantissimi, anche di più tecnici, come quelli già citati... Barbara Dennerlein fa impressione per quanto è brava, Joey DeFrancesco è un altro che ammiro moltissimo. Ma a me piace QUEL tipo di sonorità appunto alla Jon Lord! Rimanendo in Italia direi Tony Pagliuca delle Orme
  • am0
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9886
  • Loc: Torino
  • Thanks: 564  

11-01-12 15.55

marcoballa ha scritto:
- am0
- Jon Lord

emoemo



emoemoemoemoemo

sapessi anche andare oltre Senza Luce sarebbe bellissimoemo
  • Edmond

12-01-12 10.49

Barbara Dennerlein grande musicista, però è un pezzo di ghiaccio, non trasmette nulla, a me non piace molto, sembra un'automa.

Tra l'altro ho avuto modo di parlarci e mi raccontava di essere in primis un'organista "classica" ecco spiegato il suo enorme impiego della pedaliera (che tra l'altro usa cutomizzata) e poco della mano sinistra.emo
Edited 12 Gen. 2012 9:52
  • Giokorg
  • Membro: Senior
  • Risp: 181
  • Loc: Roma
  • Thanks: 6  

12-01-12 19.19

Edmond ha scritto:
Barbara Dennerlein grande musicista, però è un pezzo di ghiaccio, non trasmette nulla, a me non piace molto, sembra un'automa


Condivido!
  • Giokorg
  • Membro: Senior
  • Risp: 181
  • Loc: Roma
  • Thanks: 6  

12-01-12 19.19

Nessuno conosce Chester Thompson?!
  • am0
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9886
  • Loc: Torino
  • Thanks: 564  

12-01-12 22.12

L'Hammond è uno strumento che, nella sua "povertà", ha capacità timbriche che possono essere coniugate in modi e ambiti diversissimi. Indipendentemente dalla tecnica e dal genere.

E' difficile dire quale sia il preferito.

Lord non è che sia un gran tecnico, i giri sono sempre quelli, però ha gusto. Un gusto da far paura, alcuni assoli sono da manuale e oggettivamente piacevoli.

Come si muove sulla tastiera Joey DF secondo me è cosa inarrivabile.
Purtroppo non lo riesco ad ascoltare per più di un brano o due, mi annoio, non distorce mai (quasiemo), non si "riduce" mai oltre il suo ambito, qualsiasi cosa a lui esce jazz, non c'è versoemo

Marsico l'ho sentito posare distrattamente le zampe su un clone mentre diceva che avrebbe voluto metter su un gruppo tributo dei Deep. Ha buttato li una compilation di assoli dei dp e vi assicuro che avevo le bave. Ma era.... troppo perfetto. E' un'eresia, lo soemo


Quindi? boh, forse Emerson, pur non essendo hammondista puro, è una buona via di mezzo tra tecnica, gusto e padronanza dello strumentoemo
Edited 12 Gen. 2012 21:18
  • jacus78
  • Membro: Guru
  • Risp: 6080
  • Loc: Agrigento
  • Thanks: 250  

13-01-12 01.49

bagas68 ha scritto:
Barbara Dennerlein

emoemo
  • marcoballa
  • Membro: Guru
  • Risp: 6060
  • Loc: Milano
  • Thanks: 874  

13-01-12 21.27

beh....
  • Edmond

14-01-12 19.51

beh... a me sto john Lord mi sembra un mezza pippa.emo

ammetto che non sono abituato al rock .emoemo
Edited 14 Gen. 2012 18:52
  • cullum
  • Membro: Senior
  • Risp: 680
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 32  

14-01-12 21.09

Poi ci sarebbe tutto il mondo del gospel...
esempio
emo
  • am0
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9886
  • Loc: Torino
  • Thanks: 564  

14-01-12 22.54

@ Edmond
beh... a me sto john Lord mi sembra un mezza pippa.emo

ammetto che non sono abituato al rock .emoemo
Edited 14 Gen. 2012 18:52
jon, non john
mezza pippa?
bah... beato teemo
a cosa sei abituato?emo
  • marcoballa
  • Membro: Guru
  • Risp: 6060
  • Loc: Milano
  • Thanks: 874  

15-01-12 01.34

am0 ha scritto:

Reply to Edmond
beh... a me sto john Lord mi sembra un mezza pippa.
ammetto che non sono abituato al rock .
Edited 14 Gen. 2012 18:52


jon, non john
mezza pippa?
bah... beato teemo
a cosa sei abituato?emo


beh, credo (spero) che Edmond stesse scherzando....

in effetti se si confronta Lord con alcuni tasteristi tanto in voga oggi, tipo il Jordano emo....
sì, in quel caso Lord è una pippa.... emo

ma il Jordano, se manca, lo si sostituisce molto facilmente con un sequencer....
anzi, probabilmente un sequencer (se gli programmi le giuste impostazioni di "real human feel") trasmette un filino di calore in più emoemo

Lord, se manca, son ca22i emoemoemo
(infatti da quando nei Deep suona Airey - almeno 100 volte più abile tecnicamente di Lord - il "feeling" dei pezzi è decisamente calato).


qui (per tornare IN TEMA), si parlava di hammondisti.
Lord nel rock, è come Jimmy Smith nel jazz.
Entrambi non sono tecnicamente inarrivabili, ma hanno per primi INVENTATO un modo di approcciare lo strumento (nei due generi diversi) che è poi stato il riferimento ASSOLUTO per tutte le generazioni a seguire.
(un pò come Hendrix con la chitarra, credo).

E' anche (anzi, SOPRATTUTTO) grazie a loro che l'hammond nel rock e nel jazz, a partire dagli anni '60, si usa in QUEL modo.

Poi sì, è vero che la maggiorparte delle cose di Lord riesco a risuonarle pure io (con un pò di impegno....), il che significa semplicità dei passaggi e della tecnica.
Ma la semplicità non è sempre un difetto.... anzi....
E se tutt'ora l'organo hammond in ambito rock si usa con l'approccio "alla Jon Lord", un motivo ci sarà....
emo
Edited 15 Gen. 2012 0:35
  • Edmond

15-01-12 10.48

infatti dicevo che sono lontano dal rock.......

per l'hammond è blues, jazz e gospel.emo
  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1487
  • Loc: Milano
  • Thanks: 321  

15-01-12 13.05

marcoballa ha scritto:
da quando nei Deep suona Airey - almeno 100 volte più abile tecnicamente di Lord - il "feeling" dei pezzi è decisamente calato

E' vero... nonostante Don Airey sia davvero un mostro sacro con un curriculum impressionante, quando suona con i Deep Purple non trasmette le stesse emozioni del Maestro! Non so, è come se mancasse la grinta... la grinta che dà QUEL particolare suono... il SUONO ALLA JON LORD appunto!!! Di sicuro Don Airey sa come settare un Hammond per ottenere quelle sonorità, eppure non riesce ugualmente a dare le stesse emozioni. Ci vuole altro, non solo tecnica e conoscenza! Non è da tutti dare un nome ad un modo di suonare!!! Certo rimane nel suo campo, il rock (anche se sa fare altro e bene), ma non esiste un musicista che sia il punto di riferimento massimo in tutti i generi... Jon Lord va visto come John Bonham per la batteria, o appunto Jimi Hendrix per la chitarra! Molti musicisti di oggi saranno anche più tecnici, di bravura inarrivabile, ma devono MOLTISSIMO a queste persone che hanno inventato un modo di suonare e di utilizzare uno strumento.