Conservatorio da leggere

  • keysdream
  • Membro: Senior
  • Risp: 818
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 9  

25-05-09 00.25

appena si entra al conservatorio in pianoforte quali sono i primi libri da leggere?
  • gibbs
  • Membro: Expert
  • Risp: 2272
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 86  

25-05-09 00.40

se non è cambiato, Cesi Marciano esercizi 1 e 2 dovrebbero essere i primi.
  • keysdream
  • Membro: Senior
  • Risp: 818
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 9  

25-05-09 00.44

mi riferisco a testi da leggere non al piano
  • Asterix
  • Membro: Senior
  • Risp: 567
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 101  

25-05-09 00.54

Per un po' di cultura generale:

Dionisi, Toffoletti: Appunti di analisi formale
Fubini, Petazzi, Santi, Vinay: Storia della musica (o un'altra qualsiasi storia della musica)
Piero Rattalino: Storia del pianoforte

Edited 24 Mag. 2009 22:55
  • keysdream
  • Membro: Senior
  • Risp: 818
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 9  

25-05-09 00.57

nel mio caso sono partito da zero,quali debbo prendere già da domani?

mercì
  • Asterix
  • Membro: Senior
  • Risp: 567
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 101  

25-05-09 00.58

C'è un testo di Badura Skoda sull'interpretazione di Bach al pianoforte.
Io leggerei anche la collezione degli scritti critici di Shumann.
"L'arte del pianoforte" di Nehaus (Maestro di Richter, Gilels...)
Georgy Sandor: "Come si suona il pianoforte"
  • derek86
  • Membro: Senior
  • Risp: 377
  • Loc: Teramo
  • Status:
  • Thanks: 13  

25-05-09 15.27

Aggiungerei il sempre utile "Luigi Finizio: Quello che ogni pianista deve sapere"

Se vuoi approfondimenti sull'interpretazione della musica pianistica soprattutto del periodo romantico "Alfred Cortot: Principi razionali della tecnica pianistica" oppure "La musica pianistica francese" e "Corso d'interpretazione"

Su Chopin (sempre di Cortot) "Alcuni aspetti di Chopin"

Poi che altro c'è di interessante ? emo

Ah...Piero Rattalino "L'interpretazione pianistica", "Storia del pianoforte", "Manuale tecnico del pianista concertista" e poi tutti i suoi libri su singoli pianisti (liszt, schumann, richter, backhaus, michelangeli, gould, arrau...)

Alfredo Casella "Il pianoforte"

Kentner "Il pianoforte. Lo strumento. La tecnica esecutiva. I compositori"





Edited 25 Mag. 2009 13:36
  • Asterix
  • Membro: Senior
  • Risp: 567
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 101  

25-05-09 16.11

derek86 ha scritto:
Ah...Piero Rattalino "L'interpretazione pianistica", "Storia del pianoforte", "Manuale tecnico del pianista concertista" e poi tutti i suoi libri su singoli pianisti (liszt, schumann, richter, backhaus, michelangeli, gould, arrau...)


Approvo ma io direi di prendere Rattalino con molta circospezione, sopratutto non come 1' approccio.
Io ho letto "Storia del pianoforte" e "L'interpretazione pianistica": sono libri densi, complicati, con spunti critici molto "sottili" e penso "opinabili", forse sarebbe meglio leggere prima dei testi più "descrittivi" e meno "di critica" e leggere Rattalino quando si può confrontare le sue argomentazioni con le proprie convinzioni o le argomentazioni di altri autori.

C'è molto bello il "Vademecum del pianista da camera" (non sono sicuro dell'esattezza del titolo) di B. Canino che ha spunti molto simpatici: per esempio dice che se suonate il trio in re minore di Mendelsshon gli strumentisti andrebbero pagati a "numero di note", quindi si porterebbe a casa tutto il pianista, lasciando all'asciutto violoncellista e violinista.emo

Buon lavoro. Stefano.

29-05-09 12.09

Quello di Georgy Sandor è un classico.
Suggerisco anche un libro di Glenn Gould che lessi tanti anni fa ed è molto carino.

Si chiama "L'ala del turbine intelligente".

Consiglio anche per gli amanti del piano jazz ma non solo:
Il mio desiderio feroce di Keith Jarrett.

Veramente illuminante: si capisce chi è Keith.