Come controllare autonomamente la situazione enpals

  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

11-08-09 23.25

Voi iscritti all'enpals, controllate la vostra situazione dal sito dell'enpals o tramite la cooperativa con cui siete associati?
  • Amministratore
  • Membro: Expert
  • Risp: 3979
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 381  

11-08-09 23.45

Visto che c'è, ed è la più attendibile, conviene farlo dal sito ENPALS. La procedura per avere tutti i codici da inserire per l'accesso è un po' laboriosa ma ne vale comunque la pena.
Ciao
Roberto

P.S. Se hai problemi di accesso (su SupportiMusicali.it) contattami.
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

12-08-09 00.06

Ciao Roberto ti ringrazio dell'intervento. Per i problemi di accesso, no, al momento no, solo che essendo al buio avevo sbagliato a scrivere il nome utente quindi anche con la password giusta mi dava errore! Poi ho visto l'errore...

Per quanto riguarda invece il tema di partenza. Io sono da qualche anno iscritto ad una cooperativa delle mie parti che gestisce l'enpals ma mi piacerebbe poter gestire un po' le mie cose direttamente. In questo caso posso comunque richiedere direttamente il PIN dal sito enpals e fare tutto da me? Ho letto un po' sul sito ma essendomi sempre appoggiato alla cooperativa (soprattutto per la necessità di avere una fattura per esercizi tipo Hotel che non pagano "a serata") non ho mai approfondito la cosa.

Ho anche il libretto (mod. 051) parzialmente compilato da un'altra cooperativa che mi/ci gestiva l'enpals qualche anno fa quando lavoravo in un'orchestra spettacolo per feste, sagre, ecc. anche per quanto riguarda il libretto voglio aggiungere tutte le voci che mancano ma talvolta non è molto veloce l'operazione, lavorando tramite cooperativa che non ha una risposta tanto celere...
  • Amministratore
  • Membro: Expert
  • Risp: 3979
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 381  

12-08-09 02.58

Io l'ho fatto qualche tempo fa, devi solo compilare con cura la pagina di accesso al servizio sul sito ENPALS, poi aspettare che ti arrivi via posta la seconda parte PIN (la prima te la mandano via mail) e puoi accedere a tutti i dati riguardo ai contributi versati. (almeno allora la procedura era questa)
Sono così venuto a conoscenza di alcuni mancati versamenti di alcuni periodi lavorativi di molti anni fa (pre cooperative). emo
Tra le altre cose puoi fare una previsione della pensione che ti spetta tra tot anni, sulla base dei contributi versati fin'ora.

Tieni presente che le coop hanno del tempo a disposizione per versare i contributi per cui i dati magari non sono aggiornati all'ultima serata ma vale la pena avere l'accesso direttamente ai dati ENPALS ...

Ciao
Roberto
  • clouseau57
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10446
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 518  

12-08-09 10.27

Riusciremo a trasformare i nostri contributi in pensione vivendo 200 vite
suonando per 40 anna ogni vita per tutti i giorni....emo
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

12-08-09 17.56

Amministratore ha scritto:
Sono così venuto a conoscenza di alcuni mancati versamenti di alcuni periodi lavorativi di molti anni fa (pre cooperative). emo

Cioè ti mancano dei versamenti del periodo prima che ti affidassi ad una cooperativa?
Ho notato infatti che si può tenere sotto controllo la situazione-pensione.

Non sapevo di questo tempo delle coop per versare i contributi. Ormai finisco questa stagione poi vedrò di capire bene questa cosa. Intanto per lo meno mi faccio aggiornare il libretto mod. 051 perché alla cooperativa dove sono ora non me l'hanno ancora "mensionato".

Penso proprio che la miglior cosa sia gestire autonomamente i dati enpals in tutto e per tutto. Mi rimarrebbe però il problema della fatturazione...

Grazie intanto di queste dritte!
Edited 12 Ago. 2009 15:57
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

12-08-09 17.57

@ clouseau57
Riusciremo a trasformare i nostri contributi in pensione vivendo 200 vite
suonando per 40 anna ogni vita per tutti i giorni....emo
No... c'è un minimo di servizi da raggiungere per la "minima"...