Roland V-Combo-VR09

  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 14.58

Salve ! Come da titolo vorrei parlare di questa macchina della Roland poiché nonostante abbia letto tutto il materiale disponibile sul forum(e forse tutto quello disponibile nel web (emo) sono ancora molto indeciso.Il punto è che dopo una difficile cernita ho ristretto il campo fino a lei,alla vr09.Cercherò di fornire subito e con precisione i dati necessari per aiutarvi.

Cerco un synth polifonico per "completare" l'armamentario che per ora si compone di un Roland RD 800 emo.Non sono un musico professionista(studio e suono per che ne ho voglia) e questa sarebbe la mia prima seconda tastiera a supporto dello stage piano.
Dunque non ho esperienze precedenti con synth o quant'altro.Il mio budget è 500 euro massimo,anche se con un po' di flessibilità all'occorrenza, e come ho scritto sopra non cerco nulla di altamente professionale bensì qualcosa che possa andare bene per le seguenti necessità.
-Imparare/prendere confidenza con i sintetizzatori
-Trasportabilità/comodità di utilizzo
-Qualità-prezzo
-Buoni suoni (specialmente di organo)
-Possibilità di lavorare con i suoni e renderli personali

Personalmente mi piace il modo in cui è stato ideato il pannello dei controlli e soprattutto il fatto che le drawbars siano "fuori" e concrete,reali insomma.
Non avrei aperto questo thread se non avessi prima visto i precedenti...nei quali ho letto di 5 problematiche riguardanti la programmazione della macchina e di alcune brutte impressioni a proposito della tastiera e dell'action dei tasti.

P.S. In caso avrei trovato un usato sui 500 euro...

P.S.(1) Mi affascina il mondo del prog rock,pieno di suoni fantastici. Inoltre ,vorrei specificare che sto cercando una sistemazione "temporaneamente definitiva", quindi cerco qualcosa su cui poter contare,un affidabile compagno insomma, come credo sia l'RD 800 :)

Grazie dell'attenzione emo
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1417
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 221  

19-06-17 16.09

così tanto per gradire...
hai valutato anche una FA-06 o una DS-61?? sempre Roland?
come mai le hai scartate?

tieni presente che io NON possiedo un VR.

in quanto secondo me, il VR lo vedo piu' come un "clone hammond" che ha anche altri suoni (non pochi e niente male), soprattutto grazie alle drawbar fisiche... che aiutano anche nella programmazione.

A me sta simpatica come tastiera, ma non so se volendo fare il genere che dici ti sia sufficiente con i pianoforte che hai, in quanto io faccio parecchie combi... e le due nominate prima sarebbero piu' flessibili. Tieni conto che la FA ha lo stesso motore degli organi del VR, non ha le drawbar fisiche ma altre carte da giocare che ne ampliano la usabilità.

se invece per suoni aggiuntivi ti intendi concentrare piu' su organi.. e forse qualcos'altro... (a seconda del genere che ti piace) allora puo' avere un senso.

che io sappia, la keybed e' la stessa per tutte e 3 (non entusiasmante, anzi) e la differenza tra FA e DS e' che sulla prima ci sono i suoni supernatural che su DS non ci sono, e mi pare che si possano caricare le schede virtuali axial (molto valide) su FA.. su DS non ricordo...

io ho una FA08.

che poi il VR te lo puoi mettere sottobraccio e portare via per fare di tutto, e modificare le cose in 2 secondi e' assolutamente vero... ma io sono un presettaro, non modifico spesso i suoni... solo quando cerco qualcosa di particolare... altrimenti uso quello che c'e'... quindi tutte ste "modifiche" al volo non le faccio...
cose che cmq si possono fare anche con le altre 2... con i pomelli a sinistra...
  • FranzBraile
  • Membro: Expert
  • Risp: 3564
  • Loc: Varese
  • Status:
  • Thanks: 393  

19-06-17 16.24

Ho, la VR-09 (fra l'altro) ma non mi ci soffermo più di tanto in quanto la domanda è "sintetizzatore".....
La VR-09 NON E' un sinth e quindi non potrai divertirti ad apprendere, cosi come non lo è la DS (scaled down della FA direi), se vuoi un sinth devi solcare altri lidi.....
Puoi.... volendo accontentarti di una FA-06 che puo' fare un po' di tutto... in fondo è una workstation... cosi come lo è la Kurz 3-61.... Ma sinth veri e propri..... mi sa che devi aspettare l'intervento di qualche synthologo....eheheheh
Ma... oggi come oggi.... in che ambito userti un synth?
  • maverplatz
  • Membro: Expert
  • Risp: 839
  • Loc: Reggio Emilia
  • Status:
  • Thanks: 82  

19-06-17 17.12

FranzBraile ha scritto:
La VR-09 NON E' un sinth e quindi non potrai divertirti ad apprendere,


A dire il vero, nel caso si possieda un iPad, vi è la possibilità di controllare tutti i parametri della sezione synth tramite l'app dedicata VR 09 editor ; se no, non ne vale la pena (acquistare un iPad per questo scopo).

Si possono comunque adattare (tramite controlli sul pannello) i preset, modificandone gli effetti, l'inviluppo (attack, decay, release) del'amp. ed i cutoff/resonance del filtro.
  • Acoltemp
  • Membro: Senior
  • Risp: 165
  • Loc: Bari
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 17.59

Se vuoi un synth, devi comprare un synth...

Con il VR09 ottima basso-medio livello (secondo me) avresti una tastiera synth action non pesata e 5 slider in più per un totale di 9 da usare in particolare con drawbar con l'organo.
Ma al posto tuo escluderei il VR09, per i seguenti motivi.
Hai già una Roland, campione in più campione in meno hai già gli stessi suoni (super natural per giunta).
Con qualche sfaccettatura VR09 ed RD800 possono essere considerate simili (su due livelli e fasce di prezzo differenti, certo!): rispettivamente uno stage non pesato ed uno stage piano vero e proprio.
Non la conosco la RD800, ma dalle sole foto vedo tante "manopoline" e comunque sicuramente un modo più economico per variare attack e decay ed effetti si trova (io ci sono riuscito sulla Roland E36, un arranger entry level di qualche anno fa!). Il punto è che questo è solo l'inizio per la modifica (insufficiente) dei suoni che un sintetizzatore fa.

Per allargare il campo dovresti guardare altrove. Se ti piace Roland puoi guardare il JD-XI a quella fascia di prezzo oppure cambiare marca per suoni ancor più complementari.

In ogni caso buon divertimento! emo
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 18.01

Grazie per le risposte forumers ! Beh diciamo che il prog rock non è l'unico genere che suono,anzi,sono molto aperto in generale come mentalità ed nel particolare parlando di musica.
Mi scuso per aver chiamato synth la vr09,mi rendo conto che non lo è propriamente,però come detto nei commenti ho notato che offre buone possibilità di editing anche grazie a l'app gratuita che,per rispondere,potrei scaricare sull'ipad (fortunatamente ne possiedo unoemo).
Beh mi capita di suonare con qualche band o amico,magari qualche serata non retribuita,ma principalmente quel che più che capitarmi sono io a cercar di fare è sperimentare e divertirmi,passando ore a suonare a casa emo.
Si, conosco i modelli citati,vale a dire FA-06 e Juno DS61 ed anche i loro predecessori o fratelli maggiori ! Diciamo che nello specifico questi due modelli mi ispiravano meno sicurezza e qualità come prodotti...mentre la vr09 mi sembrava un buon compromesso.emo
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 18.08

@ Acoltemp
Se vuoi un synth, devi comprare un synth...

Con il VR09 ottima basso-medio livello (secondo me) avresti una tastiera synth action non pesata e 5 slider in più per un totale di 9 da usare in particolare con drawbar con l'organo.
Ma al posto tuo escluderei il VR09, per i seguenti motivi.
Hai già una Roland, campione in più campione in meno hai già gli stessi suoni (super natural per giunta).
Con qualche sfaccettatura VR09 ed RD800 possono essere considerate simili (su due livelli e fasce di prezzo differenti, certo!): rispettivamente uno stage non pesato ed uno stage piano vero e proprio.
Non la conosco la RD800, ma dalle sole foto vedo tante "manopoline" e comunque sicuramente un modo più economico per variare attack e decay ed effetti si trova (io ci sono riuscito sulla Roland E36, un arranger entry level di qualche anno fa!). Il punto è che questo è solo l'inizio per la modifica (insufficiente) dei suoni che un sintetizzatore fa.

Per allargare il campo dovresti guardare altrove. Se ti piace Roland puoi guardare il JD-XI a quella fascia di prezzo oppure cambiare marca per suoni ancor più complementari.

In ogni caso buon divertimento! emo
Capisco ! :)
Beh mi sembra doveroso dire allora che pur essendo diciamo affezionato ai suoni Roland non mi dispiacerebbe pensare di poter possedere un prodotto di un altro brand ! Ho anche guardato in realtà.Credo che la scelta mi riesca così confusa e difficile perché so di non desiderare ed in un certo senso "meritare" uno strumento (synth) con troppe funzioni ed un alto livello di professionalità poiché sono un profano e sarebbe una sorta di spreco (di certo,per scarsità di conoscenza e di occasioni nonché esperienza so che molte funzioni non le userei,almeno per ora).Per questo cerco un prodotto di range medio con buon rapporto qualità prezzo dal quale trarre soddisfazione e con il quale fare esperienza.
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1417
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 221  

19-06-17 18.40

@ TheHopeIHave
Capisco ! :)
Beh mi sembra doveroso dire allora che pur essendo diciamo affezionato ai suoni Roland non mi dispiacerebbe pensare di poter possedere un prodotto di un altro brand ! Ho anche guardato in realtà.Credo che la scelta mi riesca così confusa e difficile perché so di non desiderare ed in un certo senso "meritare" uno strumento (synth) con troppe funzioni ed un alto livello di professionalità poiché sono un profano e sarebbe una sorta di spreco (di certo,per scarsità di conoscenza e di occasioni nonché esperienza so che molte funzioni non le userei,almeno per ora).Per questo cerco un prodotto di range medio con buon rapporto qualità prezzo dal quale trarre soddisfazione e con il quale fare esperienza.
se ho ben inteso ....
allora... la VR09 in sostanza ti permetterebbe di modificare i suoni come e allo stesso modo (a grandi linee) di RD800 in quanto cose com Attacco, inviluppo, release... filtri .. cutoff... resonance... etc. sono cose che si possono modificare sia su VR (di sicuro) che su RD (credo)
per cui ti dicevano (sai, a volte qui siamo molto precisini... :D ) se vuoi un sinth devi guardare un sinth non un aggeggio che fa tutto.
per sint si intende roba tipo lo sledge dove hai tutte le manopoline a vista e con una sequenza logica.

invece tu, credo, voglia una tastiera leggera, da abbinare al piano, con suoni modificabili per sperimentare un po'... e il VR lo fa.
il fatto di avere tutte le levette a vista e' abbastanza comodo, lo capisco, pero' sappi che avresti molti suoni "simili" avendo gia' RD sotto...
e la cosa potrebbe avere un senso se la PASTA sonora Roland ti piace e non volessi altro.

tieni conto che altre tastiere (non sinth) da 5 ottave valide ce ne sono... e che potrebbero darti quei suoni in più (nel senso di diversi) che non hai gia' sull'RD.

per dirti, un suono sintetico di strings o lead sinth che puoi trovare sul VR al 90% lo dovresti trovare identico su RD...
ti sei gia' letto la tabella dei preset?? tanto per dire...

alternative ce ne sono sia in casa yamaha, che korg, che kurz... pero' non su tutte queste avresti un pannello comandi immediato.

Diverso sarebbe se volessi i suoni di RD su una tastiera piu' compatta da portarti in giro (da sola) per occasioni volanti... allora conoscere i suoni di RD ti faciliterebbe la ricerca su VR...

riassumendo:
- se vuoi imparare a programmare un sintetizzatore (analogico o digitale che sia) propriamente detto dovresti guardare altro
- se vuoi una tastiera da abbinare al piano roland (gia' di suo molto completo) per avere piu' suoni assieme, pronti, durante le performances... hai due strade...
restare con la stessa palette sonora (piu' o meno) prendere VR se sei incline a usare organi spesso sulla piccola (imho) oppure ampliare la gamma di suoni usabili prendendo una workstation (o simili) di altra marca...

ecco... un po' piu' di confusione :)))
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 19.46

toniz1 ha scritto:
riassumendo:
- se vuoi imparare a programmare un sintetizzatore (analogico o digitale che sia) propriamente detto dovresti guardare altro
- se vuoi una tastiera da abbinare al piano roland (gia' di suo molto completo) per avere piu' suoni assieme, pronti, durante le performances... hai due strade...
restare con la stessa palette sonora (piu' o meno) prendere VR se sei incline a usare organi spesso sulla piccola (imho) oppure ampliare la gamma di suoni usabili prendendo una workstation (o simili) di altra marca...

toniz1 ha scritto:
tieni conto che altre tastiere (non sinth) da 5 ottave valide ce ne sono... e che potrebbero darti quei suoni in più (nel senso di diversi) che non hai gia' sull'RD.

toniz1 ha scritto:
invece tu, credo, voglia una tastiera leggera, da abbinare al piano, con suoni modificabili per sperimentare un po'...


Grazie mille davvero a tutti ! Credo che tu abbia un futuro da interprete perché mi stavo spiegando davvero in maniera confusa emo
Si,in effetti credo sia la seconda opzione del riassunto ! Forse non ho mai ben capito finora lo scopo e il funzionamento vero e proprio di un sintetizzatore e chiedo scusa.Ecco trovo interessanti entrambe le opzioni ! Cosa si intende per la prima nello specifico ?
E soprattutto,avendo individuato la strada ora mi viene da chiederti a quali altre marche potrei guardare per "completare" la mia tavolozza di suoni ed avere una macchina facilmente trasportabile che sia in grado anche di lavorare da sola,senza la guida dell'RD ?
  • rdanl80
  • Membro: Senior
  • Risp: 565
  • Loc: Bologna
  • Status:
  • Thanks: 44  

19-06-17 20.06

@ TheHopeIHave
toniz1 ha scritto:
riassumendo:
- se vuoi imparare a programmare un sintetizzatore (analogico o digitale che sia) propriamente detto dovresti guardare altro
- se vuoi una tastiera da abbinare al piano roland (gia' di suo molto completo) per avere piu' suoni assieme, pronti, durante le performances... hai due strade...
restare con la stessa palette sonora (piu' o meno) prendere VR se sei incline a usare organi spesso sulla piccola (imho) oppure ampliare la gamma di suoni usabili prendendo una workstation (o simili) di altra marca...

toniz1 ha scritto:
tieni conto che altre tastiere (non sinth) da 5 ottave valide ce ne sono... e che potrebbero darti quei suoni in più (nel senso di diversi) che non hai gia' sull'RD.

toniz1 ha scritto:
invece tu, credo, voglia una tastiera leggera, da abbinare al piano, con suoni modificabili per sperimentare un po'...


Grazie mille davvero a tutti ! Credo che tu abbia un futuro da interprete perché mi stavo spiegando davvero in maniera confusa emo
Si,in effetti credo sia la seconda opzione del riassunto ! Forse non ho mai ben capito finora lo scopo e il funzionamento vero e proprio di un sintetizzatore e chiedo scusa.Ecco trovo interessanti entrambe le opzioni ! Cosa si intende per la prima nello specifico ?
E soprattutto,avendo individuato la strada ora mi viene da chiederti a quali altre marche potrei guardare per "completare" la mia tavolozza di suoni ed avere una macchina facilmente trasportabile che sia in grado anche di lavorare da sola,senza la guida dell'RD ?
Allora un synth puro fa esclusivamente o ( o quasi;) suoni sintetici , per esempio come il famoso minimoog o jupiter 8 ( guardati un po' di video su youtube per farti un idea di massima). In genere non avrai suoni di piano acustico, violini, trombette e quant altro fatti con samples ( cioè registrazioni del suono dallo strumento reale) ma solo imitazioni elettroniche in genere molto distanti dall originale ma spessocomunque molto caratteristici. Al giorno d oggi esistono sia symth analogici che sinth digitali virtual analog che li imitano. Se vuoi iniziarti ad addentrare in questo mondo in cui i propri personali suoni possono essere creati manipolando slider e knob sulla macchina io ti consiglierei uno Sledge poiché suona molto bene ed ha un layout che facilita molto l apprendimento. Se invece vuoi anche suoni di strumenti reali campionati ( ma sull rd 800 già ne dovresti avere di buona qualità) potresti rivolgerti ad una workstation generalista che in genere ha sia suoni di synth che però è solitamente più difficile manipolare a causa di navigazione in oscuri menu etc, sia suoni campionati ( pianoforti , violini, sax etc). Tra le workstation a costo contenuto non roland ti direi yamaha mofx, krome korg, o sull usato anche altri però nessuna di queste ha un clone hammond con drawbars, se questo è importante per te potresti vedere anche su una pc3 usata che però come programmazione di synth è un tantino ostica per un neofita , ma che ha un emulatore di hammond. La vr09 è comunque molto bellina una specie di nord electro a basso costo, non ci sono tastiere che fanno atrettanto ad un prezzo cosi basso.
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 20.21

rdanl80 ha scritto:
Tra le workstation a costo contenuto non roland ti direi yamaha mofx, krome korg

rdanl80 ha scritto:
Al giorno d oggi esistono sia symth analogici che sinth digitali virtual analog che li imitano. Se vuoi iniziarti ad addentrare in questo mondo in cui i propri personali suoni possono essere creati manipolando slider e knob sulla macchina io ti consiglierei uno Sledge poiché suona molto bene ed ha un layout che facilita molto l apprendimento


Grazie,molto chiaro !! :) Si conosco jupiter 8 e soprattutto minimoog poiché è ampiamente usato da Adam Holzman !
Beh l'idea di prendere uno Sledge usato e addentrarmi in questo mondo così personale e oscuro ai miei occhi è davvero allettante !
D'altra parte avere una workstation che completi un po' le mie necessità sarebbe utile,potrei portarla dove non posso portare l'RD inoltre.La krome mi è stata consigliata persino dal mio maestro di musica e la trovo interessante ! D'altra parte è un brand sul quale poter fare affidamento,non a caso utilizzato da pianisti/tastieristi come Jordan Rudess ! Però forse è fuori budget :/

Comunque è molto utile e formativo potersi confrontare con voi ! Grazie di cuore emo
  • Roberto_Forest
  • Membro: Expert
  • Risp: 3007
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 327  

19-06-17 20.57

Hanno detto già molto, dico solo che volendo per il mondo synth virtuale analog L'iPad offre molto, e di ottimo livello. Solo se hai un iPad dal iPad 4 (o iPad mini 2) in su. Connettendomo tramite USB e lighting to USB adapter a una tastiera.
Ci sono tante app che ti aiutano a capire il mondo dei synth
  • anonimo

19-06-17 20.58

@ TheHopeIHave
Salve ! Come da titolo vorrei parlare di questa macchina della Roland poiché nonostante abbia letto tutto il materiale disponibile sul forum(e forse tutto quello disponibile nel web (emo) sono ancora molto indeciso.Il punto è che dopo una difficile cernita ho ristretto il campo fino a lei,alla vr09.Cercherò di fornire subito e con precisione i dati necessari per aiutarvi.

Cerco un synth polifonico per "completare" l'armamentario che per ora si compone di un Roland RD 800 emo.Non sono un musico professionista(studio e suono per che ne ho voglia) e questa sarebbe la mia prima seconda tastiera a supporto dello stage piano.
Dunque non ho esperienze precedenti con synth o quant'altro.Il mio budget è 500 euro massimo,anche se con un po' di flessibilità all'occorrenza, e come ho scritto sopra non cerco nulla di altamente professionale bensì qualcosa che possa andare bene per le seguenti necessità.
-Imparare/prendere confidenza con i sintetizzatori
-Trasportabilità/comodità di utilizzo
-Qualità-prezzo
-Buoni suoni (specialmente di organo)
-Possibilità di lavorare con i suoni e renderli personali

Personalmente mi piace il modo in cui è stato ideato il pannello dei controlli e soprattutto il fatto che le drawbars siano "fuori" e concrete,reali insomma.
Non avrei aperto questo thread se non avessi prima visto i precedenti...nei quali ho letto di 5 problematiche riguardanti la programmazione della macchina e di alcune brutte impressioni a proposito della tastiera e dell'action dei tasti.

P.S. In caso avrei trovato un usato sui 500 euro...

P.S.(1) Mi affascina il mondo del prog rock,pieno di suoni fantastici. Inoltre ,vorrei specificare che sto cercando una sistemazione "temporaneamente definitiva", quindi cerco qualcosa su cui poter contare,un affidabile compagno insomma, come credo sia l'RD 800 :)

Grazie dell'attenzione emo
Guarda, io la rd la posseggo e conosco i suoi suoni ( anche il clone che ha di serie). Una master no? I suoni di contorno sono quelli dell 'integra. Sinth ne hai a go go. Anche troppi.
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 21.00

@ anonimo
Guarda, io la rd la posseggo e conosco i suoi suoni ( anche il clone che ha di serie). Una master no? I suoni di contorno sono quelli dell 'integra. Sinth ne hai a go go. Anche troppi.
Hai ragione,cosa consiglieresti ? emo
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1417
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 221  

19-06-17 21.34

@ TheHopeIHave
Hai ragione,cosa consiglieresti ? emo
allors...
una korg krome sarebbe sicuramente un ottimo completamento del tuo roland RD...

ma se hai gia' un Ipad recente .... perche' non pensare una tastierina piu' semplice (tipo una Korg X50 o una Korg Kross 61) che hanno entrambe un collegamento sia midi che usb, per poterle collegare all'ipad e a un sw (che ti consiglieranno di sicuro...) che emuli un sintetizzatore per imparare quello che piu' ti interessa?

la korg X50 (che ho avuto) non e' niente di che, pero' ha una tastiera con i tasti normali (quelli roland sulle tastiere a 5 ottave, sono solitamente a passo ridotto, che non e' il massimo della vita...) quindi grandi come quelli del tuo RD (cosi' non fai fatica ad abituarti) ha dei suoni decenti dentro, anche se e' vecchia... e pesa niente...
oppure la Korg Kross 61 che e' piu' recente e piu' o meno come qualita' siamo lì...
la Krome 61 sarebbe sicuramente la migliore delle 3 ma a qualita' superiore e costo superiore...

l'eventuale tastiera muta/midi/master.. ti costringerebbe a imparare e lavorare sempre su RD.

Con questa soluzione imho...
1) hai 2 paste sonore diverse
2) non spendi un capitale in piu' rispetto a una tastiera midi (muta) e basta... e quando serve ti puoi portare dietro un aggeggetto leggero per suonare quello che vuoi... questa soluzione la potresti fare anche con il VR09... pero' come dicevo avresti gli stessi suoni di RD
3) nel caso dovessi suonare con 2 tastiere... hai RD sotto e una Korg sopra che solo perche' sono un po' vecchiotte non e' che facciano schifìo... soprattutto se dedichi il Roland a pianoforti e suoni acustici e lasci sint o strings o tappeti alla korg superiore (tieni conto che anche come organi non sono scarsissimi).

non ti consiglio yamaha che fa le ottime Mx...Mox... perche' secondo me hanno una programmazione piu' ostica delle korg... che imho sono molto piu' semplici... per cui anche senza ipad qualcosa riesci a fare.

ma anche altri ti consiglieranno qualcosa... di sicuro ;)
  • anonimo

19-06-17 21.35

@ TheHopeIHave
Hai ragione,cosa consiglieresti ? emo
Novation impulse 61, nektar panorama p6. ( con le funzioni avanzate midi di ambedue le tastiere hai tutto e di più ) .
Non gli consiglio peró tastieracce tipo quelle indicate sopra.( non per il suono, ma le meccaniche sono veramente orrende ). Le tue mani si rifiuterebberoemoemo
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10045
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 869  

19-06-17 21.37

TheHopeIHave ha scritto:
La krome mi è stata consigliata persino dal mio maestro di musica e la trovo interessante

Nel tuo caso non sottovalutare la korg kross 61, 1-per un discorso di budget
2-kross, ha funzioni molto interessanti. (registratore audio su sd,vocoder,applicazione effetti alla voce, step sequencer, ed una bella sezione favorite,che su krome non ci sono.é una master a 16 parti/zone,come anche krome.)
3-é portabilissimo e funziona anche a pile.
4-sono strumenti cosi diversi che uno completa l'altro
5-hai accesso ad ogni parametro della sintesi, puoi farti suoni che vuoi.ed assegnare molti parametri alle wells o al pedale.
6- ha una buona implementazione midi, e riconoscerà tutto quello che gli invii da rd 800.
7- ci sono video su youtube che esplorano tutte le funzionalità
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1417
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 221  

19-06-17 21.41

@ anonimo
Novation impulse 61, nektar panorama p6. ( con le funzioni avanzate midi di ambedue le tastiere hai tutto e di più ) .
Non gli consiglio peró tastieracce tipo quelle indicate sopra.( non per il suono, ma le meccaniche sono veramente orrende ). Le tue mani si rifiuterebberoemoemo
ma no dai...
non essere cosi' cattivo... io ho suonato di peggio... se uno comincia possono andare bene...

cosa dire allora dei minitasti roland???..
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1417
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 221  

19-06-17 21.42

@ zerinovic
TheHopeIHave ha scritto:
La krome mi è stata consigliata persino dal mio maestro di musica e la trovo interessante

Nel tuo caso non sottovalutare la korg kross 61, 1-per un discorso di budget
2-kross, ha funzioni molto interessanti. (registratore audio su sd,vocoder,applicazione effetti alla voce, step sequencer, ed una bella sezione favorite,che su krome non ci sono.é una master a 16 parti/zone,come anche krome.)
3-é portabilissimo e funziona anche a pile.
4-sono strumenti cosi diversi che uno completa l'altro
5-hai accesso ad ogni parametro della sintesi, puoi farti suoni che vuoi.ed assegnare molti parametri alle wells o al pedale.
6- ha una buona implementazione midi, e riconoscerà tutto quello che gli invii da rd 800.
7- ci sono video su youtube che esplorano tutte le funzionalità
grazie zerinovic...
io e te una birrozza ce la dobbiamo fare prima o poi... emoemoemo
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 20  

19-06-17 21.46

toniz1 ha scritto:
3) nel caso dovessi suonare con 2 tastiere... hai RD sotto e una Korg sopra che solo perche' sono un po' vecchiotte non e' che facciano schifìo... soprattutto se dedichi il Roland a pianoforti e suoni acustici e lasci sint o strings o tappeti alla korg superiore (tieni conto che anche come organi non sono scarsissimi).

toniz1 ha scritto:
quando serve ti puoi portare dietro un aggeggetto leggero per suonare quello che vuoi...


Questo è quel che intendo per "completare"