Differenze presenza sonora MOxf-MODX Yamaha

  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 3213
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 200  

23-10-18 13.53

Come nel titolo:il MOXF mi è sempre piaciuta timbricamente,unica cosa una certa carenza di presenza che io avevo superato con un preamp stereo con il quale mi dava risultati ottimi.Volevo chiedere a chi l'ha provata se il nuovo MODX a riguardo risulta avere maggior presenza sonora,intesa come volume,"botta" live (usando un termine un po' naif); per esemplificare voglio dire la differenza in termini di presenza tra motif XF e mo XF: stesse timbriche ma presenza e dinamica un po' differenti...Nessuno ha valutato questo aspetto della neo-yammy intermedia?
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9670
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 615  

23-10-18 15.42

la nuova modx non suona assolutamente come montage, provata io stesso in negozio con le mie cuffie e anche con due casse, peró a me sembra che comunque rispetto alla vecchia Moxf abbiano migliorato il suono avvicinandosi di piu alla loro top di gamma, cioe se prima la differenza tra un mox/moxf e un motif xf6 hardware a parte a livello sonoro si sentiva, lo stesso preset suonava piu avvolgente, tridimensionale, a un volume maggiore etc....segno che i convertitori e il circuito di uscita era molto superiore, adesso mi pare che pur essendoci differenze tra i due strumenti modx e montage, la scaled down comunque abbia un suono molto piu vicino alla sorella maggiore, uguali non lo sono, vedi minore polifonia della parte fm (e in certi suoni gia si nota), sst a sole 4 parti (poco) e assenza della tecnologia PAC...peró nonostante tutto si difende molto bene.
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 3213
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 200  

23-10-18 16.13

Ecco,grazie...Naturale che se uno vuole il meglio deve evidentemente prendere l'ammiraglia,allora....Mannaggia ,solo che pesa una cifra..... Diciamo che col MOXF interfacciato ad un preamp stereo supplivo molto bene a certe carenze,ma volevo eliminare il preamp...
  • anumj
  • Membro: Supporter
  • Risp: 17574
  • Loc: Cuneo
  • Status:
  • Thanks: 999  

23-10-18 17.00

@ tsuki
Ecco,grazie...Naturale che se uno vuole il meglio deve evidentemente prendere l'ammiraglia,allora....Mannaggia ,solo che pesa una cifra..... Diciamo che col MOXF interfacciato ad un preamp stereo supplivo molto bene a certe carenze,ma volevo eliminare il preamp...
Il MOXF ha ancora qualche piccolo plus che il MODX non ha, come per esempio la possibilità di montare un flash da 2gb (pur con il limite imposto dal nr di sample), il sequencer on board, i pulsanti sul pannello per selezionare/mutare etc.
L'ultima caratteristica può sembrare superflua una volta che hai un bel monitor da usare, ma io personalmente preferisco i selettori a pulsante soprattutto nei cambi più concitati. Anche perchè sto cazzo di display più lo pesti e meno dura.
Ritengo che chi si porta a casa un MOXF8 a sopra i 1000 euro, risparmia ben 400/500 euro rispetto ad un MODX8 (che non è poco) ed ha cmq una valida workstation, leggera e performante.
Tanto al 90% dei tastieristi della FM non gliene fotte (massa di capre!!!) una mazza, se non per quei 2 o 3 dx piano classici che puoi tranquillamente ficcare come sample in memoria.
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9670
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 615  

23-10-18 23.14

@ anumj
Il MOXF ha ancora qualche piccolo plus che il MODX non ha, come per esempio la possibilità di montare un flash da 2gb (pur con il limite imposto dal nr di sample), il sequencer on board, i pulsanti sul pannello per selezionare/mutare etc.
L'ultima caratteristica può sembrare superflua una volta che hai un bel monitor da usare, ma io personalmente preferisco i selettori a pulsante soprattutto nei cambi più concitati. Anche perchè sto cazzo di display più lo pesti e meno dura.
Ritengo che chi si porta a casa un MOXF8 a sopra i 1000 euro, risparmia ben 400/500 euro rispetto ad un MODX8 (che non è poco) ed ha cmq una valida workstation, leggera e performante.
Tanto al 90% dei tastieristi della FM non gliene fotte (massa di capre!!!) una mazza, se non per quei 2 o 3 dx piano classici che puoi tranquillamente ficcare come sample in memoria.
.....sicuro che moxf supporta due giga di flash? io sapevo che poteva al massimo reggere 512 mega oppure 1 giga per via della presenza di un solo slot...magari mi sbaglio eh.

La montage ne offre 1.76 mentre la modx 1 solo....che comunque é il 75% meno di spazio rispetto alla montage, non é una tragedia ma non é nemmeno poco.
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 2647
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 198  

23-10-18 23.36

orange1978 ha scritto:
.....sicuro che moxf supporta due giga di flash? io sapevo che poteva al massimo reggere 512 mega oppure 1 giga per via della presenza di un solo slot...magari mi sbaglio eh.

È vero che nelle specifiche di Yamaha è riportato il limite di 1GB per le memorie flash prodotte da Yamaha.
In realtà però su motifator.com ci sono utenti che confermano la possibilità di usare un chip da 2GB prodotto dalla Mutec.
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9670
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 615  

23-10-18 23.40

@ cecchino
orange1978 ha scritto:
.....sicuro che moxf supporta due giga di flash? io sapevo che poteva al massimo reggere 512 mega oppure 1 giga per via della presenza di un solo slot...magari mi sbaglio eh.

È vero che nelle specifiche di Yamaha è riportato il limite di 1GB per le memorie flash prodotte da Yamaha.
In realtà però su motifator.com ci sono utenti che confermano la possibilità di usare un chip da 2GB prodotto dalla Mutec.
ok allora il problema é solo perche yamaha ufficialmente non produce chip da 2 giga, ma gli indirizzi del processore possono vederne anche due...capito perfettamente (probabile mossa di marketing per far si che la gente continuasse a comprare anche motif xf).
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 2647
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 198  

23-10-18 23.41

@ orange1978
ok allora il problema é solo perche yamaha ufficialmente non produce chip da 2 giga, ma gli indirizzi del processore possono vederne anche due...capito perfettamente (probabile mossa di marketing per far si che la gente continuasse a comprare anche motif xf).
Molto probabile, sì emo
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6595
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 462  

24-10-18 07.53

Moxf8 adesso sta risalendo come prezzo, ma si trova ancora a 1129€ che é un prezzone per quello che offre.
  • DRUPIZ
  • Membro: Expert
  • Risp: 1490
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 18  

24-10-18 08.59

@ orange1978
la nuova modx non suona assolutamente come montage, provata io stesso in negozio con le mie cuffie e anche con due casse, peró a me sembra che comunque rispetto alla vecchia Moxf abbiano migliorato il suono avvicinandosi di piu alla loro top di gamma, cioe se prima la differenza tra un mox/moxf e un motif xf6 hardware a parte a livello sonoro si sentiva, lo stesso preset suonava piu avvolgente, tridimensionale, a un volume maggiore etc....segno che i convertitori e il circuito di uscita era molto superiore, adesso mi pare che pur essendoci differenze tra i due strumenti modx e montage, la scaled down comunque abbia un suono molto piu vicino alla sorella maggiore, uguali non lo sono, vedi minore polifonia della parte fm (e in certi suoni gia si nota), sst a sole 4 parti (poco) e assenza della tecnologia PAC...peró nonostante tutto si difende molto bene.
I set sono a 4 parti solo per il fatto del suoni ininterrotto durante il cambio di patches. È sempre a 8 parti.
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2001
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 39  

24-10-18 10.30

@ zerinovic
Moxf8 adesso sta risalendo come prezzo, ma si trova ancora a 1129€ che é un prezzone per quello che offre.
Si, ma la MODX ha la TETTA!!!!

Dai si scherza, ma ora seriamente, scommetto:
Il montage 2 e il MODX 2 avranno il sequencer on board
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9670
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 615  

24-10-18 12.13

@ DRUPIZ
I set sono a 4 parti solo per il fatto del suoni ininterrotto durante il cambio di patches. È sempre a 8 parti.
....e ti pare poco? se conosci l'architettura montage ti sarai reso conto che la maggior parte dei suoni fighi usa tre quattro anche cinque parti.

questo significa che per avere il cambio senza stacco di suono o sfoltisci la perfomance usando meno parti e perdendo quindi dettaglio e suono, oppure rinunci a questa funzione perche nella pratica diventa inutilizzabile.

ci sono pianoforti che hanno da soli 4 parti, fai un layer con un pad di archi e gia ti sei mangiato la funzione sst....e parliamo in questo caso di un suono relativamente semplice.

dividi la tastiera in 4 parti, basta che una delle parti abbia due suoni sovrapposti e nuovamente hai perso la funzione sst.

francamente mi sembrano limiti abbastanza evidenti, senza contare che non credevo ma la polifonia dimezzata del motore fm si sente eccome, ovviamente per come sono state programmate le performances di fabbrica, riprogrammandole da zero e tenendo conto dei limiti dello strumento si puo aggirare il problema, ma sempre dovendo accettare dei compromessi, che palle sempre compromessi, quando poi reason a 360 euro non pone alcun limite.
  • luigitarta
  • Membro: Senior
  • Risp: 433
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 20  

24-10-18 13.05

@ orange1978
....e ti pare poco? se conosci l'architettura montage ti sarai reso conto che la maggior parte dei suoni fighi usa tre quattro anche cinque parti.

questo significa che per avere il cambio senza stacco di suono o sfoltisci la perfomance usando meno parti e perdendo quindi dettaglio e suono, oppure rinunci a questa funzione perche nella pratica diventa inutilizzabile.

ci sono pianoforti che hanno da soli 4 parti, fai un layer con un pad di archi e gia ti sei mangiato la funzione sst....e parliamo in questo caso di un suono relativamente semplice.

dividi la tastiera in 4 parti, basta che una delle parti abbia due suoni sovrapposti e nuovamente hai perso la funzione sst.

francamente mi sembrano limiti abbastanza evidenti, senza contare che non credevo ma la polifonia dimezzata del motore fm si sente eccome, ovviamente per come sono state programmate le performances di fabbrica, riprogrammandole da zero e tenendo conto dei limiti dello strumento si puo aggirare il problema, ma sempre dovendo accettare dei compromessi, che palle sempre compromessi, quando poi reason a 360 euro non pone alcun limite.
Ma come pretendete che una Yamaha MODX ,dal costo dai 990 euro ai 1490, possa suonare come un Montage, una Kronos, Motif XF ,una Nord stage 3 , un Fantom G8 un CP1 o un Kurzweil Forte che costano dai 3000 euro in su?????
I convertitori di segnale: sono quelli a fare la differenza nel live ed in studio e su macchine "scaled/down ne montano di discreti....e pertanto il risultato e auditivamente sufficente.....A mio avviso comunque la MODX suona notevolmente meglio della MOXF
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 14541
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1845  

24-10-18 13.19

@ orange1978
.....sicuro che moxf supporta due giga di flash? io sapevo che poteva al massimo reggere 512 mega oppure 1 giga per via della presenza di un solo slot...magari mi sbaglio eh.

La montage ne offre 1.76 mentre la modx 1 solo....che comunque é il 75% meno di spazio rispetto alla montage, non é una tragedia ma non é nemmeno poco.
Mutek ha creato una FlashRAM da 2GB compatibile con Motif XF e MOXF semplicemente "raddoppiando" lo spazio dei singoli slot di memoria, però la capacità complessiva delle Waveform e dei simgoli keybanks è la medesima di una FL1024 Yamaha.
In altre parole si possono memorizzare campioni di durata doppia ma non un numero doppio di campioni.
  • DRUPIZ
  • Membro: Expert
  • Risp: 1490
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 18  

24-10-18 14.19

@ orange1978
....e ti pare poco? se conosci l'architettura montage ti sarai reso conto che la maggior parte dei suoni fighi usa tre quattro anche cinque parti.

questo significa che per avere il cambio senza stacco di suono o sfoltisci la perfomance usando meno parti e perdendo quindi dettaglio e suono, oppure rinunci a questa funzione perche nella pratica diventa inutilizzabile.

ci sono pianoforti che hanno da soli 4 parti, fai un layer con un pad di archi e gia ti sei mangiato la funzione sst....e parliamo in questo caso di un suono relativamente semplice.

dividi la tastiera in 4 parti, basta che una delle parti abbia due suoni sovrapposti e nuovamente hai perso la funzione sst.

francamente mi sembrano limiti abbastanza evidenti, senza contare che non credevo ma la polifonia dimezzata del motore fm si sente eccome, ovviamente per come sono state programmate le performances di fabbrica, riprogrammandole da zero e tenendo conto dei limiti dello strumento si puo aggirare il problema, ma sempre dovendo accettare dei compromessi, che palle sempre compromessi, quando poi reason a 360 euro non pone alcun limite.
Ma, perché Andrea, tu usi sempre questa funzione in studio?
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9670
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 615  

24-10-18 14.36

@ DRUPIZ
Ma, perché Andrea, tu usi sempre questa funzione in studio?
no assolutamente, ma in studio alla fine se ci pensi non ha molto senso avere la modx perche alla fine é uno strumento che nasce per lo piu per essere facilmente trasportabile in live!

....e allora dato che il suo dna é proprio il palco, mi pare assurdo siano andati a risparmiare su una funzione che trova la sua massima applicazione proprio dal vivo e su uno strumento che nasce palesemente per chi deve andare sul palco molto di frequente.

in studio non ha senso preferirla al montage, ha convertitori peggiori e meno features, ma pesa di piu del montage? e chi se ne frega, tanto rimane appoggiata nel mobile o sullo stand.
peró costa di piu...e allora? le cose belle costano, nemmeno il thermionic culture rooster o un 1176 te li regalano, nella logica dello studio non si dovrebbero quasi mai accettare compromessi.
  • mrluigigrasso
  • Membro: Guest
  • Risp: 114
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 0  

24-10-18 14.42

@ tsuki
Come nel titolo:il MOXF mi è sempre piaciuta timbricamente,unica cosa una certa carenza di presenza che io avevo superato con un preamp stereo con il quale mi dava risultati ottimi.Volevo chiedere a chi l'ha provata se il nuovo MODX a riguardo risulta avere maggior presenza sonora,intesa come volume,"botta" live (usando un termine un po' naif); per esemplificare voglio dire la differenza in termini di presenza tra motif XF e mo XF: stesse timbriche ma presenza e dinamica un po' differenti...Nessuno ha valutato questo aspetto della neo-yammy intermedia?
Penso che c'è sempre da considerare un fattore fondamentale, la differenza tra Montage e MODX come anche MOXF e Motif la puoi sentire soltanto su delle casse da studio o su un impianto di alta qualità, cosa che di solito non avviene quasi mai.. Unica cosa evidente è la potenza di uscita che sulle non top di gamma è risolvibile utilizzando un compressore tra gli effetti interni..
  • DRUPIZ
  • Membro: Expert
  • Risp: 1490
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 18  

24-10-18 15.17

@ orange1978
no assolutamente, ma in studio alla fine se ci pensi non ha molto senso avere la modx perche alla fine é uno strumento che nasce per lo piu per essere facilmente trasportabile in live!

....e allora dato che il suo dna é proprio il palco, mi pare assurdo siano andati a risparmiare su una funzione che trova la sua massima applicazione proprio dal vivo e su uno strumento che nasce palesemente per chi deve andare sul palco molto di frequente.

in studio non ha senso preferirla al montage, ha convertitori peggiori e meno features, ma pesa di piu del montage? e chi se ne frega, tanto rimane appoggiata nel mobile o sullo stand.
peró costa di piu...e allora? le cose belle costano, nemmeno il thermionic culture rooster o un 1176 te li regalano, nella logica dello studio non si dovrebbero quasi mai accettare compromessi.
Infatti: però averla in studio, trasportarla ogni tanto, per la sala o il live, fa sì che resti sempre un ottimo compromesso. Alla fine vanno soppesate queste features in rapporto ad un costo così basso e molti meno soldi.
Diciamo anche che questo benedetto Montage 6 pesa più di 15kg. Onestamente troppo.
Con una custodia seria sforiamo i 20 e francamente inizio a prediligere qualcosa di diverso.
Se devo parcheggiare qualcosa in studio ci metto un bel dinosauro vecchio stampo, e via.
Come dicevamo nell’altro thread.
  • anumj
  • Membro: Supporter
  • Risp: 17574
  • Loc: Cuneo
  • Status:
  • Thanks: 999  

24-10-18 21.58

@ michelet
Mutek ha creato una FlashRAM da 2GB compatibile con Motif XF e MOXF semplicemente "raddoppiando" lo spazio dei singoli slot di memoria, però la capacità complessiva delle Waveform e dei simgoli keybanks è la medesima di una FL1024 Yamaha.
In altre parole si possono memorizzare campioni di durata doppia ma non un numero doppio di campioni.
Esatto, infatto avevo scritto che il numero di multisample restava lo stesso (999).
Con la 2gb per esempio si prediligono le librerie di campioni no-loop. Tipo il MkV di Corea occupa da solo 500mb, se hai 1gb, mezza memoria è fottuta.
Con 2gb ti resterebbe spazio per un buon pianoforte e qualche orchestrale. Certo non sei a livello di Kontakt, ma per un utilizzo live pratico è tanta roba.
  • anumj
  • Membro: Supporter
  • Risp: 17574
  • Loc: Cuneo
  • Status:
  • Thanks: 999  

24-10-18 22.31

luigitarta ha scritto:
Ma come pretendete che una Yamaha MODX ,dal costo dai 990 euro ai 1490, possa suonare come un Montage, una Kronos, Motif XF ,una Nord stage 3 , un Fantom G8 un CP1 o un Kurzweil Forte che costano dai 3000 euro in su?????


Di roba in meno da giustificare il prezzo Modx ne ha:

cpu depotenziata (da cui polifonia ridotta e limitazioni varie)
pannelli in alluminio, verniciature e serigrafie varie
meccanica di qualità e aftertouch
riduzione di uscite audio e midi
riduzione flashram
alimentatore integrato

Che senso ha mettere anche convertitori di qualità inferiore. Se ha limitazioni oggettive e qualità costruttive palesemente economy è un conto, ma se suona di merda... chi minchia la compra.