Daw

  • arcobaleno
  • Membro: Guest
  • Risp: 112
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 0  

29-11-18 16.20

Salve cari amici del forum....ho finalmente deciso di acquistare una DAW per fare musica jazz e creare un piccolo home studio. Ho un yamaha p 35 . ..vorrei un consiglio su quale daw prendere. Userei solo vst per piano rhodes, vst per contrabbasso, batteria e al massimo sax. Lo so che non è la stessa cosa di suonare in un gruppo, ma io non ho alternativa. Un portatile Asus c'è l'ho. Vorrei una daw facile e veloce e se è necessario anche una scheda audio. Grazie mille
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

29-11-18 16.49

Il mio angolino é tutto composto da roba poco costosa, ma di grande efficienza,
La daw é free, (tracktion t7) molti plug-in idem, ho solo due programmi che ho comprato.
Mi sono detto quattro anni fa re-inizio cosi poi a spendere sono sempre in tempo. Ma ho cambiato solo la tastiera ho preso il modello nuovo.
Non c'è bisogno di niente di particolare per fare quello che vuoi tu.
  • arcobaleno
  • Membro: Guest
  • Risp: 112
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 0  

29-11-18 18.08

@ zerinovic
Il mio angolino é tutto composto da roba poco costosa, ma di grande efficienza,
La daw é free, (tracktion t7) molti plug-in idem, ho solo due programmi che ho comprato.
Mi sono detto quattro anni fa re-inizio cosi poi a spendere sono sempre in tempo. Ma ho cambiato solo la tastiera ho preso il modello nuovo.
Non c'è bisogno di niente di particolare per fare quello che vuoi tu.
Ma dove posso scaricarlo? È in italiano?
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

29-11-18 18.12

Qui
Ti devi registrare e poi lo scarichi, puoi selezionare la lingua italiana una volta installato.
Ps.
Per una migliore compatibilità con i piu vari tipi di vst, ti consiglio di installare la versione x86 (32bit)
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

29-11-18 18.38

In questo thread ho fatto una lista dei piu famosi vst gratis (ti consiglio mr ray)
  • arcobaleno
  • Membro: Guest
  • Risp: 112
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 0  

29-11-18 18.47

@ zerinovic
In questo thread ho fatto una lista dei piu famosi vst gratis (ti consiglio mr ray)
Grazie mille sei stato gentilissimo....
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

01-12-18 15.52

Sei riuscito a suonare/registrare qualcosa con i programmi che ti ho suggerito?
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

18-11-20 21.12

sfrutto questa discussione per chidere se un software che si limita a collegare una tastiera midi e suonare note campionate (mp3/wav/aiff etc...) sostituibili a piacere con altri strumenti, può considerarsi una daw oppure un host vst o altro. Se non ho visto male, Cantabile dovrebbe essere un software di questo genere solo che invece di usare file di tipo musicale usa dll.
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 1902
  • Loc: Firenze
  • Status:
  • Thanks: 196  

19-11-20 01.25

@ noname
sfrutto questa discussione per chidere se un software che si limita a collegare una tastiera midi e suonare note campionate (mp3/wav/aiff etc...) sostituibili a piacere con altri strumenti, può considerarsi una daw oppure un host vst o altro. Se non ho visto male, Cantabile dovrebbe essere un software di questo genere solo che invece di usare file di tipo musicale usa dll.
Un VST è un software che suona quello che tu gli dici di suonare con la tua tastiera MIdi (o con altre forme di input).
I VST possono essere in formato Stand alone, cioè che li lanci come un qualunque eseguibile e inizi a suonare; sono sufficienti a sé stessi purché tu abbia collegato la tua tastiera, ma non vanno bene per registrare.
Oppure i VST possono essere in formato .dll, in questo caso per aprirli ti occorrerà una DAW o un VST host.
Un VST host, come Cantabile, è un software che ospita i VST in formato .dll, anche più di uno contemporaneamente, e ti permette di suonarlo.
Una DAW (digital audio workstation) anche apre i VST in formato .dll ma può anche registrare e fare altre mille cose. Per farla breve diciamo che è un piccolo studio di registrazione.

Spero di averti aiutato a chiarirti le idee. emo
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

19-11-20 09.10

grazie per le informazioni. Ma programmi che consentono di suonare suoni propri (registrati) ne esistono?
Registro ad esempio tutte le note di un piano in formato mp3, magari a diverse pressioni dei tasti (un lavoraccio) e poi le suono sulla tastiera midi.
  • paolo_b3
  • Membro: Guru
  • Risp: 7931
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 550  

19-11-20 09.46

@ noname
grazie per le informazioni. Ma programmi che consentono di suonare suoni propri (registrati) ne esistono?
Registro ad esempio tutte le note di un piano in formato mp3, magari a diverse pressioni dei tasti (un lavoraccio) e poi le suono sulla tastiera midi.
Si sono i cosiddetti Campionatori o Sampler. Non so se puoi campionare file MP3, sicuramente lavorano con il formato WAV.
Certo che se devi campionare un pianoforte ti consiglio in partenza di lasciare perdere, lavoro colossale per ottenere un risultato scadente a dir poco. Ma su altre cose più semplici puoi anche ottenere dei risultati dignitosi.
Ora i campionatori esistono sia come macchine HW che come VST, nel secondo caso sostanzialmente sono programmi per computer.
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

19-11-20 10.29

grazie per l'informazione, immagino la complessità ma soprattutto la strumentazione che occorrerebbe per registrare fedelmente. Leggevo che ad esempio per registrare fedelmente il suono di un pianoforte, quando si preme un tasto, entrano in gioco anche le armoniche prodotte dalle corde adiacenti che iniziano a vibrare ed a formare il suono per quella nota premuta. Se poi lo si vuol fare a diverse velocità di tocco si può arrivare a 128 layer se ho letto bene, ma non credo ci si sia mai spinti così in alto; magari già con 10 livelli come leggevo su uno delle vostre discussioni è sufficiente e poi è tutto un lavoro di alza/abbassa il volume. (sparo un po a caso non sono un esperto anche se qualcosa l'ho letta nelle vostra discussioni)
Però rimane comunque un lavoro affascinante campionare un pianoforte se si vuole capire la complessità che c'è dietro alla registrazione ed alla riproduzione di suoni (latenza etc...). Per quelli artificiali è più semplice, possono essere generati ma anche qui, generarli e suonarli al volo?

Ho provato un VST gratuito ma si può solo sostituire i suoni con altri suoni preconfezionati (dll), non mi pare che ne esistano alcuni che consentono di metterci le mani a fondo come ad esempio inserire propri suoni o modificare quelli esistenti. Forse qui però, entriamo nel mondo dei campionatori e ci distacchiamo dai VST?
  • paolo_b3
  • Membro: Guru
  • Risp: 7931
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 550  

19-11-20 10.49

@ noname
grazie per l'informazione, immagino la complessità ma soprattutto la strumentazione che occorrerebbe per registrare fedelmente. Leggevo che ad esempio per registrare fedelmente il suono di un pianoforte, quando si preme un tasto, entrano in gioco anche le armoniche prodotte dalle corde adiacenti che iniziano a vibrare ed a formare il suono per quella nota premuta. Se poi lo si vuol fare a diverse velocità di tocco si può arrivare a 128 layer se ho letto bene, ma non credo ci si sia mai spinti così in alto; magari già con 10 livelli come leggevo su uno delle vostre discussioni è sufficiente e poi è tutto un lavoro di alza/abbassa il volume. (sparo un po a caso non sono un esperto anche se qualcosa l'ho letta nelle vostra discussioni)
Però rimane comunque un lavoro affascinante campionare un pianoforte se si vuole capire la complessità che c'è dietro alla registrazione ed alla riproduzione di suoni (latenza etc...). Per quelli artificiali è più semplice, possono essere generati ma anche qui, generarli e suonarli al volo?

Ho provato un VST gratuito ma si può solo sostituire i suoni con altri suoni preconfezionati (dll), non mi pare che ne esistano alcuni che consentono di metterci le mani a fondo come ad esempio inserire propri suoni o modificare quelli esistenti. Forse qui però, entriamo nel mondo dei campionatori e ci distacchiamo dai VST?
VST (Virtual studio technology) è uno standard di plugin musicali che può comprendere generatori sonori, tra cui appunto campionatori, sintetizzatori a logica additiva, sottrattiva, pcm, effetti, sequencer, ecc. ecc. insomma riproducono la quasi totalità di strumenti che prima esistevano solo in formato Hardware.
Quindi un programma che permette di realizzare e poi utilizzare per l'esecuzione suoni registrati è un campionatore VST.

Perdi un ora a cercare in rete un po' di informazioni di base, ti aiuteranno ad inquadrare meglio il concetto di VST ed il suo utilizzo.
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

19-11-20 10.58

Grazie per le informazioni.
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

19-11-20 11.01

noname ha scritto:
Però rimane comunque un lavoro affascinante campionare un pianoforte se si vuole capire la complessità che c'è dietro alla registrazione ed alla riproduzione di suoni (latenza etc...). Per quelli artificiali è più semplice, possono essere generati ma anche qui, generarli e suonarli al volo?

ci sono vst basati su modellazione (no sample) dove il suono viene generato da calcoli matematici. come pianoteq, oppure free, piano one (ibrido, a qualche sample anche..))
ci sono vst campionatori, potenzialmente si fa di tutto come VST.

ci sono i soundfont che sono basati su sample e sintesi semplice,(sono come dei "progetti" dove ci sono istruzioni e suoni campionati) si possono editare/suonare e personalizzare, con programmi tipo polyphone, e dopo metterlo nel proprio lettore che sara: vst,app (stessa cosa, software) o strumento musicale, tipo il dexibell serie S/P

polyphone

titanic sounfont soundfont general midi.
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

19-11-20 12.46

grazie per le informazioni.
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

20-11-20 14.15

chiedo ai più esperti magari informatici: ma secondo voi tutte queste daw/vst cosa usano per gestire i suoni?
Asio4all, directsound, waspi, xaudio2 o altro per tenere bassa la latenza?

- ASIO
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

20-11-20 14.50

@ noname
chiedo ai più esperti magari informatici: ma secondo voi tutte queste daw/vst cosa usano per gestire i suoni?
Asio4all, directsound, waspi, xaudio2 o altro per tenere bassa la latenza?

- ASIO
su windows va per la maggiore asio, poi asio4all ( che serve a quelle schede che non hanno asio del produttore.non sono veri ASIO) wasapi é da valutare con asio4all, poiche in base alla scheda va meglio l’uno o l’altro.

wasapi é in modalita condivisa (molto utile perche permette di usare piu programmi audio, anche se la latenza potrebbe risultare non ottimale)
e in modalita esclusiva come asio4all, in questo caso l’applicazione che la usa ne prende il controllo esclusivo e usando la tua daw, non potrai sentire l’audio di nessun altra applicazione nemmeno di un video di ytube. ovviamente si hanno le migliori prestazioni in latenza.
  • noname
  • Membro: Guest
  • Risp: 29
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 4  

20-11-20 15.40

grazie 1000

E PortAudio lo avete mai sentito nominare?
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8842
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 675  

20-11-20 15.45

@ noname
grazie 1000

E PortAudio lo avete mai sentito nominare?
no, ma devono essere una specie di ASIO4ALL che un produttore di daw mette a disposizione...mi ricordo Magix samplitude aveva i magix driver, simili nel funzionamento ad asio4all...