Guerra tra Piani Digitali ECONOMICI

  • morgan74
  • Membro: Expert
  • Risp: 1835
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 55  

17-03-19 20.32

Ciao a tutti,
Secondo le vostre esperienze, tra i piani digitali di fascia bassa (500-600 euro circa), quali sono i modelli che vi hanno convinto di più, che vi piacciono di più per rapporto qualità prezzo, suono, tasti, e peso?
Ecco alcuni modelli :
Yamaha p125
Kawai es110
Roland fp30
Kurzweil sp1
Korg B1 - D1
Video
Altri???
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 4701
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 202  

17-03-19 21.09

@ morgan74
Ciao a tutti,
Secondo le vostre esperienze, tra i piani digitali di fascia bassa (500-600 euro circa), quali sono i modelli che vi hanno convinto di più, che vi piacciono di più per rapporto qualità prezzo, suono, tasti, e peso?
Ecco alcuni modelli :
Yamaha p125
Kawai es110
Roland fp30
Kurzweil sp1
Korg B1 - D1
Video
Altri???
Direi secco i primi due.
In tutta verità la keybed di ES110, alleggerita, non mi ha fatto ottima impressione, ma potrebbe essere un giudizio sommario.
Ad occhio mi convinceva di più ES100.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 16420
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1546  

17-03-19 22.42

Al momento io metto P125 e FP30 in cima alla lista, con preferenza per il primo grazie soprattuto al supporto "audio over USB".
  • reto961
  • Membro: Senior
  • Risp: 245
  • Loc: Bari
  • Status:
  • Thanks: 4  

17-03-19 22.45

@ morgan74
Ciao a tutti,
Secondo le vostre esperienze, tra i piani digitali di fascia bassa (500-600 euro circa), quali sono i modelli che vi hanno convinto di più, che vi piacciono di più per rapporto qualità prezzo, suono, tasti, e peso?
Ecco alcuni modelli :
Yamaha p125
Kawai es110
Roland fp30
Kurzweil sp1
Korg B1 - D1
Video
Altri???
es 110 senza dubbio
  • morgan74
  • Membro: Expert
  • Risp: 1835
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 55  

18-03-19 00.09

Yamaha p115?
Che differenze ci sono tra p125 e p115?
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6308
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 433  

18-03-19 02.34

Guardando anche un attimo le dimensioni, il korg D1 é quello piu sobrio...gli altri hanno una profondità notevole, bruttini a parer mio...e poi niente midi din a parte kawai e kurz alle K sembra gli piace il midi din emo.
Non so ,secondo me avere la possibilità di pilotarci un krome 61 tasti, per live,non la vedo male, e anche a livello studio la connessione midi din é affidabile ancora molto, sia come dati che come rumori...quindi mal digerisco, queste moderne scelte...
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 4701
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 202  

18-03-19 08.23

@ morgan74
Yamaha p115?
Che differenze ci sono tra p125 e p115?
Ullallà:
Maggiore paletta sonora, audio over USB, e pare, dico pare, emo che i supporters riescano a tirarci fuori i suoni GM cioè un banco di 128 suoni generalisti. Anche come "plancia di comando" mi pare un po semplificata, ma non conosco bene P115.
Poi sono disponibili le app per i tablet e hai tutta una serie di funzioni che puoi capire meglio guardando una demo ufficiale.
  • Dantes
  • Membro: Expert
  • Risp: 2070
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 131  

18-03-19 08.50

Non ho provato il Kord D1 che sembra molto interessante, nè il Kurz per il resto col P125 non puoi sbagliare..
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 16420
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1546  

18-03-19 09.03

@ zerinovic
Guardando anche un attimo le dimensioni, il korg D1 é quello piu sobrio...gli altri hanno una profondità notevole, bruttini a parer mio...e poi niente midi din a parte kawai e kurz alle K sembra gli piace il midi din emo.
Non so ,secondo me avere la possibilità di pilotarci un krome 61 tasti, per live,non la vedo male, e anche a livello studio la connessione midi din é affidabile ancora molto, sia come dati che come rumori...quindi mal digerisco, queste moderne scelte...
D'accordo con te che il MIDI DIN è un plus (almeno per quelli che lo usano), ma per le dimensioni non vedo tutta questa differenza, parliamo davvero di centimetri, ad esempio paragnando D1 a P125 e FP30:

Dimensioni (L x P x A)
Korg D1:
1327 x 263 x 128 mm

Yamaha P125:
1326 x 295 x 166 mm

Roland FP30:
1300 x 284 150 mm
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 2937
  • Loc: Pistoia
  • Status:
  • Thanks: 154  

18-03-19 09.22

Ciao, incuriosito mi son messo a prendere qualche info e a veder qualche video. Giudicando dalle specifiche e dai video di You Tube direi che Yamaha p125/121 lo trovo superiore su tutti i suoni che contano (piano acustici ed elettrici), non solo per la qualità di Yamaha (che comunque c'è), ma anche per la deficienza della concorrenza. Mentre se dovessi prendere qualcosa per integrare un setup più vasto e magari controllare qualcosa di esterno valuterei Kurzweil.
Comunque sí, Yamaha: non vai mai al di sotto del livello dignitoso.
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 914
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 197  

18-03-19 09.48

zerinovic ha scritto:
Non so ,secondo me avere la possibilità di pilotarci un krome 61 tasti, per live,non la vedo male,


Occhio, perché si perde sempre di vista il target di questi strumenti.

Per il neofita o il pianista che studia in casa l'interfaccia USB (magari anche audio) e il MIDI Bluetooth su strumenti "Entry level" semplificano l'interazione con il mondo esterno.
Oltretutto, non vale più nemmeno la battuta: "ma cosa ti costa inserire anche il MIDI I/O?", perché fossero pure 10 centesimi, ha senso spenderli su 150.000 esemplari (fonte Roland per l'FP-30), se poi chi sfrutta questa connessione è una minima percentuale di utenza?

Un saluto a tutti
R.Gerbi
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 914
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 197  

18-03-19 09.51

filigroove ha scritto:
lo trovo superiore su tutti i suoni che contano (piano acustici ed elettrici), non solo per la qualità di Yamaha (che comunque c'è), ma anche per la deficienza della concorrenza.


Eh?
Yamaha sicuramente fornisce suoni di prim'ordine, ma anche gli altri non scherzano...

R.Gerbi
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 16420
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1546  

18-03-19 09.54

Riccardo_Gerbi ha scritto:
"ma cosa ti costa inserire anche il MIDI I/O?", perché fossero pure 10 centesimi, ha senso spenderli su 150.000 esemplari (fonte Roland per l'FP-30), se poi chi sfrutta questa connessione è una minima percentuale


Se quella minima percentuale contribuisse alle vendite (e relativi margini) in maniera corrispondente a coprire quei "10 centesimi" avrebbe assolutamente senso, o no? Io mi domando se invece per chi produce il problema vero non sia che, rendendo disponibili le connessioni MIDI standard (anche sotto forma di minijack) nei prodotti di fascia più bassa, rischierebbe di erodere mercato ai suoi modelli più costosi (come prezzo, quindi margini, non necessariamente costo di produzione) che ne sono dotati?
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 914
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 197  

18-03-19 10.00

paolo_b3 ha scritto:
pare, dico pare, che i supporters riescano a tirarci fuori i suoni GM cioè un banco di 128 suoni generalisti.


Recentemente è facile rintracciare "timbriche nascoste" in questi strumenti, perché le schede sono spesso condivise su modelli della stessa gamma (e "blindate" secondo l'uso).

Ricordo un Kawai con quattro set di batteria pilotabili dal mondo esterno, e destinati alla sezione Rhythm; presumo si possa tirar fuori qualcosa anche dal più "piccolo" Roland FP smanettando...

Nel caso dei nuovi Yamaha serie P non mi stupisco, perché nel manuale Reference c'è una ricca sezione di stringhe di sistema esclusivo per gestire timbriche, DSP e Drum Part, però occhio... a una rapida lettura, se quel banco GM/XG c'è è a disposizione dell'area Song, e con tutta probabilità pilotabile solo dall'esterno (come sui Kawai).

Un saluto a tutti
R.Gerbi
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 432
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 49  

18-03-19 10.01

maxpiano69 ha scritto:
D'accordo con te che il MIDI DIN è un plus (almeno per quelli che lo usano), ma per le dimensioni non vedo tutta questa differenza, parliamo davvero di centimetri, ad esempio paragnando D1 a P125 e FP30:


4 centimetri di differenza in altezza su 13 sono il 30% eh, non e' esattamente poco... avere una roba spessa 16.6 contro una di 12.8 fa una bella differenza...
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 914
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 197  

18-03-19 10.12

maxpiano69 ha scritto:
Se quella minima percentuale contribuisse alle vendite (e relativi margini) in maniera corrispondente a coprire quei "10 centesimi" avrebbe assolutamente senso, o no?


Hai scritto giusto, ci fossero i margini il problema non si pone, ma adesso che si lotta in fascia sotto i 500 euro (e hai centrato il target) tagli dove non serve pur di risparmiare.

Chi ha provato a proporre a suo tempo le porte MIDI con interfaccia USB venduta separatamente, con i pianoforti ha fatto numeri, con l'accessorio no, senza contare le problematiche post-vendita riscontrate da questo tipo di utenza nell'abbinare un'interfaccia di terzi (è pieno di richieste l'archivio di questo forum): sarà che l'utente "consumer" preferisce il "Plug and Play"?

R.Gerbi
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 914
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 197  

18-03-19 10.16

PandaR1 ha scritto:
4 centimetri di differenza in altezza su 13 sono il 30% eh, non e' esattamente poco...


Non dimentichiamoci mai che "dentro" devi farci stare l'emulazione di una meccanica di un acustico credibile, magari con un sostegno alla base per evitare che si fletta al primo trasporto...

R.Gerbi
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 16420
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1546  

18-03-19 10.24

@ PandaR1
maxpiano69 ha scritto:
D'accordo con te che il MIDI DIN è un plus (almeno per quelli che lo usano), ma per le dimensioni non vedo tutta questa differenza, parliamo davvero di centimetri, ad esempio paragnando D1 a P125 e FP30:


4 centimetri di differenza in altezza su 13 sono il 30% eh, non e' esattamente poco... avere una roba spessa 16.6 contro una di 12.8 fa una bella differenza...
Premesso che zerinovic parlava di profondità, "bella differenza" in termini di cosa? Cosa cambia all'atto pratico per l'esecutore, a parte prendere una custodia qualche cm. più capiente?
Non so... mi sfugge... la matematica da sola non dice sempre tutto (parola di ingegnere) emo
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 16420
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1546  

18-03-19 10.26

@ Riccardo_Gerbi
maxpiano69 ha scritto:
Se quella minima percentuale contribuisse alle vendite (e relativi margini) in maniera corrispondente a coprire quei "10 centesimi" avrebbe assolutamente senso, o no?


Hai scritto giusto, ci fossero i margini il problema non si pone, ma adesso che si lotta in fascia sotto i 500 euro (e hai centrato il target) tagli dove non serve pur di risparmiare.

Chi ha provato a proporre a suo tempo le porte MIDI con interfaccia USB venduta separatamente, con i pianoforti ha fatto numeri, con l'accessorio no, senza contare le problematiche post-vendita riscontrate da questo tipo di utenza nell'abbinare un'interfaccia di terzi (è pieno di richieste l'archivio di questo forum): sarà che l'utente "consumer" preferisce il "Plug and Play"?

R.Gerbi
Infatti io sono per darglieli entrambi, USB per il plug and play e MIDI DIN per l'utente evoluto; mi spiace Riccardo ma non riesco a credere che aggiungere anche la sola porta MIDI OUT (come ho scritto, anche come minijack e senza fornire il cavo se non come optional) vada ad incidere così tanto sul costo da renderlo un problema, neanche in una fascia di prezzo combattuta come quella (ci sono modelli ipereconomici che lo fanno, OK risparmieranno su altro ma ... 10c?)
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 914
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 197  

18-03-19 11.14

maxpiano69 ha scritto:
mi spiace Riccardo ma non riesco a credere che aggiungere anche la sola porta MIDI OUT (come ho scritto, anche come minijack e senza fornire il cavo se non come optional) vada ad incidere così tanto sul costo da renderlo un problema


Guarda che discuti con uno che pensava la stessa cosa, viceversa, numeri alla mano...

R.Gerbi