Ricevuta per prestazione occasionale

  • skinny
  • Membro: Guest
  • Risp: 142
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

11-09-19 22.00

Buonasera a tutti,
nel caso di rilascio di ricevuta per prestazioni occasionali, è obbligatorio compilarla inserendo la quota relativa alla ritenuta d'acconto, che dovrà essere versata dal "datore di lavoro", oppure può essere emessa per l'intero importo, poi sarà mia cura inserirla nella dichiarazione dei redditi, eliminando qualsiasi incombenza al "datore di lavoro" ?
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2085
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 122  

11-09-19 22.25

Dipende se il comittente è, o meno, un soggetto fiscale.
  • lolloangeloni
  • Membro: Senior
  • Risp: 155
  • Loc: Pescara
  • Status:
  • Thanks: 6  

11-09-19 22.32

@ skinny
Buonasera a tutti,
nel caso di rilascio di ricevuta per prestazioni occasionali, è obbligatorio compilarla inserendo la quota relativa alla ritenuta d'acconto, che dovrà essere versata dal "datore di lavoro", oppure può essere emessa per l'intero importo, poi sarà mia cura inserirla nella dichiarazione dei redditi, eliminando qualsiasi incombenza al "datore di lavoro" ?
Se il committente è sostituito di imposta dovrà operare la ritenuta al 20% e versarla all erario rilasciando poi la certificazione unica. A quel punto indicherai lordo e scomputo della ritenuta nel quadro rl del modello redditi. Sotto i 5000 euro annui di reddito lordo da lavoro autonomo occasionale (se non hai altri redditi) le ritenute generano un credito Irpef (naturalmente dovrai presentare la dichiarazione) per via delle detrazioni di imposta. Se il committente invece non è sostituito di imposta (normalmente persona fisica non titolare di p.iva) non può operare la ritenuta (non mi è mai capitatav questa fattispecie) quindi in linea teorica si riporta il lordo in dichiarazione senza computare alcuna ritenuta.
  • skinny
  • Membro: Guest
  • Risp: 142
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

12-09-19 09.26

@ lolloangeloni
Se il committente è sostituito di imposta dovrà operare la ritenuta al 20% e versarla all erario rilasciando poi la certificazione unica. A quel punto indicherai lordo e scomputo della ritenuta nel quadro rl del modello redditi. Sotto i 5000 euro annui di reddito lordo da lavoro autonomo occasionale (se non hai altri redditi) le ritenute generano un credito Irpef (naturalmente dovrai presentare la dichiarazione) per via delle detrazioni di imposta. Se il committente invece non è sostituito di imposta (normalmente persona fisica non titolare di p.iva) non può operare la ritenuta (non mi è mai capitatav questa fattispecie) quindi in linea teorica si riporta il lordo in dichiarazione senza computare alcuna ritenuta.
Grazie per i vostri suggerimenti.
Quindi se il committente è un sostituto d'imposta, ha l'obbligo delle incombenze per la ritenuta d'acconto, oppure posso scegliere di non fargli trattenere e versare la ritenuta d'acconto (che poi inserirò il compenso nella mia dichiarazione dei redditi) ? Questo per evitargli rotture di scatole di cui ne farebbe volentieri a meno !
  • ROLL
  • Membro: Expert
  • Risp: 1457
  • Loc: Varese
  • Status:
  • Thanks: 41  

12-09-19 10.20

@ skinny
Grazie per i vostri suggerimenti.
Quindi se il committente è un sostituto d'imposta, ha l'obbligo delle incombenze per la ritenuta d'acconto, oppure posso scegliere di non fargli trattenere e versare la ritenuta d'acconto (che poi inserirò il compenso nella mia dichiarazione dei redditi) ? Questo per evitargli rotture di scatole di cui ne farebbe volentieri a meno !
è un obbligo, non un opzione.

Saluti.
  • skinny
  • Membro: Guest
  • Risp: 142
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

12-09-19 10.34

@ ROLL
è un obbligo, non un opzione.

Saluti.
Grazie a tutti !