Korg MS-20 FS a colori!

  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 816
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 74  

14-01-20 09.47

Non aspettavate altro, eh?

MS-20

Io voglio il verde militare, o il bianco. Anzi il bianco. emo
  • anonimo
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12445
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 754  

14-01-20 09.52

Al di la dei colori è una bella notizia.

Mi è rimasta una gran nostalgia dell'MS20
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15175
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1929  

14-01-20 09.53

@ MarioSynth
Non aspettavate altro, eh?

MS-20

Io voglio il verde militare, o il bianco. Anzi il bianco. emo
Non so se ampliare la scelta a più colori sia per aumentare le possibilità di vendita o, anche, un'ammissione di poca fantasia da parte di Korg. Che sia nero, bianco, blu o bianco o mimetico, il synth suona sempre uguale a se stesso.
A me non dispiacerebbe blu, stante il fatto che con i monofonici non ho mai avuto un buon rapporto. Eventualmente dovesse essere, prenderò un Roland SE-02 - ammesso di trovarlo. Il mio timore è che possa stufarmi dopo un po' tra bassi, lead e timbriche sci-fi.
  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 816
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 74  

14-01-20 09.54

@ anonimo
Al di la dei colori è una bella notizia.

Mi è rimasta una gran nostalgia dell'MS20
L'hai avuto? Macchina storica, anche se non l'ho mai avuto la fortuna di metterci le mani su.

Io ho il piccoletto MS-10, molto divertente.
  • afr
  • Membro: Supporter
  • Risp: 19593
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1141  

14-01-20 10.04

giusto una nota, quest'anno Korg al namm presenta davvero un sacco di novità molto diverse, sforzo notevole
  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 816
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 74  

14-01-20 10.06

@ afr
giusto una nota, quest'anno Korg al namm presenta davvero un sacco di novità molto diverse, sforzo notevole
Ecco, questa ad esempio, la vedo bene per superbaffone, non so perchè.

Forse perchè "emanate powerful presence". emo
  • anonimo
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15699
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 580  

14-01-20 10.19

@ MarioSynth
Ecco, questa ad esempio, la vedo bene per superbaffone, non so perchè.

Forse perchè "emanate powerful presence". emo
un pianista che prende un aggeggio del genere con un suono di chitarra distorta fa prima ad andare a casablanca e far uscire la sua vera personalità emo
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10203
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 688  

14-01-20 10.20

.....fanno davvero cagare direi, bianco non si può guardare, blu ancora peggio...verdone militare boh, nero ok, per il tipo di strumento che è MS20 il nero è il colore piu ergonomico e adatto per chi lo deve utilizzare, poi questa moda stile "playstation" di fare strumenti professionali in diversi colori a me francamente lascia molto perplesso, non stiamo parlando di consoles o di mutande ma di strumenti musicali, un conto è una fender telecaster che si "indossa" un conto è un sintetizzatore che per tradizione non è uno strumento da liuteria customizzabile e quindi l'effetto multicolor risulta piu pacchiano e da prodotto fatto in serie.

palese verità comunque questa moda dei colori diversi che oggi gli strumenti analogici sono pensati per lo piu per dj, bimbiminkia, modelle russe strafatte amanti della tech house, rappers etc etc...piu che per musicisti veri (ai quali che lo strumento sia nero verde o arancione gliene frega ben poco di solito).
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3347
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 175  

14-01-20 10.21

@ MarioSynth
Non aspettavate altro, eh?

MS-20

Io voglio il verde militare, o il bianco. Anzi il bianco. emo
Si ma ormai se vuoi quel suono ha il behringer k2 a 320 euro... chi lo comprerà mai magari spendendo più di 1000 euro come fu il precedente pochi anni fa , con i tasti FS che ti dovevi assemblare..,ne avranno venduti una cinquantina 😂😂😂
Non ha più senso!
Ciao
Paolo
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10203
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 688  

14-01-20 10.29

berlex65 ha scritto:
Non ha più senso!


....forse sono i tuoi interventi ad essere senza senso, cè una bella differenza tra il suono del behringer model d piuttosto che della tb/sh con le controparti originali, e molto probabilmente sarà cosi anche per ms20, allora finchè si parla di robe originali come il neutron posso capirlo, o di sintetizzatori insulsi come il CAT o il WASP tutta la vita cloni behringer (avrebbe poco senso per me prendere un wasp vero con tutte le magagne che ha e pagarlo peso d'oro, a meno che non lo si ami alla follia perche lo usava la tua band preferita), ma sui classici non vedo in behringer una grande alternativa, valgono quello che costano, poi se li paragoni ai synth dentro cubase chiaro, meglio behringer almeno sono analogici per davvero, ma non andrei oltre.
  • anonimo
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12445
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 754  

14-01-20 10.43

@ MarioSynth
L'hai avuto? Macchina storica, anche se non l'ho mai avuto la fortuna di metterci le mani su.

Io ho il piccoletto MS-10, molto divertente.
L’ho avuto
E molto amato nel contesto di un gruppo jazz-rock
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15175
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1929  

14-01-20 10.46

@ afr
giusto una nota, quest'anno Korg al namm presenta davvero un sacco di novità molto diverse, sforzo notevole
Personalmente aspetto la risposta di Korg a Fantom e, in parte anche a Montage che, però, risulterebbe leggermente squalificato per una questione cronologica.
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10203
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 688  

14-01-20 11.12

@ michelet
Personalmente aspetto la risposta di Korg a Fantom e, in parte anche a Montage che, però, risulterebbe leggermente squalificato per una questione cronologica.
....esiste già...korg kronos, se programmata e sfruttata come si deve kronos non ha nulla da invidiare ne a montage ne a fantom, suono a parte che io purtroppo trovavo e trovo tutt'ora un po fiacco e sterile, però dipende anche dalla programmazione, in contesti live comunque kronos non teme nessuno, manco kurzweil, ha tutto cio che serve per affrontare dalla sigla dei puffi al concerto di mike oldfield tubolar bells 4.

se parliamo di studio recording sicuro ci sono strumenti datati come k2500, d50, triton pure, che secondo me suonano meglio e piu incisivi/musicali nel mix, ma è un problema che hanno quasi tutti gli strumenti degli ultimi dieci anni, ma non è in realtà un problema, oggi una produzione la si scrive, arrangia e produce usando il computer con i vst, gli strumenti veri sono un contorno, mentre una volta erano il centro della produzione (vedi studi con due akai s3000, kurzweil k2000, tre roland s760....ma sono cose del passato oramai tranne per appassionati che lavorano in settori di nicchia)

se a kronos gli si mettesse un ssd da 256 giga pieno zeppo di campionamenti di qualità, potrebbe andare avanti per altri 10 anni, gli altri per ora non hanno nulla concettualmente che alla workstation korg manchi, anzi la sua FM per dire è ancora piu potente e facile da usare di quella su kurzweil pc4.
  • anonimo
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12445
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 754  

14-01-20 11.17

Quello che manca oggigiorno sono delle WS di range medio: FA e ancor di più Krome cominciano a sentire il peso degli anni
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10203
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 688  

14-01-20 11.23

@ anonimo
Quello che manca oggigiorno sono delle WS di range medio: FA e ancor di più Krome cominciano a sentire il peso degli anni
....beh sti cazzi, cè la modx e la fa08 che costa 1700 euro e ha piu sintesi di fantom e montage messi assieme, non mi pare siamo messi proprio male, la fa08 poi ha ancora molto da dire se ben programmata, l'errore è stato limitarne l'espandibilità a soli due slots, ne avesse almeno quattro per caricare le srx virtuali come integra la musica cambierebbe, non dico completamente ma non di poco.
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3347
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 175  

14-01-20 11.34

@ orange1978
berlex65 ha scritto:
Non ha più senso!


....forse sono i tuoi interventi ad essere senza senso, cè una bella differenza tra il suono del behringer model d piuttosto che della tb/sh con le controparti originali, e molto probabilmente sarà cosi anche per ms20, allora finchè si parla di robe originali come il neutron posso capirlo, o di sintetizzatori insulsi come il CAT o il WASP tutta la vita cloni behringer (avrebbe poco senso per me prendere un wasp vero con tutte le magagne che ha e pagarlo peso d'oro, a meno che non lo si ami alla follia perche lo usava la tua band preferita), ma sui classici non vedo in behringer una grande alternativa, valgono quello che costano, poi se li paragoni ai synth dentro cubase chiaro, meglio behringer almeno sono analogici per davvero, ma non andrei oltre.
Boh sarà come dici ... il mio intervento era il orientato al fatto che ormai, nella musica, è tutto il ribasso in termini di costi... uno che oggi a 20 anni fa il produttore, o l’artista musicale, o il turnista, non credo che gli importi molto di avere il synth originale o la riedizione, tanto non riuscirebbe nemmeno a comprendere la differenza😂😂😂..
Ma può essere che sia sempre io a dire cose senza senso 😂😂😂!
Alla fine taccerò ! Ma non per sempre 😂😂😂.emo
Ciao
Paolo
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10203
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 688  

14-01-20 11.45

berlex65 ha scritto:
uno che oggi a 20 anni fa il produttore, o l’artista musicale, o il turnista, non credo che gli importi molto di avere il synth originale o la riedizione, tanto non riuscirebbe nemmeno a comprendere la differenza


certi strumenti come potrebbero essere arp 2600 o il voyager xl che siano riedizioni oppure originali non si comprano per fare "i produttori"; per produrre la merda che gira oggi bastano i vst, ma anche se si dovesse produrre musica più profonda e ricercata non cambierebbero molto le cose, semmai si comprano perche sono strumenti musicali dotati di un anima, di una storia, fanno parte di un tuo percorso come la vita stessa, di fronte a un arp 2600 o un ms20 vero respiri la storia della musica elettronica, la storia del rock, la storia della new age...è come registrare in casa o all'abbey road, strumentazione e acustica a parte ci sono dischi prodotti in casa che suonano da spavento, oggi non serve registrare al livingstone di londra come bjork per fare dischi di qualità, ho sentito un musicista country americano fare un disco in casa sua da solo, mixato in the box, suona da spavento sembra fatto a nashville nei migliori studi.

....però registrare le voci o gli archi all'abbey road, nello stesso studio in cui sono passati i pink floyd, i beatles, adele, i take that, sting....fa un effetto diverso su di te, che sicuro si rifletterebbe sulla musica che stai producendo, li sei a contatto diretto con la storia della musica pop/rock (...e anche classica!) la mente ha bisogno anche di queste cose ogni tanto, di respirare gli odori, i profumi, di vedere le forme, gli oggetti, non si può virtualizzare tutto quanto, a me un arp2600 fa un effetto simile.
  • anonimo
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12445
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 754  

14-01-20 12.13

@ orange1978
....beh sti cazzi, cè la modx e la fa08 che costa 1700 euro e ha piu sintesi di fantom e montage messi assieme, non mi pare siamo messi proprio male, la fa08 poi ha ancora molto da dire se ben programmata, l'errore è stato limitarne l'espandibilità a soli due slots, ne avesse almeno quattro per caricare le srx virtuali come integra la musica cambierebbe, non dico completamente ma non di poco.
Ma certo Andrea, come sai la FA ce l'ho e la apprezzo moltissimo.

Solo che, essendo ormai uscita da qualche annetto, credo sarebbe il momento di svecchiarla un attimino, mi vengono in mente per esempio i piani acustici con decay cortissimo, certe ingenuità nell'implementazione MIDI, la logica dell'effettistica, la limitatezza della sezione sampler...
  • d_phatt
  • Membro: Senior
  • Risp: 436
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 46  

14-01-20 12.19

@ orange1978
berlex65 ha scritto:
uno che oggi a 20 anni fa il produttore, o l’artista musicale, o il turnista, non credo che gli importi molto di avere il synth originale o la riedizione, tanto non riuscirebbe nemmeno a comprendere la differenza


certi strumenti come potrebbero essere arp 2600 o il voyager xl che siano riedizioni oppure originali non si comprano per fare "i produttori"; per produrre la merda che gira oggi bastano i vst, ma anche se si dovesse produrre musica più profonda e ricercata non cambierebbero molto le cose, semmai si comprano perche sono strumenti musicali dotati di un anima, di una storia, fanno parte di un tuo percorso come la vita stessa, di fronte a un arp 2600 o un ms20 vero respiri la storia della musica elettronica, la storia del rock, la storia della new age...è come registrare in casa o all'abbey road, strumentazione e acustica a parte ci sono dischi prodotti in casa che suonano da spavento, oggi non serve registrare al livingstone di londra come bjork per fare dischi di qualità, ho sentito un musicista country americano fare un disco in casa sua da solo, mixato in the box, suona da spavento sembra fatto a nashville nei migliori studi.

....però registrare le voci o gli archi all'abbey road, nello stesso studio in cui sono passati i pink floyd, i beatles, adele, i take that, sting....fa un effetto diverso su di te, che sicuro si rifletterebbe sulla musica che stai producendo, li sei a contatto diretto con la storia della musica pop/rock (...e anche classica!) la mente ha bisogno anche di queste cose ogni tanto, di respirare gli odori, i profumi, di vedere le forme, gli oggetti, non si può virtualizzare tutto quanto, a me un arp2600 fa un effetto simile.
Ciao,
Ho scritto una cosa simile qualche giorno fa e sono d'accordo. È il motivo per il quale ho speso 1000 euro per un synth monofonico e 600 per il piano digitale, e sono un pianista di formazione classica...È il motivo per cui avendo un verticale a casa evito stage pianos troppo "seri" e li tratto come uno strumento nuovo e diverso, tipo il Rhodes per intenderci. Al giorno d'oggi il digitale "emulativo" (e non parlo di synth digitali originali e con un'anima propria perché allora anche quelli hanno la loro dignità) è comodo e permette a tutti di accedere a strumenti e sonorità che altrimenti sarebbero appannaggio di pochissimi. Però ogni tanto avere contatti con qualcosa di "vero", tipo un pianoforte (quello vero), un hammond o un analogico serio o uno studio di registrazione con attrezzatura dedicata, è fondamentale per ricordare da dove è venuto tutto questo mondo di VST e stage piano e provare quella sensazione di essere davanti a qualcosa di immenso che ha fatto la storia e che è stato toccato con mano dalle leggende della musica.
  • markelly2
  • Membro: Expert
  • Risp: 2437
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 96  

14-01-20 12.46

orange1978 ha scritto:
forse sono i tuoi interventi ad essere senza senso,

Un rientro col botto! emo