Setup synth Pink Floyd live 1988

  • Charlie78
  • Membro: Expert
  • Risp: 4975
  • Loc: Catania
  • Status:
  • Thanks: 169  

25-03-20 22.23

Salve a tutti. emo Con il dovuto augurio che tutto nella community sia Ok, la quarantena ha il lato positivo di lasciarci molto più tempo da dedicare alle proprie passioni e da qui nasce l'argomento di cui vorrei parlare. Sembrerebbe un argomento già trattato mille volte, ma stavolta c'è un nuovo spunto : come i "floydiani" sapranno già sicuramente, lo scorso dicembre è uscito un cofanetto intitolato "The Later Years" che raccoglie un bel pò di materiale prodotto dai Pink Floyd negli anni post-Waters. Non si tratta di una banale raccolta di materiale già edito, ma tutto è pubblicato in versione "riveduta e corretta". Non mi dilungo sul contenuto dell'intero cofanetto ma è indubbio che il maggior lavoro è stato eseguito sul video del live Delicate Sound Of Thunder. Infatti, con un impressionante set cinematografico degno di Hollywood, furono interamente registrate le 5 date al Nassau Coliseum di New York dell'agosto 1988 ma le riprese furono poi montate malamente ed in fretta e furia, realizzando un imbarazzante VHS che gli stessi Pink Floyd hanno immediatamente ripudiato escludendolo dalle varie ristampe. emo Questo fu uno degli errori commessi in quegli anni e che il buon Gilmour non si è mai perdonato, per questo sono state recuperate le centinaia di bobine da 35mm con ore e ore di riprese e gli stato applicato un intenso lavoro di restauro e digitalizzazione. Il risultato è stato non solo il recupero di quasi tutto il concerto, compresi alcuni brani che furono tagliati all'epoca del VHS, ma anche quelli già pubblicati hanno adesso numerosissime immagini inedite ed inquadrature dettagliate sui singoli musicisti. Oltre alle nuove inquadrature, la definizione è nettamente migliorata, senza più quella odiosa patina blu della versione originale che rendeva tutto più buio e irreale.
Tutto questo ha permesso di confermare intanto che la corista Rachel Fury era davvero un bel bocconcino emo, ma soprattutto ci permette di "ammirare" il setup tastieristico di Wright e Carin con strumenti che nei filmati disponibili fino a poco tempo fa non erano ben visibili o addirittura nascosti.
Questo è quello che ho potuto notare:
RICHARD WRIGHT :
Kurzweil Midiboard e alla sua destra Hammond con sopra Roland JX-10 completo di PG-800. Fin qui niente di nuovo, ma a cosa fosse collegata la Midiboard, su cui Wright suona ac.piano, el. piano ed il lead di Shine On, non era ben chiaro, con notizie spesso contraddittorie o incomplete.
In questo video al minuto 7:59 e 8:49, si vede a sinistra sotto la Midiboard un grosso expander che a me sembra un Kurzweil K250r. Che ne dite?
JON CARIN
Molto più complesso il setup del sempre ottimo Carin, In questi due video,
Qui a 3:01 e qui a 2:03 si vede quasi tutto : un'altra Kurzweil Midiboard con sopra un Korg M1 (agosto 1988, probabilmente uno dei primissimi M1 a salire su un palco!), sulla destra un Roland D50 e sotto un altro synth che non ho ben identificato, ma a me sembrerebbe una Yamaha DX7mkii...emo Possibile?
Poi il panico : Sotto questi due synth ci sono almeno quattro expander, due visibili nel primo video e due nel secondo, In più ci sono almeno altri quattro aggeggi strani, due sopra l'M1 , sia a destra che a sinistra, e due al centro tra le tastiere, simili a due grosse calcolatrici bianche.
Voi che ne sapete molto più di me, sapreste identificare il tutto??emo
  • jeedo
  • Membro: Senior
  • Risp: 467
  • Loc: Pisa
  • Status:
  • Thanks: 93  

26-03-20 01.28

Charlie78 ha scritto:
Sotto questi due synth ci sono almeno quattro expander, due visibili nel primo video e due nel secondo, In più ci sono almeno altri quattro aggeggi strani, due sopra l'M1 , sia a destra che a sinistra, e due al centro tra le tastiere, simili a due grosse calcolatrici bianche.

Alla sinistra del M1 c'è una drum machine Roland TR-707, sulla destra, non capisco.
Le due grosse "calcolatrici" bianche sono due sequencer Roland MC-500.
Gli expander sotto al D-50 sono, probabilmente, un Roland D-550 e sicuramente un E-MU Emax... altro non identifico.
  • Charlie78
  • Membro: Expert
  • Risp: 4975
  • Loc: Catania
  • Status:
  • Thanks: 169  

26-03-20 12.07

@ jeedo
Charlie78 ha scritto:
Sotto questi due synth ci sono almeno quattro expander, due visibili nel primo video e due nel secondo, In più ci sono almeno altri quattro aggeggi strani, due sopra l'M1 , sia a destra che a sinistra, e due al centro tra le tastiere, simili a due grosse calcolatrici bianche.

Alla sinistra del M1 c'è una drum machine Roland TR-707, sulla destra, non capisco.
Le due grosse "calcolatrici" bianche sono due sequencer Roland MC-500.
Gli expander sotto al D-50 sono, probabilmente, un Roland D-550 e sicuramente un E-MU Emax... altro non identifico.
Wow, grazie! Ne hai beccati già un bel po'emo