1500 euro da investire in un synth analogico

  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 13.01

Ciao ragazzuoli,
ho da poco seguito l'interessantissimo thread di vansys sul suo acquisto (poi risoltosi in un Subsequent 37) ed è venuta anche a me una voglia matta di un synth analogico, che per me sarebbe il primo nella vita (se escludiamo il theremin), considerando che finora ho posseduto e utilizzato solo VA
Così come vansys, anche io vorrei farmi un regalo, qualcosa da tenere sostanzialmente a casa (perchè dal vivo - quando si potrà riprendere - non credo di averne bisogno per ciò che faccio), e possibilmente da non rivendere più.
Qualcosa non dico di "iconico" (cosa impossibile con quel budget), ma con una personalità ben marcata... Lo utilizzerei sostanzialmente come palestra quotidiana per esplorare la sintesi sottrattiva, e in registrazione qualora ne sentissi la necessità.
A differenza di vansys, però (ed è il motivo per cui ho aperto un altro thread) io non sono orientato per forza sul monofonico, ma devo prima di tutto risolvere dentro di me il dubbio se per le mie esigenze fosse meglio un monofonico (come il già citato Moog Susequent 37) o un polifonico (come il Prophet Rev 2 - 8). Tra i due "sento" il Moog sicuramente più "iconico" e più vicino alla mia idea di synh, ma il Rev 2, mi permetterebbe un editing molto più profondo, e poi - con le sue 5 ottave - potrei utilizzarlo anche per altri scopi (anche semplicemente come master per suonarci tutt'altro). La mia perplessità sul Rev 2 deriva dal fatto che i suoi DCO siano troppo "perfettini" ed edulcorati per restituirmi la sensazione di "vero" analogico che invece darebbero i VCO del Moog.
Di sicuro non vorrei alzare il budget, perchè mi sento già parecchio in colpa così, considerando che non si tratterebbe di uno strumento di lavoro, ma uno splendido sfizio.
Sono curioso di sapere cosa comprereste voi con quel budget e perchè... Non essendo ferratissimo nella materia, preferisco sapere delle vostre sensazioni più a livello uditivo, che mentale. emo
  • Tama72
  • Membro: Senior
  • Risp: 776
  • Loc: Parma
  • Status:
  • Thanks: 44  

19-11-20 13.32

Generalmente quando una persona indica una cifra ben precisa chi gli risponde se ne frega emo
Quindi io dico Moog Matriarch ( 2100€)
Parafonico 4 voci
Analogico puro.
Tastiera dimensioni standard ( 49 )
Sequencer
Arpeggiatore
Ed in più ha un design da paura !!!!!!emo
Non sentirti in colpa !!!!!
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 1958
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 207  

19-11-20 13.37

Ma un Prologue lo escluderesti a priori?
  • Tama72
  • Membro: Senior
  • Risp: 776
  • Loc: Parma
  • Status:
  • Thanks: 44  

19-11-20 13.59

Oppure con 1000€ ti porti a casa un Moog Grandmother ( sia il primo che questo sono synth definitivi , non invecchiano )
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18999
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1904  

19-11-20 14.02

@ Tama72
Oppure con 1000€ ti porti a casa un Moog Grandmother ( sia il primo che questo sono synth definitivi , non invecchiano )
Si ma sono tutti privi di preset, è bene tenerlo presente, a dfferenza di quelli citati da Emidio.

@Emidio: a me come synth " da sperimentazione" era piaciuto molto il Matrix Brute, ma chiaramente non ha il blasone e quindi la (potenziale) rivendibilità di un Moog o un Sequential.

Anche il Sequential Pro3 (restando su synth con memorie preset) è un oggetto molto interessante, a metà strada tra mono e poly (è parafonico, come anche il Matrix Brute ed il suo predecessore Pro2).

Comunque questa "voglia di analog" pare sia un'aria che tira un po' ovunque ultimamente, io di recente (subito prima del lockdown/zona rossa) mi sono (ri)preso un Little Phatty (avevo avuto lo Slim), per la precisione un Tribute Edition, perchè... ha "quel" suono emo

Non è il momento giusto ma secondo me per capire se puoi "innamorarti" o meno di uno di questi synth dovresti provarlo tu, dal vivo.
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10999
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 899  

19-11-20 14.03

Con quella cifra compri comodo comodo un Korg Prologue 16. 16 voci di polifonia, 2 VCO + 1 oscillatore digitale e catena di sintesi tipica del polifonico analogico anni '80 (LFO, 2 inviluppi, modulazioni varie, eccetera).
  • Tama72
  • Membro: Senior
  • Risp: 776
  • Loc: Parma
  • Status:
  • Thanks: 44  

19-11-20 14.25

@ maxpiano69
Si ma sono tutti privi di preset, è bene tenerlo presente, a dfferenza di quelli citati da Emidio.

@Emidio: a me come synth " da sperimentazione" era piaciuto molto il Matrix Brute, ma chiaramente non ha il blasone e quindi la (potenziale) rivendibilità di un Moog o un Sequential.

Anche il Sequential Pro3 (restando su synth con memorie preset) è un oggetto molto interessante, a metà strada tra mono e poly (è parafonico, come anche il Matrix Brute ed il suo predecessore Pro2).

Comunque questa "voglia di analog" pare sia un'aria che tira un po' ovunque ultimamente, io di recente (subito prima del lockdown/zona rossa) mi sono (ri)preso un Little Phatty (avevo avuto lo Slim), per la precisione un Tribute Edition, perchè... ha "quel" suono emo

Non è il momento giusto ma secondo me per capire se puoi "innamorarti" o meno di uno di questi synth dovresti provarlo tu, dal vivo.
Non avevo letto dei preset.... Sorry
  • d_phatt
  • Membro: Senior
  • Risp: 546
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 68  

19-11-20 14.39

Viste le mie colpe, ti dico la mia emo
Se in cuor tuo dicendo synth analogico vuoi il suono Moog, prendi un Moog, è monofonico, fa "solo quello" (che è tanta roba), e stop.
Sennò se non è quello che hai principalmente in mente, allora data l'eccellente scelta di synth analogici che c'è al momento su buoni prezzi un polifonico tipo il Prophet (ma anche il Prologue che già è stato nominato, che col suo oscillatore digitale programmabile apre a orizzonti sonori molto vasti e originali).
In ogni caso io non ho idea se i DCO del Prophet siano troppo perfettini, in ogni caso è bene ricordare che un minimo di saggia modulazione è facile emulare un comportamento più imprevedibile e vivo; quello che è impossibile è prendere un synth degli anni '70 e farlo suonare preciso come un synth a controllo digitale nuovo.

maxpiano69 ha scritto:
perchè... ha "quel" suono

Che bello! Una cosa che rimpiango tanto dei Little Phatty è che c'era una bella scelta di formati e versioni tra loro equivalenti. Un po' come i Voyager. E poi facevano la versione modulo, con i nuovi no, maledetti! emo
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3395
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 182  

19-11-20 15.02

emidio ha scritto:
La mia perplessità sul Rev 2 deriva dal fatto che i suoi DCO siano troppo "perfettini" ed edulcorati per restituirmi la sensazione di "vero" analogico che invece darebbero i VCO del Moog

Ma anche no!! Questa è veramente una super "cazzola" emoemoemo.
Piuttosto occhio che quello a 8 voci, che ho provato per bene, per certi timbri la polifonia a 8 voci è molto limitante e si sente in svariate timbriche: se poi suoni solo triadi allora sei a postoemoemoemo.
Ciao
Paolo
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.23

@ Tama72
Generalmente quando una persona indica una cifra ben precisa chi gli risponde se ne frega emo
Quindi io dico Moog Matriarch ( 2100€)
Parafonico 4 voci
Analogico puro.
Tastiera dimensioni standard ( 49 )
Sequencer
Arpeggiatore
Ed in più ha un design da paura !!!!!!emo
Non sentirti in colpa !!!!!
grazie Tama! Effettivamente con il Matriarch siamo fuori budget emo
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.27

@ wildcat80
Ma un Prologue lo escluderesti a priori?
ottima idea il Prologue (è uno degli strumenti che mi sono più piaciuti al MusikMesse di 2 anni fa), ma sarei tentato di escluderlo per via della mancanza di AT, e poi perchè mi da l'idea di essere (ma è solo una sensazione mia, ci mancherebbe!) più "commerciale" rispetto a un Moog o un Sequential. Max ha parlato pocanzi di "blasone": non sono uno che bada a questi fronzoli, soprattutto quando si parla di lavoro, ma stavolta il fattore che mi muove all'acquisto è esclusivamente emozionale.
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.28

@ Tama72
Oppure con 1000€ ti porti a casa un Moog Grandmother ( sia il primo che questo sono synth definitivi , non invecchiano )
il Grandmother non l'ho considerato per via di una tastiera troppo limitata (vorrei almeno 37 tasti).
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.32

@ maxpiano69
Si ma sono tutti privi di preset, è bene tenerlo presente, a dfferenza di quelli citati da Emidio.

@Emidio: a me come synth " da sperimentazione" era piaciuto molto il Matrix Brute, ma chiaramente non ha il blasone e quindi la (potenziale) rivendibilità di un Moog o un Sequential.

Anche il Sequential Pro3 (restando su synth con memorie preset) è un oggetto molto interessante, a metà strada tra mono e poly (è parafonico, come anche il Matrix Brute ed il suo predecessore Pro2).

Comunque questa "voglia di analog" pare sia un'aria che tira un po' ovunque ultimamente, io di recente (subito prima del lockdown/zona rossa) mi sono (ri)preso un Little Phatty (avevo avuto lo Slim), per la precisione un Tribute Edition, perchè... ha "quel" suono emo

Non è il momento giusto ma secondo me per capire se puoi "innamorarti" o meno di uno di questi synth dovresti provarlo tu, dal vivo.
ciao amico mio, è sempre un piacere sentirti! La storia del "blasone" può sembrare una fesseria, ma per me è importante, proprio perchè non mi serve per lavoro ma da tenere a casa a mo' di reliquia (sto facendo la "pazzia" per un sogno emo)
PS: magari potessi provarli dal vivo... emo
  • vansys
  • Membro: Expert
  • Risp: 2088
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 118  

19-11-20 16.40

Caro Emidio... leggere il post mi ha fatto piacere perché non mi fa sentire solo in questa valle di scimmie e desideri da soddisfare.
Io sto vivendo la fase, per me drammatica, del corriere che forse domani, ma magari lunedì o martedì... mi consegnerà il novello.
Ti dico perché ho scelto il Moog SubSequent 37

1) ho già un paio di macchine polifoniche per il resto che mi serve
2) rispetto al 25 è completo e 3 ottave sono perfette, 2 non mi bastavano
3) le memorie sono fondamentali per me
4) volevo fosse un Moog. Lo so, probabilmente pare infantile, ma per me questo progetto di studio di synth è sinonimo di Moog che desidero da millemila anni.

Se posso darti un consiglio, visto che la tua spinta è molto simile alla mia, valuta bene l’aspetto “emozionale” per il quale lo desideri perché nel tempo potrebbe fare la differenza
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.43

@ mima85
Con quella cifra compri comodo comodo un Korg Prologue 16. 16 voci di polifonia, 2 VCO + 1 oscillatore digitale e catena di sintesi tipica del polifonico analogico anni '80 (LFO, 2 inviluppi, modulazioni varie, eccetera).
Si Mima, ringrazio anche te per essere intervenuto: ho espresso in un post precedente la mia idea sul Prologue.
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.44

@ d_phatt
Viste le mie colpe, ti dico la mia emo
Se in cuor tuo dicendo synth analogico vuoi il suono Moog, prendi un Moog, è monofonico, fa "solo quello" (che è tanta roba), e stop.
Sennò se non è quello che hai principalmente in mente, allora data l'eccellente scelta di synth analogici che c'è al momento su buoni prezzi un polifonico tipo il Prophet (ma anche il Prologue che già è stato nominato, che col suo oscillatore digitale programmabile apre a orizzonti sonori molto vasti e originali).
In ogni caso io non ho idea se i DCO del Prophet siano troppo perfettini, in ogni caso è bene ricordare che un minimo di saggia modulazione è facile emulare un comportamento più imprevedibile e vivo; quello che è impossibile è prendere un synth degli anni '70 e farlo suonare preciso come un synth a controllo digitale nuovo.

maxpiano69 ha scritto:
perchè... ha "quel" suono

Che bello! Una cosa che rimpiango tanto dei Little Phatty è che c'era una bella scelta di formati e versioni tra loro equivalenti. Un po' come i Voyager. E poi facevano la versione modulo, con i nuovi no, maledetti! emo
grazie mille! Sarà una scelta dura e ardua emo
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.47

@ berlex65
emidio ha scritto:
La mia perplessità sul Rev 2 deriva dal fatto che i suoi DCO siano troppo "perfettini" ed edulcorati per restituirmi la sensazione di "vero" analogico che invece darebbero i VCO del Moog

Ma anche no!! Questa è veramente una super "cazzola" emoemoemo.
Piuttosto occhio che quello a 8 voci, che ho provato per bene, per certi timbri la polifonia a 8 voci è molto limitante e si sente in svariate timbriche: se poi suoni solo triadi allora sei a postoemoemoemo.
Ciao
Paolo
Paolo, sono contento (e te lo dico per davvero) che tu mi parli di "supercazzola", perchè ho potuto sentire il Rev2 solo online, e non mi è parso presente e "cazzuto" come il Subsequent37 (parlo ovviamente dei leads), e sono felice che tu (che l'hai avuto tra le mani) smentisca questo; probabilmente era solo un fatto di programmazione e non di "carattere".
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2756
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 179  

19-11-20 16.52

@ vansys
Caro Emidio... leggere il post mi ha fatto piacere perché non mi fa sentire solo in questa valle di scimmie e desideri da soddisfare.
Io sto vivendo la fase, per me drammatica, del corriere che forse domani, ma magari lunedì o martedì... mi consegnerà il novello.
Ti dico perché ho scelto il Moog SubSequent 37

1) ho già un paio di macchine polifoniche per il resto che mi serve
2) rispetto al 25 è completo e 3 ottave sono perfette, 2 non mi bastavano
3) le memorie sono fondamentali per me
4) volevo fosse un Moog. Lo so, probabilmente pare infantile, ma per me questo progetto di studio di synth è sinonimo di Moog che desidero da millemila anni.

Se posso darti un consiglio, visto che la tua spinta è molto simile alla mia, valuta bene l’aspetto “emozionale” per il quale lo desideri perché nel tempo potrebbe fare la differenza
grazie vansys, per la tua risposta e per aver risvegliato dentro me "quello spirito guerrier ch'entro mi rugge" (per dirla con Foscolo emo).
Effettivamente, in questo momento della mia vita, quello che mi sta muovendo è SOLO il fattore emozionale... Io ho già il NS3, un MX49 e un ipad zeppo di app per cui non c'è davvero suono che mi manchi... E' quel "quid" in più che mi manca e che mi è sempre mancato. emo
  • dielle63
  • Membro: Expert
  • Risp: 1249
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 32  

19-11-20 17.07

@ emidio
grazie vansys, per la tua risposta e per aver risvegliato dentro me "quello spirito guerrier ch'entro mi rugge" (per dirla con Foscolo emo).
Effettivamente, in questo momento della mia vita, quello che mi sta muovendo è SOLO il fattore emozionale... Io ho già il NS3, un MX49 e un ipad zeppo di app per cui non c'è davvero suono che mi manchi... E' quel "quid" in più che mi manca e che mi è sempre mancato. emo
Emidio...dico la mia solo per il piacere di partecipare e di notare la tua passione. Non ho nessuna competenza di analogici ma andrei di Moog.

Già solo il fascino del suo nome mi attira come il miele gli orsi. Sono certo che ce ne sono di più adatti, ma su un analogico non andrei lontano dalla Storia.

Mi sono guardato e riguardato vari modelli sempre con una grossa tentazione; purtroppo davvero non mi serve.

Ripeto, solo a pelle, senza nessuna considerazione razionale.emo
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 673
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 72  

19-11-20 17.42

@ d_phatt
Viste le mie colpe, ti dico la mia emo
Se in cuor tuo dicendo synth analogico vuoi il suono Moog, prendi un Moog, è monofonico, fa "solo quello" (che è tanta roba), e stop.
Sennò se non è quello che hai principalmente in mente, allora data l'eccellente scelta di synth analogici che c'è al momento su buoni prezzi un polifonico tipo il Prophet (ma anche il Prologue che già è stato nominato, che col suo oscillatore digitale programmabile apre a orizzonti sonori molto vasti e originali).
In ogni caso io non ho idea se i DCO del Prophet siano troppo perfettini, in ogni caso è bene ricordare che un minimo di saggia modulazione è facile emulare un comportamento più imprevedibile e vivo; quello che è impossibile è prendere un synth degli anni '70 e farlo suonare preciso come un synth a controllo digitale nuovo.

maxpiano69 ha scritto:
perchè... ha "quel" suono

Che bello! Una cosa che rimpiango tanto dei Little Phatty è che c'era una bella scelta di formati e versioni tra loro equivalenti. Un po' come i Voyager. E poi facevano la versione modulo, con i nuovi no, maledetti! emo
Sai mica cosa cambia fra sub37, sub37 tribute edition e subsequent37 ?