Strumento da affiancare a pa4x e mp11se

  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

31-08-21 17.59

Ciao a tutti. Sono ancora alla ricerca di uno strumento da affiancare alla mia pa4x e Kawai mp11 se per suonare cover dal vivo ed in studio. Repertorio misto dei grandi successi degli anni passati, cerco qualità sonora al pari dei miei attuali strumenti. Meglio secondo voi una workstation oppure un sinth polifonico tipo prologue 16 ? Quale strumento potrebbe completare il mio attuale setup? Grazie
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10280
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 1063  

31-08-21 18.07

@ giulio12
Ciao a tutti. Sono ancora alla ricerca di uno strumento da affiancare alla mia pa4x e Kawai mp11 se per suonare cover dal vivo ed in studio. Repertorio misto dei grandi successi degli anni passati, cerco qualità sonora al pari dei miei attuali strumenti. Meglio secondo voi una workstation oppure un sinth polifonico tipo prologue 16 ? Quale strumento potrebbe completare il mio attuale setup? Grazie
Secondo me ti potrebbe tornare utile un analogico, reale o virtuale, anche se parti da una discreta base. Con il Prologue non sbagli, ci sono anche delle ottime macchine da spendere qualcosa meno.
  • keyboard7
  • Membro: Senior
  • Risp: 633
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 86  

31-08-21 18.10

@ giulio12
Ciao a tutti. Sono ancora alla ricerca di uno strumento da affiancare alla mia pa4x e Kawai mp11 se per suonare cover dal vivo ed in studio. Repertorio misto dei grandi successi degli anni passati, cerco qualità sonora al pari dei miei attuali strumenti. Meglio secondo voi una workstation oppure un sinth polifonico tipo prologue 16 ? Quale strumento potrebbe completare il mio attuale setup? Grazie
intanto complimenti hai un setup di tutto rispetto (io ho la versione vintage: kawai mp6 e korg pa 1xpro 🤣🤣). Io ci metterei un clone hammond, tipo il mojo 61 oppure il Legend solo. Però dipende anche dal tipo di musica che vuoi fare
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

31-08-21 18.10

@ paolo_b3
Secondo me ti potrebbe tornare utile un analogico, reale o virtuale, anche se parti da una discreta base. Con il Prologue non sbagli, ci sono anche delle ottime macchine da spendere qualcosa meno.
Tipo quali?
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10280
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 1063  

31-08-21 18.11

@ giulio12
Tipo quali?
Oddio... c'è una marea di roba. Tu quanto vorresti spendere?
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

31-08-21 18.12

@ paolo_b3
Oddio... c'è una marea di roba. Tu quanto vorresti spendere?
Massimo 2000 euro direi..
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

31-08-21 18.13

@ keyboard7
intanto complimenti hai un setup di tutto rispetto (io ho la versione vintage: kawai mp6 e korg pa 1xpro 🤣🤣). Io ci metterei un clone hammond, tipo il mojo 61 oppure il Legend solo. Però dipende anche dal tipo di musica che vuoi fare
Per il mio repertorio gli hammond della pa4x mi bastano..
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10280
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 1063  

31-08-21 18.14

@ giulio12
Massimo 2000 euro direi..
Allora un prologue 16 ci sta e secondo me non sbagli. Considera che sono macchine che per sfruttarle appieno devi saperle programmare. Su quella cifra comunque butterei un occhio anche ad un Virus
  • Sbaffone
  • Membro: Senior
  • Risp: 538
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 90  

31-08-21 20.28

@ giulio12
Ciao a tutti. Sono ancora alla ricerca di uno strumento da affiancare alla mia pa4x e Kawai mp11 se per suonare cover dal vivo ed in studio. Repertorio misto dei grandi successi degli anni passati, cerco qualità sonora al pari dei miei attuali strumenti. Meglio secondo voi una workstation oppure un sinth polifonico tipo prologue 16 ? Quale strumento potrebbe completare il mio attuale setup? Grazie
Secondo me sei a posto con quello che hai
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10007
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 865  

31-08-21 20.35

paolo_b3 ha scritto:
Su quella cifra comunque butterei un occhio anche ad un Virus

che a livello plug-in equivale al sylenth1 a livello sonoro darebbe quel tocco di cattiveria.emo
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10280
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 1063  

31-08-21 20.41

@ zerinovic
paolo_b3 ha scritto:
Su quella cifra comunque butterei un occhio anche ad un Virus

che a livello plug-in equivale al sylenth1 a livello sonoro darebbe quel tocco di cattiveria.emo
Ah il Sylenth è tanta roba, però ti tocca andare in giro con un pc o tablet o giù di li ed anche una scheda sonora. Certo sei ancora lontano da 2000 euro...
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1683
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 92  

31-08-21 20.43

giulio12 ha scritto:
Meglio secondo voi una workstation


La workstation ce l'hai gia' : la Pa4x di fatto lo e'... poi andresti a pagare l'ennesimo sequencer, e cose simili.
giulio12 ha scritto:
oppure un sinth polifonico tipo prologue 16


Dipende molto dal genere che suoni. Con il tuo budget massimo (2000 euro se non ho letto male) hai la possibilita' di attingere a tanti strumenti.

Pero' la scelta dipende da cosa ti serve, e visto che il tuo genere e' vario (grandi successi revival), hai bisogno di qualcosa che copra tutte le sonorita' tipiche del passato (pad, brass, synth strings e cosi' via).

Ma passato quale? perche' se e' anni 70 un Prologue o strumenti con struttura simile va piu' che bene.. pero' se mi sconfini anche negli 80 allora entrano in gioco altre sonorita' che possono arrivare fino ai DX piano del DX7..

Se costasse meno ti direi Jupiter X, perche' dentro hai tutto : sia la storia analogica Roland (ed e' tanta roba) che l'intera libreria dell'XV 5080 che copre davvero tutto... piu' i suoni dei pianoforti RD, piu' la possibilita' di espandere le librerie (e li hai davvero tutto, ma proprio tutto).
Non so se ti andrebbe bene il Jupiter XM, perche' non tutti riescono a digerire i minitasti.. Peccato perche' il motore e' identico a quello del Jupiter x.

Poi la lista puo' essere lunga : Hydrasynth, Cobalt, Sequential (prophet rev2 ecc) poi i vari VA... ma a mio modesto giudizio tra tutti i synth quello che copre praticamente tutte le sonorita' senza dover smanettare a riprogrammare i timbri e' proprio il Jupiter... : calza da matti per il live (peso a parte).
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

31-08-21 22.31

@ valenciano
giulio12 ha scritto:
Meglio secondo voi una workstation


La workstation ce l'hai gia' : la Pa4x di fatto lo e'... poi andresti a pagare l'ennesimo sequencer, e cose simili.
giulio12 ha scritto:
oppure un sinth polifonico tipo prologue 16


Dipende molto dal genere che suoni. Con il tuo budget massimo (2000 euro se non ho letto male) hai la possibilita' di attingere a tanti strumenti.

Pero' la scelta dipende da cosa ti serve, e visto che il tuo genere e' vario (grandi successi revival), hai bisogno di qualcosa che copra tutte le sonorita' tipiche del passato (pad, brass, synth strings e cosi' via).

Ma passato quale? perche' se e' anni 70 un Prologue o strumenti con struttura simile va piu' che bene.. pero' se mi sconfini anche negli 80 allora entrano in gioco altre sonorita' che possono arrivare fino ai DX piano del DX7..

Se costasse meno ti direi Jupiter X, perche' dentro hai tutto : sia la storia analogica Roland (ed e' tanta roba) che l'intera libreria dell'XV 5080 che copre davvero tutto... piu' i suoni dei pianoforti RD, piu' la possibilita' di espandere le librerie (e li hai davvero tutto, ma proprio tutto).
Non so se ti andrebbe bene il Jupiter XM, perche' non tutti riescono a digerire i minitasti.. Peccato perche' il motore e' identico a quello del Jupiter x.

Poi la lista puo' essere lunga : Hydrasynth, Cobalt, Sequential (prophet rev2 ecc) poi i vari VA... ma a mio modesto giudizio tra tutti i synth quello che copre praticamente tutte le sonorita' senza dover smanettare a riprogrammare i timbri e' proprio il Jupiter... : calza da matti per il live (peso a parte).
Un Jupiter XM potrebbe essere molto interessante. Lo userei come un desktop ed i mini tastini solo per programmare e sentire il suono. Piccolo e comodo da portare in ferie, mi pare suoni bello grasso e caldo, tipico anni 80. Sarebbe anche perfetto da portare in giro sopra la pa4x con le sue belle patch già programmate a casa. Poi lo potrei pilotare via midi dalla pa4x giusto? I mini tasti non sarebbero un problema..
  • zaphod
  • Membro: Guru
  • Risp: 5273
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 539  

31-08-21 23.29

@ Sbaffone
Secondo me sei a posto con quello che hai
+1
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1683
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 92  

01-09-21 08.41

giulio12 ha scritto:
Un Jupiter XM potrebbe essere molto interessante.


Valutalo con la giusta calma e attenzione, senza farti prendere dalla cosiddetta gas.
Se al termine della valutazione (lo provi almeno un paio di volte dal vivo dopo aver sentito le demo), conferma il tuo interesse, avrai maggiori possibilita' di fare la scelta giusta.
giulio12 ha scritto:
Piccolo e comodo da portare in ferie, mi pare suoni bello grasso e caldo, tipico anni 80. Sarebbe anche perfetto da portare in giro sopra la pa4x con le sue belle patch già programmate a casa.


Questi sono i vantaggi dell'XM, ed apprezzo anche il fatto che non abbiano scalato nulla dal Jupiter X (non e' una versione light del jupiterone).

giulio12 ha scritto:
Poi lo potrei pilotare via midi dalla pa4x giusto?


Una delle cose che apprezzo della pa4x sono le funzioni evolute di masterkeyboard, che ti consentono di memorizzare preset delle configurazioni midi.

Quindi puoi assegnare alla PA4x preset midi dove assegni i vari canali allo strumento (o agli strumenti) esterni che vuoi pilotare.
L'unica cosa che non so (perche' non ho mai approfondito ed e' meglio verificare prima) e' come gestire la modalita' dual dell'XM... ma al massimo immagino basti assegnare all'XM i due timbri dual sullo stesso canale midi (da verificare anche questo).

Per quanto riguarda la timbrica hai un arsenale di tutto rispetto : suoni Jupiter, Juno, SH101 JX8p (ed e' gia' tanta roba che ti copre pad da concerto, bassi, lead, brass .. suoni anni 70 e 80 ecc)..

Poi tutto l'XV5080 con i suoni digitali che arrivano fino a D50, campioni DX7, suoni campionati ecc (ti eviti di prendere una workstation)

Non ultimi i piani RD che se pilotati da una 88 tasti pesata, cambiano completamente colore e diventano pianoforti "live" di tutto rispetto, tipici della discografia basata sui suoni Roland.
giulio12 ha scritto:
I mini tasti non sarebbero un problema..


Tombola... li puoi gestire come vuoi : per programmarti i suoni o i layers.. o comunque puoi usare l'XM come expander e pilotare i timbri con il tipo di tasto che preferisci (pa4x, 88 tasti pesati ecc)..

Quindi, riassumendo.. Pur non essendo un analogico, il Jupiter offre un'ottima emulazione ed un suono molto caldo (che in live si fa sentire eccome), ma senza i ristretti limiti di polifonia degli analogici puri..
Assieme a questo ti offre tutte le sonorita' tipiche della discografia che si possono richiedere in un live (difficilmente non riuscirai a trovare o a programmare un suono che ti serve), sia per quanto riguarda la storia dei synth, che per quanto concerne la timbrica digitale (suoni campionati ecc).
Ha anche dei digital piano davvero notevoli (oltretutto espandibili) e non ultimo, i vari kit di batteria, comprese le batterie storiche Roland.

Sebbene nel rifacimento del mio setup ho fatto entrare diversi sintetizzatori puri (analogici), ammetto che i sintetizzatori specifici (moog, prophet ecc) offrono stupefacenti sonorita' tipiche del marchio, ma fanno sempre mancare qualcos'altro.

Il Jupiter e' generalista, ed e' un ottimo compromesso tra la necessita' di avere sapori timbrici fedeli all'epoca, ed una tavolozza timbrica che non faccia mancare nulla.

Opinione personale. Ti consiglio comunque di affidarti alle tue valutazioni, ascoltare altri consigli e soprattutto provare bene e piu' volte per farti un'idea tua.

kaiman.
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10007
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 865  

01-09-21 10.15

@ paolo_b3
Ah il Sylenth è tanta roba, però ti tocca andare in giro con un pc o tablet o giù di li ed anche una scheda sonora. Certo sei ancora lontano da 2000 euro...
si però almeno é l’aggiunta definitiva…e sennò un virus b desktop sta tutto sull’mp11…poi ha gli ingressi LR ci buttavo dentro il piano digitale, che gli dava anche effetti al bisogno. e faceva da mixer.
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

01-09-21 16.32

Grazie per i consigli. Oltre che allargare le capacità di sintesi della mia pa4x, è da un po' che penso ad una tastierina da portarmi appresso in vacanza o altre situazioni dove la compattezza prevale sulla meccanica. Jupiter Xm potrebbe fare al caso mio. Naturalmente una prova dal vivo è doverosa. Un tanks a tutti..
  • Steruny
  • Membro: Senior
  • Risp: 716
  • Loc: Cagliari
  • Status:
  • Thanks: 61  

01-09-21 17.26

@ giulio12
Grazie per i consigli. Oltre che allargare le capacità di sintesi della mia pa4x, è da un po' che penso ad una tastierina da portarmi appresso in vacanza o altre situazioni dove la compattezza prevale sulla meccanica. Jupiter Xm potrebbe fare al caso mio. Naturalmente una prova dal vivo è doverosa. Un tanks a tutti..
Un jupiter lo vedo benissimo in aggiunta del tuo triton pa4
  • zaphod
  • Membro: Guru
  • Risp: 5273
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 539  

01-09-21 19.06

giulio12 ha scritto:
uno strumento da affiancare alla mia pa4x e Kawai mp11 se per suonare cover dal vivo ed in studio

giuro che avevo letto Kawai MP7... complimenti per la schiena e i muscoli e la voglia di aggiungere una terza tastiera! emo (è una battuta senza ironia, semmai c'è un pelo di invidia per chi riesce a movimentare live un piano così pesante come MP11). Pa4x ti serve per avere ritmi/sequenze o la usi solo per i suoni? Perchè al limite potresti pensare di sostituirla con un'altra tastiera e non aggiungercene un'altra. Io ne vengo da un brutale alleggerimento di setup e sono soddisfatto, il pensiero di girare con 3 tastiere non mi alletterebbe (a meno che non ne valga la pena, da leggersi come girare con un nome importante e/o avere un buon ritorno economico)
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3049
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 118  

01-09-21 21.15

@ zaphod
giulio12 ha scritto:
uno strumento da affiancare alla mia pa4x e Kawai mp11 se per suonare cover dal vivo ed in studio

giuro che avevo letto Kawai MP7... complimenti per la schiena e i muscoli e la voglia di aggiungere una terza tastiera! emo (è una battuta senza ironia, semmai c'è un pelo di invidia per chi riesce a movimentare live un piano così pesante come MP11). Pa4x ti serve per avere ritmi/sequenze o la usi solo per i suoni? Perchè al limite potresti pensare di sostituirla con un'altra tastiera e non aggiungercene un'altra. Io ne vengo da un brutale alleggerimento di setup e sono soddisfatto, il pensiero di girare con 3 tastiere non mi alletterebbe (a meno che non ne valga la pena, da leggersi come girare con un nome importante e/o avere un buon ritorno economico)
Mp11 se ne sta a casa sempre. Esco solo con la Korg. Ci canto, suono ed uso i midi o Styles.. una seconda tastiera per uscire potrebbe essere bella.