Quale solvente e lubrificante x fatar tp100

  • elena
  • Membro: Guest
  • Risp: 19
  • Loc: Genova
  • Thanks: 2  

17-06-22 19.17

Ciao ho bisogno di una dritta veloce e ringrazio in anticipo chi mi risponde in modo pertinente. Devo ripristinare un keybed fatar tp100 che essendo stato usato all'aperto x live nei pressi dell'Etna (studiologic sl88 studio presa usata x pochi soldi) è stato danneggiato dalla penetrazione di particolato. In pratica il grasso bianco originale è diventato una morchia di grasso e polvere dell' Etna rendendo i tasti quasi inusabili x l'attrito.
Devo quindi smontare tutta la meccanica rimuovere il grasso e mettere del grasso nuovo. Le mie domande:
1. Che prodotto usare per sciogliere il grasso. Ho provato sia mettendo i tasti a bagno nell'alcool che nella soda caustica che nel carbonato di sodio. Niente da fare, il grasso non si scioglie
2. Che grasso usare dopo che sia adatto. Vi dico subito che quello che ho provato su un tasto pulito al teflon NON va bene perchè è troppo viscoso.

La Fatar non vuole aiutarmi, mi rimbalza alla rete di distribuzione e loro dicono che invece è una cosa che mi può dire solo il produttore. Se torno indietro ci ripenso due volte prima di prendere una master con keybed fatar ma questo è 1 altro discorso.
Grazie 1000
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21050
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2522  

17-06-22 23.52

Forse questo vecchio thread (trivato facendo un cerca sul forum con le parole "TP 100 grasso" ) puó aiutarti https://www.supportimusicali.it/forum/view/1/1/92032/33/tastiere_masterkeyboard_fatar_tp_100/
  • serpaven
  • Membro: Expert
  • Risp: 4566
  • Loc: Catania
  • Thanks: 428  

18-06-22 04.52

@ maxpiano69
Forse questo vecchio thread (trivato facendo un cerca sul forum con le parole "TP 100 grasso" ) puó aiutarti https://www.supportimusicali.it/forum/view/1/1/92032/33/tastiere_masterkeyboard_fatar_tp_100/
essendo grasso siliconico devi utilizzare un solvente antisiliconico, lo trovi nei negozi di forniture per carrozzieri. non immergere i tasti basta una passata con una pezza inumidita col solvente, dopo risciacqua in acqua saponata. il grasso tra tasto e leva sotto-tasto è un comune grasso siliconico a media densità.
  • elena
  • Membro: Guest
  • Risp: 19
  • Loc: Genova
  • Thanks: 2  

18-06-22 10.48

@ serpaven
essendo grasso siliconico devi utilizzare un solvente antisiliconico, lo trovi nei negozi di forniture per carrozzieri. non immergere i tasti basta una passata con una pezza inumidita col solvente, dopo risciacqua in acqua saponata. il grasso tra tasto e leva sotto-tasto è un comune grasso siliconico a media densità.
Grazie. Ah secondo voi è siliconico? Perchè era un grasso bianco (dico era perchè ora è praticamente stracciatella 😂) io pensavo che il siliconico fosse trasparente... adesso mi leggo quel thread e proverò a fare così...
  • elena
  • Membro: Guest
  • Risp: 19
  • Loc: Genova
  • Thanks: 2  

19-06-22 13.15

Ieri ho pulito tutta la meccanica accuratamente... un lavoraccio... e l ho rimontata, per ora senza mettere alcun grasso. Devo dire che è tutta un-altra cosa !!! Il problema delle tp100 è che sono keybed molto dure di per sè e con una corsa breve, quindi il minimo attrito le rende veramente sgradevoli e difficoltose da suonare (a meno che uno non debba solo "pestare")
Praticamente il grasso in queste tastiere NON ha il compito di lubrificante in quanto gli accoppiamenti esistenti impiegano già materiali virtualmente privi di attrito. Il grasso serve solo per rendere la tastiera meno rumorosa! Infatti così senza alcun grasso ha una risposta estremamente fluida (che non vorrei perdere) ma molto rumorosa.
Il problema dei grassi è che col tempo tendono a indurire (non tutti ma quasi... io non sono un'esperta di chimica...). Per esempio io ho il classico grasso al silicone trasparente della cfg ma vicino al cappuccio ci sono dei residui induriti, questo significa che è un grasso che indurisce col tempo e io non voglio rischiare di dover ripetere il lavoro tra qualche anno!
Sembra che il grasso alla vasellina potrebbe fare al caso mio e non indurisca... però devo verificare che abbia la giusta densità e che non rallenti il movimento... domani lo vado a comprare e faccio la prova su un tasto
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8686
  • Loc: Mantova
  • Thanks: 625  

19-06-22 15.57

@ elena
Ieri ho pulito tutta la meccanica accuratamente... un lavoraccio... e l ho rimontata, per ora senza mettere alcun grasso. Devo dire che è tutta un-altra cosa !!! Il problema delle tp100 è che sono keybed molto dure di per sè e con una corsa breve, quindi il minimo attrito le rende veramente sgradevoli e difficoltose da suonare (a meno che uno non debba solo "pestare")
Praticamente il grasso in queste tastiere NON ha il compito di lubrificante in quanto gli accoppiamenti esistenti impiegano già materiali virtualmente privi di attrito. Il grasso serve solo per rendere la tastiera meno rumorosa! Infatti così senza alcun grasso ha una risposta estremamente fluida (che non vorrei perdere) ma molto rumorosa.
Il problema dei grassi è che col tempo tendono a indurire (non tutti ma quasi... io non sono un'esperta di chimica...). Per esempio io ho il classico grasso al silicone trasparente della cfg ma vicino al cappuccio ci sono dei residui induriti, questo significa che è un grasso che indurisce col tempo e io non voglio rischiare di dover ripetere il lavoro tra qualche anno!
Sembra che il grasso alla vasellina potrebbe fare al caso mio e non indurisca... però devo verificare che abbia la giusta densità e che non rallenti il movimento... domani lo vado a comprare e faccio la prova su un tasto
Grasso teflub quello bianco è il componente usato nell meccaniche Yamaha.
  • elena
  • Membro: Guest
  • Risp: 19
  • Loc: Genova
  • Thanks: 2  

19-06-22 18.07

@ ruggero
Grasso teflub quello bianco è il componente usato nell meccaniche Yamaha.
Allora dopo una tediosa ricerca ho scoperto il "segreto" della omertosa Fatar: utilizzano il Molycote G 807, un grasso bianco a basso attrito a base di silicone con *indice NLGI pari a 1*. Ovvero morbidissimo. Il problema è che viene venduto solo in quantità industriali e in tutto il mondo nessuno lo vende in piccole quantità.

Non so il teflub (adesso controllerò la scheda) ma come ho detto la meccanica Fatar non è Yamaha... qui usano il grasso come "cuscinetto" per attutire rumori e vibrazioni, non come lubrificante. Pertanto c'è il serio rischio che anche solo un NLGI 2 con viscosità e caratteristiche diverse renda il movimento più duro e il ritorno meno immediato. La pecca più grande di questa keybed è difatti che la parte frontale dei tasti bianchi scorre su una guida di plastica, mentre i tasti neri hanno una cavità che scorre a pistone sulle guide verticali di plastica. Attrito nullo ma estrema rumorosità in assenza di un cuscinetto di grasso. Grasso troppo denso o appiccicoso = movimento impedito. Il grasso di vaselina poi ho visto non va bene perchè ha NLGI 4 o 5. L'unica soluzione sarebbe eliminare queste guide e lasciare i tasti ancorati soltanto allo snodo dei martelletti ma bisogna vedere se poi c'è il rischio che "sbandierino" troppo oppure no...
  • serpaven
  • Membro: Expert
  • Risp: 4566
  • Loc: Catania
  • Thanks: 428  

19-06-22 18.42

elena ha scritto:
questo significa che è un grasso che indurisce col tempo e io non voglio rischiare di dover ripetere il lavoro tra qualche anno!

Mettiti l'animo in pace perchè dovrai ripristinare lo strato di grasso periodicamente, ma con il siliconico senza polvere lavica è un lavoro da un paio d'ore.

È proprio il sistema di accoppiamento tasto-guidatasti è concepito in maniera balorda
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 4026
  • Loc: Roma
  • Thanks: 390  

19-06-22 20.06

@ serpaven
elena ha scritto:
questo significa che è un grasso che indurisce col tempo e io non voglio rischiare di dover ripetere il lavoro tra qualche anno!

Mettiti l'animo in pace perchè dovrai ripristinare lo strato di grasso periodicamente, ma con il siliconico senza polvere lavica è un lavoro da un paio d'ore.

È proprio il sistema di accoppiamento tasto-guidatasti è concepito in maniera balorda
Confermo, stesso problema su una Yamaha MoXF8, usato il TeFlub come indicato da Ruggero, lavoro da rifare dopo un annetto (a carico dell'amico che ha nel frattempo acquistato la mia tastiera - gli ho fornito anche il tubo del teflub avanzato). Purtroppo l'estate è costellata di serate negli stabilimenti balneari, umidità e salsedine non aiutano. Il sistema è analogo, il grasso serve appunto ad attutire e non a lubrificare. Ah!, ed anche questo, che appena esce dal tubo è bianco, con polvere sporco ed ossidazione ingiallisce e perde le caratteristiche meccaniche.
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 930
  • Loc: Milano
  • Thanks: 208  

20-06-22 17.57

@ cecchino
Confermo, stesso problema su una Yamaha MoXF8, usato il TeFlub come indicato da Ruggero, lavoro da rifare dopo un annetto (a carico dell'amico che ha nel frattempo acquistato la mia tastiera - gli ho fornito anche il tubo del teflub avanzato). Purtroppo l'estate è costellata di serate negli stabilimenti balneari, umidità e salsedine non aiutano. Il sistema è analogo, il grasso serve appunto ad attutire e non a lubrificare. Ah!, ed anche questo, che appena esce dal tubo è bianco, con polvere sporco ed ossidazione ingiallisce e perde le caratteristiche meccaniche.
accipicchia spero che il “tagliando annuale” sia necessario solo se uno ne fa un uso “serio” suonandoci tanto in giro!!!!
se no a me per un uso “normale” a casa mi disinnamorarerei subito…
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 4026
  • Loc: Roma
  • Thanks: 390  

20-06-22 18.27

@ MicheleJD
accipicchia spero che il “tagliando annuale” sia necessario solo se uno ne fa un uso “serio” suonandoci tanto in giro!!!!
se no a me per un uso “normale” a casa mi disinnamorarerei subito…
Guarda, io l’ho presa usata e tenuta senza problemi per almeno tre anni. Alla prima stagione seria con serate frequenti in riva al mare è uscito fuori il problema. Sarà una coincidenza? emo emo
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10788
  • Loc: Grosseto
  • Thanks: 1052  

20-06-22 18.32

@ MicheleJD
accipicchia spero che il “tagliando annuale” sia necessario solo se uno ne fa un uso “serio” suonandoci tanto in giro!!!!
se no a me per un uso “normale” a casa mi disinnamorarerei subito…
la tastiera pesata è così. (na rottura di co…) emo
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 930
  • Loc: Milano
  • Thanks: 208  

20-06-22 19.31

@ cecchino
Guarda, io l’ho presa usata e tenuta senza problemi per almeno tre anni. Alla prima stagione seria con serate frequenti in riva al mare è uscito fuori il problema. Sarà una coincidenza? emo emo
…meno male!!! grazie per la info!
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 930
  • Loc: Milano
  • Thanks: 208  

20-06-22 19.34

@ zerinovic
la tastiera pesata è così. (na rottura di co…) emo
…e dai dillo quale tastiera non da tutti questi problemi pur avendo 88 tasti!!!emo
ps e comunque da più di 20 anni ho la Roland A33…stessa keybed… mai avuto un problema
  • d_phatt
  • Membro: Expert
  • Risp: 2778
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 510  

21-06-22 11.54

@ cecchino
Guarda, io l’ho presa usata e tenuta senza problemi per almeno tre anni. Alla prima stagione seria con serate frequenti in riva al mare è uscito fuori il problema. Sarà una coincidenza? emo emo
In effetti ho usato lo Yamaha P35 che in teoria dovrebbe montare la stessa meccanica (almeno da specifiche) in tantissime situazioni nell'ultimo decennio, tra l'altro tenuto quasi sempre senza copritastiera, anche da fermo in sala prove (ma non per colpa mia)...quindi non si sa la polvere che si è beccato negli anni. Però di tutti i milioni di live in cui l'ho utilizzato pochissimi erano all'aperto e tutti decisamente nell'entroterra italico emo funziona ancora perfettamente, la meccanica è notevolmente più rumorosa ma anche molto più scorrevole di quella del P45 che ho a casa, nuovo di pacca. Evidentemente è proprio quel tipo di condizioni lì che devasta queste meccaniche.
  • elena
  • Membro: Guest
  • Risp: 19
  • Loc: Genova
  • Thanks: 2  

21-06-22 14.29

serpaven ha scritto:

È proprio il sistema di accoppiamento tasto-guidatasti è concepito in maniera balorda

Esatto. Una delle peggiori meccaniche mai viste.
  • elena
  • Membro: Guest
  • Risp: 19
  • Loc: Genova
  • Thanks: 2  

21-06-22 14.40

Cmq ho quasi finito. Ah alla fine dopo un pò di prove ho deciso x il grasso alla vasellina della cfg, indice nlgi pari a 2. Inalterabile e non sporca o appiccica come altri grassi. Quasi come il grasso al silicone solo che quest ultimo tende a colare. Morale della favola: o la rendi più morbida aumentando leggermente il gioco degli accoppiamenti tasto-martello (ma più rumorosa) o più dura (coi tasti che non ritornano velocemente, anche se ben lubrificati) e meno rumorosi. Bah... un tocco veramente innaturale e plasticoso in ogni caso... la proverò un pò se poi non mi ci abituo la venderò x cambiarla... unico GRANDE problema è che a me serve una master che supporti la RELEASE VELOCITY (oltre all aftertouch) e le scelte specialmente oggi sono molto limitate! È solo x quello che ho deciso x la studiologic benchè le varie recensioni sulla tp100 non fossero il massimo. Altrimenti c'è solo la physis piano k4 ma è introvabile e costa troppo x il mio budget. O forse l'akai mpk 88 ma non riesco a trovare info se supporta la RV o meno. Devo dire che negli anni 90 la situaziine era più rosea. Mi trovavo bene con la mia akai mx1000 ma 30 anni sono tanti e non era più il caso di "accanimenti terapeutici", e poi i tasti erano solo semi pesati e molto rumorosi anche
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 930
  • Loc: Milano
  • Thanks: 208  

21-06-22 16.25

@ elena
Cmq ho quasi finito. Ah alla fine dopo un pò di prove ho deciso x il grasso alla vasellina della cfg, indice nlgi pari a 2. Inalterabile e non sporca o appiccica come altri grassi. Quasi come il grasso al silicone solo che quest ultimo tende a colare. Morale della favola: o la rendi più morbida aumentando leggermente il gioco degli accoppiamenti tasto-martello (ma più rumorosa) o più dura (coi tasti che non ritornano velocemente, anche se ben lubrificati) e meno rumorosi. Bah... un tocco veramente innaturale e plasticoso in ogni caso... la proverò un pò se poi non mi ci abituo la venderò x cambiarla... unico GRANDE problema è che a me serve una master che supporti la RELEASE VELOCITY (oltre all aftertouch) e le scelte specialmente oggi sono molto limitate! È solo x quello che ho deciso x la studiologic benchè le varie recensioni sulla tp100 non fossero il massimo. Altrimenti c'è solo la physis piano k4 ma è introvabile e costa troppo x il mio budget. O forse l'akai mpk 88 ma non riesco a trovare info se supporta la RV o meno. Devo dire che negli anni 90 la situaziine era più rosea. Mi trovavo bene con la mia akai mx1000 ma 30 anni sono tanti e non era più il caso di "accanimenti terapeutici", e poi i tasti erano solo semi pesati e molto rumorosi anche
sarebbe bello avere una sl73 con keybed di qualità superiore tipo la tp 40 o la tp 400… qualche kg in più di peso ma una meccanica piu’ piacevole