rhodes v8 pro - il mio test

  • doremi58
  • Membro: Expert
  • Risp: 1247
  • Loc: Roma
  • Thanks: 135  

24-01-23 13.17

non so se è già stato postato, nel dubbio...
rhodes ha rilasciato un vst (costoso) del famoso piano, scaricabile in prova qui link sito
Si lascia l'email e si scaricano direttamente i 20 gb del programma, e si installano. Non è per niente male.
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 2994
  • Loc: Firenze
  • Thanks: 601  

24-01-23 15.22

Intrigante anche il contest emo
  • FastHands
  • Membro: Senior
  • Risp: 126
  • Loc: Rimini
  • Thanks: 13  

24-01-23 18.54

cavolo ... ma iprezzi non ci sono
  • doremi58
  • Membro: Expert
  • Risp: 1247
  • Loc: Roma
  • Thanks: 135  

24-01-23 19.03

@ FastHands
cavolo ... ma iprezzi non ci sono
Rhodes V8 - £149.95 / $179.95 / €169.95
Rhodes V8 Pro - £249.95 / $299.95 / €274.95
  • FastHands
  • Membro: Senior
  • Risp: 126
  • Loc: Rimini
  • Thanks: 13  

24-01-23 20.13

che differenze ci sono fra v8 e v8pro
  • doremi58
  • Membro: Expert
  • Risp: 1247
  • Loc: Roma
  • Thanks: 135  

25-01-23 08.05

@ FastHands
che differenze ci sono fra v8 e v8pro
The instrument is built from 30,000 samples across 100 velocity layers. You can download a trial from the website but be warned; it’s a 20GB download. That’s one heck of a single instrument. The Pre-amp is fully modelled with Drive, EQ and Vari-Pan effect. A suite of presets and profiles lets you get into all sorts of Rhodes tones and configurations. You can even get into tuning adjustments, mechanical noise balancing and electroacoustic timbre shift.

V8 Pro

If you want a bit more, then there’s a V8 Pro version which goes even deeper. It has the MK8’s envelope for controlling the auto-wah and other parameters. And you get the MK8 effects such as the compressor, chorus, phaser and delay. You can get down and dirty with the Timbre, Fine Tune, Level and Damper response for every note. There’s a selection of mics and amps to play with to give you that classic Rhodes setup for studio or stage.
  • FastHands
  • Membro: Senior
  • Risp: 126
  • Loc: Rimini
  • Thanks: 13  

25-01-23 11.01

sara mio..
  • doremi58
  • Membro: Expert
  • Risp: 1247
  • Loc: Roma
  • Thanks: 135  

26-01-23 09.30

Il test
Ho provato il v8 pro facendo un test comparato tra il mio mark2 del ’79 e ovviamente con altri vst che uso: scarbee mark I (da sempre il mio preferito), l’electric piano di orange tree samples, e il rhodes di keyscape che pure è notevole. Il confronto si è svolto utilizzando un preset classico di rhodes pulito cioè senza compressione né altri effetti, impostando sia il rhodes vero sia i tre vst ad un volume il più possibile omogeneo, in pratica un suono pulito nudo e crudo come esce da un rhodes per entrare in un ampli, che secondo me è la prova più rognosa per una emulazione del rhodes: se suona bene così suona bene ovunque. Ha comunque tutti gli effetti presenti e regolabili, manca il reverb chissà perchè.
Il v8 l’ho trovato subito molto realistico con due cose che però non mi sono piaciute per niente: il penultimo SIb e il penultimo Mib della parte dx della tastiera (per inciso è un 73 tasti) che ho trovato un po’ irreali cioè troppo squillanti rispetto al rhodes vero, però solamente suonando con una intensità elevata, per capirci, pestando al massimo sul tasto con una velocity esagerata. Ma solo su queste 2 note, su nessun altro tasto ho rilevato lo stesso problema. Siccome il v8pro consente una regolazione abbastanza accurata di alcuni parametri tasto per tasto, ho regolato lievemente i parametri di timbre sui 2 tasti inquisiti così da renderli omogenei con gli altri tasti e risolvendo completamente il problema. E l’ho immediatamente rivalutato.
Il suono del v8 è fedelissimo rispetto al piano originale, vero, sporco e vintage come deve essere. M’ha un po’ ricordato, nell’impasto sonoro delle medio-basse, il meraviglioso mr. ray di zioguido (per chi se lo ricorda, quello che è purtroppo morto nella versione vst x86) col suo impasto sonoro similissimo al rhodes di billie joel in just the way you are dei fine anni ‘70. La differenza è che il v8, all’occorrenza e “pestando” sui tasti, esce poi in modo diverso.
Insomma, secondo le mie orecchie è il più fedele, ma quello che m’è piaciuto molto è la suonabilità dell’insieme che lo rende vicinissimo dall’originale. La suonabilità dell’insieme, al di là del suono più o meno vicino alla fonte imitata, secondo me è ciò che fa la differenza perché c’è un amalgama equilibrato tra i vari campionamenti e i vari layers nei quasi 21 Gb di cui dispone. Insomma m’è piaciuto molto, imbattibile rispetto agli altri vst sulle ottave basse e medio-basse, “impastato” come un vero rhodes che però “esce” al momento opportuno proprio come un vero rhodes cambiando la dinamica nell’esecuzione. L’ho anche testato in un mix sostituendo una traccia su un brano dove avevo utilizzato lo scarbee e mì è piaciuto anche come “esce” nel mix, insomma che altro dire? Mi pare un ottimo vst di rhodes. Consiglio a tutti gli interessati di scaricare la versione di prova per una valutazione personale perchè ne vale la pena.
E’ vero che costa un botto ma ci faccio un pensierino, magari aspetto il primo update dell’attuale v1.0 perché qualcosa la migliorano di certo. Credo che manderò in pensione il grande scarbee.