Spartiti.biz

  • yurirob
  • Membro: Expert
  • Risp: 2525
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 137  

03-05-08 21.42

Dovrei comprare un pò di libri e spartiti a questo sito. Qualcuno lo conosce? Ci si può fidare? Hanno un catalogo immenso.

ciao
  • Grillino
  • Membro: Guru
  • Risp: 9103
  • Loc: Cagliari
  • Status:
  • Thanks: 345  

04-05-08 00.34

che genere di spartiti e libri?
Nel versante jazz c'è la libreria BIRDLAND a Milano, e mi pare venda pure onlineemo
  • yurirob
  • Membro: Expert
  • Risp: 2525
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 137  

04-05-08 15.08

ciao Daniele,
tanto per cominciare volevo prendermi tutti i 12 fascicoli di Longo - La tecnica pianistica per completare lo studio (ho finito di studiare tutte le scale per moto diretto e contrario e ho iniziato a studiare le scale per terze).
Poi alcuni libri con dvd o cd sulla tecnica blues e le scale pentatoniche, tra cui Iniziazione al piano jazz di Andrea Cutuli, Metodo per pianoforte rock di Walter Savelli.
Insomma un pò di roba. Ho deciso di investire un pò sulla didattica visto che mi è difficile andare da un maestro. In realtà ho un maestro di riferimento ma è per i pezzi classici. Di pianoforte rock, pop, blues, jazz non sa niente.
Diciamo che più che altro ci sono cose che ho voglia di approfondire.

Due anni fa mi sono visto, rivisto e in parte anche studiato due bellissimi DVD di Gianni Rocci che mi hanno aperto nuovi orizzonti.
Sono un pò stufo di suonare e accompagnare solo su giri armonici convenzionali. Voglio rafforzare un pò le conoscenze che ho fatto per lo più ad orecchio e imparare cose nuove. Sto anche andando avanti con il solfeggio (Pozzoli) da dove mi ero fermato anni fa.
Speriamo sia la volta buona.

Per cui non investirò soldi in strumenti ma soprattutto sull'apprendimento e lo studio.
Il MO6 che dovevo prendere alla fine per ora non lo compro perchè con il gruppo ho visto che abbiamo meno date di quante sembrava all'inizio e mi faccio bastare l'XP30, e chissenefrega.
Il piano invece presto lo vorrei cambiare però anche qui non so. L'FP2 ha i suoni limiti soprattutto nella meccanica, ma posso suonarci ore e non mi ha mai dato problemi di tendinite ecc. Il sogno sarebbe prendere l'FP7 e mi sa che fra un pò ...

Vabbè sono andato OT

ciao

  • Grillino
  • Membro: Guru
  • Risp: 9103
  • Loc: Cagliari
  • Status:
  • Thanks: 345  

04-05-08 20.03

@ yurirob
ciao Daniele,
tanto per cominciare volevo prendermi tutti i 12 fascicoli di Longo - La tecnica pianistica per completare lo studio (ho finito di studiare tutte le scale per moto diretto e contrario e ho iniziato a studiare le scale per terze).
Poi alcuni libri con dvd o cd sulla tecnica blues e le scale pentatoniche, tra cui Iniziazione al piano jazz di Andrea Cutuli, Metodo per pianoforte rock di Walter Savelli.
Insomma un pò di roba. Ho deciso di investire un pò sulla didattica visto che mi è difficile andare da un maestro. In realtà ho un maestro di riferimento ma è per i pezzi classici. Di pianoforte rock, pop, blues, jazz non sa niente.
Diciamo che più che altro ci sono cose che ho voglia di approfondire.

Due anni fa mi sono visto, rivisto e in parte anche studiato due bellissimi DVD di Gianni Rocci che mi hanno aperto nuovi orizzonti.
Sono un pò stufo di suonare e accompagnare solo su giri armonici convenzionali. Voglio rafforzare un pò le conoscenze che ho fatto per lo più ad orecchio e imparare cose nuove. Sto anche andando avanti con il solfeggio (Pozzoli) da dove mi ero fermato anni fa.
Speriamo sia la volta buona.

Per cui non investirò soldi in strumenti ma soprattutto sull'apprendimento e lo studio.
Il MO6 che dovevo prendere alla fine per ora non lo compro perchè con il gruppo ho visto che abbiamo meno date di quante sembrava all'inizio e mi faccio bastare l'XP30, e chissenefrega.
Il piano invece presto lo vorrei cambiare però anche qui non so. L'FP2 ha i suoni limiti soprattutto nella meccanica, ma posso suonarci ore e non mi ha mai dato problemi di tendinite ecc. Il sogno sarebbe prendere l'FP7 e mi sa che fra un pò ...

Vabbè sono andato OT

ciao

ciao!
Se mi permetti io non prenderei tutti i volumi del longo [ho i primi 3 e ce n'è da fare..........ma tanto]..
piuttosto prenderei il "PRINCIPI RAZIONALI DELLA TECNICA PIANISTICA " di Cortot, non è molto conosciuto ma è un libro PAZZESCO, ti scompone ogni difficoltà tecnica del pianista in piccoli esercizi.......se finisci quello non diventi Pollini ma poco ti manca.

Per quanto riguarda il jazz io ho preso "The Jazz Theory book" di Mark Levine, trad. in italiano di Fabio Jegher, e anche il "The Jazz PIANO book", sempre stesso autore [che però è in arrivo poichè hanno da poco pubblicato la trad. in italiano], a detta di moltissimi pare sia la bibbia del jazz...
per quanto riguarda il solfeggio io ho usato i testi di Nerina Poltronieri, che poi sono i testi che sono adottati dal conservatorio di cagliari, il 1° volume tratta il solfeggio parlato, il 2° il solfeggio parlato e setticlavio, il 3° gli abbellimenti [credo.....ora non ricordo bene gli argomenti]

Teoria :di sicuro il MONACHINO, testo semplice e completissimo

Spero di esserti stato utile,...se ti va possiamo parlarne via MSN, basta che inserisci la mia mail fra i contattiemo
  • yurirob
  • Membro: Expert
  • Risp: 2525
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 137  

04-05-08 20.42

Grazie mille Dany,
in effetti stavo andando un pò a casaccio e forse è meglio che qualcuno mi dia qualche dritta.

Purtroppo non uso msn, nel senso che non so come si usa emo, mi mancano molte basi, non solo musicali.emo

Comunque grazie ancora, casomai ti scrivo in pvt.

ciao

roberto

05-05-08 02.12

Yuri, lascia perdere Longo e Cortot, non perché non siano validi ma perché ci si può 'divertire' di più ottenendo ugualmente ottimi risultati.
  • Grillino
  • Membro: Guru
  • Risp: 9103
  • Loc: Cagliari
  • Status:
  • Thanks: 345  

05-05-08 02.27

@ igiardinidimarzo
Yuri, lascia perdere Longo e Cortot, non perché non siano validi ma perché ci si può 'divertire' di più ottenendo ugualmente ottimi risultati.
Giardini.........con la tecnica pianistica non si scherza.
O studi
O giochi

Il cortot ti insegna veramente la tecnica pianistica.....
....poi se uno deve suonare gli 883 magari è meglio che non lo compri il cortot, ma se ci si vuole addentrare veramente e farsi una base solida allora è un libro molto molto importante che se coadiuvato da un buon insegnante darà dei risultati ottimi

05-05-08 02.44

Se ho dato a Yuri quel consiglio è perché ho studiato Cortot e ho letto qualcosa di Longo e, alla fine, credo sia meglio puntare su autori quali Cramer, Czerny, Pozzoli, ... che hanno composto studi di pregevole fattura tecnica e sono senz'altro più piacevoli da studiare e da suonare.
Edited 5 Mag. 2008 0:45
  • Grillino
  • Membro: Guru
  • Risp: 9103
  • Loc: Cagliari
  • Status:
  • Thanks: 345  

05-05-08 03.32

punti di vista, rispetto comunque il tuo pensieroemoemo
  • MadDog
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11425
  • Loc: Bologna
  • Status:
  • Thanks: 342  

05-05-08 15.43

Il sito è affidabilissimo!

Ho comprato ripetutamente da loro, stanno in spagna (mi pare) e in 1 settimana al massimo arriva tutto.emo
  • yurirob
  • Membro: Expert
  • Risp: 2525
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 137  

05-05-08 18.28

Ringrazio per i pareri sempre utilissimi. Adesso valuterò un pò.

Mi sa allora che i prossimi acquisti li farò su questo sito.
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15759
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 2093  

09-05-08 14.06

Roberto

Confermo anch'io che Spartiti.biz è affidabile.
L'unico problema è che pagando in contrasssegno devi metterti da parte per tempo i contanti... E fino a qui va bene.
Ad esempio a me è arrivata solo una parte dei libri ordinati, ed infatti il contrassegno corrispondeva all'importo corretto. Ma degli altri libri, nessuna traccia... Ho provato a scrivere per sapere se fossero disponibili: nessuna risposta.
Quindi quando fai l'ordine non è detto che ti arrivi tutto...

  • yurirob
  • Membro: Expert
  • Risp: 2525
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 137  

10-05-08 13.49

@ michelet
Roberto

Confermo anch'io che Spartiti.biz è affidabile.
L'unico problema è che pagando in contrasssegno devi metterti da parte per tempo i contanti... E fino a qui va bene.
Ad esempio a me è arrivata solo una parte dei libri ordinati, ed infatti il contrassegno corrispondeva all'importo corretto. Ma degli altri libri, nessuna traccia... Ho provato a scrivere per sapere se fossero disponibili: nessuna risposta.
Quindi quando fai l'ordine non è detto che ti arrivi tutto...

Grazie Michele,
terrò conto anche di questo. Però peccato che questi siti non abbiamo ad esempio un call center o un qualcuno che ti risponda e si debba fare tutto via internet.
Comunque ho approfondito ed è un sito spagnolo che corrisponde alla società
Arrigo Tomasi Ediciones Musicales SL
c/Anselm Clavé, 59 bajo
08350 Arenys de Mar
Barcelona - España

ciao grazie