Esecuzione delle scale per moto contrario

  • Alfred
  • Membro: Guest
  • Risp: 87
  • Loc: Asti
  • Status:
  • Thanks: 1  

24-07-09 18.25

Qualcuno é in grado di spiegarmi come si eseguono le scale per moto contrario?
Da quello che mi pare di sentire sono uno spauracchio incredibile per gli studenti (come me), ma di cosa si tratta?
Suonare una scala maggiore (Es. Do) con il miglio della sinistra sul do più grave e il migliolo della destra sul do più acuto e procedere con la scala verso io centro della tastiera e viceversa? Si tratta proprio di questo? emo
Non vorrei fare il presuntuoso ma dopo averle studiate per moto parallelo mi sembra una cosa così banale!
  • Parsifal
  • Membro: Guru
  • Risp: 6275
  • Loc: Enna
  • Status:
  • Thanks: 453  

24-07-09 18.40

esatto, solo che si parte dal centro della tastiera quindi partendo dalla stessa nota per tutte e due le mani.
  • Alfred
  • Membro: Guest
  • Risp: 87
  • Loc: Asti
  • Status:
  • Thanks: 1  

24-07-09 18.47

Grazie per il chiarimento e scusa per gli innumerevoli errori di battitura!
Sbaglio qualche cosa io o sono un pò dissonanti?
  • Gianikeys
  • Membro: Senior
  • Risp: 666
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 61  

24-07-09 20.38

Mah... Alla fine non più di tanto...!!

Comunque... Parti con entrambe le mani dal Do centrale e suoni la scala per 2 ottave (per limiti "fisici"), andata e ritorno: ovviamente la destra farà moto ascendente-discendente, mentre la sinistra discendente-ascendente. Alla fine ti ritroverai nuovamente sul Do centrale.

Stesso discorso per tutte le altre scale, ognuna mantiene la propria diteggiatura con cui la suoni per moto retto!!

Buono studio!!


P.S.: Nel caso ne avessi bisogno ti consiglio il libro "Montani - Tutte le scale", dove sono presenti, appunto, tutte le scale (moti retti, contrari, terze, seste, doppie terze, doppie seste, ottave, cromatiche) ben scritte e diteggiate!! =)

25-07-09 13.00

Non buttate via i soldi per libri di scale.

Un po' di pazienza e di tempo e te lo trovi tu le diteggiature.
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

25-07-09 13.39

Alfred ha scritto:
Non vorrei fare il presuntuoso ma dopo averle studiate per moto parallelo mi sembra una cosa così banale!

E beh... quella di DO maggiore è una scala "simmetrica" nel moto contrario, quindi è una sciocchezza quando l'hai provata un attimo. Magari quando sei a fare RE# minore o cose simili, cambia un po' la sonata... ma fondamentalmente il concetto è che mantengono, come ti è stato detto sopra, le diteggiature che hanno nel moto retto
  • Parsifal
  • Membro: Guru
  • Risp: 6275
  • Loc: Enna
  • Status:
  • Thanks: 453  

25-07-09 13.44

non saranno più banali quando farai le minori melodiche in moto contrario, perché la destra in ascesa avrà il 6 e 7 grado alterati, mentre la sinistra in discesa li avrà naturali...e viceversa. Un Fa# - melodica non é una passeggiata.emo
  • Ofelio
  • Membro: Expert
  • Risp: 3607
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 98  

26-07-09 05.54

Ancora più difficile (e sadicoemo) sarebbe di farle con la SX in DO e con la DX in DO#emo

okemo
Edited 26 Lug. 2009 3:55
  • Supermario_jazz

26-07-09 08.50

@ Ofelio
Ancora più difficile (e sadicoemo) sarebbe di farle con la SX in DO e con la DX in DO#emo

okemo
Edited 26 Lug. 2009 3:55
Le scale a moto contrario le possono fare solo quelli che sono... contrari alle moto!!! Io posso farle perchè sono un ciclista e sono contrario alle moto!!!!
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

26-07-09 13.08

Io schiaccerei anche la gran parte dei ciclisti quindi le posso fare anche incrociate emo
  • Supermario_jazz

26-07-09 15.30

@ Michele76
Io schiaccerei anche la gran parte dei ciclisti quindi le posso fare anche incrociate emo
Bastardoemoemoemo
  • simoes
  • Membro: Senior
  • Risp: 563
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 49  

26-07-09 19.23

Io di solito le scale per moto contrario le faccio così (è un po' complicato da spiegare ma ci provo).
Posizionate le due mani a 2 ottave di distanza.
1) Suonate 2 ottave per moto retto
2) Arrivati al termine del passo precedente la sinistra ritorna indietro in senso discendente, la destra continua altre 2 ottave in senso ascendente.
3) Arrivati al termine del passo precedente la sinistra continua per due ottave in senso ascendente, la destra per due ottave in senso discendente.
4) Arrivati al termine del passo precedente entrambe le mani in moto retto in senso discendente per due ottave.

Se avete fatto tutti i passi correttamente (e se io non mi sono sbagliato a riportare i passi) dovreste trovarvi nella posizione iniziale.

Buon divertimento emoemoemoemo

  • Supermario_jazz

26-07-09 20.51

@ simoes
Io di solito le scale per moto contrario le faccio così (è un po' complicato da spiegare ma ci provo).
Posizionate le due mani a 2 ottave di distanza.
1) Suonate 2 ottave per moto retto
2) Arrivati al termine del passo precedente la sinistra ritorna indietro in senso discendente, la destra continua altre 2 ottave in senso ascendente.
3) Arrivati al termine del passo precedente la sinistra continua per due ottave in senso ascendente, la destra per due ottave in senso discendente.
4) Arrivati al termine del passo precedente entrambe le mani in moto retto in senso discendente per due ottave.

Se avete fatto tutti i passi correttamente (e se io non mi sono sbagliato a riportare i passi) dovreste trovarvi nella posizione iniziale.

Buon divertimento emoemoemoemo

azz...!!!
Per caso usi il metodo "GARMIN"???emoemo
  • simoes
  • Membro: Senior
  • Risp: 563
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 49  

26-07-09 21.15

Supermario_jazz ha scritto:
azz...!!!
Per caso usi il metodo "GARMIN"???emoemo


Si ho anche il soccorso stradale gratuito nel caso mi perda tra i meandri della tastiera emo
Tutta colpa del mio insegnante, però aiutano a sviluppare una certa indipendenza tra le mani, direi quasi una dissociazione della personalità più che indipendenza! emoemo
Edited 26 Lug. 2009 19:15
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Status:
  • Thanks: 81  

27-07-09 23.02

E pensare che le scale le avevo studiate senza tante storie, una dopo l'altra... per moto retto poi contrario poi per doppie note... l'unico consiglio, a parte studiare finché non le sai tutte (e quando le sai tutte studiarle comunque che non fanno mai male), magari anziché fare tonalità X e relativo minore, fare tonalità X e Xm tipo Sol maggiore in tutte le salse seguita da Sol minore in tutte le salse. Tanto qual è il grado relativo di ogni tonalità si dovrebbe sapere in teoria, non è un problema.

Per quello che riguarda i ciclisti, anch'io a volte ci vado in bicicletta ma tanto ciclisti li schiaccerei senza nemmeno vedere chi è, per non essere condizionato!!