Qualcuno conosce questo modello di Hammond?

  • RickWright
  • Membro: Guest
  • Risp: 47
  • Loc: Catania
  • Status:
  • Thanks: 1  

10-06-19 17.17

Ciao a tutti! Qualcuno conosce il modello di questo Hammond in foto? La persona che se lo vende dice che è un SLI Hammond del 1970, ma non trovo nulla in rete su questa sigla SLI. Se può essere d’aiuto dice anche che monta incorporati 2 altoparlanti Leslie.





Grazie! 👋🏻
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10153
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 771  

10-06-19 18.02

È un Hammond Grandee.

Fa parte della serie di organi Hammond per chiese. Leslie incorporato (ma non suona assolutamente come un Leslie vero), generatore del suono a transistor/circuiti integrati invece che a ruote foniche come gli Hammond ricercati, presenza di registri e suoni aggiuntivi ma dalla qualità equiparabile a quella degli organetti da casa degli anni '70.

Come potrai avere intuito non fa parte della famiglia di Hammond oggi tanto ricercati e riveriti. Personalmente non pagherei più di 250 euro per un organo del genere, e forse sono già pure troppi.
  • RickWright
  • Membro: Guest
  • Risp: 47
  • Loc: Catania
  • Status:
  • Thanks: 1  

10-06-19 18.07

@ mima85
È un Hammond Grandee.

Fa parte della serie di organi Hammond per chiese. Leslie incorporato (ma non suona assolutamente come un Leslie vero), generatore del suono a transistor/circuiti integrati invece che a ruote foniche come gli Hammond ricercati, presenza di registri e suoni aggiuntivi ma dalla qualità equiparabile a quella degli organetti da casa degli anni '70.

Come potrai avere intuito non fa parte della famiglia di Hammond oggi tanto ricercati e riveriti. Personalmente non pagherei più di 250 euro per un organo del genere, e forse sono già pure troppi.
Grazie!! Super utile!! In effetti è in vendita per 80£, con un tasto da riattaccare anche se per il resto in buono stato e funzionante.

Thanks! 😉
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10153
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 771  

10-06-19 18.30

emo
  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 7752
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 659  

10-06-19 19.10

Non lo sottovalutiamo questo modello.
È vero che non è elettromagnetico però quella serie, con LSI, ha un suono molto caldo e il Leslie, anche se non valvolare, è consono alla musica a cui è destinato lo strumento: la musica lounge.
Io l'ho usato ed è molto divertente e soprattutto ha un suono "serio", la musica leggera anni '60/'70, anche la bossa, vengono benissimo.
Per un amatore uno strumento così dovrebbe valere molto di più ed un esemplare che sta bene bene, per come suona, potrebbe, secondo me, stare anche tra gli 800/1000€.

  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 7752
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 659  

10-06-19 19.17

Lo stile di riferimento è questo, non la chiesa:

Io mi ci divertirei un sacco! emo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2089
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 122  

10-06-19 22.11

Non è un elettromagnetico ma il suono mi pare sia molto personale, certo non disprezzabiie.
Il vero problema, oltre lo spazio è capire, nel caso ce ne fosse bisogno, sino a che punto possa ora essere riparabile.
  • SimonKeyb
  • Membro: Expert
  • Risp: 5000
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 276  

10-06-19 22.20

Il suono mi sembra parecchio datato a giudicare dai video. Peccato perchè deve essere stato sicuramente un bello strumento ai suoi tempi, ma oggi oltre che per collezionismo o passione non credo abbia senso.

giosanta ha scritto:
Il vero problema, oltre lo spazio è capire, nel caso ce ne fosse bisogno, sino a che punto possa ora essere riparabile.

tra l'altro emo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2089
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 122  

10-06-19 22.52

Mah! Che dire. Sul concetto di “datato” mi astengo perché s’innescherebbe una discussione che ci portebbe troppo lontano.
Al di lá di questo strumento specifico ritengo che il paradosso più che nel suono sia nel nome, nel senso che alla parola “Hammond” si associa naturalmente un certo/certi strumento/i ed un certo suono.
Inevitabile visto il peso storico ed il fascino unico.
Tuttavia, altri “suoni” d’organo, i classici transistor, che poi tutti uguali non erano, come Farfisa, Yamaha, Thomas a me continuano a piacere, e parecchio (non cito volutamente il Vox perché a me viceversa non è mai piaciuto troppo). Forse anche per la distanza / differenza con The King.
Tanto per chiacchierare.
  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 7752
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 659  

11-06-19 01.48

giosanta ha scritto:
Mah! Che dire. Sul concetto di “datato” mi astengo perché s’innescherebbe una discussione che ci portebbe troppo lontano.

Come avevo detto, questi strumenti erano molto usati per la musica da intrattenimento o in casa per essere autonomi. Venne addirittura coniato il termine Hammond Cocktail per indicare un tipo di repertorio alla "pianobar" ma eseguito con l'Hammond.

L'Hammond era nato per la chiesa ma, perlomeno in Europa, venne molto ostacolato.
Trovò il suo spazio in tre espressioni sonore distinte:
>nella liturgia (classica/gospel)
>nell'intrattenimento (da F. Waller a Waxman)
>nel jazz e nel rock

L'organo in questione, il mod. Grandee, appartiene al secondo tipo sonoro, quello dell'intrattenimento, anche se usava la "nuova" tecnologia a transistor cercando comunque di mantenere la tradizione degli elettromagnetici dedicati come Hammond X66 o X77.

Hammond da chiesa: mod. E, D152, RT3, C3 ,

Hammond lounge: mod. H100, X66/77 ma anche C3/B3 ,

Hammond jazz/blues/rock: C3/B3/A100/M/L100 ,

Ma ovviamente la radice degli Hammond, quelli elettromagnetici, è uguale per tutti: il Tone Generator che, con più o meno ruote foniche, veniva sdattato ai vari modelli che quindi suonavano tutti più o meno uguali.
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10153
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 771  

11-06-19 10.08

giosanta ha scritto:
Tuttavia, altri “suoni” d’organo, i classici transistor, che poi tutti uguali non erano, come Farfisa, Yamaha, Thomas a me continuano a piacere, e parecchio (non cito volutamente il Vox perché a me viceversa non è mai piaciuto troppo). Forse anche per la distanza / differenza con The King


È proprio quella personalità così unica e distante dagli Hammond a dargli dignità. Certo non tutti suonano bene, ci sono combo bellissimi (anche oltre ai consueti Vox e Farfisa) e ce ne sono altri che suonano da schifo.

Preciso che col mio primo post non intendevo dire che l'Hammond Grandee sia da buttare. Semplicemente non essendo elettromagnetico e non avendo "quel" suono non è un modello ricercato e quindi sul mercato non ha un gran valore monetario. Poi per carità, a saperlo sfruttare come si deve e ad avere lo spazio, per 250 euro un organo del genere lo comprerei anche adesso. A 900/1000 euro però già comincerei a pensare di mettere da parte quei soldi per comprare più in la un elettromagnetico. Ho visto degli A100 in vendita intorno ai 3000/3500 euro, che a parte l'amplificazione incorporata ed il mobile con stile diverso è lo stesso identico strumento di B3 e C3. Stesso generatore, stessa unità vibrato/chorus e e stessi controlli. Da quel che so l'unica cosa che cambia è il preamp a cui va collegato il Leslie, che sull'A100 esce con un segnale più forte e quindi tende a far distorcere di più il Leslie.
  • ziokiller
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9124
  • Loc: Treviso
  • Status:
  • Thanks: 1117  

11-06-19 11.44

RickWright ha scritto:
La persona che se lo vende dice che è un SLI


Forse intendevi LSI - elle esse i - era la sigla di cui tanti produttori di elettronica si vantavano nei primi anni '80, che sta per "Large Scale Integration", cioè integrazione a larga scala, relativa ai nuovi - per l'epoca - circuiti integrati che potevano contenere fino a 10 mila transistor nel loro interno.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2089
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 122  

11-06-19 12.48

mima85 ha scritto:
...A 900/1000 euro però già comincerei a pensare di mettere da parte quei soldi per comprare più in la un elettromagnetico...

... e fai bene.
  • lele49
  • Membro: Expert
  • Risp: 1436
  • Loc: Cuneo
  • Status:
  • Thanks: 31  

11-06-19 14.17

@ vin_roma
giosanta ha scritto:
Mah! Che dire. Sul concetto di “datato” mi astengo perché s’innescherebbe una discussione che ci portebbe troppo lontano.

Come avevo detto, questi strumenti erano molto usati per la musica da intrattenimento o in casa per essere autonomi. Venne addirittura coniato il termine Hammond Cocktail per indicare un tipo di repertorio alla "pianobar" ma eseguito con l'Hammond.

L'Hammond era nato per la chiesa ma, perlomeno in Europa, venne molto ostacolato.
Trovò il suo spazio in tre espressioni sonore distinte:
>nella liturgia (classica/gospel)
>nell'intrattenimento (da F. Waller a Waxman)
>nel jazz e nel rock

L'organo in questione, il mod. Grandee, appartiene al secondo tipo sonoro, quello dell'intrattenimento, anche se usava la "nuova" tecnologia a transistor cercando comunque di mantenere la tradizione degli elettromagnetici dedicati come Hammond X66 o X77.

Hammond da chiesa: mod. E, D152, RT3, C3 ,

Hammond lounge: mod. H100, X66/77 ma anche C3/B3 ,

Hammond jazz/blues/rock: C3/B3/A100/M/L100 ,

Ma ovviamente la radice degli Hammond, quelli elettromagnetici, è uguale per tutti: il Tone Generator che, con più o meno ruote foniche, veniva sdattato ai vari modelli che quindi suonavano tutti più o meno uguali.
Come al solito una grande spiegazione esauriente.Ciao carissimo.
  • lele49
  • Membro: Expert
  • Risp: 1436
  • Loc: Cuneo
  • Status:
  • Thanks: 31  

11-06-19 14.24

@ RickWright
Grazie!! Super utile!! In effetti è in vendita per 80£, con un tasto da riattaccare anche se per il resto in buono stato e funzionante.

Thanks! 😉
Il problema è che sarebbe interessante spere quanto ha suonato??? cosa impossibile,quindi se hai posto in casa puoi rischiare,e ci va una grande fortuna,altrimenti o impari a riparartelo tu,se trovi i ricambi,o chiami il tecnico?????'emoemo,e da li comincia l'avventura.
Sono stato da giovane grande amante di questi strumenti elettromeccanici e a transistor,e lo sono ancora,ma non mi faccio tentare,dai motivi che ho sopracitato.

Buona fortuna.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2089
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 122  

11-06-19 15.43

lele49 ha scritto:
... Sono stato da giovane grande amante di questi strumenti elettromeccanici...

Per dovere di cronaca precisiamo che gli Hammond elettromeccanici sono tutti riparibilissimi ed esiste ricambistica integrale.