Pianoforte digitale

  • CoccigeSupremo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3157
  • Loc: Latina
  • Status:
  • Thanks: 117  

14-02-20 19.52

Il mercato dei "pianoforti digitali" è a me parecchio sconosciuto.
Ho sempre cercato Stage/Workstation/Synth utili al live, e non mi sono mai soffermato più di tanto sul mercato delle "tastiere da casa".

Abbandonata ormai l'idea di un piano verticale, ho pensato di vendere definitivamente (dopo un primo ripensamento) la mia Motif XF8 e aggiungere poi la differenza per portarmi a casa un "verticale digitale".

Budget 3000 euro circa, non di più.

Guardavo ai seguenti modelli, voi cosa ne pensate?

1)Yamaha: Clavinova Clp 675 e clp 685. Sembra che la differenza (importante) risiede nella presenza dei contrappesi nei tasti del 685 (assenti nel 675).
Non so se avrò la possibilità di provarli, ma credete che in un digitale la differenza di questo "contrappeso" valga 1000 euro di differenza tra i 2 modelli?

2)Yamaha Clavinova CSP 170: Il prezzo è vicino al modello "di mezzo" dei Clp, tuttavia le meccaniche sono diverse, e in parte mi vien da pensare che il prezzo maggiorato sia dovuto a tutte quelle minchiate tipo "schermino a led che mostra le note da suonare", l'integrazione con Ipad/Iphone, il registratore multitraccia e altre amenità...

3)Kawai CA79: Il loro suono di pianoforte mi piace davvero molto. Non ho mai avuto modo di provare la meccanica. Quella dei coda e verticali che ci sono in conservatorio mi piaccono tantissimo. Monta la meccanica Gran Feel di cui si parla un gran bene.

4)Kawai VPC1: Ok, non è un pianoforte digitale in senso stretto, ma praticamente ad un terzo del prezzo mi chiedevo se la meccanica del VPC1 (Grand Feel 1) si avvicina a quella utilizzata nei loro pianoforti digitali di fascia alta come la GF2 o è semplicemente una buona meccanica rispetto alle concorrenti nella fascia dei 1300 euro.

Consigli?

L'obiettivo è unicamente avere una ottima meccanica che non si distacchi troppo dalla meccanica dei pianoforti verticali o a coda (seppur ovviamente, la differenza ci sarà)
Thanks a chiunque risponderà.
  • Pippo18
  • Membro: Senior
  • Risp: 204
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 13  

14-02-20 19.58

@ CoccigeSupremo
Il mercato dei "pianoforti digitali" è a me parecchio sconosciuto.
Ho sempre cercato Stage/Workstation/Synth utili al live, e non mi sono mai soffermato più di tanto sul mercato delle "tastiere da casa".

Abbandonata ormai l'idea di un piano verticale, ho pensato di vendere definitivamente (dopo un primo ripensamento) la mia Motif XF8 e aggiungere poi la differenza per portarmi a casa un "verticale digitale".

Budget 3000 euro circa, non di più.

Guardavo ai seguenti modelli, voi cosa ne pensate?

1)Yamaha: Clavinova Clp 675 e clp 685. Sembra che la differenza (importante) risiede nella presenza dei contrappesi nei tasti del 685 (assenti nel 675).
Non so se avrò la possibilità di provarli, ma credete che in un digitale la differenza di questo "contrappeso" valga 1000 euro di differenza tra i 2 modelli?

2)Yamaha Clavinova CSP 170: Il prezzo è vicino al modello "di mezzo" dei Clp, tuttavia le meccaniche sono diverse, e in parte mi vien da pensare che il prezzo maggiorato sia dovuto a tutte quelle minchiate tipo "schermino a led che mostra le note da suonare", l'integrazione con Ipad/Iphone, il registratore multitraccia e altre amenità...

3)Kawai CA79: Il loro suono di pianoforte mi piace davvero molto. Non ho mai avuto modo di provare la meccanica. Quella dei coda e verticali che ci sono in conservatorio mi piaccono tantissimo. Monta la meccanica Gran Feel di cui si parla un gran bene.

4)Kawai VPC1: Ok, non è un pianoforte digitale in senso stretto, ma praticamente ad un terzo del prezzo mi chiedevo se la meccanica del VPC1 (Grand Feel 1) si avvicina a quella utilizzata nei loro pianoforti digitali di fascia alta come la GF2 o è semplicemente una buona meccanica rispetto alle concorrenti nella fascia dei 1300 euro.

Consigli?

L'obiettivo è unicamente avere una ottima meccanica che non si distacchi troppo dalla meccanica dei pianoforti verticali o a coda (seppur ovviamente, la differenza ci sarà)
Thanks a chiunque risponderà.
Ciao,
Credo che il vpc1 abbia la keybed RM3, leggermente più corta della GF.
comparazione

Io ho provato il ca48 che ha la GF compact e devo dire che mi è sembrata molto realistica.

Il ca79 dovrebbe avere la nuova GF3, (edit. Avevo scritto "ancora più lunga", ma in realtà è lunga come la GF2 ma migliorata in alcune caratteristiche, sorry)

P. S.
C'è un altra discussione simile qui, magari trovi qualche spunto.
  • Cyrano
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11068
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 543  

14-02-20 21.24

Un codino tuo CLP 665? Da esposizione va via sui 3,600

Ah per quel che riguarda le keybed c’è un 3D specifico se ti interessa
  • morgan74
  • Membro: Expert
  • Risp: 1908
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-02-20 22.00

Io per casa ho un Yamaha Clavinova Csp 150.
Molto bello, e con la sua App su iPad, si aggiungono una marea di suoni, accompagnamenti, effetti e anche ingresso microfonico con effetto per voce ecc..
Molto bello.
Magari se puoi vai sul modello di punta Csp 170.
Suoni bellissimi, tasto pesato davvero ben fatto e di qualità superiore alla maggior parte degli stage piano.
  • CoccigeSupremo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3157
  • Loc: Latina
  • Status:
  • Thanks: 117  

16-02-20 20.28

Scusate l'assenza e grazie delle risposte. :)

@Pippo: Prima di tutto grazie per la comparazione.
Io non ne capisco molto di "meccaniche".
Credi che la GF2/GF3 sia molto meglio della RM3 montata sul vpc?
Ovviamente parliamo di prezzi diversi, ma se davvero le meccaniche risultano simili per durezza e risposta, risparmiare tanti euro non mi dispiacerebbe affatto :)

@Cyrano: Spazio per codino non ce l'ho purtroppo, dovrebbe andare in stanza, e già sto cercando di capire se il "verticale" potrebbe andar bene :)
Ricordo che avevi aperto un thread, ora lo cerco :)

@Morgan: Ti ringrazio per la risposta. Come detto, diciamo che non mi interessano suoni, accompagnamenti, effetti o ingressi microfonici. Vorrei per la prima volta una tastiera ottimizzata e da "pagare" per il solo suono di piano e meccanica ottima.
La mia unica paura è che il CSP monti una piccola evoluzione della GHS presente su MoXF/MoDX, mentre invece vorrei davvero una meccanica dura, in legno, che dia davvero la sensazione di star li a suonare un acustico.
  • Pippo18
  • Membro: Senior
  • Risp: 204
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 13  

16-02-20 20.55

@ CoccigeSupremo
Scusate l'assenza e grazie delle risposte. :)

@Pippo: Prima di tutto grazie per la comparazione.
Io non ne capisco molto di "meccaniche".
Credi che la GF2/GF3 sia molto meglio della RM3 montata sul vpc?
Ovviamente parliamo di prezzi diversi, ma se davvero le meccaniche risultano simili per durezza e risposta, risparmiare tanti euro non mi dispiacerebbe affatto :)

@Cyrano: Spazio per codino non ce l'ho purtroppo, dovrebbe andare in stanza, e già sto cercando di capire se il "verticale" potrebbe andar bene :)
Ricordo che avevi aperto un thread, ora lo cerco :)

@Morgan: Ti ringrazio per la risposta. Come detto, diciamo che non mi interessano suoni, accompagnamenti, effetti o ingressi microfonici. Vorrei per la prima volta una tastiera ottimizzata e da "pagare" per il solo suono di piano e meccanica ottima.
La mia unica paura è che il CSP monti una piccola evoluzione della GHS presente su MoXF/MoDX, mentre invece vorrei davvero una meccanica dura, in legno, che dia davvero la sensazione di star li a suonare un acustico.
Ciao.
Purtroppo non ho mai provato la rm3.
Anche io sono alla ricerca di una "nuova macchina" con ottima keybed (visto che per i suoni userei i Vst).
Mi sono letto un po' di materiale in giro e le differenze che vengono evidenziate tra rm3 e GF2 sono sul fatto che il fulcro più avanzato rende più facile alcune esecuzioni e che in generale la GF2 è un po' più "morbida".
Io ho provato una GF compact che come dimensioni sembra molto simile alla rm3 e devo dire che mi è piaciuta molto. Purtroppo trovare un vpc1 da provare sembra impossibile...
Maxpiano (che ha un vpc1) ha sicuramente esperienza più diretta.

P. S.
La nuova GF3 (e anche la GF compact) sembrano risolvere anche un piccolo difetto che le versioni precedenti (compresa la rm3) in alcuni casi hanno mostrato nel lungo periodo. Il perno che fa muovere il martelletto sulle nuove versioni "striscia" su un "cappuccio" di plastica più solido di quello delle versioni precedenti, che in alcuni casi diventano "rumorose" .
Qui un lunghissimo thread a riguardo.