Microfono studio: Rode, Aston??

  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

22-05-20 17.04

Salve a tutti,
chiedo consiglio a voi per questo nuovo acquisto che sto per fare.
So già che soprattutto i microfoni, come monitor e quant'altro del resto, vanno provati di persona, nel proprio ambiente, ecc, cosa che ovviamente farò in modo da vedere di persona quale è più in linea con il mio gusto.
Tuttavia un vostro consiglio, e una vostra dritta da voi che magari ne avete notato anche pregi e difetti, mi farebbe comodo, soprattutto considerato che so che fra voi c'è gente che con microfoni ne ha a che fare continuamente, specie Rode, Aston, ecc.

Compongo musica da colonna sonora, dunque quello per cui il mio studio è "configurato" è principalmente l'uso di vst, Synths e varie, e non ho mai avuto grosse esigenze di ripresa microfonica fino ad ora.
Adesso appunto, un po' per "completezza" del mio studio stesso, un po' perché vorrei registrare anche voci esterne tra le svariate tracce orchestrali, o altri strumenti da poter poi campionare per creare effetti o linee melodiche stesse, avrei appunto l'esigenza di acquistare un buon Mic.

Per l'uso, abbastanza saltuario, che ne faccio per ora non ho esigenza appunto di acquistare un Neumann o simili, vorrei però prendere il meglio che il mercato possa offrirmi per il budget che mi sono proposto: €300-350

I due microfoni sui quali mi sono orientato sono principalmente:
- Rode NT2a
- Aston Spirit (Ho visto anche l'Origin, ma ad ora sono più orientato verso lo Spirit)

Fino a poco tempo fa stavo vedendo anche l'AKG C240, per quanto poi mi ero orientato più verso il Rode (che comunque per quanto ne so è un ottimo compromesso).
Quando poi ho iniziato a vedere questi Aston, ed ho riscontrato che effettivamente se ne parla davvero un gran bene, e da qui anche il voler sentire un vostro parere che magari li avete avuti tra le mani.

P.S. un esempio di cose che posso andare a registrare sono cose di questo tipo , ovvero uso della voce stessa come strumento, vocalizzi ecc. o questo ma ovviamente anche un utilizzo più "normale", roba molto più "standard" per così dire emo
Chiaramente so che ogni progetto, ogni voce, richiederebbe un Mic o più a parte, ma insomma, vorrei trovare per ora semplicemente un ottimo compromesso da cui poi poter ampliarmi. emo
  • SimonKeyb
  • Membro: Expert
  • Risp: 5348
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 304  

22-05-20 17.51

I miei amici fonici (di fiducia) solitamente consigliano Aston. Rode non mi convince, possiedo e uso mio malgrado l'NT1A che dovrebbe essere piuttosto vicino come suono all'NT2; non ne sono mai stato molto contento.
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

22-05-20 21.59

@ SimonKeyb
I miei amici fonici (di fiducia) solitamente consigliano Aston. Rode non mi convince, possiedo e uso mio malgrado l'NT1A che dovrebbe essere piuttosto vicino come suono all'NT2; non ne sono mai stato molto contento.
Grazie per la tua info Simon... e ancora un altro parere favorevole sull'Aston.. emo
Si, per quanto so che l'NT2a dovrebbe essere leggermente più caldo per il discorso della capsula (che se non sbaglio è diversa, o così avevo letto da qualche parte).
In ogni caso mi chiedevo, non potrebbe invece essere una caratteristica apprezzabile il fatto che sia molto neutro se uno avesse poi l'intenzione di farlo passare magari in un preamp di quelli seri???
O meglio, in questo caso, avere un microfono meno neutro e fare passare quest'ultimo in un preamp un po' colorato, non pone magari un problema di "eccessivo colore", al contrario di un microfono più neutro, come il tuo Rode ad esempio???
Non sono troppo esperto in materia, sto cercando di farmi un'idea appunto sui possibili effetti prodotti emo

Altre "testimonianze" poi???
Ricordavo questo forum particolarmente attivo quando si parlava di microfoni di solito emo
  • SimonKeyb
  • Membro: Expert
  • Risp: 5348
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 304  

23-05-20 12.02

Insisto che lo spirit costa 350 contro i 200 dell'NT2A ma non c'è storia, se fai qualche ricerchina su google per qualche comparativa vedrai che quasi tutti sono favorevoli all'Aston, come caratteristica vocale credo sia abbastanza neutro ma il rode per esempio è secco e non particolarmente caldo (per questo te lo sconsiglio)
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

23-05-20 14.24

@ SimonKeyb
Insisto che lo spirit costa 350 contro i 200 dell'NT2A ma non c'è storia, se fai qualche ricerchina su google per qualche comparativa vedrai che quasi tutti sono favorevoli all'Aston, come caratteristica vocale credo sia abbastanza neutro ma il rode per esempio è secco e non particolarmente caldo (per questo te lo sconsiglio)
Nella loro fascia di prezzo gli Aston vanno per la maggiore. Anche io ho un NT1 ma ormai per le voci uso quasi esclusivamente SM7 che in casa mi da meno problemi.
Che scheda audio hai?
  • SimonKeyb
  • Membro: Expert
  • Risp: 5348
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 304  

23-05-20 15.04

MarcoC ha scritto:
Anche io ho un NT1 ma ormai per le voci uso quasi esclusivamente SM7 che in casa mi da meno problemi.

Infatti quella volta mi sono pentito di non essermi preso l'SM7...

cmq siccome si era toccato il discorso preamp, inutile fare considerazioni in quel senso se si ha una scheda audio scadente. Se si vuole qualità (con la Q) è più importante una buona scheda audio (almeno RME) poi si può pensare eventualmente a un preamp, dando per scontato che si abbia un ambiente di ripresa ottimale.
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

23-05-20 15.10

SimonKeyb ha scritto:
inutile fare considerazioni in quel senso se si ha una scheda audio scadente. Se si vuole qualità (con la Q) è più importante una buona scheda audio (almeno RME) poi si può pensare eventualmente a un preamp

Appunto........emo
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

23-05-20 16.39

E siamo a due per l'Aston emo

SimonKeyb ha scritto:
Insisto che lo spirit costa 350 contro i 200 dell'NT2A ma non c'è storia, se fai qualche ricerchina su google per qualche comparativa vedrai che quasi tutti sono favorevoli all'Aston, come caratteristica vocale credo sia abbastanza neutro ma il rode per esempio è secco e non particolarmente caldo (per questo te lo sconsiglio)


In realtà per quanto ho visto i prezzi sono abbastanza equivalenti, NT2a sta intorno ai 300 (il set con il ragno) contro i 325 dello Spirit...
però al di là del budget è proprio questo che mi interessava, come detto farò la prova anche personalmente, ma non vorrei appunto avere particolare freddezza o suono poco corposo appunto, e mi pare di capire che Aston possa avere una marcia in più su questo

MarcoC ha scritto:
Che scheda audio hai?

Attualmente utilizzo una Focusrite Scarlett 18i6, che ho oramai da anni, e che mi rendo conto non sia il massimo a livello di pre, ma per ora, dato anche il poco tempo che riesco a dedicare alla scrittura non mi trovavo male (anche perché non ho mai registrato granchè a livello microfonico).
Già da tempo pensavo di passare a Uad Apollo Twin (che immagino possa essere già un ottima scheda anche a livello di convertitori se non sbaglio), acquisto poi posticipato a causa del poco tempo che riuscivo a trovare per comporre (non volevo fare un acquisto e lasciarlo poi lì a marcire appunto emo).
in ogni caso so che è inutile mettere un ottimo pre al microfono per poi farlo passare in una scheda audio con convertitori abbastanza scarsi, questo è ovvio, tuttavia ho parlato di pre semplicemente perché, volendo guardare anche un po' in ottica futura, non vorrei acquistare un microfono che non mi possa soddisfare anche un po' più a lungo termine...

Ma mi pare di capire che comunque di questo Aston veramente se ne parla bene, dunque sarà il caso che ci faccio davvero un pensiero e lo provo di persona emo
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

24-05-20 15.38

@ Giacomo_15
E siamo a due per l'Aston emo

SimonKeyb ha scritto:
Insisto che lo spirit costa 350 contro i 200 dell'NT2A ma non c'è storia, se fai qualche ricerchina su google per qualche comparativa vedrai che quasi tutti sono favorevoli all'Aston, come caratteristica vocale credo sia abbastanza neutro ma il rode per esempio è secco e non particolarmente caldo (per questo te lo sconsiglio)


In realtà per quanto ho visto i prezzi sono abbastanza equivalenti, NT2a sta intorno ai 300 (il set con il ragno) contro i 325 dello Spirit...
però al di là del budget è proprio questo che mi interessava, come detto farò la prova anche personalmente, ma non vorrei appunto avere particolare freddezza o suono poco corposo appunto, e mi pare di capire che Aston possa avere una marcia in più su questo

MarcoC ha scritto:
Che scheda audio hai?

Attualmente utilizzo una Focusrite Scarlett 18i6, che ho oramai da anni, e che mi rendo conto non sia il massimo a livello di pre, ma per ora, dato anche il poco tempo che riesco a dedicare alla scrittura non mi trovavo male (anche perché non ho mai registrato granchè a livello microfonico).
Già da tempo pensavo di passare a Uad Apollo Twin (che immagino possa essere già un ottima scheda anche a livello di convertitori se non sbaglio), acquisto poi posticipato a causa del poco tempo che riuscivo a trovare per comporre (non volevo fare un acquisto e lasciarlo poi lì a marcire appunto emo).
in ogni caso so che è inutile mettere un ottimo pre al microfono per poi farlo passare in una scheda audio con convertitori abbastanza scarsi, questo è ovvio, tuttavia ho parlato di pre semplicemente perché, volendo guardare anche un po' in ottica futura, non vorrei acquistare un microfono che non mi possa soddisfare anche un po' più a lungo termine...

Ma mi pare di capire che comunque di questo Aston veramente se ne parla bene, dunque sarà il caso che ci faccio davvero un pensiero e lo provo di persona emo
Considera che non a caso si parla sempre di "catena audio"! Il senso è quello di rapportare in modo coerente ogni elemento della catena all'altro tenendo sempre a mente la regola n.1 "la qualità finale è determinata dall'anello più debole della catena".
E non dimenticare che tra gli anelli della catena ci sei anche tu con le tue competenze e l'ambiente in cui registri (e aggiungo io che forse sono proprio i due anelli principali).
La scheda che hai è una buona scheda home di fascia economica.....con la Apollo Twin (che ho preso da poco anche io) faresti un grande salto di qualità sia per quanto riguarda la qualità della scheda che per quanto riguarda la possibilità di utilizzare i plugin UAD.
Con l'Aston prenderesti sicuramente un microfono di cui parlano tutti benissimo il che è giù un punto a suo favore ma che non necessariamente è quello che può servire a te! Dovresti avere bene chiaro cosa vuoi e come lo vuoi altrimenti puoi anche prendere un Neumann e non esserne soddisfatto.
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

24-05-20 17.08

@ MarcoC
Considera che non a caso si parla sempre di "catena audio"! Il senso è quello di rapportare in modo coerente ogni elemento della catena all'altro tenendo sempre a mente la regola n.1 "la qualità finale è determinata dall'anello più debole della catena".
E non dimenticare che tra gli anelli della catena ci sei anche tu con le tue competenze e l'ambiente in cui registri (e aggiungo io che forse sono proprio i due anelli principali).
La scheda che hai è una buona scheda home di fascia economica.....con la Apollo Twin (che ho preso da poco anche io) faresti un grande salto di qualità sia per quanto riguarda la qualità della scheda che per quanto riguarda la possibilità di utilizzare i plugin UAD.
Con l'Aston prenderesti sicuramente un microfono di cui parlano tutti benissimo il che è giù un punto a suo favore ma che non necessariamente è quello che può servire a te! Dovresti avere bene chiaro cosa vuoi e come lo vuoi altrimenti puoi anche prendere un Neumann e non esserne soddisfatto.
Bè si, questa è una cosa che ovviamente ho ben chiara, non essendo proprio alle prime armi in termini musicali emo
Più che altro posso esserlo in quanto a registrazione prettamente microfonica, ma diciamo che il concetto dell'anello più debole dovrebbe essere applicato alla musica in generale a mio parere emo
Comunque sono assolutamente d'accordo con il tuo discorso sul Neumann, ed è proprio per questo che, anche considerato il mio utilizzo non ne vedo neppure l'utilità all'acquisto.
Così come so bene che non è il fatto che molti siano soddisfatti dall'Aston che ne fa il microfono che soddisferà anche me, tutt'altro magari emo
Come già detto il passaggio della prova personale, fatta da me e nel mio ambiente, sarà ciò che mi farà capire la "scelta giusta" da fare chiaramente, ma un vostro parere come per altri acquisti in passato mi faceva comunque piacere averlo emo
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

24-05-20 22.37

Giacomo_15 ha scritto:
non essendo proprio alle prime armi in termini musicali
Più che altro posso esserlo in quanto a registrazione prettamente microfonica, ma diciamo che il concetto dell'anello più debole dovrebbe essere applicato alla musica in generale a mio parere


Non mi sarei mai permesso.....naturalmente intendevo nell'ambito delle tecniche di registrazione emo
Considera anche la possibilità di un buon dinamico tipo SM7 che spesso viene utilizzato anche a livelli moooolto professionali......guardati il video sulla registrazione dell'ultimo brano di Jovanotti.....registrato in un casale in Toscana.....primo esperimento fatto con un Sony da 10.000€.....alla fine si vede che registrano con l'SM7 emo
Altro esempio a favore di SM7......è stato usato da Michael Jackson per la registrazione di Thriller.
L'unico punto a suo sfavore è che, come per tutti i dinamici ma nello specifico ancora di più, necessita di un pre che spinga molto per dargli il guadagno giusto a farlo suonare come si deve e dubito che la Focurite ce la faccia!
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

26-05-20 11.51

@ MarcoC
Giacomo_15 ha scritto:
non essendo proprio alle prime armi in termini musicali
Più che altro posso esserlo in quanto a registrazione prettamente microfonica, ma diciamo che il concetto dell'anello più debole dovrebbe essere applicato alla musica in generale a mio parere


Non mi sarei mai permesso.....naturalmente intendevo nell'ambito delle tecniche di registrazione emo
Considera anche la possibilità di un buon dinamico tipo SM7 che spesso viene utilizzato anche a livelli moooolto professionali......guardati il video sulla registrazione dell'ultimo brano di Jovanotti.....registrato in un casale in Toscana.....primo esperimento fatto con un Sony da 10.000€.....alla fine si vede che registrano con l'SM7 emo
Altro esempio a favore di SM7......è stato usato da Michael Jackson per la registrazione di Thriller.
L'unico punto a suo sfavore è che, come per tutti i dinamici ma nello specifico ancora di più, necessita di un pre che spinga molto per dargli il guadagno giusto a farlo suonare come si deve e dubito che la Focurite ce la faccia!
Perdona la risposta tardiva ma questi giorni sono stato molto incasinato emo

Ma ci mancherebbe, mica mi ero offeso! emoemo
Anzi, quello che dicevi lo trovo giustissimo, molto spesso le persone danno molto meno peso al fattore ambiente/capacità di quello che dovrebbero, hai fatto benissimo a puntualizzarlo emo
In ogni caso, allo stato attuale sono estremamente più indirizzato verso l'Aston.
Mi sono anche guardato, per pura curiosità, qualche video di comparazione con altri microfoni (anche molto più blasonati) e devo dire di essere stato davvero impressionato sia per il suono, che soprattutto per il rapporto qualità/prezzo dello Spirit... Spero che quando lo avrò fra le mani confermerà la cosa anche alle mie orecchie! emo
Tra l'altro anche l'Origin suona molto bene a quanto sentito (mi era anche venuto il dubbio infatti, ma immagino lo Spirit sia un po' più completo, oltre che forse un po' più caldo).

Si, l'SM7 lo conosco bene in quanto a nome, per quanto non ho mai avuto il piacere di utilizzarlo, sento molte opinioni positive anche su quello.
Ora come ora un condensatore in studio mi manca dunque credo andrò con l'Aston come prima scelta, non escludo però in futuro di ampliare anche l'orizzonte "registrazione" e in quel caso un buon Pre sarà una diretta conseguenza, con relativo upgrade della scheda audio che comunque a breve credo farò.
A quel punto magari potrei fare un pensiero anche ad affiancarci un microfono di diverso tipo come l'SM7 o simili, ma per ora diciamo di non affrettare i tempi! emo

Se posso, con la Uad Apollo come ti trovi??
Mi ha sempre affascinato oltreché so essere un prodotto ottimo, e che probabilmente, oltre che di pre che ho sempre usato poco, mi farebbe fare un discreto salto a livello di convertitori (dimmi tu se sbaglio, dato che quello mi interessa particolarmente emo), ma ultimamente ho visto anche Antelope (il modello Discrete se non sbaglio) che sembra non essere affatto male.
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

26-05-20 15.07

@ Giacomo_15
Perdona la risposta tardiva ma questi giorni sono stato molto incasinato emo

Ma ci mancherebbe, mica mi ero offeso! emoemo
Anzi, quello che dicevi lo trovo giustissimo, molto spesso le persone danno molto meno peso al fattore ambiente/capacità di quello che dovrebbero, hai fatto benissimo a puntualizzarlo emo
In ogni caso, allo stato attuale sono estremamente più indirizzato verso l'Aston.
Mi sono anche guardato, per pura curiosità, qualche video di comparazione con altri microfoni (anche molto più blasonati) e devo dire di essere stato davvero impressionato sia per il suono, che soprattutto per il rapporto qualità/prezzo dello Spirit... Spero che quando lo avrò fra le mani confermerà la cosa anche alle mie orecchie! emo
Tra l'altro anche l'Origin suona molto bene a quanto sentito (mi era anche venuto il dubbio infatti, ma immagino lo Spirit sia un po' più completo, oltre che forse un po' più caldo).

Si, l'SM7 lo conosco bene in quanto a nome, per quanto non ho mai avuto il piacere di utilizzarlo, sento molte opinioni positive anche su quello.
Ora come ora un condensatore in studio mi manca dunque credo andrò con l'Aston come prima scelta, non escludo però in futuro di ampliare anche l'orizzonte "registrazione" e in quel caso un buon Pre sarà una diretta conseguenza, con relativo upgrade della scheda audio che comunque a breve credo farò.
A quel punto magari potrei fare un pensiero anche ad affiancarci un microfono di diverso tipo come l'SM7 o simili, ma per ora diciamo di non affrettare i tempi! emo

Se posso, con la Uad Apollo come ti trovi??
Mi ha sempre affascinato oltreché so essere un prodotto ottimo, e che probabilmente, oltre che di pre che ho sempre usato poco, mi farebbe fare un discreto salto a livello di convertitori (dimmi tu se sbaglio, dato che quello mi interessa particolarmente emo), ma ultimamente ho visto anche Antelope (il modello Discrete se non sbaglio) che sembra non essere affatto male.
Apollo senza dubbio! Hai hardware ad alto livello, plugin altissimo livello e soprattutto un supporto costante da parte della casa.
Io mi trovo benissimo.....tra l'altro col nuovo software Luna si crea una integrazione molto interessante.
Io ho la Twin a casa e la x8p allo studio e non cambierei con altro (parlando in ambito digitale).
Certo è un sistema costoso ma se non ti fai prendere la mano dai plugin e prendi solo quelli veramente utili al tuo lavoro puoi crearti un sistema di registrazione ad altissimo livello.
Io punterei più che alla twin (che è il top in casa ma un po' limitata nelle connessioni) alla x6 per le maggiori possibilità di connessioni oppure al massimo alla x4.
  • Eraser
  • Membro: Guest
  • Risp: 38
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 1  

26-05-20 15.15

@ Giacomo_15
Perdona la risposta tardiva ma questi giorni sono stato molto incasinato emo

Ma ci mancherebbe, mica mi ero offeso! emoemo
Anzi, quello che dicevi lo trovo giustissimo, molto spesso le persone danno molto meno peso al fattore ambiente/capacità di quello che dovrebbero, hai fatto benissimo a puntualizzarlo emo
In ogni caso, allo stato attuale sono estremamente più indirizzato verso l'Aston.
Mi sono anche guardato, per pura curiosità, qualche video di comparazione con altri microfoni (anche molto più blasonati) e devo dire di essere stato davvero impressionato sia per il suono, che soprattutto per il rapporto qualità/prezzo dello Spirit... Spero che quando lo avrò fra le mani confermerà la cosa anche alle mie orecchie! emo
Tra l'altro anche l'Origin suona molto bene a quanto sentito (mi era anche venuto il dubbio infatti, ma immagino lo Spirit sia un po' più completo, oltre che forse un po' più caldo).

Si, l'SM7 lo conosco bene in quanto a nome, per quanto non ho mai avuto il piacere di utilizzarlo, sento molte opinioni positive anche su quello.
Ora come ora un condensatore in studio mi manca dunque credo andrò con l'Aston come prima scelta, non escludo però in futuro di ampliare anche l'orizzonte "registrazione" e in quel caso un buon Pre sarà una diretta conseguenza, con relativo upgrade della scheda audio che comunque a breve credo farò.
A quel punto magari potrei fare un pensiero anche ad affiancarci un microfono di diverso tipo come l'SM7 o simili, ma per ora diciamo di non affrettare i tempi! emo

Se posso, con la Uad Apollo come ti trovi??
Mi ha sempre affascinato oltreché so essere un prodotto ottimo, e che probabilmente, oltre che di pre che ho sempre usato poco, mi farebbe fare un discreto salto a livello di convertitori (dimmi tu se sbaglio, dato che quello mi interessa particolarmente emo), ma ultimamente ho visto anche Antelope (il modello Discrete se non sbaglio) che sembra non essere affatto male.
Io ho preso l'Aston Origin in bundle con lo schermo Halo e dalle prime prove fatte (solo sulla voce) ha una pulizia e nitidezza impressionanti.
In passato ho usato diversi Audio technica, Shure, AKG, ma questo mi piace parecchio di più.
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

26-05-20 17.00

In realtà il fatto che non l'abbia mai acquistata dipendeva esattamente da quello, ovvero dal limite nelle connessioni, sia in (a meno di non aggiungere un ada esterno) che out (neanche "upgradabili"), che la piccolina ha, dato che come prezzo (a parte che li molto dipende dalle versioni) era uno sfizio che mi potevo togliere insomma emo.
E per quanto adesso mi sarebbero sufficienti anche quelle poche connessioni, in ogni acquisto (vedi il mic per esempio emo ) tendo sempre a guardare un po' al futuro sia perché mi piace poi tenermele le cose (per questo quando acquisto non sto a guardare le 100€), che soprattutto per non trovarmi in un imbuto volendo poi aggiungere eventuale hardware al mio sistema.

MarcoC ha scritto:
Io punterei più che alla twin (che è il top in casa ma un po' limitata nelle connessioni) alla x6 per le maggiori possibilità di connessioni oppure al massimo alla x4.

Bè lo credo, il punto è che con le due di fascia più alta mi si alzerebbe anche il prezzo non di poco, ed al momento, più che per problemi di budget ciò che mi contrasta sono i miei problemi di tempoemo.
E insomma, vero che proprio perché ho poco tempo quando lo faccio mi piace essere ben messo con "gli attrezzi", ma spendere una cifra per poi sfruttarle poco e niente non mi va granchè emo

PS. come ti ho detto sono sempre stato attratto da Uad, solo ti ho menzionato la Discrete proprio perchè Antelope a quanto ho capito ha iniziato una politica simil-uad con i vari plugin, a differenza del fatto che a quanto ho capito sono addirittura free, contrariamente a Uad.
Ora non so la validità di questi ultimi ma è anche vero che Antelope non è l'ultima arrivata, per lo meno a livello hardware

Grazie anche a te Eraser, infatti credo che andrò sicuramente di Spirit, per quanto sono un po' in dubbio sullo shockmount da prendere (dato che ce lo voglio emo) e a quanto ne so quello che fa Aston non pare essere proprio all'altezza del microfono, stavo guardando i Rycote infatti
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

27-05-20 15.05

@ Giacomo_15
In realtà il fatto che non l'abbia mai acquistata dipendeva esattamente da quello, ovvero dal limite nelle connessioni, sia in (a meno di non aggiungere un ada esterno) che out (neanche "upgradabili"), che la piccolina ha, dato che come prezzo (a parte che li molto dipende dalle versioni) era uno sfizio che mi potevo togliere insomma emo.
E per quanto adesso mi sarebbero sufficienti anche quelle poche connessioni, in ogni acquisto (vedi il mic per esempio emo ) tendo sempre a guardare un po' al futuro sia perché mi piace poi tenermele le cose (per questo quando acquisto non sto a guardare le 100€), che soprattutto per non trovarmi in un imbuto volendo poi aggiungere eventuale hardware al mio sistema.

MarcoC ha scritto:
Io punterei più che alla twin (che è il top in casa ma un po' limitata nelle connessioni) alla x6 per le maggiori possibilità di connessioni oppure al massimo alla x4.

Bè lo credo, il punto è che con le due di fascia più alta mi si alzerebbe anche il prezzo non di poco, ed al momento, più che per problemi di budget ciò che mi contrasta sono i miei problemi di tempoemo.
E insomma, vero che proprio perché ho poco tempo quando lo faccio mi piace essere ben messo con "gli attrezzi", ma spendere una cifra per poi sfruttarle poco e niente non mi va granchè emo

PS. come ti ho detto sono sempre stato attratto da Uad, solo ti ho menzionato la Discrete proprio perchè Antelope a quanto ho capito ha iniziato una politica simil-uad con i vari plugin, a differenza del fatto che a quanto ho capito sono addirittura free, contrariamente a Uad.
Ora non so la validità di questi ultimi ma è anche vero che Antelope non è l'ultima arrivata, per lo meno a livello hardware

Grazie anche a te Eraser, infatti credo che andrò sicuramente di Spirit, per quanto sono un po' in dubbio sullo shockmount da prendere (dato che ce lo voglio emo) e a quanto ne so quello che fa Aston non pare essere proprio all'altezza del microfono, stavo guardando i Rycote infatti
Con Apollo già a partire dalla più piccola twin sei sicuro della qualità sia dell'hardware che del software.....con Antelope non so se può valere lo stesso discorso per le serie più economiche. Tra l'altro si legge frequentemente di problemi software legati ad Antelope.
Per quanto riguarda i plugin sicuramente UAD ha una tradizione consolidata e i loro prodotti sono al top e il catalogo è sempre in aggiornamento.
Purtroppo io faccio i tuoi stessi ragionamenti quando devo fare un acquisto e tendo sempre ad orientarmi su qualcosa che possa essere più o meno "definitivo" senza badare troppo al budget (nei limiti delle possibilità ovviamente).
La mia scelta della twin quad (che credo sia l'unica degna di considerazione perché la duo e la solo sono molto limitate sul fronte dsp) è derivata dal fatto che allo studio ho la x8p per cui mi serviva una scheda che mi desse la possibilità di portarmi il lavoro a casa e non ho necessità di molti in e out.
Diversamente mi sarei orientato sicuro sulla x6 perché la differenza di prezzo con la x4 (che sebbene abbia 2 pre in più ha meno possibilità di connessione ed espansione) è minima.
Comunque nel tempo ho acquistato usato e puntualmente rivenduto una innumerevole serie di schede audio e devo dire che la qualità sotto tutti i punti di vista di Apollo non l'avevo mai trovata.
Con le tracce registrate come si deve (che è il 90% del lavoro) e i plugin UAD giusti si chiude un mix dignitoso in pochissimo tempo anche a casa!
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

27-05-20 16.04

@ MarcoC
Con Apollo già a partire dalla più piccola twin sei sicuro della qualità sia dell'hardware che del software.....con Antelope non so se può valere lo stesso discorso per le serie più economiche. Tra l'altro si legge frequentemente di problemi software legati ad Antelope.
Per quanto riguarda i plugin sicuramente UAD ha una tradizione consolidata e i loro prodotti sono al top e il catalogo è sempre in aggiornamento.
Purtroppo io faccio i tuoi stessi ragionamenti quando devo fare un acquisto e tendo sempre ad orientarmi su qualcosa che possa essere più o meno "definitivo" senza badare troppo al budget (nei limiti delle possibilità ovviamente).
La mia scelta della twin quad (che credo sia l'unica degna di considerazione perché la duo e la solo sono molto limitate sul fronte dsp) è derivata dal fatto che allo studio ho la x8p per cui mi serviva una scheda che mi desse la possibilità di portarmi il lavoro a casa e non ho necessità di molti in e out.
Diversamente mi sarei orientato sicuro sulla x6 perché la differenza di prezzo con la x4 (che sebbene abbia 2 pre in più ha meno possibilità di connessione ed espansione) è minima.
Comunque nel tempo ho acquistato usato e puntualmente rivenduto una innumerevole serie di schede audio e devo dire che la qualità sotto tutti i punti di vista di Apollo non l'avevo mai trovata.
Con le tracce registrate come si deve (che è il 90% del lavoro) e i plugin UAD giusti si chiude un mix dignitoso in pochissimo tempo anche a casa!
Eh ho capito però se mi fai così cavolo mi diventi un problema! Non puoi invogliarmi così! emo

Ma invece, a livello di convertitori, come stiamo messi?? Dato che hai detto di aver cambiato innumerevoli schede audio sicuramente avrai avuto vari metri di paragone.
Sicuramente a studio immagino registrerai anche varie track da microfono, cosa che io (per lo meno fino ad ora) non ho mai fatto granchè né posso dire di voler fare un acquisto di questo tipo appositamente per quello, ma utilizzando per lo più librerie orchestrali vst, o registrazione stessa di suoni dai miei synth (Kronos, Minilogue, ecc..), c'è un effettivo miglioramento anche nell'ascolto di questa conversione?? (oltreché quella che posso avere registrando direttamente con il microfono dai pre della scheda).

Qualche giorno fa mi sono visto dei video di comparazione appunto fra la Apollo e varie Focusrite, e devo dire che la differenza, seppure non abissale in rapporto al prezzo (anzi), effettivamente però c'era, la apollo sembrava avere anche più "spazialità" insomma.
Ora so che sicuramente il suono si crea logicamente con un buon mix prima di tutto ecc, però in quanto ad ascolto mio, migliorerei con i convertitori dell'Apollo??? o meglio, la differenza di resa sonora sarebbe ben percepibile anche in ambito "vst e synth"??
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

27-05-20 19.01

Giacomo_15 ha scritto:
se mi fai così cavolo mi diventi un problema

Giuro che non ho nessun rapporto con Universal Audio emo
Onestamente se lavori solo con VST non so quanto possa valere la pena spendere tanti soldi per una scheda audio.....la differenza nell'utilizzo a casa tra la Apollo e ad esempio la Presonus o la Tascam la rilevo sui pre e sicuramente anche sui convertitori ma in questo caso parliamo sempre di acquisizione di segnali microfonici.
In definitiva facevo buone registrazioni con la presonus, con la tascam e con le zoom.....la Apollo per utilizzo casalingo poteva anche essere superflua ma quando inizia a mettere le mani nell'ecosistema UAD e sui suoi plugin, soprattutto quelli Unison di emulazione, allora inizi a sentire le differenze tra una traccia registrata con lo zoom ed una con la UAD!
Se parliamo a livello di convertitori secondo me si inizia ad entrare nel campo delle pippe da audiofili visionari (tipo quelli che spendono 10.000€ di cavi per alzare di 3cm il palcoscenico sonoro emo ).
  • Giacomo_15
  • Membro: Senior
  • Risp: 601
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 31  

27-05-20 23.29

@ MarcoC
Giacomo_15 ha scritto:
se mi fai così cavolo mi diventi un problema

Giuro che non ho nessun rapporto con Universal Audio emo
Onestamente se lavori solo con VST non so quanto possa valere la pena spendere tanti soldi per una scheda audio.....la differenza nell'utilizzo a casa tra la Apollo e ad esempio la Presonus o la Tascam la rilevo sui pre e sicuramente anche sui convertitori ma in questo caso parliamo sempre di acquisizione di segnali microfonici.
In definitiva facevo buone registrazioni con la presonus, con la tascam e con le zoom.....la Apollo per utilizzo casalingo poteva anche essere superflua ma quando inizia a mettere le mani nell'ecosistema UAD e sui suoi plugin, soprattutto quelli Unison di emulazione, allora inizi a sentire le differenze tra una traccia registrata con lo zoom ed una con la UAD!
Se parliamo a livello di convertitori secondo me si inizia ad entrare nel campo delle pippe da audiofili visionari (tipo quelli che spendono 10.000€ di cavi per alzare di 3cm il palcoscenico sonoro emo ).
Eh esatto, proprio di quello parlavo.
Penso infatti che certe differenze uno le apprezzi decisamente più in ambito ripresa microfonica, che non in altro.
Nono ma figuratim non sono proprio il tipo, certe pippe le trovo molto superflue io per primo, mi è sempre sembrato più un voler esternare qualcosa per sé e per gli altri che non altro. emo

Comunque indubbiamente il passaggio ai plugin Uad ha la sua rilevanza nella scelta della Apollo, purtroppo non ho mai avuto modo di lavorarci con questi, ma so che insomma, sono bella roba davvero emo
Fino ad ora ho sempre utilizzato Fabfilter, e Waves, e per carità non mi ritengo un espertone, ma non posso dire di trovarmi male, anzi, i limiti possono essere proprio la mia scarsa esperienza in post produzione, contrariamente all'ambito compositivo. emo

In ogni caso sono comunque certo che prima o poi ci cado sia perchè comunque mi va di avere una buona scheda audio a prescindere sia perché sono certo che iniziando ad ampliare gli orizzonti con il Mic vorrò sempre più qualità (conoscendomi emo).
Non che io mi lamenti della mia Focusrite eh, non mi ha mai abbandonato la vecchietta, ed anzi, per quello che mi serviva (in ambito vst orchestrale, o registrazione dei miei synth, o al più qualche sporadica linea vocale) si è sempre comportata bene e oramai ce l'ho anche in simpatia emo, però ammetto che il passaggio a Uad mi ha sempre allettato.
Diciamo che il problema è sempre il "tempo" in relazione al costo ecco, perché insomma, spendere 1-2k solo per vederla li e accenderla giusto 1 volta ogni chissa quando purtoppo, mi sembra un po' uno spreco emoemo
  • MarcoC
  • Membro: Expert
  • Risp: 2251
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 177  

28-05-20 14.32

@ Giacomo_15
Eh esatto, proprio di quello parlavo.
Penso infatti che certe differenze uno le apprezzi decisamente più in ambito ripresa microfonica, che non in altro.
Nono ma figuratim non sono proprio il tipo, certe pippe le trovo molto superflue io per primo, mi è sempre sembrato più un voler esternare qualcosa per sé e per gli altri che non altro. emo

Comunque indubbiamente il passaggio ai plugin Uad ha la sua rilevanza nella scelta della Apollo, purtroppo non ho mai avuto modo di lavorarci con questi, ma so che insomma, sono bella roba davvero emo
Fino ad ora ho sempre utilizzato Fabfilter, e Waves, e per carità non mi ritengo un espertone, ma non posso dire di trovarmi male, anzi, i limiti possono essere proprio la mia scarsa esperienza in post produzione, contrariamente all'ambito compositivo. emo

In ogni caso sono comunque certo che prima o poi ci cado sia perchè comunque mi va di avere una buona scheda audio a prescindere sia perché sono certo che iniziando ad ampliare gli orizzonti con il Mic vorrò sempre più qualità (conoscendomi emo).
Non che io mi lamenti della mia Focusrite eh, non mi ha mai abbandonato la vecchietta, ed anzi, per quello che mi serviva (in ambito vst orchestrale, o registrazione dei miei synth, o al più qualche sporadica linea vocale) si è sempre comportata bene e oramai ce l'ho anche in simpatia emo, però ammetto che il passaggio a Uad mi ha sempre allettato.
Diciamo che il problema è sempre il "tempo" in relazione al costo ecco, perché insomma, spendere 1-2k solo per vederla li e accenderla giusto 1 volta ogni chissa quando purtoppo, mi sembra un po' uno spreco emoemo
Io parto sempre dal presupposto che se la usi per lavoro anche se la accendi una volta al mese investire in qualità non sono mai soldi sprecati.
All'inizio potresti non sentire grossi passi in avanti ma quando impari a sfruttare quello che hai a disposizione allora la qualità inizia a fare la differenza.
Io uso Studio One cone software e quando uscì Luna lo scaricai subito.......ho iniziato a fare dei lavori su entrambe le DAW e ti posso dire che già senza fare niente Luna suona di suo diversamente......se poi ci piazzi sulle tracce un tape e il summing neve allora senti la differenza con quello che tiri fuori da Studio One (che è un programma che mi piace molto tanto da preferirlo a Logic e continuo ad utilizzare).
Fermo restando che se si sa dove e come mettere le mani si possono fare cose ottime anche con una Focusrite o una Presonus......soprattutto se parliamo di ambito "home" in cui molti dei problemi sono causati dall'acustica più che dalla qualità dei mezzi a disposizione.