Synth "sperimentali"

15-09-20 22.53

Cominciamo col fatto che da un po' mi sono interessato a capirci qualcosa in più nella sintesi fm,una ricerca dietro l'altra sono andato a finire a Korg wavestation,Yamaha ex5 ed sy77. Cosa hanno in comune queste tastiere? Utilizzano metodi di sintesi diversi: ad esempio sy77 ha un tipo di fm chiamato da Yamaha "advanced" perché in grado di utilizzare forme d'onda diverse dalla sine,ha 3 feedback e 2 input per operatore,oltre alla possibilità di creare i propri algoritmi, utilizzare i sample di awm2 come modulatori e inviare un feedback "generale" su tutto il suono(ancora devo capire bene cosa significa di preciso). Oppure ex5 che al suo interno ha lo stesso VA di an1x,un generatore a modelli fisici e FDSP,un processore di effetti presente solo su ex5 e la sua controparte rack. Mi piacciono i suoni sperimentali e YouTube dimostra che con la giusta dose di smanettamento (e probabilmente anche invenzione di nuovi epiteti per divinità conosciute e non) questi tre aggeggi di suoni sperimentali ne fanno un bel po'. Altra macchina del genere é Korg z1,giusto per dirne un'altra. Qualcuno sa dirmi di altro equipaggiamento che possa produrre queste sonorità particolari?
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9905
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 637  

16-09-20 00.34

Jordanlordphun ha scritto:
Utilizzano metodi di sintesi diversi: ad esempio sy77 ha un tipo di fm chiamato da Yamaha "advanced" perché in grado di utilizzare forme d'onda diverse dalla sine,ha 3 feedback e 2 input per operatore,oltre alla possibilità di creare i propri algoritmi, utilizzare i sample di awm2 come modulatori e inviare un feedback "generale" su tutto il suono(ancora devo capire bene cosa significa di preciso).


è un razzo.

Jordanlordphun ha scritto:
Cominciamo col fatto che da un po' mi sono interessato a capirci qualcosa in più nella sintesi fm,una ricerca dietro l'altra sono andato a finire a Korg wavestation,Yamaha ex5 ed sy77.

....delle quali solo la sy ha la modulazione di frequenza come la intendi tu.

Jordanlordphun ha scritto:
Qualcuno sa dirmi di altro equipaggiamento che possa produrre queste sonorità particolari?

....che sarebbero?
uno strumento assai complesso è la kurzweil k2000 e tutti i suoi derivati (k2500/2600, pc3/4, forte), la vast consente di far condividere piu tecniche di produzione sonora in un unica interfaccia, a differenza ad esempio proprio di quella mezza sega di ex5, che ha si piu tecniche ma tutte divise in compartimenti stagni, con una propria polifonia, non puoi fare uno suono AN con 16 voci per esempio, ne modulare la AN con un campione AWM.
con il k2000 era normale gia nel 1991 (data della sua uscita) poter usare un campione pcm come lfo, sovrapporre oscillatori dsp a dei campionamenti e inviare tutto a un filtro risonante, generare un pad/lead solo con i dsp senza perdere polifonia (24 voci ognuna con fino a tre oscillatori dsp e uno pcm, totale 96 oscillatori/voci), nella pc4 con l'aggiunta di un vero engine fm a sei operatori perfettamente integrato nella vast il limite è solo l'immaginazione.

16-09-20 00.53

Grazie dell'interessamento Orange,come al solito mi esprimo male,forse sarebbe più esatto dire che mi riferivo a synth che hanno particolarità nel metodo di sintesi che li rendono unici,ad esempio il razzo. Di ex5 ho sentito un po' di preset custom, perlopiù pad, e mi sembra rientri nella categoria "questi suoni li faccio solo io" ma ancora di cose da imparare ne ho quindi potrei benissimo sbagliarmi
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9905
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 637  

16-09-20 01.06

@ Jordanlordphun
Grazie dell'interessamento Orange,come al solito mi esprimo male,forse sarebbe più esatto dire che mi riferivo a synth che hanno particolarità nel metodo di sintesi che li rendono unici,ad esempio il razzo. Di ex5 ho sentito un po' di preset custom, perlopiù pad, e mi sembra rientri nella categoria "questi suoni li faccio solo io" ma ancora di cose da imparare ne ho quindi potrei benissimo sbagliarmi
qualsiasi synth puo produrre un infinita gamma di suoni, dipende da come vengono settati i vari parametri.
chiaro che certe sonorità sono piu facili da ottenere con un modulare arp o moog che con una bontempi system5, però a rendere originale il sound è anche il modo con cui si combinano tra loro i suoni, l'effettistica usata, le note stesse che si usano, etc....tutto sta nel saper sfruttare ciò che si ha a disposizione.

esiste poi anche la voglia di possedere un particolare strumento, ma dal punto di vista pratico con una sy77 e un computer (per registrare e mixare) già si potrebbero fare cose molto interessanti, se si ha talento e voglia di mettersi li (del resto basta sentire cosa hanno combinato certi artisti negli anni 70 con un minimoog e un registratore a otto tracce, figuriamoci ora che un normale mac di tracce audio ne puo gestire piu di cento)

il mio consiglio è, focalizzati su uno strumento tra quelli che hai nominato (magari anche su due), lavoraci tanto, esploralo, ribaltalo come un calzino, facendo cosi imparerai qualcosa, a volte usciranno delle cagate e a volte cose interessanti...e poi magari scoprirai che per dar forma alle tue idee serve molta meno roba di quella che pensavi!

16-09-20 01.52

@ orange1978
qualsiasi synth puo produrre un infinita gamma di suoni, dipende da come vengono settati i vari parametri.
chiaro che certe sonorità sono piu facili da ottenere con un modulare arp o moog che con una bontempi system5, però a rendere originale il sound è anche il modo con cui si combinano tra loro i suoni, l'effettistica usata, le note stesse che si usano, etc....tutto sta nel saper sfruttare ciò che si ha a disposizione.

esiste poi anche la voglia di possedere un particolare strumento, ma dal punto di vista pratico con una sy77 e un computer (per registrare e mixare) già si potrebbero fare cose molto interessanti, se si ha talento e voglia di mettersi li (del resto basta sentire cosa hanno combinato certi artisti negli anni 70 con un minimoog e un registratore a otto tracce, figuriamoci ora che un normale mac di tracce audio ne puo gestire piu di cento)

il mio consiglio è, focalizzati su uno strumento tra quelli che hai nominato (magari anche su due), lavoraci tanto, esploralo, ribaltalo come un calzino, facendo cosi imparerai qualcosa, a volte usciranno delle cagate e a volte cose interessanti...e poi magari scoprirai che per dar forma alle tue idee serve molta meno roba di quella che pensavi!
Triplo thanks! I 18 si avvicinano...
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9905
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 637  

17-09-20 08.04

si avvicinano i 18? ....ossia?
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 630
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 68  

17-09-20 10.42

@ orange1978
si avvicinano i 18? ....ossia?
18 anni quindi soldini per il synth?
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15141
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1924  

17-09-20 10.55

Tra i synth sperimentali trovo sia molto interessante anche la serie K3/4/5 e 5000 Kawai
  • Asterix
  • Membro: Senior
  • Risp: 485
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 63  

17-09-20 12.22

@ Jordanlordphun
Cominciamo col fatto che da un po' mi sono interessato a capirci qualcosa in più nella sintesi fm,una ricerca dietro l'altra sono andato a finire a Korg wavestation,Yamaha ex5 ed sy77. Cosa hanno in comune queste tastiere? Utilizzano metodi di sintesi diversi: ad esempio sy77 ha un tipo di fm chiamato da Yamaha "advanced" perché in grado di utilizzare forme d'onda diverse dalla sine,ha 3 feedback e 2 input per operatore,oltre alla possibilità di creare i propri algoritmi, utilizzare i sample di awm2 come modulatori e inviare un feedback "generale" su tutto il suono(ancora devo capire bene cosa significa di preciso). Oppure ex5 che al suo interno ha lo stesso VA di an1x,un generatore a modelli fisici e FDSP,un processore di effetti presente solo su ex5 e la sua controparte rack. Mi piacciono i suoni sperimentali e YouTube dimostra che con la giusta dose di smanettamento (e probabilmente anche invenzione di nuovi epiteti per divinità conosciute e non) questi tre aggeggi di suoni sperimentali ne fanno un bel po'. Altra macchina del genere é Korg z1,giusto per dirne un'altra. Qualcuno sa dirmi di altro equipaggiamento che possa produrre queste sonorità particolari?
Certo ci sono synth portati più o meno a un certo tipo di sperimentazione ma conta molto anche l'attitudine del musicista a esplorare vie nuove e non convenzionali, provare ad assegnare LFO, filtri, modulazioni, etc...
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 630
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 68  

17-09-20 12.28

@ Jordanlordphun
Cominciamo col fatto che da un po' mi sono interessato a capirci qualcosa in più nella sintesi fm,una ricerca dietro l'altra sono andato a finire a Korg wavestation,Yamaha ex5 ed sy77. Cosa hanno in comune queste tastiere? Utilizzano metodi di sintesi diversi: ad esempio sy77 ha un tipo di fm chiamato da Yamaha "advanced" perché in grado di utilizzare forme d'onda diverse dalla sine,ha 3 feedback e 2 input per operatore,oltre alla possibilità di creare i propri algoritmi, utilizzare i sample di awm2 come modulatori e inviare un feedback "generale" su tutto il suono(ancora devo capire bene cosa significa di preciso). Oppure ex5 che al suo interno ha lo stesso VA di an1x,un generatore a modelli fisici e FDSP,un processore di effetti presente solo su ex5 e la sua controparte rack. Mi piacciono i suoni sperimentali e YouTube dimostra che con la giusta dose di smanettamento (e probabilmente anche invenzione di nuovi epiteti per divinità conosciute e non) questi tre aggeggi di suoni sperimentali ne fanno un bel po'. Altra macchina del genere é Korg z1,giusto per dirne un'altra. Qualcuno sa dirmi di altro equipaggiamento che possa produrre queste sonorità particolari?
Io fossi in te andrei sui vst. Certo, a livello smanettamento non c'e' paragone con un synth fisico, ma a livello versatilita' e possibilita' tranne casi rari i vst non si battono. Cento lfo? certo. 500 modulazioni diverse? certo. Praticamente non ci sono limiti. Ovvio dipende dal vst. Io mi sto divertendo con pigments che a mio parere e' molto intuitivo e istruttivo perche' ti mostra le varie sorgenti di modulazione in tempo reale graficamente. Non e' il piu' potente o versatile vst in assoluto, certo. Guardati qualche demo di uvi falcon, quello e' praticamente infinito.
  • giacomo_torino
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11565
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 596  

19-09-20 00.33

Negli ultimi 10 anni ho trovato diverse cose interessanti (e manco le cito per non aprire dibattiti inutili), ma uno continua a divertirmi davvero: Access Virus. Immagina e crea. Lì sì che è un continuo ripetere "questo suono ce l'ho solo io". Non c'è altro da dire.
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 1656
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 155  

19-09-20 01.05

Un synth oggi relativamente economico che può fare tante cose è il Blofeld, anche in ottica "sperimentale".
Premessa: il supporto della casa madre non è ottimale e la documentazione talvolta poco chiara.
I motori di sintesi possibili sono:
- virtuale analogue
- wavetable
- sample based
- modellazione fisica (via comb filter e via wavetable Karplus Strong)
- FM, our dovendo segnalare che la documentazione è scarsa e confusa (gli LFO possono essere portati in banda audio).
La cosa bella è che i motori di sintesi non viaggiano a compartimenti stagni, ma sono utilizzabili simultaneamente, ad esempio una wavetable accoppiata in uno, un sample nell'altro, il terzo modulato in frequenza da un LFO in banda audio.
Il tutto condito di filtri modellati di stampo analogico fra cui l'emulazione del filtro del PPG, molto musicale.
È uno strumento molto più recente, con alcuni limiti sulla FM, ma che a fronte di una spesa contenuta può essere una fonte sonora inesauribile.
Basta aver pazienza.