Quale futuro dopo il conservatorio?

  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Thanks: 81  

26-02-09 12.05

Due anni è meglio sicuramente. O stai già suonando e facendo concerti o recital, cioè stai già praticando, nel mentre che studi, oppure un anno può essere poco. Il "problema" è che per il diploma se ti scegli un programma e lo studi costantemente, l'esame lo fai, "te lo levi" ma se non hai già una pratica più o meno concertistica in pubblico e soprattutto, se vuoi spaziare un po' di più nel repertorio impegnativo e quindi leggere più brani per scegliere e per farti un'esperienza veramente formativa, un anno non basta di solito.
Rischi di andare all'esame con molti "pensieri"
  • iltastieraio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1078
  • Loc: Milano
  • Thanks: 36  

26-02-09 15.46

@ Michele76
Due anni è meglio sicuramente. O stai già suonando e facendo concerti o recital, cioè stai già praticando, nel mentre che studi, oppure un anno può essere poco. Il "problema" è che per il diploma se ti scegli un programma e lo studi costantemente, l'esame lo fai, "te lo levi" ma se non hai già una pratica più o meno concertistica in pubblico e soprattutto, se vuoi spaziare un po' di più nel repertorio impegnativo e quindi leggere più brani per scegliere e per farti un'esperienza veramente formativa, un anno non basta di solito.
Rischi di andare all'esame con molti "pensieri"
concordo!infatti penso di aver scelto bene a prepararlo in due anni.Anche perchè in ogni caso aldilà della difficoltà si ha la possibilità di assimilare meglio i pezzi e farli più "tuoi".
Speriamo solamente che almeno per il prox anno ci sia ancora la possibiltà di farli da esterno!emo
  • Michele76
  • Membro: Expert
  • Risp: 885
  • Loc: Lucca
  • Thanks: 81  

02-03-09 11.26

Sicuramente si. Se non ci sarà la possibilità nella tua città, magari trvo un conservatorio vicino che te lo permette