Ronzio del pc sull'ampli

  • Spectrum
  • Membro: Expert
  • Risp: 1399
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 64  

13-05-19 16.24

@ maxpiano69
Alcune motherboard hanno una impostazione nel BIOS per determinare se devono tenere alimentati i dispositivi USB quando spegni il computer.
azz! vero... emo Sciocco a non pensarci
  • gobert4
  • Membro: Senior
  • Risp: 129
  • Loc: Ferrara
  • Status:
  • Thanks: 13  

13-05-19 16.26

@ Spectrum
gobert4 ha scritto:
metti tutti i connettori con messa a terra da un lato e quelli senza, dall'altro


Ho risolto grazie a questo tuo suggerimento! emo Ground loop sparito! Grazie, thanks ultra meritato emo
Ho collegato a una multipresa il pc e l'amplifcatore - entrambi con spinotto tripolare - mentre il monitor (che in realtà è una tv a led con un suo alimentatore esterno bipolare) l'ho sistemato su un'altra presa di corrente. Problema risolto!

La catena è semplicemente: pc - scheda audio (alimentata da usb) - amplificatore. Una curiosità: la scheda audio resta accesa anche a computer spento (o sarebbe meglio scrivere "in stand-by"?). Non avendo un'interruttore on/off sulla scheda, devo sempre scollegare il cavo usb.
Ottimo emo
  • dielle63
  • Membro: Expert
  • Risp: 1036
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 23  

13-05-19 19.30

@ gobert4
Lo so emo ma purtroppo le tue domande non c'entrano con il problema; scusa ma è così.
Oltrerrutto, ha già provato a collegare la scheda sul Mac (no ground) ed il problema non si presenta.
È ovvio che se stacchi la terra del pc, ottieni lo stesso risultato, perché apri l'anello.
Il punto invece è individuare dove si è creato un loop

Così come non sono molto d'accordo sul suggerire connessioni wireless e DI.
Queste cose NON risolvono il problema di base....ci girano intorno e basta e non è detto che siano efficaci.

L'esempio dell'utente dielle63 lo conferma....Purtroppo ha provato di tutto tranne quello che per prima cosa, va realmente controllato:

A. verificare l'impianto di terra da personale qualificato, per essere sicuri che tutto sia a posto

B. FONDAMENTALE:Sistemare le alimentazioni delle elettroniche in maniera da non creare anelli (ovviamente è richiesta la conoscenza teorica sul ground loop ed il perché si genera).

SOLO dopo questo, si verifica se ci sono circuiti mal progettati, ecc ecc ecc

Utile è verificare se alcune elettroniche hanno un ground lift, come ha detto qualcuno...quasi totalmente inutile invece è conoscere nome e cognome di cosa è collegato.
Infatti si tende spesso a pensare che il problema sia una determinata apparecchiatura elettronica, e non la sua connessione all'interno del sistema.

Questa è una buona bibbia:
https://www.rane.com/note110.html
Volevo evitare di precisare perchè, come premesso, non è argomento di questo topic; però il tuo discorso, permettimi, non sta in piedi.

Mica suoniamo sempre nella stessa stanza e con lo stesso impianto. Tu come ti comporti di solito: arrivi su un palco e convochi l'esperto qualificato del municipio per valutare le caratteristiche dell'impianto elettrico di quella sera?

Io devo stare tranquillo che quando attacco i miei dispositivi non devo avere problemi: a poco mi serve sapere se è colpa dell'impianto elettrico del locale: non lo devo avere.

Ora in questo caso, come detto da Max, non è pensabile interrompere l'anello senza perdere nulla in efficienza e sicurezza tramite una trasmissione senza cavi in un dato punto. Nel mio caso lo era e ho risolto in secula seculorum.

E quello che avevo io non era un ronzio da poco (di quelli che sentiamo solo noi in cuffia) era un rumore evidente e in alcune condizioni molto presente. Non sono nemmeno sicuro che si tratti di un loop di massa tipico ma, in ogni caso, ho risolto. emo
  • gobert4
  • Membro: Senior
  • Risp: 129
  • Loc: Ferrara
  • Status:
  • Thanks: 13  

13-05-19 22.28

Eh?
Io ho risposto al caso specifico del thread starter e, perdonami, è una situazione completamente diversa dalla tua; di cui non so nulla.

Non so proprio cosa dirti...
  • dielle63
  • Membro: Expert
  • Risp: 1036
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 23  

14-05-19 12.08

@ gobert4
Eh?
Io ho risposto al caso specifico del thread starter e, perdonami, è una situazione completamente diversa dalla tua; di cui non so nulla.

Non so proprio cosa dirti...
A me? E cosa mi vuoi dire.....non ti ho chiesto nulla.emo

Rispondevo a te che mi imputavi di aver provato tutto salvo quello che serve.

Comunque non era certo un intervento polemico: devo essermi perso il fatto che la domanda di chi ha iniziata la discussione era rivolta ad una situazione statica (studio di registrazione, utilizzo esclusivo in casa). Se così è trovo corretto suggerire di controllare anche l'impianto elettrico come prima cosa da fare.

Io intendevo che se suoni in giro....quella è l'ultima. Nel senso che devi crearti una situazione che non ti metta a rischio nel caso ti trovassi a suonare in una location dove l'impianto elettrico (che di certo non puoi gestire) abbia dei problemi che portano alla presenza di ronzii fastidiosi.

Circa il consiglio sul wireless....dimentichiamolo: cercavo di suggerire una cosa in più che magari, in questo caso, era fuoriluogo.

Felice che il tuo consiglio abbia risolto il problema del forumer. emo
  • gobert4
  • Membro: Senior
  • Risp: 129
  • Loc: Ferrara
  • Status:
  • Thanks: 13  

14-05-19 15.12

No ma ci mancherebbe...

Il mio era un discorso generico, aldilà del wireless, sul fatto che non servono cavi esoterici, accrocchi speciali che servono solo a girare intorno al problema, con risultati che possono essere discutibili se non nulli e che comunque contemplano un investimento economico non indifferente (tipo una DI attiva con trasformatore di qualità, o cavi audio costosissimi).

Nella maggior parte dei casi, è appunto solo un errato cablaggio delle alimentazioni della strumentazione...sia in situazioni live, studio o casalinghe.


Il controllare la messa a terra, da fare solo per escludere un problema a monte, è comunque un check semplice...Non si tratta di considerare tutto l'impianto elettrico ma solo il conduttore piantato nel terreno che, detta in soldoni, permette di scaricare a terra eventuali tensioni che per qualche motivo, girano dove non devono.
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6151
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 420  

14-05-19 22.48

@ gobert4
No ma ci mancherebbe...

Il mio era un discorso generico, aldilà del wireless, sul fatto che non servono cavi esoterici, accrocchi speciali che servono solo a girare intorno al problema, con risultati che possono essere discutibili se non nulli e che comunque contemplano un investimento economico non indifferente (tipo una DI attiva con trasformatore di qualità, o cavi audio costosissimi).

Nella maggior parte dei casi, è appunto solo un errato cablaggio delle alimentazioni della strumentazione...sia in situazioni live, studio o casalinghe.


Il controllare la messa a terra, da fare solo per escludere un problema a monte, è comunque un check semplice...Non si tratta di considerare tutto l'impianto elettrico ma solo il conduttore piantato nel terreno che, detta in soldoni, permette di scaricare a terra eventuali tensioni che per qualche motivo, girano dove non devono.
Comunque se può servire, ho dovuto ampliare le prese disponibili, perche ho installato una lampada nel mio angolino, cosi che ho preso una ciabatta, ci ho collegato monitor,pc,e lampada.
E sulla vecchia: ciabatta nuova,tastiere,mixer,casse. (non ho cambiato presa....)

Avevo un ronzio via usb,adesso é moolto piu attenuato,praticamente non da piu noia, posso tenerlo sempre collegato.

Quindi thanksemo