Marillion, Lloyd's e il rischio d'impresa

  • markelly2
  • Membro: Expert
  • Risp: 3145
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 241  

10-10-21 11.09

@ Sbaffone
All’epoca erano considerati la brutta copia dei genesis emo
A torto, però! emo
  • markelly2
  • Membro: Expert
  • Risp: 3145
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 241  

10-10-21 14.51

MicheleJD ha scritto:
più leggo i vostri commenti e più capisco perché Markelly mi ha in maniera molto educata fatto capire che il mio commento sul “contributo forno a legna” fosse nettamente fuori luogo

emoemoemo
emo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3754
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 542  

10-10-21 18.12

paolo_b3 ha scritto:
Il liberismo insegna che se chiedi denaro in prestito agli "investitori" questi poi partecipano all'impresa, ossia spartizione di perdite ma anche di utili, qui invece mi pare che siamo al liberismo di Giulio Tremonti.

Meno male, pensavo che la "cultura d'impresa" secondo cui "i guadagni sono miei, le perdite collettive" fosse una prerogativa solo italiana viceversa, a quanto pare, tutto il mondo è paese.
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10283
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 1063  

10-10-21 18.31

@ giosanta
paolo_b3 ha scritto:
Il liberismo insegna che se chiedi denaro in prestito agli "investitori" questi poi partecipano all'impresa, ossia spartizione di perdite ma anche di utili, qui invece mi pare che siamo al liberismo di Giulio Tremonti.

Meno male, pensavo che la "cultura d'impresa" secondo cui "i guadagni sono miei, le perdite collettive" fosse una prerogativa solo italiana viceversa, a quanto pare, tutto il mondo è paese.
Come si dice, "pecunia non olet". emoemoemo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3754
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 542  

10-10-21 18.35

paolo_b3 ha scritto:
Come si dice, "pecunia non olet"

In questo caso "money doesn't stink"...emoemoemo
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1398
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 215  

10-10-21 22.08

come dicevo.. mi sa di "genialata"... ma nel senso di ulteriore trovata che hanno pensato per spillare quattrini ai fans.. in quanto hanno una bella comunita' di supporter ... che gli comprano tante cose.. non proprio economiche...

cmq per chi aderisce ci sono gadget che gli spediranno... ma se guardate sul sito... sono gia' andati esauriti i 2 tagli piu' grossi emo restano solo il 25, 50, 75 steriline... il 25 si potrebbe anche tentare... se si vince (la lotteria) del "entri gratis a tutti i prossimi concerti" (Marillion weekend eclusi) e' un affare... (relativo pero'.. avranno davanti altri 4-5 anni di attività...imho non penso che saranno ancora molto "attivi"... a naso, arriveranno al 20 album e poi... basta...mi auguro di no... ma Hogart ha già 62 anni, come Rothery e Trewavas, Kelly 60 e Mosley 68... quanto possono andare avanti?)
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15792
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 2106  

12-10-21 07.21

Mah, per conoscere i Marillion, li conosco, nel senso che ho suonato qualche cover con un gruppo (dal quale poi sono scappato per incompatibilità di carattere con il chitarrista- ma va’?) però non mi hanno mai fatto impazzire. La somiglianza, fin troppo marcata, con la prima fase dei Genesis mi ha fatto sempre preferire i secondi.
Come dicevo, conosco la prima produzione discografica dei Marillion (Misplaced Childhood, Fugazi) e mi sono fermato lì, perché ne avevo già abbastanza. Non so se negli album successivi siano diventati più “originali”.
In merito a questa ultima trovata, credo, come molti hanno sottolineato, sotto ci sia solo furbizia e voglia di approfittare dei propri fan,
Per quanto mi riguarda, come tanti liberi professionisti, possono rischiare del loro senza fare affidamento sugli altri.
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1398
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 215  

12-10-21 09.00

michelet ha scritto:
Per quanto mi riguarda, come tanti liberi professionisti, possono rischiare del loro senza fare affidamento sugli altri.


esatto... solo che se nessuna compagnia assicurativa dà questo servizio (da verificare in quanto non ne ho idea) come avevano tentato, imho ci può stare che chiedano aiuto ai Fans... però se chiedi i miei soldini... e alla fine va tutto bene... mi dai qualche soldino in più... non mi fai partecipare a qualche lotteria dove posso vincere come no.. ho già rischiato i miei soldini per farti suonare... ora se suoni, voglio il mio tornaconto... (come già detto da altri)... condivido il rischio ma condivido anche il profitto... non dico tutto... ma una fettina della torta la dividi con chi ti ha prestato i soldi... non i gadget che a loro costano poco/nulla (anche se non ho capito se ti arriva qualcosa di sicuro o meno).

per quanto riguarda i loro dischi... dopo Fish, dipende da che genere ti piace... potrebbero legittimamente lasciarti indifferente come piacerti. Anche perche' hanno fatto cose abbastanza diverse.
Di sicuro se il primo periodo non ti piace, sappi che il secondo (Hogart) è diverso. emo... e i più recenti sono i più lontani anche stilisticamente da quelli dell'inizio.
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15792
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 2106  

12-10-21 09.08

toniz1 ha scritto:
er quanto riguarda i loro dischi... dopo Fish, dipende da che genere ti piace... potrebbero legittimamente lasciarti indifferente come piacerti. Anche perche' hanno fatto cose abbastanza diverse.
Di sicuro se il primo periodo non ti piace, sappi che il secondo (Hogart) è diverso. ... e i più recenti sono i più lontani anche stilisticamente da quelli dell'inizio.

Attenzione, non ho detto di detestarli completamente, piuttosto ho l’impressione che nella prima fase volessero scimmiottare un po’ troppo i Genesis. I due album che ho citato hanno sicuramente delle parti interessanti, però mi lasciano abbastanza indifferente. Non certo come potrebbero essere un “Selling England by the Pound” o “Nursery Crime”.
Proverò a cercare la loro discografia successiva su Spotify o YouTube. L’ascolto preventivo è d’obbligo prima di investire sui CD.
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1398
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 215  

12-10-21 09.22

@ michelet
toniz1 ha scritto:
er quanto riguarda i loro dischi... dopo Fish, dipende da che genere ti piace... potrebbero legittimamente lasciarti indifferente come piacerti. Anche perche' hanno fatto cose abbastanza diverse.
Di sicuro se il primo periodo non ti piace, sappi che il secondo (Hogart) è diverso. ... e i più recenti sono i più lontani anche stilisticamente da quelli dell'inizio.

Attenzione, non ho detto di detestarli completamente, piuttosto ho l’impressione che nella prima fase volessero scimmiottare un po’ troppo i Genesis. I due album che ho citato hanno sicuramente delle parti interessanti, però mi lasciano abbastanza indifferente. Non certo come potrebbero essere un “Selling England by the Pound” o “Nursery Crime”.
Proverò a cercare la loro discografia successiva su Spotify o YouTube. L’ascolto preventivo è d’obbligo prima di investire sui CD.
il primo periodo era "molto" nel filone prog... anche nei testi e il resto...

imho con Hogart, se posso, prova ad ascoltare Brave ... e F.E.A.R.... e se vuoi in mezzo mettici Afraid of Sunlight e This Strange Engine (questi due mediamente interessanti... gli altri invece hanno 1-2 brani belli e spesso il resto ... meno di valore diciamo)...

poi mi dirai....
e sempre tutto imho.
  • markelly2
  • Membro: Expert
  • Risp: 3145
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 241  

12-10-21 10.59

michelet ha scritto:
ho l’impressione che nella prima fase volessero scimmiottare un po’ troppo i Genesis

È solo un'impressione.
Bisogna ringraziare soprattutto i Marillion se negli anni 80 si è riacceso l'interesse per il prog, un genere che veniva ingiustamente già dato per morto e sepolto. emo
  • markelly2
  • Membro: Expert
  • Risp: 3145
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 241  

12-10-21 11.01

toniz1 ha scritto:
F.E.A.R

Fear?
Se fai ascoltare Fear a qualcuno non "preparato", scappa a gambe levate dallo... spavento! emo
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1398
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 215  

12-10-21 12.10

@ markelly2
michelet ha scritto:
ho l’impressione che nella prima fase volessero scimmiottare un po’ troppo i Genesis

È solo un'impressione.
Bisogna ringraziare soprattutto i Marillion se negli anni 80 si è riacceso l'interesse per il prog, un genere che veniva ingiustamente già dato per morto e sepolto. emo
si vabbè...emo.. a volte al supermercato sento ancora "Kayleigh"... e diciamo che non e' proprio prog.

mentre praticamente tutto il resto che hanno fatto in quel periodo lo era di sicuro...
... poi hanno cambiato... fanno ancora alcune belle suite lunghe emo ma a parte alcuni "cambi di ritmo" non credo che sia rimasto molto di "prog".

cmq a me piacciono in linea generale, ma non tutti i loro dischi ... e non tutti i brani emo
  • MarcezMonticus
  • Membro: Expert
  • Risp: 892
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 129  

12-10-21 12.14

toniz1 ha scritto:
non credo che sia rimasto molto di "prog".

Io lo chiamo "Pop + Rock - Prog".
Comunque il periodo Hogart a me piace molto più del periodo Fish.
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1398
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 215  

12-10-21 12.30

@ MarcezMonticus
toniz1 ha scritto:
non credo che sia rimasto molto di "prog".

Io lo chiamo "Pop + Rock - Prog".
Comunque il periodo Hogart a me piace molto più del periodo Fish.
generalmente anche a me... anche se avendoli suonati parecchio... mi divertivo a fare entrambi i periodi.

Sono diversi. possono piacere entrambi, neanche uno o solo uno dei due.
  • markelly2
  • Membro: Expert
  • Risp: 3145
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 241  

12-10-21 12.45

toniz1 ha scritto:
si vabbè..... a volte al supermercato sento ancora "Kayleigh"... e diciamo che non e' proprio prog.

Kayleigh è un capolavoro, pochi sarebbero capaci di scrivere un brano così, con quel testo e quell'arrangiamento di chitarra.
Non sarà prog ma nemmeno pop, non può essere pop, con quell'incedere leggermente dark e il drama effect che la permea.
Se poi la inseriamo all'interno del concept per cui è nata, allora non ce n'è per nessuno.

PS al supermercato sento anche Another Brick In The Wall pt.2.
Ma non direi che i Pink Floyd sono pop!