Fantom 07 Experience

  • michelet
  • Membro: Staff
  • Risp: 16132
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 2238  

03-04-22 16.48

@ tsuki
Anche io ho una certa difficolta' ad esprimere il suono del pianoforte attraverso tastiere non pesate,pero' su alcune si riusciva a suonare il piano in modo discreto,su quelle di una volta,almeno...Ricordo la tastiera della master Roland A 70 che lo consentiva,ad esempio...Sulle macchine di adesso non trovo niente di simile.
Mi è sempre piaciuta in modo esagerato, pur non essendo pesata, la tastiera di Roland G-1000. Le assomiglia lontanamente quella di Novation SL61mkII, anche se è solo a 61 note. Purtroppo non riesco a sopportare né la FSX di Montage né quella semi pesata di Fantom, perché pur avendo provato le diverse curve dinamiche, non ho mai l'impressione di gestire i volumi di suono come desidero.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

03-04-22 22.41

Questione interessante. Collego l'Uno Synth Pro e non si sente una mazza. Ricordo che nel Jupiter XM c'era da fare un discreto giro per attivare l'audio in, per cui scarico parameter guide e inizio a studiare.
Alla fine ho dovuto usare la funzione ricerca perché a logica non ci sarei mai arrivato: l'audio in si trova nel menu effetti! Non capisco la logica, comunque ci siamo riusciti.
E va benissimo, poi bisognerà capire quali canali dell'interfaccia corrispondono all'audio IN.
Comunque, ci arriveremo, andiamo avanti.
Mi dedico un pochino a studiare i SuperNatural Acoustic, soprattutto i sax, che mi piacerebbe inserire in alcuni pezzi.
Sono molto meglio dei sax di Zenology, ci sono 3 variazioni espressive attivabili da CC, il rumore dell'aria, la facilità con cui si innesca il growl.
Nello studio dei SuperNatural mi imbatto in un paio di patch che sembrerebbero suonare bene, nella fattispecie la Uillean Pipes e una Great Highlands Bagpipe. Ci sarebbero un paio di variazioni espressive e soprattutto la possibilità di innescare, disinnescare e intonare i drones, cose molto utili se se vuole avere un'emulazione decente di questi strumenti. Vado a cercarmi un video che dimostra proprio innesco, disinnesco (con relativi rumori), e intonazione, è fatto direi su un Fantom "grande" facendo ricorso ai tastini S e a un potenziometro a margine schermo, che ci sono anche sullo 0. Niente, non c'è verso di innescare i bordoni (né tantomeno di innescarli)
Penserete che mi sia completamente rincoglionito a incaponirmi sulle zampogne, probabile, però da anni ho una bozza di un pezzo folk (che si rifà alla tradizione delle nostre 4 province, dove la müsa, una zampogna molto simile alla cornamusa scozzese come concezione, è fondamentale), e speravo di aver risolto il capitolo zampogne con i SuperNatural del Fantom 0, ma niente, non ne riesco a venire fuori.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

03-04-22 23.38

Andiamo avanti: mai avere fretta. Basta assegnare il CC80 a uno dei tastini/wheels e come per magia si innescano i drones, peraltro con intonazioni reali (il Bb nella cornamusa scozzese e il D nella Uilleann).
L'innesco/disinnesco nella Great è a dir poco emozionante: l'intonazione che sale, il volume che cresce, l'aria che fa rumore... La Uilleann, che è uno strumento molto più fine e complesso, è molto precisa nell'innesco proprio come avviene nella realtà

Il sequencer lo trovo molto preciso, non essendoci le varie gabbole di latenza della registrazione in DAW, di cui peraltro mi sono sempre fregato abituandomi inconsciamente a suonare così, non mi sembra vero di avere un timing così preciso.

Questo primo weekend con il Fantom, avendo comunque potuto dedicare poco tempo rispetto a quanto avveniva in passato, è stato molto proficuo.
Ne sono soddisfatto, non vi nascondo che temevo di arrivare a lunedì in preda allo sconforto.
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 923
  • Loc: Milano
  • Thanks: 208  

04-04-22 08.01

Rispetto al XM hai l impressione che suoni altrettanto bene?
(sai il discorso della resa dei convertitori e cose similari)
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

04-04-22 10.09

Non avendo possibilità di confrontare i due strumenti direi di sì, che non ci sono differenze evidenti.
Rispetto ai Jupiter si nota la differenza sui materiali. Il Jupiter ha un corpo in metallo robusto, ma delle wheel piccole e apparentemente di materiale non di primissima scelta.
Il Fantom ha uno chassis di plastica, piacevole a tatto e vista ma sempre plastica è, mentre mi sono sembrate robuste e qualitative le wheels, il pitch/modulation joystick, i vari encoders/controllers e soprattutto lo schermo touch.
Tastiera molto piacevole e ben suonabile per tutto
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 602
  • Loc: Roma
  • Thanks: 42  

04-04-22 11.02

Caro Wildcat80, avrei una domanda sulla fantom che hai acquistato, e cioé:
il sequencer é solo per tracce midi interne e/o esterne giusto ? In altri termini, posso "pilotare" strumenti interni e esterni.
Ma la domandona importante é:
posso anche registrare audio e farlo riprodurre dal sequencer ? Probabilmente usando i tasti pad ? E quante "tracce" audio posso controllare quindi usando il sequencer interno ? E funzionano in loop come quelle midi (tipo Ableton live) ?
Potresti far luce su questi aspetti, che mi interessano oltremodo ?
Grazie in anticipo e divertiti !
Sergio
[EDIT]
Mi rispondo quasi da solo:
Capture directly to the pads for triggering.--> quindi premo un tasto della tastiera e riproduco il sample con il tono voluto (pitch)
Capture to the keyboard for instant pitched sounds. --> come sopra ma usando un pad
Build detailed multisamples to create new ZEN-Core tones. --> creazione di strumenti basati su campioni multipli
Domanda: c'é una qualche limitazione sulla quantitá di pad utilizzabili insieme nel sequencer ?
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

04-04-22 11.11

Le 16 tracce hanno un routing individuale, per cui decidi se mandarle all'esterno via MIDI o meno.
Il sequencer funziona sostanzialmente come Zenbeats, la DAW free di Roland, clip loopabili, organizzazione in groups e infine in song.
L'aspetto relativo ai campionamenti lo devo ancora approfondire, almeno 4 samples in loop in contemporanea girano ma non ho ancora affrontato la questione in maniera dettagliata.
  • claudio101
  • Membro: Senior
  • Risp: 236
  • Loc:
  • Thanks: 71  

04-04-22 11.35

@ wildcat80
Le 16 tracce hanno un routing individuale, per cui decidi se mandarle all'esterno via MIDI o meno.
Il sequencer funziona sostanzialmente come Zenbeats, la DAW free di Roland, clip loopabili, organizzazione in groups e infine in song.
L'aspetto relativo ai campionamenti lo devo ancora approfondire, almeno 4 samples in loop in contemporanea girano ma non ho ancora affrontato la questione in maniera dettagliata.
Quandi avevo il Fantom 7 il sequencer a 32 battute max l'ho sempre trovato castrante.emo
Tu come ti trovi?

  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

04-04-22 11.44

È una questione di abitudine, ci si deve abituare perché il mercato ormai è stato plagiato dalla logica di funzionamento su base clip.
Sinceramente 32 battute non sono limitanti, o meglio non così come può sembrare.
Sì tratta semplicemente di suddividere il lavoro in pattern, e riorganizzare i gruppi per arrivare alla stesura della struttura song.
  • silverdave04
  • Membro: Guest
  • Risp: 118
  • Loc: Monza
  • Thanks: 10  

04-04-22 16.31

Ciao Wildcat! Una domanda che riguarda l'esecuzione di sequenze dal vivo...
Passando da un gruppo di pattern a quello successivo (diciamo da A a B), il nuovo gruppo viene eseguito istantaneamente -e cioè appena dai il comando- o analogamente a quanto succede nel rhythm pattern lo strumento "attende" la fine del pattern in corso per passare a quello successivo?
Grazie mille in anticipo se avrai tempo e modo di fare questo test.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

04-04-22 17.04

Non ho ancora sperimentato con i groups, ma con i singoli pattern.
La riproduzione/stop/cambio avviene a fine pattern, ma dovrebbe esserci modo di legarla alla griglia.
  • afr
  • Membro: Staff
  • Risp: 20013
  • Loc: Torino
  • Thanks: 1267  

04-04-22 17.49

@ wildcat80
Non ho ancora sperimentato con i groups, ma con i singoli pattern.
La riproduzione/stop/cambio avviene a fine pattern, ma dovrebbe esserci modo di legarla alla griglia.
Con i group raggruppi i vari pattern e poi li concateni per creare la song

La cosa interessante è che puoi usare tutte o solo alcune tracce di un pattern ed inserirle nel group
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

04-04-22 18.08

No ma è chiaro Aldo, Silverdave chiede come si comportano i groups in performance dal vivo.
Io non ho assolutamente ancora guardato questi aspetti.
  • silverdave04
  • Membro: Guest
  • Risp: 118
  • Loc: Monza
  • Thanks: 10  

04-04-22 19.09

Grazie @afr :)

Esatto @wildcat, hai capito perfettamente. Fammi sapere come si comporta lo strumento se riuscissi a scoprirlo, (naturalmente qualora ne avessi tempo e voglia - ci mancherebbe altro) ;)
  • maxipf
  • Membro: Expert
  • Risp: 2658
  • Loc: Torino
  • Thanks: 206  

04-04-22 19.19

@ silverdave04
Ciao Wildcat! Una domanda che riguarda l'esecuzione di sequenze dal vivo...
Passando da un gruppo di pattern a quello successivo (diciamo da A a B), il nuovo gruppo viene eseguito istantaneamente -e cioè appena dai il comando- o analogamente a quanto succede nel rhythm pattern lo strumento "attende" la fine del pattern in corso per passare a quello successivo?
Grazie mille in anticipo se avrai tempo e modo di fare questo test.
Non proprio istantaneamente, parte al quarto ( se sei in x quarti”) immediatamente successivo all’attivazione.
  • maxipf
  • Membro: Expert
  • Risp: 2658
  • Loc: Torino
  • Thanks: 206  

04-04-22 19.23

@ wildcat80
No ma è chiaro Aldo, Silverdave chiede come si comportano i groups in performance dal vivo.
Io non ho assolutamente ancora guardato questi aspetti.
Anch’io li ho visti di sfuggita, ma mi è parso di capire che raggruppi i pattern per costruire una song.
dal vivo forse é meglio utilizzare i pattern”sciolti”, e più flessibile perché attivi il o i pattern come e quando vuoi
  • afr
  • Membro: Staff
  • Risp: 20013
  • Loc: Torino
  • Thanks: 1267  

04-04-22 19.34

@ wildcat80
No ma è chiaro Aldo, Silverdave chiede come si comportano i groups in performance dal vivo.
Io non ho assolutamente ancora guardato questi aspetti.
Ah sorry! In quel caso non starei nemmeno a fare i groups, eseguirei direttamente i patterns che si "agganciano" al termine della battuta

Quindi se il pattern A è lungo quattro battute, il cambio per selezionare il B lo faccio durante l'esecuzione della quarta battuta del pattern in play
  • Jerrymusic
  • Membro: Senior
  • Risp: 285
  • Loc: Messina
  • Thanks: 48  

04-04-22 20.29

La mia arriva domani.
Vorrei sottolineare che le misure del sequencer sono state raddoppiate a 64 con l'aggiornamento a 1.1emo
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4406
  • Loc: Genova
  • Thanks: 851  

04-04-22 22.22

Stasera studio: sequencing, live looping, ma devo capire un dettaglio abbastanza importante: se posso registrare audio in parallelo al sequencer MIDI, via sampling pad.
Questo perché potrebbe drasticamente svoltare in senso positivo il lavoro di songwriting con il mio socio: Fantom e microfono e via.
Anche se dovessimo registrare a blocchi non sarebbe un problema.
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 602
  • Loc: Roma
  • Thanks: 42  

05-04-22 10.31

wildcat80 ha scritto:
Stasera studio: sequencing, live looping, ma devo capire un dettaglio abbastanza importante: se posso registrare audio in parallelo al sequencer MIDI, via sampling pad.
Questo perché potrebbe drasticamente svoltare in senso positivo il lavoro di songwriting con il mio socio: Fantom e microfono e via.
Anche se dovessimo registrare a blocchi non sarebbe un problema.

Sono curioso di conoscere le tue impressioni in merito.