Mercato pazzo

  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21719
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2710  

16-11-22 09.06

@ 1paolo
Secondo voi gli organi a transistor degli anni 70 sono un'opportunità di acquisto, visto che si trovano a prezzi interessanti?
Se per "prezzi interessanti" intendi bassi, domandati come mai (e quindi la risposta la trovi da te); tolti i pochi modelli "iconici" (che infatti hanno ancora quotazioni alte, sempre che qualcuno li compri a quei prezzi), il resto per me non è "vintage", è "vecchiume".
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11741
  • Loc: Como
  • Thanks: 1204  

16-11-22 09.26

@ 1paolo
Secondo voi gli organi a transistor degli anni 70 sono un'opportunità di acquisto, visto che si trovano a prezzi interessanti?
Se ti interessa quello specifico (anzi molto specifico) tipo di sonorità, si. Se no lascia perdere.

Tieni conto inoltre che buone emulazioni di quegli strumenti si trovano sulle tastiere odierne, quindi se sei interessato a quei suoni ci sono diverse alternative agli strumenti d'annata.

Aggiungo che se intendi gli organi a mobile (stile Hammond a spinetta per intenderci) e non i classici combo portatili, è più la spesa che l'impresa, in particolare per l'ingombro ed il peso. Uno recupera quegli organi se è veramente interessato a quel tipo di strumenti, non solo come suono ma proprio come oggetto. Ed in genere non hanno un gran valore sul mercato del collezionismo, diverse volte vengono pure regalati, quindi anche dal punto di vista dell'investimento non ha molto senso.

1paolo ha scritto:
Ma ricordo bene che da Merula, quando era ancora a Bra ad inizio '80, c'erano diversi Hammond ACCATASTATI per mancanza di spazio e te li "tiravano dietro" a 300.000 lire emo (..non il Piper, proprio i vari M100 & c) perchè ormai erano stati superati dai vari synth digitali (io avevo infatti preso il Poly61).. eppure l'Hammond aveva fatto la storia della musica e la continua a fare anche oggi


È lo stesso che è accaduto con i synth analogici negli anni '90. La differenza con gli organi a transistor però, è che a fare la storia della musica sono stati pochissimi modelli (Vox Continental, Gibson G101, varie declinazioni di Farfisa tra cui spiccano Compact e Compact Professional/Duo) e praticamente nessuno di quelli a mobile, ad eccezione del Eminent 310 usato da Jean Michel Jarre che però non era solo organo ma anche string machine.
  • 1paolo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3848
  • Loc: Cuneo
  • Thanks: 399  

16-11-22 09.27

@ maxpiano69
Se per "prezzi interessanti" intendi bassi, domandati come mai (e quindi la risposta la trovi da te); tolti i pochi modelli "iconici" (che infatti hanno ancora quotazioni alte, sempre che qualcuno li compri a quei prezzi), il resto per me non è "vintage", è "vecchiume".
mmm ni, nel senso: i DX7 in vendita a 200 euro pochi anni fa (due o tre al massimo) me li ricordo anch'io ed infatti avevo preso allora un TX7 a 120€ e anche un M1R; oggi i prezzi sono ben altri e non è cambiato nulla.
Ma ricordo bene che da Merula, quando era ancora a Bra ad inizio '80, c'erano diversi Hammond ACCATASTATI per mancanza di spazio e te li "tiravano dietro" a 300.000 lire emo (..non il Piper, proprio i vari M100 & c) perchè ormai erano stati superati dai vari synth digitali (io avevo infatti preso il Poly61).. eppure l'Hammond aveva fatto la storia della musica e la continua a fare anche oggi ma allora non li voleva nessuno..
Mi chiedevo se la stessa cosa potrebbe succedere anche con i vari Tiger, Vip, Cei, Crumar etc . I Calibro 35 per es usano il Tiger 61 in live e in studio..
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21719
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2710  

16-11-22 09.49

@ 1paolo
mmm ni, nel senso: i DX7 in vendita a 200 euro pochi anni fa (due o tre al massimo) me li ricordo anch'io ed infatti avevo preso allora un TX7 a 120€ e anche un M1R; oggi i prezzi sono ben altri e non è cambiato nulla.
Ma ricordo bene che da Merula, quando era ancora a Bra ad inizio '80, c'erano diversi Hammond ACCATASTATI per mancanza di spazio e te li "tiravano dietro" a 300.000 lire emo (..non il Piper, proprio i vari M100 & c) perchè ormai erano stati superati dai vari synth digitali (io avevo infatti preso il Poly61).. eppure l'Hammond aveva fatto la storia della musica e la continua a fare anche oggi ma allora non li voleva nessuno..
Mi chiedevo se la stessa cosa potrebbe succedere anche con i vari Tiger, Vip, Cei, Crumar etc . I Calibro 35 per es usano il Tiger 61 in live e in studio..
Si ho capito quel che intendi, ma infatti secondo me i prezzi odierni di DX7 & Co non hanno senso e tornando agli organi a transistor, questi hanno un uso molto più di nicchia rispetto all'Hammond e se non è successo fino ad oggi che siano "tornati di moda", nelle varie ondate che ci sono state negli ultimi decenni, probabilmente non succederà (è solo la mia opinione, poi se uno vuole scommettere ed ha spazio in cantina o in soffitta, liberissimo)

PS: i Calibro35 hanno cercato il sound dei film degli anni '70 ed usare il Tiger fa anche un po' "scena", ma quanti altri gruppi hanno bisogno di quello e come diceva mima85 sono suoni assai facili da emulare, a differenza di altri.
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8699
  • Loc: Mantova
  • Thanks: 626  

18-11-22 09.41

senza andare nel vintage... perché compro una tastiera a 1200 euro 6 anni fa e ancora oggi vale la stessa cifra? Si parla di un CP4, niente di vintage... solo plastica e silicio.
Parliamo poi dalla Fa07 comprata a X e dopo 2 settimane la media di vendita è X + 150 euro!
  • Lollo78
  • Membro: Senior
  • Risp: 110
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 21  

18-11-22 10.37

Compro e vendo tastiere synth dal 1997 e devo dire che siamo arrivati,a mio avviso, ad un punto poco sostenibile per quanto riguarda i prezzi dell'usato. Infatti ormai credo che difficilmente venderò o comprerò qualcosa sul mercato dell'usato d'annata e vintage. Ormai il mercato del nuovo offre tutti i tipi di soluzione per ogni tipo di suono o riproduzione a prezzi decenti.Massimo rispetto per i collezionisti, ma io invece di prendere un rottame di dx7 che pesa come un macigno ed costa ormai 500 euro prendo un opsix e sono tranquillo. Alla fine se guardi sono quasi sempre gli stessi annunci...le macchine possono essere prese benissimo, ma sempre datate sono. Parlando del vintage che ha fatto tanti numeri ( dx7, d50 , sy77 , m1 ecc) per me vale sempre il discorso del valore intrinseco e non di quello che fa il mercato. Pensiero mio...
  • mike71
  • Membro: Senior
  • Risp: 862
  • Loc: Torino
  • Thanks: 68  

19-11-22 22.34

@ Lollo78
Compro e vendo tastiere synth dal 1997 e devo dire che siamo arrivati,a mio avviso, ad un punto poco sostenibile per quanto riguarda i prezzi dell'usato. Infatti ormai credo che difficilmente venderò o comprerò qualcosa sul mercato dell'usato d'annata e vintage. Ormai il mercato del nuovo offre tutti i tipi di soluzione per ogni tipo di suono o riproduzione a prezzi decenti.Massimo rispetto per i collezionisti, ma io invece di prendere un rottame di dx7 che pesa come un macigno ed costa ormai 500 euro prendo un opsix e sono tranquillo. Alla fine se guardi sono quasi sempre gli stessi annunci...le macchine possono essere prese benissimo, ma sempre datate sono. Parlando del vintage che ha fatto tanti numeri ( dx7, d50 , sy77 , m1 ecc) per me vale sempre il discorso del valore intrinseco e non di quello che fa il mercato. Pensiero mio...
Io ho un SY77 pagato 250 euro, piu' altri 80 euro per sistemare display, potenziometri, condensattori alimentatori, varie ed eventuali. Adesso dovrei anche cambiare un altro potenziometro che mi da' problemi.

Avere un sisntetizzatore vecchio e' sempre un rischio visto che i componenti invecchiano ed essendo vecchio non si trovano. Fossi un professionista e folessi quel tipo di suoni, ci sarebbe il MODX6 che in piu' ha un display decisamente migliore e ho l'impressione che il menu diving sarebbe limitato ripetto al vecchio SY77. Oltretutto a livello provessionale vorrei essere sicuro che la tastiera che uso non si guasti improvvisamente.

La mia impressione sugli strumenti vecchi e' che ormai ci siano dinamiche di mercato ormai legate dal valore e utilita' dello strumento.
  • Antony
  • Membro: Guru
  • Risp: 5046
  • Loc: Catania
  • Thanks: 487  

20-11-22 11.06

@ mike71
Io ho un SY77 pagato 250 euro, piu' altri 80 euro per sistemare display, potenziometri, condensattori alimentatori, varie ed eventuali. Adesso dovrei anche cambiare un altro potenziometro che mi da' problemi.

Avere un sisntetizzatore vecchio e' sempre un rischio visto che i componenti invecchiano ed essendo vecchio non si trovano. Fossi un professionista e folessi quel tipo di suoni, ci sarebbe il MODX6 che in piu' ha un display decisamente migliore e ho l'impressione che il menu diving sarebbe limitato ripetto al vecchio SY77. Oltretutto a livello provessionale vorrei essere sicuro che la tastiera che uso non si guasti improvvisamente.

La mia impressione sugli strumenti vecchi e' che ormai ci siano dinamiche di mercato ormai legate dal valore e utilita' dello strumento.
Scusate...ne ho letti di vostri commenti e ho sempre l'impressione che solo chi non possiede questa tipologia di strumenti li definisce "vecchi", "desueti", "anacronistici" e si limita a liquidare la faccenda con molta superficialità.

Ho già avuto modo di scrivere che in questo preciso istante chi ha intenzione di acquistare , faccio un esempio CONCRETO, una Korg Pa4X 76 anche del 2016 DEVE spendere dalle 2800 alle 3000 euro. Più di quanto costasse nuova solo qualche anno fa.
Si parla di "prezzi pazzi", di mercato "impazzito" e di minimizzare sempre tutto.

Bene: ho avuto la possibilità di diventare possessore di una Yamaha DX7 FD II con Flightcase originale, una Rom Cartridge. Lo strumento è stato TOTALMENTE REVISIONATO presso centro assistenza da tecnico super qualificato. E' in condizioni " INDISTINGUIBILI DAL NUOVO", è del 1988, ho il manuale in Italiano e non intendo venderlo a meno di 650 euro.
E per favore: non la mettiamo sempre sul proprio tornaconto perchè comprare l'Opsix o l'MODX o il Montage o la SY77 o la SY99 o il Reface DX oppure l'FS01R...NON E' LA STESSA COSA!

Ci sono strumenti che hanno fatto la storia della discografia . Ci sono strumenti che hanno una personalità oggi difficilmente riscontrabile nei modelli attuali. Ci sono strumenti che attirano per la loro storia, per la loro cronologia ,per il loro prestigio e che vengono venduti e acquistati sempre con cognizione di causa.

Voi continuate a preferire Opsyx, MODX6 e cagatine varie ( che , comunque, non comprerete mai).
Altri apprezzeranno la possibilità di portarsi a casa un pezzo di STORIA .
  • MicheleJD
  • Membro: Expert
  • Risp: 1058
  • Loc: Milano
  • Thanks: 250  

20-11-22 12.42

@ Antony
Scusate...ne ho letti di vostri commenti e ho sempre l'impressione che solo chi non possiede questa tipologia di strumenti li definisce "vecchi", "desueti", "anacronistici" e si limita a liquidare la faccenda con molta superficialità.

Ho già avuto modo di scrivere che in questo preciso istante chi ha intenzione di acquistare , faccio un esempio CONCRETO, una Korg Pa4X 76 anche del 2016 DEVE spendere dalle 2800 alle 3000 euro. Più di quanto costasse nuova solo qualche anno fa.
Si parla di "prezzi pazzi", di mercato "impazzito" e di minimizzare sempre tutto.

Bene: ho avuto la possibilità di diventare possessore di una Yamaha DX7 FD II con Flightcase originale, una Rom Cartridge. Lo strumento è stato TOTALMENTE REVISIONATO presso centro assistenza da tecnico super qualificato. E' in condizioni " INDISTINGUIBILI DAL NUOVO", è del 1988, ho il manuale in Italiano e non intendo venderlo a meno di 650 euro.
E per favore: non la mettiamo sempre sul proprio tornaconto perchè comprare l'Opsix o l'MODX o il Montage o la SY77 o la SY99 o il Reface DX oppure l'FS01R...NON E' LA STESSA COSA!

Ci sono strumenti che hanno fatto la storia della discografia . Ci sono strumenti che hanno una personalità oggi difficilmente riscontrabile nei modelli attuali. Ci sono strumenti che attirano per la loro storia, per la loro cronologia ,per il loro prestigio e che vengono venduti e acquistati sempre con cognizione di causa.

Voi continuate a preferire Opsyx, MODX6 e cagatine varie ( che , comunque, non comprerete mai).
Altri apprezzeranno la possibilità di portarsi a casa un pezzo di STORIA .
ho visto l opsix in negozio… era spento ed ero in procinto di farmelo accendere… poi l ho guardato bene, ho messo una mano sulla tastiera, ed ho concluso che mai l avrei comprato.. (peccato, le demo suonano davvero bene)
capisco fare strumenti per tutte le tasche ma fateli pagare 100 € in più e fateli solidi e ben rifiniti. Perché si tratta di 100 euro in più al massimo dobbiamo essere onesti.
a questo punto meglio un bel usato di 20 anni e se si rompe lo porterò a riparare…
C’è un limite di qualità sotto il quale non si deve scendere
  • Lollo78
  • Membro: Senior
  • Risp: 110
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 21  

20-11-22 14.47

@ Antony
Scusate...ne ho letti di vostri commenti e ho sempre l'impressione che solo chi non possiede questa tipologia di strumenti li definisce "vecchi", "desueti", "anacronistici" e si limita a liquidare la faccenda con molta superficialità.

Ho già avuto modo di scrivere che in questo preciso istante chi ha intenzione di acquistare , faccio un esempio CONCRETO, una Korg Pa4X 76 anche del 2016 DEVE spendere dalle 2800 alle 3000 euro. Più di quanto costasse nuova solo qualche anno fa.
Si parla di "prezzi pazzi", di mercato "impazzito" e di minimizzare sempre tutto.

Bene: ho avuto la possibilità di diventare possessore di una Yamaha DX7 FD II con Flightcase originale, una Rom Cartridge. Lo strumento è stato TOTALMENTE REVISIONATO presso centro assistenza da tecnico super qualificato. E' in condizioni " INDISTINGUIBILI DAL NUOVO", è del 1988, ho il manuale in Italiano e non intendo venderlo a meno di 650 euro.
E per favore: non la mettiamo sempre sul proprio tornaconto perchè comprare l'Opsix o l'MODX o il Montage o la SY77 o la SY99 o il Reface DX oppure l'FS01R...NON E' LA STESSA COSA!

Ci sono strumenti che hanno fatto la storia della discografia . Ci sono strumenti che hanno una personalità oggi difficilmente riscontrabile nei modelli attuali. Ci sono strumenti che attirano per la loro storia, per la loro cronologia ,per il loro prestigio e che vengono venduti e acquistati sempre con cognizione di causa.

Voi continuate a preferire Opsyx, MODX6 e cagatine varie ( che , comunque, non comprerete mai).
Altri apprezzeranno la possibilità di portarsi a casa un pezzo di STORIA .
Rispetto il tuo punto di vista e non è sbagliato. Però io la vedo in maniera differente: so benissimo che acquistare un opsix o un modx non ha nulla a che vedere con possedere le tastiere dell'epoca costruite per durare con meccaniche serie e materiali di qualità . Parliamo sempre di macchine che hanno 30 e spesso anche più anni e nonostante possano essere revisionate e sembrare nuove , al momento di problemi son sempre molti soldi e rotture. Non voglio sembrare quello che non ama queste tastiere, ma dopo aver avuto 3 wavestation , 2 sy 77 , 2 dx7 ,( su è una partita la scheda madre ) , 2. 01/w ( sostituiti display) , jv 80 , m1 .. ho detto basta. Per me non ne vale la pena. Finché si spendeva 200 - 400 euro per quel tipo di macchine poteva andare bene, ma con questi prezzi io ho chiuso. Ottime per collezionisti e chi cerca quella sonorità e non si accontenta delle riedizioni.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 5056
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1032  

20-11-22 16.58

Vedere la mia riflessione nasce dal fatto che la pazzia del mercato è nelle cifre, vero, ma anche nel fatto che questa tipologia di annunci staziona per mesi, per non dire anni.
Che senso ha chiedere 4500 per un Juno 60 se non lo si vende?
A fare status?
  • LucaS6901
  • Membro: Senior
  • Risp: 433
  • Loc: Milano
  • Thanks: 39  

21-11-22 18.33

Io ho un vecchio Roland JX8P non funzionante ma che vorrei far riparare. Secondo voi, visti i prezzi di mercato, quanto varrebbe la pena spendere, al massimo quindi nel caso peggiore, nella riparazione ed eventuale revisione ?
  • 1paolo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3848
  • Loc: Cuneo
  • Thanks: 399  

21-11-22 18.39

@ LucaS6901
Io ho un vecchio Roland JX8P non funzionante ma che vorrei far riparare. Secondo voi, visti i prezzi di mercato, quanto varrebbe la pena spendere, al massimo quindi nel caso peggiore, nella riparazione ed eventuale revisione ?
Bello strumento ma non spenderei più di 200€ se pensi poi a rivenderlo funzionante.
Se lo vuoi tenere allora una revisione completa ed approfondita può costare anche il doppio..
  • LucaS6901
  • Membro: Senior
  • Risp: 433
  • Loc: Milano
  • Thanks: 39  

21-11-22 18.55

@ 1paolo
Bello strumento ma non spenderei più di 200€ se pensi poi a rivenderlo funzionante.
Se lo vuoi tenere allora una revisione completa ed approfondita può costare anche il doppio..
Grazie Paolo. In ogni caso lo terrei, anche per un valore affettivo particolare. Anche se, a vedere i prezzi pazzi di questo synth, un pensierino... emo
  • 1paolo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3848
  • Loc: Cuneo
  • Thanks: 399  

21-11-22 19.10

@ LucaS6901
Grazie Paolo. In ogni caso lo terrei, anche per un valore affettivo particolare. Anche se, a vedere i prezzi pazzi di questo synth, un pensierino... emo
In ogni caso chiedi sempre il preventivo prima.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 5056
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1032  

21-11-22 20.17

@ LucaS6901
Io ho un vecchio Roland JX8P non funzionante ma che vorrei far riparare. Secondo voi, visti i prezzi di mercato, quanto varrebbe la pena spendere, al massimo quindi nel caso peggiore, nella riparazione ed eventuale revisione ?
Guarda per il mio JX3P per un controllo + sostituzione preventiva condensatori vari hanno chiesto 150 euro, ma era in ordine, era un intervento preventivo.
Se non funziona, immagino ci sia di mezzo l'aftertouch, aspettati preventivi di spesa ben più alti.
Poi col vintage possono essere anche spese da poco (magari è un problema di alimentazione), ma finché non ci metti mano non lo puoi sapere.
Al momento il prezzo più basso sul mercato è di circa 700 euro per un esemplare in ordine: traine le dovute considerazioni.
  • LucaS6901
  • Membro: Senior
  • Risp: 433
  • Loc: Milano
  • Thanks: 39  

22-11-22 00.02

@ wildcat80
Guarda per il mio JX3P per un controllo + sostituzione preventiva condensatori vari hanno chiesto 150 euro, ma era in ordine, era un intervento preventivo.
Se non funziona, immagino ci sia di mezzo l'aftertouch, aspettati preventivi di spesa ben più alti.
Poi col vintage possono essere anche spese da poco (magari è un problema di alimentazione), ma finché non ci metti mano non lo puoi sapere.
Al momento il prezzo più basso sul mercato è di circa 700 euro per un esemplare in ordine: traine le dovute considerazioni.
Mmmm...ho paura che sia qualcosa di più grave dell aftertouch, che nel mio esemplare funzionava anche. Comunque, come giustamente detto in precedenza, chiederò un preventivo e poi deciderò. Un peccato perché mi ricordo un bel suono ed anche una discreta semplicità nell utilizzo.
  • 1paolo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3848
  • Loc: Cuneo
  • Thanks: 399  

22-11-22 11.47

@ LucaS6901
Grazie Paolo. In ogni caso lo terrei, anche per un valore affettivo particolare. Anche se, a vedere i prezzi pazzi di questo synth, un pensierino... emo
Prego .emo
  • soicaM
  • Membro: Expert
  • Risp: 915
  • Loc: Forlì e Cesena
  • Thanks: 341  

29-11-22 16.09

Niente, ho messo in vendita sul mercatino un Korg pa600 ma vengo contattato da marocchini del Marocco e camionisti romeni/rumeni che chiedono "ultimo prezzo", ma sinceramente ho paura a dare l'indirizzo di casa a destra e a manca, cioè non vorrei finire sul giornale per una pianola. C'è anche qualche meridionale che chiede la spedizione in contrassegno ma non saprei, e comunque con tutto l'affetto per i cugini meridionali che adoro.
Quindi non sono in empasse, andrà in contovendita o permuta dove comprerò il nuovo.
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12100
  • Loc: Ravenna
  • Thanks: 1472  

29-11-22 16.12

@ soicaM
Niente, ho messo in vendita sul mercatino un Korg pa600 ma vengo contattato da marocchini del Marocco e camionisti romeni/rumeni che chiedono "ultimo prezzo", ma sinceramente ho paura a dare l'indirizzo di casa a destra e a manca, cioè non vorrei finire sul giornale per una pianola. C'è anche qualche meridionale che chiede la spedizione in contrassegno ma non saprei, e comunque con tutto l'affetto per i cugini meridionali che adoro.
Quindi non sono in empasse, andrà in contovendita o permuta dove comprerò il nuovo.
Dove lo sei andato a pescare questo avatar?!?!?

emoemoemo