First Meeting

  • thenemesis
  • Membro: Guest
  • Risp: 13
  • Loc: Alessandria
  • Thanks: 5  

22-01-23 22.46

@ vin_roma
Tu stesso hai aperto il thread con "graditi commenti e critiche" ma poi quando queste ti sono state rivolte, contravvenendo ai tuoi propositi (forse eri sicuro di un'indiscussa standing ovation) rispondi stizzito con una sorta di "lei non sa chi sono io..."

Non voglio dire "artisticamente" ma musicalmente, stilisticamente e tecnicmente ti ha risposto il personaggio probabilmente più colto e preparato di questo forum ed inoltre è anche un eccellente pianista jazz.

Tornando al brano che hai messo in questo post ...dai, non è una meraviglia. Ti rifai molto alle sonorità e soluzioni armoniche (che comunque amo anch'io) di Hackett ma niente di più. Direi che era molto più interessante il brano che postasti 9 anni fa anche se pure questo era pensato e confezionato sulla copia Gabriel/Hackett.
Ecco, questo è il genere di risposte che apprezzo.
Certo, mi ispiro a Hackett ed ai Genesis in generale, cercando di mettere qualcosa di mio.
Purtroppo ora ho a disposizione solo un software musicale gratuito, non suono, assemblo. E' limitante.
Farò altro quando avrò di nuovo a disposizione la mia saletta.
  • thenemesis
  • Membro: Guest
  • Risp: 13
  • Loc: Alessandria
  • Thanks: 5  

22-01-23 22.48

@ Dallaluna69
thenemesis ha scritto:
Mogol, Steve Hackett e tanti altri, hanno sempre apprezzato le mie progressioni armoniche e linee melodiche

Ah ok. Ora ho capito.
Guarda: ieri ho fatto ascoltare il tuo brano a Paul McCartney. Lo ha apprezzato moltissimo. All'inizio pensavo scherzasse, poi ho capito che era serio.
Complimenti: sei davvero ad un livello molto alto. Continua così.
A parte che Paul McCartney (come i Beatles) mai mi è piaciuto, ma non penso che si "abbassi" ad ascoltare qualcosa di mio.
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 1576
  • Loc: .
  • Thanks: 521  

22-01-23 23.12

@ thenemesis
Mah, non so, mi sembra che i tuoi appunti didattici siano un po' "particolari". A me, al conservatorio, hanno insegnato che nella teoria musicale, la progressione armonica è un insieme di trasposizioni ascendenti o discendenti di una sequenza di accordi.
Peraltro riportato correttamente anche da Wikipedia.
Diatoniche o modulanti (o principali o modulate) lo sono per la diversa trasposizione degli accordi che le compongono (ma magari ricordo male, visto che le ho studiate quasi 50 anni fa).
Riguardo alle tue frequentazioni jazzistiche, sono simili alle mie (Riccardo Zegna è stato anche fidanzato con mia sorella, sono cresciuto a pane, jazz e prog, oltre che classica).
Nel brano la progressione armonica, se vista come detto, c'è. Poi magari non è a livelli di quello che puoi scrivere tu, ma io sono un umile hobbista che suona solo per divertimento, mai mi metterei in concorrenza con un professionista.
1) i “mattoncini” delle progressioni armoniche - esistono ovviamente anche quelle melodiche - si chiamano “moduli”.

Appunti di armonia

2) le progressioni sono diatoniche quando gli accordi che la compongono (e quindi i bassi fondamentali) rimangono nel tono d’impianto, mentre sono modulanti se conducono - anche transitoriamente - a tonalità differenti.

3) in ogni caso, la struttura armonica di un brano non viene definita una “progressione” - a meno che non di basi, appunto, unicamente su progressioni.

4) la composizione che hai creato è molto più di una progressione, è una interessante e gradevole struttura che invita all’ascolto. Poi io ci vedrei sopra una melodia che si sviluppi in maniera più esplicita - ma sono gusti. Se a te piace così, va bene così.
  • thenemesis
  • Membro: Guest
  • Risp: 13
  • Loc: Alessandria
  • Thanks: 5  

23-01-23 22.10

@ WTF_Bach
1) i “mattoncini” delle progressioni armoniche - esistono ovviamente anche quelle melodiche - si chiamano “moduli”.

Appunti di armonia

2) le progressioni sono diatoniche quando gli accordi che la compongono (e quindi i bassi fondamentali) rimangono nel tono d’impianto, mentre sono modulanti se conducono - anche transitoriamente - a tonalità differenti.

3) in ogni caso, la struttura armonica di un brano non viene definita una “progressione” - a meno che non di basi, appunto, unicamente su progressioni.

4) la composizione che hai creato è molto più di una progressione, è una interessante e gradevole struttura che invita all’ascolto. Poi io ci vedrei sopra una melodia che si sviluppi in maniera più esplicita - ma sono gusti. Se a te piace così, va bene così.
Ok, stiamo andando molto sul tecnico e io non riesco a seguirti. Gli appunti che hai citato sono sicuramente molto interessanti, e mi ricordo qualcosa. Ma ora suono solo a sentimento, non bado alla tecnica (seppur importantissima), ma a quello che ascolto mettendo insieme accordi in "progressioni" armoniche (che non sono vere progressioni ma insiemi di note che stanno bene assieme, io le chiamo progressioni in modo improprio ma è solo per dare un nome). Quindi sono poco "tecnico" e molto "istintivo".
Riguardo alla tua osservazione (ti ringrazio per l'apprezzamento della struttura), a me sembra che la melodia, seppur non così incisiva come dici, ben si adatti alla composizione sottostante. Considera anche che non sto suonando, ma "assemblo" mattoncini digitali per gli accordi e note "disegnate" per le melodie, con tutti i limiti che ne conseguono. Quando (spero presto) avrò di nuovo a disposizione la mia piccola sala di registrazione con la mia amata Studiologic, potrò mettere mano a questa ed ad altre numerose composizioni per dare loro maggiore coerenza e consistenza.
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 1576
  • Loc: .
  • Thanks: 521  

24-01-23 08.10

@ thenemesis
Ok, stiamo andando molto sul tecnico e io non riesco a seguirti. Gli appunti che hai citato sono sicuramente molto interessanti, e mi ricordo qualcosa. Ma ora suono solo a sentimento, non bado alla tecnica (seppur importantissima), ma a quello che ascolto mettendo insieme accordi in "progressioni" armoniche (che non sono vere progressioni ma insiemi di note che stanno bene assieme, io le chiamo progressioni in modo improprio ma è solo per dare un nome). Quindi sono poco "tecnico" e molto "istintivo".
Riguardo alla tua osservazione (ti ringrazio per l'apprezzamento della struttura), a me sembra che la melodia, seppur non così incisiva come dici, ben si adatti alla composizione sottostante. Considera anche che non sto suonando, ma "assemblo" mattoncini digitali per gli accordi e note "disegnate" per le melodie, con tutti i limiti che ne conseguono. Quando (spero presto) avrò di nuovo a disposizione la mia piccola sala di registrazione con la mia amata Studiologic, potrò mettere mano a questa ed ad altre numerose composizioni per dare loro maggiore coerenza e consistenza.
Perfetto. Buon lavoro!