Nuovi Pianoforti Roland serie FP-X

  • reto961
  • Membro: Senior
  • Risp: 327
  • Loc: Bari
  • Thanks: 25  

16-10-21 18.55

@ morgan74
Se il suono principale di piano acustico, è lostesso dell' RD 88, meglio lascare stare..
pentito rd 88 . amaramente. solo per il pianoforte, il resto non male
  • Steruny
  • Membro: Expert
  • Risp: 909
  • Loc: Cagliari
  • Thanks: 81  

16-10-21 19.01

@ reto961
pentito rd 88 . amaramente. solo per il pianoforte, il resto non male
Si , fare un piano così , a quel prezzo , con quelle caratteristiche notevoli e poi mettergli quel campione di G piano fa riflettere. Mah che peccato.
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 1444
  • Loc:
  • Thanks: 455  

17-10-21 00.28

@ reto961
pentito rd 88 . amaramente. solo per il pianoforte, il resto non male
Parole sante. Un passo falso epocale, su uno strumento di quelle potenzialità potevano mettere un piano acustico almeno dignitoso.
  • Ovidio
  • Membro: Guest
  • Risp: 28
  • Loc:
  • Thanks: 5  

23-11-22 22.28

Secondo questa dettagliata recensione, il timbro di piano del fp30x soffrirebbe di un problema di detuning dovuto a una singolare modalità di campionamento del cosiddetto "stretch tuning mode".
Non sono un tecnico, pertanto non mi addentro nei particolari.
Allego un passaggio dell'articolo a titolo di riepilogo.

"I have also played all of the major digital pianos out there and I can tell you from my personal experience the Roland FP-30X (like its predecessor) sounds much more "sharp" to my ears when I play certain notes together (using the preset piano sounds) than other digital pianos do, and quite honestly it bothers me and that is why I am mentioning it. In fact, I have not talked about the subject of piano "stretch" tuning on any other brand of digital piano because I have not had issues with it like this one."

Stavo meditando di acquistare l'fp30x a scatola chiusa, avendo apprezzato la precedente meccanica Ivory Feel G, ma dopo questa recensione...
Per caso qualcuno di voi che possiede o ha provato l'fp-30x, ha riscontrato il suddetto problema ?
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21721
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2710  

24-11-22 07.56

Lo stretch tuning non é una modalitá di campionamento ma un tipo di accordatura (del pianoforte, anche di quello vero ed altri strumenti) 'stretched' ovvero che non segue esattamente gli intervalli nominali (come puoi leggere ad esempio qui https://en.wikipedia.org/wiki/Stretched_tuning) per tenere conto delle inarmonicitá presenti nelle armoniche dello spettro di ciascuna nota legate a come la corda o altro elemento vibrante si comportano, in ciascuno strumento.

In quella recensione si lamenta di non poter attivare o disattivare lo stretch tuning, che é una cosa diversa (ma é una limitazione da valutare considerando la fascia di prezzo del FP30x )

Ad ogni modo, come non mi stanco mai di ripetere in questi casi, la scelta di uno strumento, anche un pianoforte digitale, va fatta provandolo (in negozio se possibile o altrimenti acquistandolo online mettendo in conto un eventuale recesso), le recensioni soprattutto quelle individuali e senza dati oggettivi (misure, analisi spettrali, comparazioni audio...) ma solo sensazioni lasciano il tempo che trovano. In generale il suono di piano Roland é piuttosto caratteristico e "deve piacere", mettiamola cosí.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 4109
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 710  

24-11-22 09.06

maxpiano69 ha scritto:
... le recensioni soprattutto quelle individuali e senza dati oggettivi (misure, analisi spettrali, comparazioni audio...) ma solo sensazioni lasciano il tempo che trovano...

... e sempre "ammesso e non concesso" che siano in buona fede... Da tempo preferisco ascoltare le demo dei venditori / distributori ufficiali piuttosto che i "pareri" dei terzi.
  • Ovidio
  • Membro: Guest
  • Risp: 28
  • Loc:
  • Thanks: 5  

24-11-22 12.45

@ maxpiano69
Lo stretch tuning non é una modalitá di campionamento ma un tipo di accordatura (del pianoforte, anche di quello vero ed altri strumenti) 'stretched' ovvero che non segue esattamente gli intervalli nominali (come puoi leggere ad esempio qui https://en.wikipedia.org/wiki/Stretched_tuning) per tenere conto delle inarmonicitá presenti nelle armoniche dello spettro di ciascuna nota legate a come la corda o altro elemento vibrante si comportano, in ciascuno strumento.

In quella recensione si lamenta di non poter attivare o disattivare lo stretch tuning, che é una cosa diversa (ma é una limitazione da valutare considerando la fascia di prezzo del FP30x )

Ad ogni modo, come non mi stanco mai di ripetere in questi casi, la scelta di uno strumento, anche un pianoforte digitale, va fatta provandolo (in negozio se possibile o altrimenti acquistandolo online mettendo in conto un eventuale recesso), le recensioni soprattutto quelle individuali e senza dati oggettivi (misure, analisi spettrali, comparazioni audio...) ma solo sensazioni lasciano il tempo che trovano. In generale il suono di piano Roland é piuttosto caratteristico e "deve piacere", mettiamola cosí.
Grazie per la spiegazione, non sapevo che l'accordatura riguardasse anche i piani digitali.
Purtroppo il negozio più fornito è a un'ora e mezza di auto da casa, vedrò di organizzarmi.