Green Pass e musica dal vivo

  • Steruny
  • Membro: Senior
  • Risp: 593
  • Loc: Cagliari
  • Status:
  • Thanks: 53  

20-07-21 13.32

@ Roberto_Forest
Certo che se scrivi in questo modo è difficile convincerci... È un modo di scrivere che denota poca lucidità.
Chi è sto leso?
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8623
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 848  

20-07-21 13.48

wildcat80 ha scritto:
Pur a fronte di un numero crescente di contagi, in ospedale la situazione è praticamente tornata alla normalità.

wildcat80
"noi" comuni, siamo subissati da tante e troppe notizie, fake, verità, dubbi, idee di complotti ...una confusione!
Mi piacerebbe sapere da chi, come te, è dall'altra parte, quanto sia veritiera questa notizia che ci sono meno ricoveri anche per il fatto che la variante delta interessa principalmente la zona naso e gola e molto raramente scende ed infetta i polmoni.
Vero?
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 130
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 33  

20-07-21 13.51

erano gli inizi di settembre 2020 e la situazione era tutta sommato ancora buona. Si iniziava a parlare del imminente arrivo dei vaccini. Un mio collega aveva dubbi e chiese il mio parere.
Gli dissi che “non avevo dubbi, il vaccinarmi avrebbe non solo protetto me (con i limiti e i giusti atteggiamenti, lo sappiamo) ma soprattutto avrebbe comportato minor rischi per tutti i soggetti deboli, anziani e malati in primis. Non aderire ad una campagna vaccinale non è semplicemente un esercizio di propria libertà, è influire sulla salute di una comunità”
Mi spiace, la sanità non è democrazia. Può parlare solo chi ne ha le conoscenze medico scientifiche per farlo. Se un ente regolatore mi dice che un prodotto ha efficacia ed è associato ad un profilo rischio sicurezza adeguato, io non ho elementi per dire il contrario.
Siamo su un blog di musica e se io dico che un suono di pianoforte non mi piace e non lo comprerei mai, il mio giudizio vale come quello di un famoso musicista.
Su aspetti di sanità mi spiace ma non è così, e spesso anche chi “è del settore” (e io lo sono) non ha competenze così specifiche e accesso a dati tali per cui può permettersi di evangelizzare sul web (o in televisione come a volte si vede) sulle sue posizioni.
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3135
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 468  

20-07-21 14.27

@ vin_roma
wildcat80 ha scritto:
Pur a fronte di un numero crescente di contagi, in ospedale la situazione è praticamente tornata alla normalità.

wildcat80
"noi" comuni, siamo subissati da tante e troppe notizie, fake, verità, dubbi, idee di complotti ...una confusione!
Mi piacerebbe sapere da chi, come te, è dall'altra parte, quanto sia veritiera questa notizia che ci sono meno ricoveri anche per il fatto che la variante delta interessa principalmente la zona naso e gola e molto raramente scende ed infetta i polmoni.
Vero?
Vin al momento io andrei comunque cauto.
Da una parte è vero che la pressione di selezione sul virus per via di vaccini e restrizioni dovrebbe portare all'emergenza di ceppi meno letali ma più contagiosi, l'endemizzazione di un patogeno si ha quando si raggiunge un equilibrio fra virus e ospite, che può avvenire per diversi meccanismi.
Dall'altra anche la scorsa estate si diceva lo stesso, che era tutto finito etc etc, ma c'è un perché.
Il modello di contagio dei mesi estivi è diverso da quelli invernali: popolazione prevalentemente giovane e sana, cariche virali più basse.
Io credo che serva ancora qualche mese per vederci chiaro, anche perché i tracciamenti genetici sulle varianti non vengono fatti ancora routinariamente su tutti i casi di positività, e la minor letalità peraltro la si potrà osservare solo con il modello di contagio di tipo invernale.
Al momento è tutto tranquillo, ma anche un anno fa era così.
Peraltro uno dei grandi temi dei no vax è quello del ricorso alle cure domiciliari, che nella realtà non è così banale come viene presentato.
Siamo pochi. Mio padre compie 67 anni, è medico di base in campagna, è un anno abbondante che la metà del suo tempo la passa a fare tamponi, e con il modello cura domiciliare, non avrebbe il tempo materiale per seguire i casi in periodo di alta incidenza.
Mancano medici e infermieri, è un gap colmabile in un decennio abbondante.
Peraltro le cure domiciliari e i nuovi farmaci, quando saranno disponibili, saranno comunque costosi, costa molto più un ciclo di monoclonali che un ciclo vaccinale completo, siamo proprio su ordini di grandezza lontani (es Comirnaty siamo attorno a 180 euro ogni 6 somministrazioni, Roactera poco meno di 1500 per 4 somministrazioni) e i rischi non sono così minori rispetto a un vaccino.
Per fare un esempio di vita reale, ho diversi amici con sclerosi multipla in terapia con monoclonali.
Uno è mio cognato che dopo il primo ciclo è diventato ipotiroideo (side effect riconosciuto), un altro ha avuto un'encefalite da JC virus (side altrettanto riconosciuto) che gli ha fottuto i movimenti fini alla mano sinistra e a neanche 40 anni ha dovuto appendere il basso al chiodo e rinunciare alla sua più grande passione.
Quindi, occorre calma anche nel gridare al complotto.
La medicina non è una scienza esatta, e Big Pharma i soldi non li fa solo con i vaccini, anzi, li fa con le terapie croniche di basso costo.
  • d_phatt
  • Membro: Expert
  • Risp: 1242
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 219  

20-07-21 14.27

@ MicheleJD
erano gli inizi di settembre 2020 e la situazione era tutta sommato ancora buona. Si iniziava a parlare del imminente arrivo dei vaccini. Un mio collega aveva dubbi e chiese il mio parere.
Gli dissi che “non avevo dubbi, il vaccinarmi avrebbe non solo protetto me (con i limiti e i giusti atteggiamenti, lo sappiamo) ma soprattutto avrebbe comportato minor rischi per tutti i soggetti deboli, anziani e malati in primis. Non aderire ad una campagna vaccinale non è semplicemente un esercizio di propria libertà, è influire sulla salute di una comunità”
Mi spiace, la sanità non è democrazia. Può parlare solo chi ne ha le conoscenze medico scientifiche per farlo. Se un ente regolatore mi dice che un prodotto ha efficacia ed è associato ad un profilo rischio sicurezza adeguato, io non ho elementi per dire il contrario.
Siamo su un blog di musica e se io dico che un suono di pianoforte non mi piace e non lo comprerei mai, il mio giudizio vale come quello di un famoso musicista.
Su aspetti di sanità mi spiace ma non è così, e spesso anche chi “è del settore” (e io lo sono) non ha competenze così specifiche e accesso a dati tali per cui può permettersi di evangelizzare sul web (o in televisione come a volte si vede) sulle sue posizioni.
Concordo in toto, tranne sul fatto che sulle questioni musicali i giudizi abbiano tutti lo stesso valore, ma questa adesso è una quisquilia.
Per il resto, questo è al 100% il mio pensiero.

Molte persone sono viziate dal fatto che non stiamo più cadendo uno dopo l'altro sotto i colpi della poliomielite e del vaiolo, dal fatto che abbiamo smesso di crepare per una semplice frescata, e via dicendo. E parlano, però dopo quando stanno male vanno all'ospedale eh, alcuni neanche quello.

Poi fra questi alcuni dicono che la terra è piatta, e intanto usano gli smartphone (tra l'altro pieni di spyware, ma non lo sanno, ma anche qui lasciamo perdere per il momento) e per trovare le strade usano Google Maps e quindi...il GPS.

E ovviamente nessuno di loro sa veramente un emerito cazzo di quello che dice.
Va bene il beneficio del dubbio, ma c'è un limite.
I pericoli per la nostra libertà, per le nostre fragili democrazie esistono, ma non vengono dai medici, dalla SANITÀ, ***** ma possibile...
  • JoelFan
  • Membro: Expert
  • Risp: 2459
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 327  

20-07-21 14.28

Qui parla l'ISS.

Tabella 7, pagina 35.
Così almeno si parla di dati.

Ad esempio, nella mia fascia di età (40-59)
=> Decessi 45 per i non vaccinati, per i vaccinati full 1.
=> Contagi 5747 per i non vaccinati, per i vaccinati full 727.
e così via...


La conclusione è una sola, il vaccino è indispensabile.
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9689
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 812  

20-07-21 14.50

@ MicheleJD
erano gli inizi di settembre 2020 e la situazione era tutta sommato ancora buona. Si iniziava a parlare del imminente arrivo dei vaccini. Un mio collega aveva dubbi e chiese il mio parere.
Gli dissi che “non avevo dubbi, il vaccinarmi avrebbe non solo protetto me (con i limiti e i giusti atteggiamenti, lo sappiamo) ma soprattutto avrebbe comportato minor rischi per tutti i soggetti deboli, anziani e malati in primis. Non aderire ad una campagna vaccinale non è semplicemente un esercizio di propria libertà, è influire sulla salute di una comunità”
Mi spiace, la sanità non è democrazia. Può parlare solo chi ne ha le conoscenze medico scientifiche per farlo. Se un ente regolatore mi dice che un prodotto ha efficacia ed è associato ad un profilo rischio sicurezza adeguato, io non ho elementi per dire il contrario.
Siamo su un blog di musica e se io dico che un suono di pianoforte non mi piace e non lo comprerei mai, il mio giudizio vale come quello di un famoso musicista.
Su aspetti di sanità mi spiace ma non è così, e spesso anche chi “è del settore” (e io lo sono) non ha competenze così specifiche e accesso a dati tali per cui può permettersi di evangelizzare sul web (o in televisione come a volte si vede) sulle sue posizioni.
é proprio la scienza medica il problema.
non é unita, anzi direi che é in guerra. ma non si puo non notare un continuo cambio di parere da una parte ed una precisa posizione dall’altra..
e non é esatta, comunque per definizione..
in base a questo sei obbligato e firmi un esonero da responsabilità, in caso di reazioni avverse, per farti in(o)culare in certi casi un vaccino in altri una terapia genica. che nessuno può sapere specialmente a lungo termine quali possono essere gli effetti,e se anche ci saranno di certo non ci sarà alcun nesso…chi mai te lo potrebbe dimostrare?
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9689
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 812  

20-07-21 15.01

@ JoelFan
Qui parla l'ISS.

Tabella 7, pagina 35.
Così almeno si parla di dati.

Ad esempio, nella mia fascia di età (40-59)
=> Decessi 45 per i non vaccinati, per i vaccinati full 1.
=> Contagi 5747 per i non vaccinati, per i vaccinati full 727.
e così via...


La conclusione è una sola, il vaccino è indispensabile.
l’iss omette questo dato e non é ammissibile.
  • JoelFan
  • Membro: Expert
  • Risp: 2459
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 327  

20-07-21 15.15

@ zerinovic
l’iss omette questo dato e non é ammissibile.
Non lo omette affatto.
La tabella che ti ho indicato parla chiaro.

Se hai tempo di leggerla, troverai anche le casistiche di chi è vaccinato con 1 dose o full (2 dosi).
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 130
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 33  

20-07-21 16.15

@ zerinovic
é proprio la scienza medica il problema.
non é unita, anzi direi che é in guerra. ma non si puo non notare un continuo cambio di parere da una parte ed una precisa posizione dall’altra..
e non é esatta, comunque per definizione..
in base a questo sei obbligato e firmi un esonero da responsabilità, in caso di reazioni avverse, per farti in(o)culare in certi casi un vaccino in altri una terapia genica. che nessuno può sapere specialmente a lungo termine quali possono essere gli effetti,e se anche ci saranno di certo non ci sarà alcun nesso…chi mai te lo potrebbe dimostrare?
Capisco che quanto dico possa relegare il tutto ad un atto di fede, ma effettivamente se non fosse così si arriva al caos.
La scienza medica è in lotta contro la malattia e basta. C’è confronto tra esperti e si giunge a delle linee guida su come intervenire.
Poi ci sono medici che con eccesso di protagonismo fanno sembrare che vi sia confusione. Infatti ho sempre trovato inappropriata la presenza di medici nei dibattiti televisivi. In molti casi hanno generato confusione e smarrimento nei pazienti, e questo un medico non deve farlo.
Tra l altro sarei curioso di capire come mai medici dipendenti di aziende ospedaliere vengano legittimati a partecipare a discussioni televisive rischiando di far passare il loro pensiero come le indicazioni di un ospedale. (Per una azienda privata sarebbe impensabile )
Attenzione non dico che un medico non debba partecipare a determinate trasmissioni. Dovrebbe partecipare come divulgatore di giusti comportamenti e di consapevolezza della malattia.
Infatti se un medico non è d accordo con le linee guida ci sono le sedi opportune nelle quali discutere e dare il proprio contributo.
Comunque la realtà è che i nostri medici e infermieri si sono ammazzati di lavoro (e più di uno è stato ammazzato anche dal covid) e se gli enti regolatori (guidati da medici e scienziati) raccomandano la vaccinazione, io la faccio anche nel rispetto per quello che questi medici hanno fatto e nella speranza che non debbano più vivere e vedere quello che hanno visto.
Chiedo scusa se il mio tono possa sembrare arrogante, non è mia intenzione essere duro, qualcuno di voi seppur da poco mi conosce. Ma davvero è importante essere uniti nello sforzo di uscirne presto
  • anonimo
  • Membro: Expert
  • Risp: 2526
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 145  

20-07-21 16.45

Scusate, magari ci ho messo del mio per andare off topic, ma onde evitare di mandarlo in vacca, cerchiamo di attenerci all'argomento principale (Green Pass per suonare) altrimenti diventa una guerra tra chi sostiene i vaccini e chi no.
A tal proposito, chi non è vaccinato, a oggi, non può entrare in sala prove se non ha eseguito un tampone nelle ultime 48h, giusto?
Fare un tampone costa mediamente 25 euro... Da ignorante chiedo: ci sono percorsi per farlo gratuitamente? Non voglio aprire un mutuo per fare 4 prove al mese...
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3135
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 468  

20-07-21 17.01

@ anonimo
Scusate, magari ci ho messo del mio per andare off topic, ma onde evitare di mandarlo in vacca, cerchiamo di attenerci all'argomento principale (Green Pass per suonare) altrimenti diventa una guerra tra chi sostiene i vaccini e chi no.
A tal proposito, chi non è vaccinato, a oggi, non può entrare in sala prove se non ha eseguito un tampone nelle ultime 48h, giusto?
Fare un tampone costa mediamente 25 euro... Da ignorante chiedo: ci sono percorsi per farlo gratuitamente? Non voglio aprire un mutuo per fare 4 prove al mese...
No, non ci sono più percorsi gratuiti istituzionali.
È in studio la possibilità di renderlo fiscalmente detraibile al 100%.
  • anonimo
  • Membro: Expert
  • Risp: 2526
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 145  

20-07-21 17.31

@ wildcat80
No, non ci sono più percorsi gratuiti istituzionali.
È in studio la possibilità di renderlo fiscalmente detraibile al 100%.
La regola vige anche se fai le prove in casa di qualcuno? Ammettiamo che il vicino, infastidito/insospettito, chiami le forze dell'ordine..
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1207
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 165  

20-07-21 17.34

@ anonimo
La regola vige anche se fai le prove in casa di qualcuno? Ammettiamo che il vicino, infastidito/insospettito, chiami le forze dell'ordine..
non credo
al momento non ci sono limitazioni se si va a trovare qualcuno a casa no?? che poi tu suoni o ceni o giochi a carte quello lo decidi tu...
giusto?

non e' un "luogo pubblico" o ad accesso al pubblico... e' un'abitazione privata.
Ecco, magari io terrei la mascherina e una "debita distanza" ma imho non e' previsto nessun pass...
  • anonimo
  • Membro: Expert
  • Risp: 2526
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 145  

20-07-21 17.43

@ toniz1
non credo
al momento non ci sono limitazioni se si va a trovare qualcuno a casa no?? che poi tu suoni o ceni o giochi a carte quello lo decidi tu...
giusto?

non e' un "luogo pubblico" o ad accesso al pubblico... e' un'abitazione privata.
Ecco, magari io terrei la mascherina e una "debita distanza" ma imho non e' previsto nessun pass...
Ma facendo le prove non crei assembramento? Che tu sia in casa tua o fuori, credo che cambi poco. Penso sia la stessa situazione di una festa privata. Link
  • toniz1
  • Membro: Expert
  • Risp: 1207
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 165  

20-07-21 17.49

@ anonimo
Ma facendo le prove non crei assembramento? Che tu sia in casa tua o fuori, credo che cambi poco. Penso sia la stessa situazione di una festa privata. Link
dal 21 giugno si puo' ospitare a casa fino ad un numero di 5+te (quindi 6 persone... se non sono tutte conviventi... nel qualcaso una famiglia di 10 persone... puo' ovviamente)...

quindi se nel gruppo siete max in 6 non ci sono problemi non e' assembramento.

se invece ci sono morose, amici etc.etc. che vengono a sentire... allora si... diventa "festa privata" e ci vuole il green pass come per le cerimonie e altro (se ho ben capito)...
e' zona bianca ancora... non liberi tutti.

edit... mi pare che non ci sia piu' il limite delle 6 persone al tavolo a casa adesso... ma imho se siete "conservativi" non ci sono problemi.
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9581
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 925  

20-07-21 20.43

@ anonimo
Ma facendo le prove non crei assembramento? Che tu sia in casa tua o fuori, credo che cambi poco. Penso sia la stessa situazione di una festa privata. Link
Noi effettivamente abbiamo provato nel giardino di Tiziana, dove:
1) Non si pagava nulla
2) Tiziana è veramente ospitale con birre (emo) e pizzette
3) Il distanziamento veniva rispettato, anche se non abbiamo casi critici, tutti vaccinati.

Effettivamente non tutti, ma molti qua se lo pongono il problema del numero limite, e noi siamo 7...
  • lucione
  • Membro: Senior
  • Risp: 195
  • Loc: Varese
  • Status:
  • Thanks: 2  

21-07-21 14.18

@ MicheleJD
erano gli inizi di settembre 2020 e la situazione era tutta sommato ancora buona. Si iniziava a parlare del imminente arrivo dei vaccini. Un mio collega aveva dubbi e chiese il mio parere.
Gli dissi che “non avevo dubbi, il vaccinarmi avrebbe non solo protetto me (con i limiti e i giusti atteggiamenti, lo sappiamo) ma soprattutto avrebbe comportato minor rischi per tutti i soggetti deboli, anziani e malati in primis. Non aderire ad una campagna vaccinale non è semplicemente un esercizio di propria libertà, è influire sulla salute di una comunità”
Mi spiace, la sanità non è democrazia. Può parlare solo chi ne ha le conoscenze medico scientifiche per farlo. Se un ente regolatore mi dice che un prodotto ha efficacia ed è associato ad un profilo rischio sicurezza adeguato, io non ho elementi per dire il contrario.
Siamo su un blog di musica e se io dico che un suono di pianoforte non mi piace e non lo comprerei mai, il mio giudizio vale come quello di un famoso musicista.
Su aspetti di sanità mi spiace ma non è così, e spesso anche chi “è del settore” (e io lo sono) non ha competenze così specifiche e accesso a dati tali per cui può permettersi di evangelizzare sul web (o in televisione come a volte si vede) sulle sue posizioni.
emo
  • lucione
  • Membro: Senior
  • Risp: 195
  • Loc: Varese
  • Status:
  • Thanks: 2  

21-07-21 14.23

@ zerinovic
é proprio la scienza medica il problema.
non é unita, anzi direi che é in guerra. ma non si puo non notare un continuo cambio di parere da una parte ed una precisa posizione dall’altra..
e non é esatta, comunque per definizione..
in base a questo sei obbligato e firmi un esonero da responsabilità, in caso di reazioni avverse, per farti in(o)culare in certi casi un vaccino in altri una terapia genica. che nessuno può sapere specialmente a lungo termine quali possono essere gli effetti,e se anche ci saranno di certo non ci sarà alcun nesso…chi mai te lo potrebbe dimostrare?
ok, però se ti ammali di covid pesante il lungo termine non esiste più perchè rischi che te ne vai a suonare lassù.
Secondo me risultare positivi significa poco, quello che conta è quando uno si ammala, e li sono c...i
  • soicaM
  • Membro: Senior
  • Risp: 301
  • Loc: Forlì e Cesena
  • Status:
  • Thanks: 133  

23-07-21 14.16

emo