Studiologic: "Watch for the X"

  • keyboard7
  • Membro: Senior
  • Risp: 620
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 83  

15-08-21 08.29

però riflettendoci un modulo expander sarebbe la scelta vincente, anche la crumar e la viscount hanno fatto moduli expander. E risolverebbe il problema della tastiera, che mi sembra l'aspetto che maggiormente penalizza lo strumento.
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3437
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

15-08-21 08.34

Il modulo sarebbe una scelta decisamente controcorrente, visto che su quel formato, come generalisti, c'è praticamente nulla....
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 329
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

15-08-21 09.09

Un modulo ben integrato con la sl potrebbe puntare a vendere ad una percentuale di possessori della sl che magari per curiosità o necessità vogliono aggiungere qualcosa alla propria master. Ma deve essere un modulo di altissima qualità (non basta trapiantare il motore della nc2x) perché l utilizzatore della sl dal vivo già la sta usando con vst di una certa qualità, quindi tanto vale andare avanti con quello che già ha (fatto salvo il discorso curiosità ovviamente) o se proprio gli serve un modulino per le prove basta rivolgersi ad uno delle centinaia di moduli usati.
invece sviluppare uno strumento “intero” che riprenda e magari migliori i motori già in loro possesso permetterebbe di mettere a listino (un listino che non si può dire aggiornatissimo) un prodotto nuovo che sostituisca i loro stage (che credo non stia vendendo molto in quanto abbastanza datato).
Io personalmente non comprerei uno strumento nuovo vecchio di 8 anni, a meno che non sia usato o ad un prezzo stracciato (ergo bassi margini per chi lo produce). Credo che di piano stage non ne stiano vendendo molti per questo motivo (anche se molti lo apprezzano).
Io punterei ad un nuovo piano stage a 4 parti (incluso organo del numa e VA dello sledge) con capacità avanzate di master in modo da essere appetibile anche a chi usa vst o moduli vari.
PS ma studiologic è anche Fatar? se si proprio piccini non saranno..
  • Roberto_Forest
  • Membro: Expert
  • Risp: 2975
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 310  

15-08-21 09.45

Sì, studiologic è fatar.
Anch'io spererei in un successore del Numa stage. Ovviamente con formato anche a 73 tasti come la SL.
Il fatto di montare in un'unica tastiera il clone hammond del Numa organ e la parte synth dello sledge sarebbe bella, ma mi pare che come filosofia loro rimangano sempre entro certi prezzi (non mi pare abbiano mai fatto tastiere sopra i 1000€), forse perché giustamente hanno paura, non avevo un marchio blasonato come gli altri, di non venderle. E se mettono dentro tutto il loro know how penso che dovrebbero piazzare il prodotto a 1000/1200€. Non so se vogliono farlo.
Quindi secondo me è più fattibile o solo un expander con tutto il loro know how, oppure un Numa stage con più o meno il parco suoni del Numa compact 2x. Oppure banalmente un expander con i suoni del numa compact 2x.
  • keyboard7
  • Membro: Senior
  • Risp: 620
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 83  

15-08-21 10.09

a me in realtà l'idea di un modulo sembra assolutamente la più logica, perché un motore sonoro che ospita sia il pianoforte che l'hammond, deve necessariamente lasciare all'utilizzatore la libertà di decidere quale tastiera utilizzare, a seconda che si utilizzi maggiormente il suono del piano (e meno l'hammond) o viceversa.
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 329
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

15-08-21 10.11

@ Roberto_Forest
Sì, studiologic è fatar.
Anch'io spererei in un successore del Numa stage. Ovviamente con formato anche a 73 tasti come la SL.
Il fatto di montare in un'unica tastiera il clone hammond del Numa organ e la parte synth dello sledge sarebbe bella, ma mi pare che come filosofia loro rimangano sempre entro certi prezzi (non mi pare abbiano mai fatto tastiere sopra i 1000€), forse perché giustamente hanno paura, non avevo un marchio blasonato come gli altri, di non venderle. E se mettono dentro tutto il loro know how penso che dovrebbero piazzare il prodotto a 1000/1200€. Non so se vogliono farlo.
Quindi secondo me è più fattibile o solo un expander con tutto il loro know how, oppure un Numa stage con più o meno il parco suoni del Numa compact 2x. Oppure banalmente un expander con i suoni del numa compact 2x.
Secondo me la scelta delle 73 tasti (meglio se una tp40 che ok che pesa di più ma ha molti più estimatori della tp100) sarebbe interessantissima.
per me lato trasporto oltre al peso contano infatti anche le dimensioni. Una 73 tasti tp40 non peserebbe ne ingombrerebbe tanto diversamente da una tastiera 61 tasti tipo motif… ok non siamo a livelli certi pesi piuma che ci sono ora anche tra le tastiere di media/alta gamma, ma non sarebbe niente di più di cio che oguno di noi ha trasportato negli anni.
Inoltre in tanti forum anche esteri molti criticano aziende come roland per la mancanza di 73-76 tasti pesati in listino… (e lodano chi ce li ha)
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9948
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 855  

15-08-21 10.18

@ MicheleJD
Un modulo ben integrato con la sl potrebbe puntare a vendere ad una percentuale di possessori della sl che magari per curiosità o necessità vogliono aggiungere qualcosa alla propria master. Ma deve essere un modulo di altissima qualità (non basta trapiantare il motore della nc2x) perché l utilizzatore della sl dal vivo già la sta usando con vst di una certa qualità, quindi tanto vale andare avanti con quello che già ha (fatto salvo il discorso curiosità ovviamente) o se proprio gli serve un modulino per le prove basta rivolgersi ad uno delle centinaia di moduli usati.
invece sviluppare uno strumento “intero” che riprenda e magari migliori i motori già in loro possesso permetterebbe di mettere a listino (un listino che non si può dire aggiornatissimo) un prodotto nuovo che sostituisca i loro stage (che credo non stia vendendo molto in quanto abbastanza datato).
Io personalmente non comprerei uno strumento nuovo vecchio di 8 anni, a meno che non sia usato o ad un prezzo stracciato (ergo bassi margini per chi lo produce). Credo che di piano stage non ne stiano vendendo molti per questo motivo (anche se molti lo apprezzano).
Io punterei ad un nuovo piano stage a 4 parti (incluso organo del numa e VA dello sledge) con capacità avanzate di master in modo da essere appetibile anche a chi usa vst o moduli vari.
PS ma studiologic è anche Fatar? se si proprio piccini non saranno..
ad esempio se avesse la possibilità di audio over usb che alla SL manca,é gia complementare ad un computer, perché comunque tutti usano un pc e pensare di integrarsi é l’unica strada secondo me, cruciale é anche l’ingombro e facilità di utilizzo, sennò uno continua ad usare il suo set attuale, per la potenza e prezzo, non mi piazzerei a più di 400-500€, metà del prezzo di dexibell sx7 non sarebbe male con i suoni e l’espandibilita della nc2x. nulla vieta poi che sotto ci sia un hw potente, ma per ora sfruttato solo in parte dalle caratteristiche di nc2x. insomma le congetture possono essere infinite..emo stamo a vede che tira fuori…
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 329
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

15-08-21 11.04

zerinovic ha scritto:
se avesse la possibilità di audio over usb che alla SL manca,é gia complementare ad un computer, perché comunque tutti usano un pc e pensare di integrarsi é l’unica strada secondo me,

Penso sia una idea molto molto saggia! 👍
  • RudiRioli
  • Membro: Senior
  • Risp: 395
  • Loc: Macerata
  • Status:
  • Thanks: 49  

15-08-21 11.21

@ zerinovic
si il prodotto piu vecchio é il numa stage, e il concert,ma secondo me prima di sostituirlo/aggiornarlo, vogliono provare come va con la soluzione modulare e se hanno fatto mixface, per la SL perche non fare anche l’expander.? se davvero hanno trovato un modo facile come dicono nel teaser per usarlo in generale ma specialmente con le SL dai a chi ha comprato e comprerà questa master, un prodotto camaleontico che si adatta meglio a quello che ti serve. oggi ti serve una master, domani cavolo la vendo perche voglio un piano digitale tutto in uno. no, gli compro il modulo dei suoni, voglio i drawbars per controllare il clone hammond interno,prendo il mixface…se fosse cosi non credo sia una cattiva idea.
il prodotto piu vecchio è il numa concert. Questo potrebbe farvi pensare !!

per il resto misà che sei fuori strada emo
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9948
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 855  

15-08-21 11.25

@ RudiRioli
il prodotto piu vecchio è il numa concert. Questo potrebbe farvi pensare !!

per il resto misà che sei fuori strada emo
può essere
  • RudiRioli
  • Membro: Senior
  • Risp: 395
  • Loc: Macerata
  • Status:
  • Thanks: 49  

15-08-21 11.29

@ Roberto_Forest
Sì, studiologic è fatar.
Anch'io spererei in un successore del Numa stage. Ovviamente con formato anche a 73 tasti come la SL.
Il fatto di montare in un'unica tastiera il clone hammond del Numa organ e la parte synth dello sledge sarebbe bella, ma mi pare che come filosofia loro rimangano sempre entro certi prezzi (non mi pare abbiano mai fatto tastiere sopra i 1000€), forse perché giustamente hanno paura, non avevo un marchio blasonato come gli altri, di non venderle. E se mettono dentro tutto il loro know how penso che dovrebbero piazzare il prodotto a 1000/1200€. Non so se vogliono farlo.
Quindi secondo me è più fattibile o solo un expander con tutto il loro know how, oppure un Numa stage con più o meno il parco suoni del Numa compact 2x. Oppure banalmente un expander con i suoni del numa compact 2x.
la numa concert costa 1450 euro...non hanno paura di niente... c'è solo da beccare il target giusto.... secondo la mia personale opinione serve qualcosa che possa concorrere con la nordstage, magari in varie versioni di tasti. questo è il prodotto vincente oggi.

cosa te ne fai di un expander oggi quando con un ipad puoi avere con pochi euro un arsenale di suoni pazzesco !!...

-le master buone ci sono
-le ibride ci sono
-un organo tosto ce l'hanno e non c'è bisogno di cambiare tanto spesso gli organi oggi.
  • RudiRioli
  • Membro: Senior
  • Risp: 395
  • Loc: Macerata
  • Status:
  • Thanks: 49  

15-08-21 11.33

@ keyboard7
a me in realtà l'idea di un modulo sembra assolutamente la più logica, perché un motore sonoro che ospita sia il pianoforte che l'hammond, deve necessariamente lasciare all'utilizzatore la libertà di decidere quale tastiera utilizzare, a seconda che si utilizzi maggiormente il suono del piano (e meno l'hammond) o viceversa.
tu giustamente ragioni da musicisti... loro no .... ci sono infiniti fattori da valutare prima che si metta un prodotto in produzione. come vi ripeto non si tratta di yamaha o korg o roland.
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9948
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 855  

15-08-21 12.00

RudiRioli ha scritto:
cosa te ne fai di un expander oggi quando con un ipad puoi avere con pochi euro un arsenale di suoni pazzesco !!...

perché il suo utilizzo non é cosi facile e scontato, mi ricordo Giudici, in un intervista disse piu o meno,”non si può pensare di conquistare il mercato continuando a fare le stesse cose dei concorrenti, ma invece creando soluzioni nuove” con la NC2 hanno proposto una ricetta nuova che non c’era…niente di speciale tutte le particolarità della tastiera prese a se esistevano già, ma tutte cosi insieme no.
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9948
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 855  

15-08-21 12.46

prendiamo i mixer analogici e i digitali,un nuovo expander potrebbe seguire la logica di quest’ultimi…il display di uno smartphone/pc si sostituisce anche hai controlli fisici, ed intanto si interfaccia…però puo funzionare anche senza o via midi come un classico expander.
  • d_phatt
  • Membro: Expert
  • Risp: 1660
  • Loc: Perugia
  • Status:
  • Thanks: 290  

15-08-21 13.00

@ zerinovic
prendiamo i mixer analogici e i digitali,un nuovo expander potrebbe seguire la logica di quest’ultimi…il display di uno smartphone/pc si sostituisce anche hai controlli fisici, ed intanto si interfaccia…però puo funzionare anche senza o via midi come un classico expander.
Beh per esempio per il Gemini già è così... non c'è la possibilità di fare editing on board, devi connettere un dispositivo e a me va bene così.

Però un eventuale expander per le SL deve avere controlli suoi, secondo me. Ma tanto sono solo ipotesi, vedremo ad ottobre...
  • keyboard7
  • Membro: Senior
  • Risp: 620
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 83  

15-08-21 13.33

RudiRioli ha scritto:
cosa te ne fai di un expander oggi quando con un ipad puoi avere con pochi euro un arsenale di suoni pazzesco !!...

ma mica sono gratis! vai a prendere virtual instruments di qualità e vedi come li paghi. più mettici l'ipad. alla fine un expander a 500 euro con gli aggiornamenti gratuiti non sarebbe male
  • anumj
  • Membro: Supporter
  • Risp: 17823
  • Loc: Cuneo
  • Status:
  • Thanks: 1075  

15-08-21 14.27

RudiRioli ha scritto:
tu giustamente ragioni da musicisti... loro no ....


allora vendessero aspirapolveri
  • RudiRioli
  • Membro: Senior
  • Risp: 395
  • Loc: Macerata
  • Status:
  • Thanks: 49  

15-08-21 16.47

@ anumj
RudiRioli ha scritto:
tu giustamente ragioni da musicisti... loro no ....


allora vendessero aspirapolveri
detto da te.....
dovresti sapere come funzionano le dinamiche..... ma sono sicuro che lo sai molto bene....
  • RudiRioli
  • Membro: Senior
  • Risp: 395
  • Loc: Macerata
  • Status:
  • Thanks: 49  

15-08-21 16.49

secondo la mia personalissima opinione vi state creando false aspettative.....
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9948
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 855  

15-08-21 17.49

@ RudiRioli
secondo la mia personalissima opinione vi state creando false aspettative.....
non é che tu in quel di Macerata hai dato una sbirciatina…?emo