Brano inedito: quali aspetti migliorare?

  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

26-03-22 22.52

Grazie Wildcatemo.

1Paolo, mi ha linkato una canzone il cui ritornello fa testualmente "sei una me..a!" Non ci trovo nulla di ironico, se vuoi prendere per i fondelli qualcuno trovati qualcun altro!

Giulio12, hai ragione .. in effetti avevo già provato a seguire dei video proprio di quello che de "i reperiani", quel tizio sicuramente molto preparato, ma dopo che ho visto una serie di video dove stava cercando di migliorare una canzone, il risultato finale mi lascia ancor oggi con i capelli dritti emo. Seguirò sicuramente i corsi video di qualcun altro.. ad esempio il nostro Dallaluna69 fa tutorial molto più chiari e ordinati, purtroppo non uso il sequencer che spiega lui.
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 3278
  • Loc: Firenze
  • Thanks: 706  

27-03-22 00.54

DjRomy ha scritto:
ad esempio il nostro Dallaluna69 fa tutorial molto più chiari e ordinati,

Wow! Sono lusingato.
Francesco di Reaperiani è una persona deliziosa e alla mano. Ci siamo anche scambiati qualche email. Lui è un professionista abbastanza importante, che ha fatto anche dei lavori per la RAI. Io sono un dilettante.
Su YouTube per la produzione musicale si trova di tutto, anche se in effetti un settore che langue un poco è quello del missaggio e del mastering.
Tu usi Cubase; se mastichi un po' di inglese tutorial ne trovi. Di sicuro i plugin adatti a missaggio e mastering dentro Cubase ci sono, si tratta di imparare a usarli.
Ti consiglio di andare per gradi: concentrati intanto a imparare a gestire volume e equalizzatore su tutte le tracce. È già tanta roba imparare a sistemare quello.

Passando alla canzone: per caso ho letto prima tutti i commenti e poi ho guardato e ascoltato. Quindi mi aspettavo chissà quale disastro. Devo dire che su questo forum si è visto e ascoltato parecchio di peggio. Io di sicuro ho fatto roba che al confronto la tua meriterebbe un Grammy Award.
Anche secondo me, la prima cosa su cui puoi intervenire per alzare il livello è la qualità dei suoni.
Mi permetto un ultimo consiglio: vai avanti. Considera questa come fatta e finita e iniziane un'altra. Ogni volta che si finisce una canzone si impara qualcosa.

Oh! Confessa: la tipa esiste davvero?
  • 1paolo
  • Membro: Guru
  • Risp: 5036
  • Loc: Cuneo
  • Thanks: 613  

27-03-22 01.02

@ DjRomy
Grazie Wildcatemo.

1Paolo, mi ha linkato una canzone il cui ritornello fa testualmente "sei una me..a!" Non ci trovo nulla di ironico, se vuoi prendere per i fondelli qualcuno trovati qualcun altro!

Giulio12, hai ragione .. in effetti avevo già provato a seguire dei video proprio di quello che de "i reperiani", quel tizio sicuramente molto preparato, ma dopo che ho visto una serie di video dove stava cercando di migliorare una canzone, il risultato finale mi lascia ancor oggi con i capelli dritti emo. Seguirò sicuramente i corsi video di qualcun altro.. ad esempio il nostro Dallaluna69 fa tutorial molto più chiari e ordinati, purtroppo non uso il sequencer che spiega lui.
Cosa c’entra prendere per i fondelli? E’una parodia di Fabio de Luigi ! Come ho già detto c’è un “filone” trash che da tanti anni e’ presente nel panorama musicale, anche da noi, e può dare soddisfazioni..emo
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12410
  • Loc: Grosseto
  • Thanks: 1350  

27-03-22 09.37

@ zerinovic
io prenderei spunto da qui…Rosalina senza andare dai latini americani.

se riesci a dargli un groove simile…poi c’è il canto e la strumentazione certo. ma è un buon termine di paragone.
ah pensavo che tu gli volessi dare un impronta latina.
certo usando le stesse parole/testo, ma cambierebbe tutto.
quindi lasciando cosi, sicuramente migliorerei gli strumenti e il cantato,quest’ultimo poi sembra più una melodia creata sulla tastiera che creata con la voce.e anche creando poche variazioni, è troppo scontata, retorica, non prende, non c’è un discorso armonico che inizia si evolve, esplode,cambia e poi finisce. questi sono i miei gusti però…se decidi di lasciarla cosi migliorerei solo la qualita degli strumenti. ed accorgimenti sulla voce per amalgamarla meglio al resto.
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3623
  • Loc: Udine
  • Thanks: 246  

27-03-22 10.03

@ DjRomy
Grazie Wildcatemo.

1Paolo, mi ha linkato una canzone il cui ritornello fa testualmente "sei una me..a!" Non ci trovo nulla di ironico, se vuoi prendere per i fondelli qualcuno trovati qualcun altro!

Giulio12, hai ragione .. in effetti avevo già provato a seguire dei video proprio di quello che de "i reperiani", quel tizio sicuramente molto preparato, ma dopo che ho visto una serie di video dove stava cercando di migliorare una canzone, il risultato finale mi lascia ancor oggi con i capelli dritti emo. Seguirò sicuramente i corsi video di qualcun altro.. ad esempio il nostro Dallaluna69 fa tutorial molto più chiari e ordinati, purtroppo non uso il sequencer che spiega lui.
Per fare una cosa semplice, prendi un brano di riferimento per il genere che hai scelto e mettilo su una traccia della tua DAW. Poi carichi le tue tracce e "spippoli" finché suona simile...
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

27-03-22 17.10

Dalla Luna 69, su Francesco di Reaperiani appeno ho un attimo ti spiego perché ho scritto così.. comunque non mi ha convinto...sicuramente più chiari e ben organizzati i tuoi tutorial. Ci sono i plugin in cubase e li ho usati, ma il risultato non mi soddisfa. Un grammy ora non esageriamo.. comunque questi tuoi consigli sono utili. Grazie anche del commento su Youtube...

Zerinovic, si voglio dare un impronta latina, ma è un latino "sporco" con connubi con altri generi... forse già si capisce in questo primo lavoro. La melodia cantata ha un brutto difetto: che mi piace da morireemo (nelle strofe iniziali), al punto che essendo stata composta precedentemente in un contesto di canzone melodica, me la sono voluta portare dietro in questo progetto/album latineggiante. E' vero non ha grandi variazioni ma è controbilanciata da un ritornello strutturalmente molto diverso, che sembra quasi una liberazione dalla melodia iniziale che non lascia quasi prese di fiato. Tutto ciò secondo me non è un difetto, anzi. Utili gli altri tuoi consigli emo.

Giulio12, la tua tecnica forse potrà essere utile però in generale non ho un vero cantante a cui faccio riferimento (è uno stile latino "sporco" influenzato da altri generi): un pregio o un difetto questo?
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 3623
  • Loc: Udine
  • Thanks: 246  

27-03-22 19.59

DjRomy ha scritto:
Giulio12, la tua tecnica forse potrà essere utile però in generale non ho un vero cantante a cui faccio riferimento (è uno stile latino "sporco" influenzato da altri generi): un pregio o un difetto questo?

Non si tratta di copiare un cantante, quanto di imitare il mix e mastering usato in una produzione professionale. I dischi di latino americano suonano veramente bene. Ti potrebbe servire per capire quanto avanti devi mettere la voce rispetto alla base, come deve essere l'immagine stereo ecc...
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

27-03-22 20.51

@ giulio12
DjRomy ha scritto:
Giulio12, la tua tecnica forse potrà essere utile però in generale non ho un vero cantante a cui faccio riferimento (è uno stile latino "sporco" influenzato da altri generi): un pregio o un difetto questo?

Non si tratta di copiare un cantante, quanto di imitare il mix e mastering usato in una produzione professionale. I dischi di latino americano suonano veramente bene. Ti potrebbe servire per capire quanto avanti devi mettere la voce rispetto alla base, come deve essere l'immagine stereo ecc...
Ah, OK scusa, non avevo afferrato. Praticamente fare un pezzo originale e poi cercare di copiare il modo di mixaggio, l'uso degli effetti, la pan ect... è una buona idea non ci ho mai pensato, ci proverò... anche se non credo sia facilissimo capire strumento per strumento l'effetto che è stato messo, il posizionamento stereofonico, la compressione usata ect... ci devo provare però
  • claudio101
  • Membro: Senior
  • Risp: 275
  • Loc:
  • Thanks: 88  

28-03-22 02.54

DjRomy ha scritto:
... questo primo lavoro. La melodia cantata ha un brutto difetto: che mi piace da morire (nelle strofe iniziali), al punto che essendo stata composta precedentemente in...

E qui è il nocciolo del discorso :se trovi la melodia piacevole da morire non sarò certo io a discorrere di soggettività. Per me il "pa pa pa PA-PA/ pa pa PA PA- PA" ripetuto ossessivamente sarebbe forse buono per un intro ma lungo la metà. Su altre questioni tecniche e sull'elaborazione vocale non aggiungo altro che non ti sia già stato ben suggerito.
Credo che il genere musicale che proponi sia piuttosto difficoltoso, il rischio di cadere nel banalissimo è dietro l'angolo... per fare un pezzo che te pija, data la natura dei testi che sono meramente funzionali al cantato senza altre pretese, sia necessaria una linea melodica che, come dicono i ggiovani, "spacca"... Mi vengono in mente i Righeira, o Sandy Marton con il suo zazzerone che certo non sono mai stati degli innovatori, ma si sono inventati dei ritornelli fatti solo per piacere (o orecchiabili, se preferisci) che hanno funzionato: questo non ha evitato loro di ricadere nell'oblio, tuttavia un certo percorso sono riusciti a farlo.
Chiudo con una chiosa personale: il genere latineggiante ed il liscio non li ho mai apprezzati musicalmente, aggiungendo che i testi non sono fatti per lasciare messaggi ("Io cerco la morosa, la voglio romagnola" non credo assurgerà mai a concetto formativo delle coscienze), ritengo che sia molto vero ciò che hai asserito: stare dall'altra parte della console affina la percezione delle aspettative del pubblico, e questo direi possa accordarsi con l'accenno al pezzo melodicamente indovinato di cui parlavo prima.
Comunque sei uno che ci prova sul serio, e questo mi piace, anzi... me gusta! emo
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

28-03-22 13.41

@ claudio101
DjRomy ha scritto:
... questo primo lavoro. La melodia cantata ha un brutto difetto: che mi piace da morire (nelle strofe iniziali), al punto che essendo stata composta precedentemente in...

E qui è il nocciolo del discorso :se trovi la melodia piacevole da morire non sarò certo io a discorrere di soggettività. Per me il "pa pa pa PA-PA/ pa pa PA PA- PA" ripetuto ossessivamente sarebbe forse buono per un intro ma lungo la metà. Su altre questioni tecniche e sull'elaborazione vocale non aggiungo altro che non ti sia già stato ben suggerito.
Credo che il genere musicale che proponi sia piuttosto difficoltoso, il rischio di cadere nel banalissimo è dietro l'angolo... per fare un pezzo che te pija, data la natura dei testi che sono meramente funzionali al cantato senza altre pretese, sia necessaria una linea melodica che, come dicono i ggiovani, "spacca"... Mi vengono in mente i Righeira, o Sandy Marton con il suo zazzerone che certo non sono mai stati degli innovatori, ma si sono inventati dei ritornelli fatti solo per piacere (o orecchiabili, se preferisci) che hanno funzionato: questo non ha evitato loro di ricadere nell'oblio, tuttavia un certo percorso sono riusciti a farlo.
Chiudo con una chiosa personale: il genere latineggiante ed il liscio non li ho mai apprezzati musicalmente, aggiungendo che i testi non sono fatti per lasciare messaggi ("Io cerco la morosa, la voglio romagnola" non credo assurgerà mai a concetto formativo delle coscienze), ritengo che sia molto vero ciò che hai asserito: stare dall'altra parte della console affina la percezione delle aspettative del pubblico, e questo direi possa accordarsi con l'accenno al pezzo melodicamente indovinato di cui parlavo prima.
Comunque sei uno che ci prova sul serio, e questo mi piace, anzi... me gusta! emo
OK, grazie mille dei suggerimenti e della schiettezza...
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

28-03-22 23.57

Dalla luna 69, prima una domanda che non c'entra un tubo emo, su youtube per far partire un proprio video al termine di quello che uno sta vedendo, bisogna usare le schermate finali? Basta solo sapere la terminologia, che poi mi cerco come fare su google Grazie mille.

Per quanto riguarda Reperiani, ti spiego perchè non mi ha convinto. Io ho visto questo video corso Terza Puntata è la terza puntata (io chiaramente sono partito dalla prima) a circa 3 minuti e 40 si sente l'inizio del pezzo. Ora ascoltando il brano a me saltò subito all'orecchio l'inutilità della batteria nella prima parte: per me deve entrare dal primo ritornello in poi e la canzone dovrebbe partire con un arrangiamento più soft, magari con armonie o al massimo con i piatti della batteria.

Ora il presentatore si accorge poco dopo di qualcosa, infatti dirà che non gli piace la batteria e starà da li fino alla fine del video corso a smanettarci. Pensavo che ad un certo punto ci arrivasse, invece nulla.
Alla fine darà un colore diverso alla batteria delle prime strofe rispetto al ritornello, ma resterà sempre quel colpo nell'orecchio della batteria che suona nella prima parte.
E' vero che lui si doveva occupare del mix e non dell'arrangiamento, ma se capisci che una parte in un certo punto non c'entra nullla, la togli (magari chiami la band e gli lo spieghi).. Non so se mi sono spiegato...
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 6886
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1460  

29-03-22 06.47

Romano abbi pazienza ma se non capisci che il mix è un processo che riguarda prettamente l'aspetto acustico, di percezione sonora e non l'aspetto artistico non ci spostiamo di un millimetro.
Un tecnico del suono, fonico, mix engineer chiamalo come vuoi prende un prodotto, e in maniera acritica lo fa suonare il meglio possibile.
Un arrangiatore che sa fare il suo mestiere gli fornirà già un materiale ottimizzato (ad esempio con una distribuzione dei vari strumenti ottimale nello spettro acustico e non l'affollamento nell'ottava centrale).
Questo avviene a livello professionale, anzi, dopo il mixer engineer, viene il master engineer.
A livello amatoriale generalmente uno fa un po' tutto, ed è per questo che mediamente un prodotto amatoriale non è a livello: oltre alle competenze, manca l'acriticità che consente di lavorare a compartimento stagno sui vari step di produzione e finalizzazione, e tutto viene influenzato da un solo orecchio, che è il più grosso limite di un prodotto hobbistico.
Nel mondo reale il 90% dei pezzi che pubblichiamo riceverebbe un sonoro ritenta sarai più fortunato, invece noi che siamo dopolavoristi ci perdiamo pure del tempo e investiamo denaro.
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 3278
  • Loc: Firenze
  • Thanks: 706  

29-03-22 08.21

DjRomy ha scritto:
su youtube per far partire un proprio video al termine di quello che uno sta vedendo, bisogna usare le schermate finali?

Se guardi il mio ultimo video, vedrai che negli ultimi secondi compaiono due pulsantoni. Uno per iscriversi al canale e uno per andare alla playlist con gli altri tutorial. Quelle sono le schermate finali.

Purtroppo non c'è modo di far partire in automatico un tuo video alla fine di quello che la persona sta guardando. Quando guardi un video, YouTube te ne propone automaticamente altri, basati sulla ricerca che hai fatto e su quelli che lui ritiene essere i tuoi interessi (derivati da quello che guardi di solito). Se hai la riproduzione automatica attiva, parte in automatico il primo video tra quelli suggeriti.
Ovviamente è possibile che il primo video suggerito sia un altro video tuo, ma non c'è modo di assicurarsene.
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

29-03-22 08.22

@ wildcat80
Romano abbi pazienza ma se non capisci che il mix è un processo che riguarda prettamente l'aspetto acustico, di percezione sonora e non l'aspetto artistico non ci spostiamo di un millimetro.
Un tecnico del suono, fonico, mix engineer chiamalo come vuoi prende un prodotto, e in maniera acritica lo fa suonare il meglio possibile.
Un arrangiatore che sa fare il suo mestiere gli fornirà già un materiale ottimizzato (ad esempio con una distribuzione dei vari strumenti ottimale nello spettro acustico e non l'affollamento nell'ottava centrale).
Questo avviene a livello professionale, anzi, dopo il mixer engineer, viene il master engineer.
A livello amatoriale generalmente uno fa un po' tutto, ed è per questo che mediamente un prodotto amatoriale non è a livello: oltre alle competenze, manca l'acriticità che consente di lavorare a compartimento stagno sui vari step di produzione e finalizzazione, e tutto viene influenzato da un solo orecchio, che è il più grosso limite di un prodotto hobbistico.
Nel mondo reale il 90% dei pezzi che pubblichiamo riceverebbe un sonoro ritenta sarai più fortunato, invece noi che siamo dopolavoristi ci perdiamo pure del tempo e investiamo denaro.
Questo l'ho capito anch'io, ma se tu fai un corso base perché quello era un corso base di mixing, rivolto a chi si avvicina al mixing (che per buona parte sarà un pubblico amatoriale) vai a scegliere una canzone dove già si sente in partenza, che c'è un problema sulla arrangiamento? E poi in tutto il corso non lo dici? Mah...
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

29-03-22 16.18

@ Dallaluna69
DjRomy ha scritto:
su youtube per far partire un proprio video al termine di quello che uno sta vedendo, bisogna usare le schermate finali?

Se guardi il mio ultimo video, vedrai che negli ultimi secondi compaiono due pulsantoni. Uno per iscriversi al canale e uno per andare alla playlist con gli altri tutorial. Quelle sono le schermate finali.

Purtroppo non c'è modo di far partire in automatico un tuo video alla fine di quello che la persona sta guardando. Quando guardi un video, YouTube te ne propone automaticamente altri, basati sulla ricerca che hai fatto e su quelli che lui ritiene essere i tuoi interessi (derivati da quello che guardi di solito). Se hai la riproduzione automatica attiva, parte in automatico il primo video tra quelli suggeriti.
Ovviamente è possibile che il primo video suggerito sia un altro video tuo, ma non c'è modo di assicurarsene.
Grazie Dallaluna, gentile e preciso come nei tuoi tutorialemoemo

29-03-22 16.46

@ DjRomy
Questo l'ho capito anch'io, ma se tu fai un corso base perché quello era un corso base di mixing, rivolto a chi si avvicina al mixing (che per buona parte sarà un pubblico amatoriale) vai a scegliere una canzone dove già si sente in partenza, che c'è un problema sulla arrangiamento? E poi in tutto il corso non lo dici? Mah...
Premesso che il brano ha un'idea di base (per il genere) interessante ed un testo molto anni '90 e per questo accattivante (anche se incespica un po' ogni tanto) purtroppo ha una sonorità davvero lontana dall'essere buona (perdonami ma anche con strumenti vintage certi suoni DEVONO essere migliori, le basi GM da Karaoke anni '90 non si possono sentire nel 2022, una qualsiasi DAW ha suoni decenti e dove non li ha ci sono decine di VST free che vengono utilizzati anche da tanti bravi musicisti).
Due sono le cose da curare:
- LA voce.
Sorry ma ti ci vuole un cantante o un vocal coach per almeno dare un po' di interpretazione al pezzo.
- Il MIX.
E' piatto, non sbagliato, è questo il problema - per me - troppo dritto, poche automazioni, pochi effetti e poco EQ.

Se l'arrangiamento ha dei problemi il mix engineer ti dirà che c'è un problema? Forse, tu lo paghi non per farti far rifare il brano ma per pubblicarlo, se il pezzo non funziona non è certo lui che te lo mette dritto. Anche qui ci sono tatni plugin free davvero ottimi e visto che segui Reaperiani, lui è una fonte inesauribile di consigli oltre che un bravo mix - master engineer.
Credimi su questo forum siamo stati bravi, su altri forum ti avrebbero trattato decisamente peggio (ne so qualcosa), prova diversi mix, diverse soluzioni, diversi approcci.
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

29-03-22 18.43

@ MarcezMonticus
Premesso che il brano ha un'idea di base (per il genere) interessante ed un testo molto anni '90 e per questo accattivante (anche se incespica un po' ogni tanto) purtroppo ha una sonorità davvero lontana dall'essere buona (perdonami ma anche con strumenti vintage certi suoni DEVONO essere migliori, le basi GM da Karaoke anni '90 non si possono sentire nel 2022, una qualsiasi DAW ha suoni decenti e dove non li ha ci sono decine di VST free che vengono utilizzati anche da tanti bravi musicisti).
Due sono le cose da curare:
- LA voce.
Sorry ma ti ci vuole un cantante o un vocal coach per almeno dare un po' di interpretazione al pezzo.
- Il MIX.
E' piatto, non sbagliato, è questo il problema - per me - troppo dritto, poche automazioni, pochi effetti e poco EQ.

Se l'arrangiamento ha dei problemi il mix engineer ti dirà che c'è un problema? Forse, tu lo paghi non per farti far rifare il brano ma per pubblicarlo, se il pezzo non funziona non è certo lui che te lo mette dritto. Anche qui ci sono tatni plugin free davvero ottimi e visto che segui Reaperiani, lui è una fonte inesauribile di consigli oltre che un bravo mix - master engineer.
Credimi su questo forum siamo stati bravi, su altri forum ti avrebbero trattato decisamente peggio (ne so qualcosa), prova diversi mix, diverse soluzioni, diversi approcci.
Ottima analisi emo...
Mi dai qualche aiutino in più?
1) quale vst mi fornirebbe una tromba con sordina migliore? (una risposta già l'ho avuto) ma due sono meglio) E quale una chitarra rock migliore?
2) Per il mix effetti ne ho messi sulle singole tracce... così tanto per capire meglio: mi dici di un paio di strumenti o voce, che effetti avrei dovuto mettere?
Thanks
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 6886
  • Loc: Genova
  • Thanks: 1460  

29-03-22 21.47

DjRomy ha scritto:
1) quale vst mi fornirebbe una tromba con sordina migliore? (una risposta già l'ho avuto) ma due sono meglio) E quale una chitarra rock migliore?

Purtroppo come ti ho già scritto non esistono plugin gratuiti validi per gli strumenti acustici in generale, una risposta può essere Spitfire Labs, per farti un esempio ho provato tutti i sax possibili in giro, l,unica emulazione decente è Swam che costa 250 euro, che non comprerò mai. Per le chitarre idem: ci sono gli ex Virtual Guitarist ora Ujam VG che costano tipo 180 euro cadauno. Per le chitarre soliste in genere si può fare decentemente anche in altri modi, occorre un campione ad esempio di Stratocaster pulita, da infilare ad esempio in un compressore, in un chorus, e infine in un'emulazione AMP decente, ad esempio la Bluecat ne ha uno carino, se fai una ricerca sul forum trovi un mio post al riguardo di un annetto fa... Ma non mi sono limitato a quello, con l'aiuto del mio ex chitarrista ho lavorato sull'articolazione e sul fraseggio fino ad arrivare ad un risultato molto valido per essere stato ottenuto a costo quasi zero.

DjRomy ha scritto:
2) Per il mix effetti ne ho messi sulle singole tracce... così tanto per capire meglio: mi dici di un paio di strumenti o voce, che effetti avrei dovuto mettere?


Fare un mix non significa mettere effetti, significa rendere perfettamente intellegibile ogni singolo strumento e voce nel mix. Un buon arrangiamento e una accurata selezione delle sonorità aiutano molto, ma è solo un punto di partenza
La base è regolazione dei livelli, eventuali aggiustamenti di dinamica (compressione se e dove necessario), la giusta equalizzazione per far sentire le singole parti e togliere sporcizia e ridondanza di frequenze, l'organizzazione dello spazio sul fronte stereo e per quanto concerne la riverberazione... Gli effetti sono un argomento a parte.
L'equalizzazione è un aspetto cruciale, molto spesso un synthbass non lo fai uscire caricando i bassi, ma risaltando alcune armoniche, così facendo tieni libero quello spazio di frequenze in cui suona la cassa, questo è solo un esempio ovviamente, perché ci sono mille altre strategie, come compressione ed equalizzazione dinamica, ma andiamo ben oltre il livello base, purtroppo non sono argomenti facilmente esauribili in un post.

29-03-22 23.35

DjRomy ha scritto:
Mi dai qualche aiutino in più?

Quello che posso dirti è che non dovresti fissarti sul suono più fedele possibile ma quello più funzionale al tuo brano, in assenza di plugin costosi (vedi quelli consigliati da Wildcat che sono i migliori in giro), fiati sintetici (magari fatti con Dexed in FM) su un brano come il tuo ci stanno benissimo.
È la parte più difficile ed in questo io sono una pippa mostruosa, paradossalmente mi trovo meglio quando cerco un suono con la chitarra che non con le tastiere.
Il mix non va fatto solo sulle tracce ma anche sui bus. Per ogni strumento, a partire dalla voce, devi trovare una catena di effetti che crei lo spazio giusto, più strumenti ci sono più devi lavorare di fino.
Parti SEMPRE dalla cassa della batteria, poi dal rullante, poi fai il basso. Se funzionano bene questi tre elementi il resto fila liscio.
Sulla voce un EQ, un compressore (magari multibanda), un de-esser che è un compressore ma va usato con delicatezza), uno slap delay, riverberi (più di uno), ah, se riesci a doppiarla anche meglio, pannata al 20-30%, a volte un filo di chorus.
Gioca con il bus mettendoci i riverberi pre o post fader come ti garba di più.
Ma soprattutto equalizza, voce liscia prima e nel bus dopo, leva tutte le bassissime che sulla voce (ed in generale su tutto) non servono a una mazza.
TOGLI SEMPRE LE FREQUENZE FASTIDIOSE, non darne se non è necessario,
Comincia così poi piano piano fai il resto.
Guardati i video delle live del sabato di Reaperiani, oppure Mixwithnorules e di Tommy Dell'Olio, hanno dei trick interessantissimi.
  • DjRomy
  • Membro: Senior
  • Risp: 393
  • Loc: .
  • Thanks: 35  

29-03-22 23.44

Wildcat, chiedevo degli effetti perché MarcezMonticus mi accennava alla mancanza di effetti, comunque li ho messi laddove mi sembravano andare.

Una cosa, quando dici posizionamento stereo intendi la panoramica? In genere non metto strumenti agli estremi, alcuni li sposto un po' a destra, alcuni un po' a sinistra, altri un po' di più.... cercando di mettere agli opposti (es. +20 e -20 ) strumenti che suonano nello stesso registro.Questo per differenziarli un po'....