tastiera con sampler disponibile sul mercato

  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3349
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 175  

16-10-20 16.02

Ciao ho provato a campionare qualche suono di synth che avevo in cantina con il Nord electro 6 e di fatto con il "software" a disposizione è semplicissimo ( alla faccia di chi scriveva "l'arte del campionamento" in qualche post indietro).
Ma gli altri strumenti/workstation come stanno messi?
Vedo che roland fantom nella ultima release ha fatto un po' come nord, anzi meglio perché ti crea in automatico il multisample (credo di aver capito cosi).
Ma montage e Modx? Vedo un sacco di gente che crea suoni del d50, dx7 ecc....Come fa=?
Poi...... a parte Kronos?
Roland juno ds e FA?
Korg kross 2?
Grazie e ciao
Paolo
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10209
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 691  

16-10-20 20.21

in realtà montage/modx non sono campionatori nel senso che devi campionare con il computer (acquisire) e poi al massimo mappare tutto dal display dopo aver importato i campioni, oppure dal software di melas.

kronos invece è un vero sampler cosi come tutte le korg di fascia alta pa3/4, triton, m3, oasys, nel senso che oltre a importare i campioni possono anche acquisirli direttamente senza bisogno di alcun computer.

la fantom non so ma non credo che campioni in quella maniera nel senso puo campionare come la fa delle "frasi musicali" e lanciarle, allo stesso modo tra l'altro della kross, perche campionatore in realtà significa semplicemente registratore digitale, che registra qualcosa, però il come"gestire i campioni" puo cambiare da modello a modello.
alcuni strumenti molto sofisticati come kurzweil k2xxx, emu esynth, vsynth, fantom S/X, o appunto kronos, pa3/4, oasys etc.....possono non solo registrare delle note o delle frasi ma anche usarle come blocchi per costruire nuovi program/patches suonabili.

altri invece come kross o fa06 hanno un "phrase sampler", dove puoi per dire campionare un riff di basso, degli effetti, delle voci magari aaaaaaaaah yeaaah, I've got iiiit etc....e lanciarle tipo dj una volta assegnate a dei pad.
La Kross cosi come la FA possono essere espanse con nuovi campionamenti suonabili però li puo realizzare solo la casa madre, non l'utente (vedi le expansion roland su axial).

comunque non è facile per niente, probabilmente avrai fatto dei razzi se lo trovi facile, prova in 8 mega a farci stare 150 forme d'onda loopate perfettamente, multi, ultramega ottimizzate etc....campionare un pianoforte tenendo una nota fino alla fine son capaci tutti, o un basso percussivo che ha il decay corto, ma su certi suoni sopratutto pad/brass/strings etc....trovare i punti di loops e farli suonare bene è davvero un'arte e puo portarti via ore ore ore e giorni, non so quanto convenga considerando che ci sono in giro gia molte cose fatte,per esempio per la nord gia cè una libreria con tutti i synth del passato che si puo acquistare a pacchetti.

altra cosa il campionamento salvo certe tecnologie è "statico", si perdono molte cose ad esempio il cambio di risposta ai filtri in base a velocity e aftertouch/wheel, il cambio di dinamica etc....per farlo bene bene bisognerebbe campionare a tanti livelli di velocity, assegnare bene il fade tra le zone etc....lavori lunghi e complessi, e che spesso comunque non sostituiscono assolutamente il vero hardware.
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3349
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 175  

16-10-20 20.48

@ orange1978
in realtà montage/modx non sono campionatori nel senso che devi campionare con il computer (acquisire) e poi al massimo mappare tutto dal display dopo aver importato i campioni, oppure dal software di melas.

kronos invece è un vero sampler cosi come tutte le korg di fascia alta pa3/4, triton, m3, oasys, nel senso che oltre a importare i campioni possono anche acquisirli direttamente senza bisogno di alcun computer.

la fantom non so ma non credo che campioni in quella maniera nel senso puo campionare come la fa delle "frasi musicali" e lanciarle, allo stesso modo tra l'altro della kross, perche campionatore in realtà significa semplicemente registratore digitale, che registra qualcosa, però il come"gestire i campioni" puo cambiare da modello a modello.
alcuni strumenti molto sofisticati come kurzweil k2xxx, emu esynth, vsynth, fantom S/X, o appunto kronos, pa3/4, oasys etc.....possono non solo registrare delle note o delle frasi ma anche usarle come blocchi per costruire nuovi program/patches suonabili.

altri invece come kross o fa06 hanno un "phrase sampler", dove puoi per dire campionare un riff di basso, degli effetti, delle voci magari aaaaaaaaah yeaaah, I've got iiiit etc....e lanciarle tipo dj una volta assegnate a dei pad.
La Kross cosi come la FA possono essere espanse con nuovi campionamenti suonabili però li puo realizzare solo la casa madre, non l'utente (vedi le expansion roland su axial).

comunque non è facile per niente, probabilmente avrai fatto dei razzi se lo trovi facile, prova in 8 mega a farci stare 150 forme d'onda loopate perfettamente, multi, ultramega ottimizzate etc....campionare un pianoforte tenendo una nota fino alla fine son capaci tutti, o un basso percussivo che ha il decay corto, ma su certi suoni sopratutto pad/brass/strings etc....trovare i punti di loops e farli suonare bene è davvero un'arte e puo portarti via ore ore ore e giorni, non so quanto convenga considerando che ci sono in giro gia molte cose fatte,per esempio per la nord gia cè una libreria con tutti i synth del passato che si puo acquistare a pacchetti.

altra cosa il campionamento salvo certe tecnologie è "statico", si perdono molte cose ad esempio il cambio di risposta ai filtri in base a velocity e aftertouch/wheel, il cambio di dinamica etc....per farlo bene bene bisognerebbe campionare a tanti livelli di velocity, assegnare bene il fade tra le zone etc....lavori lunghi e complessi, e che spesso comunque non sostituiscono assolutamente il vero hardware.
Ciao ti ringrazio per la dettagliata risposta..emo... si io con la nord non ho fatto nulla di che se non registrare dei wav nei vari toni e poi trasferirli nella tastiera con il formato loro (ma appunto fa tutto il software). Sicuramente campionare veramente è un'arte!! Intendevo che al di la del risultato attualmente con questi software è diventato più pratico e veloce.
Per il Fantom non so: ho visto questo video dell'ottimo Gattobus sulla nuova release.

Ciao
Paolo
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10209
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 691  

16-10-20 21.50

il fantom è una macchina in continuo aggiornamento, quindi chi puo dirlo cosa puo e potrebbe fare nel futuro.

allo stato attuale comunque solo Korg ha una workstation in grado di campionare e addirittura leggere da hard disc suoni grandi anche diversi giga come avviene su computer con i software samplers, mentre tutte le altre yamaha, kurzweil, clavia, e anche roland in parte, sostanzialmente possono solo importare campioni.

cè da dire che oggi non conviene molto mettersi a campionare da una tastiera, considerando che un computer è molto piu comodo e veloce, e preciso, un tempo (ai tempi dei campionatori akai) non c'erano alternative ma comunque se analizziamo la storia scopriamo che i veri super campionatori professionali che erano tre, waveframe audioframe, synclavier e fairlight cmi, erano tutti "computer assisted", quindi usare il computer per gestire il campionamento almeno ad altissimi livelli, è sempre stata la normalità

la stessa roland tentò con la serie S di rendere quell'esperienza alla portata di tutti (o quasi), ossia poter collegare un monitor/mouse ai propri campionatori rack, creando de facto un piccolo fairlight/synclavier economico, oggi però ci sono talmente tante alternative software a tutti i prezzi che le case probabilmente non stanno li a implementare funzioni avanzate di campionamento quando qualsiasi pc lo fa 100 volte meglio con un banale software da 90 euro.
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10209
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 691  

16-10-20 22.07

PS scusa ma che tags hai messo nel thread ahahahahaah

Si
Puo
Comprare
Ora

ma percheeeeee emoemoemoemo ma scusa metti parole come "sampler", "campionamento", "workstation"...che parola chiave sarebbe "SI"? xD
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3349
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 175  

16-10-20 22.39

@ orange1978
PS scusa ma che tags hai messo nel thread ahahahahaah

Si
Puo
Comprare
Ora

ma percheeeeee emoemoemoemo ma scusa metti parole come "sampler", "campionamento", "workstation"...che parola chiave sarebbe "SI"? xD
Corretto il titolo 😂😂😂
Ciao
Paolo
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 1763
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 176  

16-10-20 23.03

Però la sezione sample synth della Nord Electro non ha velocity switch, è un singolo layer dinamico accoppiato a un modulo amp molto semplice e un filtro passabasso disinseribile...
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10209
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 691  

16-10-20 23.11

@ wildcat80
Però la sezione sample synth della Nord Electro non ha velocity switch, è un singolo layer dinamico accoppiato a un modulo amp molto semplice e un filtro passabasso disinseribile...
si infatti, é praticamente un "sampler player" nel vero senso della parola, o rompler/rampler, se vogliamo vedere é un po la versione moderna del "Mellotron", che anch esso leggeva dei suoni pre registrati ma non ne consentiva alcuna modifica, a parte intonazione/velocita.
  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 8387
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 751  

16-10-20 23.53

berlex65 ha scritto:
( alla faccia di chi scriveva "l'arte del campionamento" in qualche post indietro).

Ahah, ma parli del Nord...
A parte il sarcasmo benevolo, vale quello che ha detto Orange poco più su, hai fatto un'operazione "alla Mellotron".
Io campiono da più di trent'anni e sono passato tra molte piattaforme a cominciare dalla serie S Roland con l'ottimo editor su monitor video e ti assicuro che capire un suono, specialmete acustico, e renderlo suonabile con tutte le sfumature dinamiche non è uno scherzo.

  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10209
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 691  

17-10-20 01.10

@ vin_roma
berlex65 ha scritto:
( alla faccia di chi scriveva "l'arte del campionamento" in qualche post indietro).

Ahah, ma parli del Nord...
A parte il sarcasmo benevolo, vale quello che ha detto Orange poco più su, hai fatto un'operazione "alla Mellotron".
Io campiono da più di trent'anni e sono passato tra molte piattaforme a cominciare dalla serie S Roland con l'ottimo editor su monitor video e ti assicuro che capire un suono, specialmete acustico, e renderlo suonabile con tutte le sfumature dinamiche non è uno scherzo.

.....sopratutto se il suono non ha decay ed é continuo, e sopratutto quando devi fare i conti con la memoria.
su mac/pc ci sono quei softwares come sample robot che campionano automaticamente, in realtá sono molto dispendiosi e poco ottimizzati, capace che per campionare un synth ti ritrovi 100 giga come niente! sul computer non é un problema grosso considerando le dimensioni degli hard disc e ram, pero non é efficente ti ritrovi 200/300 giga di merda sul disco quando ottimizzando potrebbe starci magari in 40.

un tempo invece si dovevano fare salti mortali per farci stare tutto, parliamo di ram che erano spesso 1 o 2 mega, ma anche in 8 o 16 non era facile, bisognava fare reali acrobazie per riuscirci.

vin_roma ne sa qualcosa, ti ricordi roland s50 con 2 banchi da 7.2 secondi l'uno? quindi i totali 14 secondi di campionamento disponibile non erano neanche contingui, un eventuale suono lungo 9 secondi andava splittato in due files uno da 7 nel primo banco e uno da 2 nel secondo! come cavolo facevate, io me la sono cavata per un pelo da quella roba li xD
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2164
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

17-10-20 08.56

@ vin_roma
berlex65 ha scritto:
( alla faccia di chi scriveva "l'arte del campionamento" in qualche post indietro).

Ahah, ma parli del Nord...
A parte il sarcasmo benevolo, vale quello che ha detto Orange poco più su, hai fatto un'operazione "alla Mellotron".
Io campiono da più di trent'anni e sono passato tra molte piattaforme a cominciare dalla serie S Roland con l'ottimo editor su monitor video e ti assicuro che capire un suono, specialmete acustico, e renderlo suonabile con tutte le sfumature dinamiche non è uno scherzo.

ciao Maestro,
ma lo strumento che hai a disposizione, editor, ti consente di vedere i tuoi campioni numericamente e sotto forma di grafico: giusto?
Banalmente e lo chiedo in generale: non è che riesce anche a fornire la funzione che genera quel campione in modo da poter usare la stessa matematica in altri software?
  • orange1978
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10209
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 691  

17-10-20 10.17

mark_c ha scritto:
Banalmente e lo chiedo in generale: non è che riesce anche a fornire la funzione che genera quel campione in modo da poter usare la stessa matematica in altri software?


mah estrapolare una funzione matematica che scompone ad esempio una nota di pianoforte e la rigenera attraverso la matematica in un altro software non so se ti rendi conto di cosa significa, sarebbe una sorta di analisi delle armoniche e resintesi del campione attraverso una sintesi addittiva dinamica.

c'era qualche strumento che faceva cose simili, synclavier, fairlight cmi...costavano come una casa, e i risultati in quel senso non sempre all'altezza dei costi, oggi lo fanno workstations come il Kyma, ma sono in pochi a utilizzarli anche perche sono difficili da gestire e costosi.

comunque non ne vedo l'ultilità, una volta che hai un campione su un software basta che sia salvato in wave o aiff e puo essere esportato/importato verso qualsiasi altro programma o tastiera che supporta il campionamento standard, oramai è tutto super intercambiabile, a differenza del passato quando trasferire un campione fatto in un campionatore di marca X in uno di marca Y non sempre era immediato e facile (a volte quasi impossibile).
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2164
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

17-10-20 11.11

orange1978 ha scritto:
mah estrapolare una funzione matematica che scompone ad esempio una nota di pianoforte e la rigenera attraverso la matematica in un altro software non so se ti rendi conto di cosa significa


non sono un matematico quindi non conosco le problematiche in termini di fattibilità ma magari, mi sono detto, qualcuno nel frattempo si è cimentato anche in questa direzione, con l'uso sapiente delle reti neurali? boh, la sparo liemo.
  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 8387
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 751  

17-10-20 11.22

emoemoemo
mark_c ha scritto:
ma lo strumento che hai a disposizione, editor, ti consente di vedere i tuoi campioni numericamente e sotto forma di grafico: giusto?

Nell'editing in generale puoi vedere i campioni sia come numero (il totale dei campionamenti a 44.100 Hz in un frammento di 1sec. genera una cifra che va da 00001 a 44100) così da poter selezionare un eventuale punto di loop che sarà quella porzione ottimale del secondo campionato che nella ripetizione (loop) non genererà click o strappi e potrebbe essere magari da 00324 a 39827 oppure vederli sotto forma di onda grafica (molto più pratica per l'editing).

mark_c ha scritto:
Banalmente e lo chiedo in generale: non è che riesce anche a fornire la funzione che genera quel campione in modo da poter usare la stessa matematica in altri software?

Questa proprio non la capisco.
Non c'è nessuna funzione che genera campioni, i campioni sono letture del segnale in ingresso del convertitore Analogico/Digitale che succeccivamente crea queste "fettuccie" numeriche fatte di livelli positivi e negativi intorno al livello 0 visibili sul monitor come forma d'onda con un qualsiasi editor audio.
Forse qualcosa di lontanamente compatibile con la tua domanda sono i modelli fisici creati da processi preordnati che ricreano la sequenza acustica di un martelletto che colpisce una corda (pianoforte) o di una colonna d'aria spinta in un tubo (sax).
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2164
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

17-10-20 11.36

vin_roma ha scritto:
Questa proprio non la capisco.


intendevo, come già ho espresso a Orange, se i software odierni sono in grado di rappresentare sotto forma di funzione un certo campionamento, ma a quanto ho capito non è ancora possibile.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18898
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1887  

17-10-20 11.46

@ mark_c
vin_roma ha scritto:
Questa proprio non la capisco.


intendevo, come già ho espresso a Orange, se i software odierni sono in grado di rappresentare sotto forma di funzione un certo campionamento, ma a quanto ho capito non è ancora possibile.
E non lo sará mai perché il campionamento genera un segnale discreto (per definiionej, non una curva continua, quindi al massimo potresti fargli calcolare un'approssimazione ad esempio polinomiale (ma il numero di indici sarebbe enorme, tendente ad infinito) o "piú semplicemente" per sintesi additiva=somma di sinusoidi (con ampiezza e fase funzioni complesse del tempo peró); alla fine, ammesso fosse realizzato/realizzabile, come dice orange sarebbe un qualcosa di inutilmente complesso e che non risponde ad alcuno scopo pratico.
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2164
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 57  

17-10-20 11.57

però leggevo che ci sono generatori, cioè suoni generati attraverso la sintesi che in un certo modo riescono a simulare i suoni ad esempio di uno strumento, non di uno in particolare con la pretesa di essere uguale: come ci sono arrivati?
Attraverso continue prove e settaggi?

Considerate che è un argomento che non conosco affatto quindi perdonate le banalità.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18898
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1887  

17-10-20 12.00

@ mark_c
però leggevo che ci sono generatori, cioè suoni generati attraverso la sintesi che in un certo modo riescono a simulare i suoni ad esempio di uno strumento, non di uno in particolare con la pretesa di essere uguale: come ci sono arrivati?
Attraverso continue prove e settaggi?

Considerate che è un argomento che non conosco affatto quindi perdonate le banalità.
Forse parli della sintesi a modelli fisici, che é comunque una approssimazione (un po' come il ray tracing in campo video/immagini per capirci) in quel caso peró si parte appunto dalle funzioni che rappresentano (ovvero cercano di approssimare) il comportamento fisico delle varie componenti di uno strumento e le loro interazioni.

Il caso piú semplice (in senso relativo, beninteso) é il modello fisico della "corda vibrante" che viene usato in vari plugin, ad esempio Sculpture di Mainstage ed anche da uno dei 9 motori del Korg Kronos (STR-1 Plucked Strings): se leggi i rispettivi manuali puoi farti un'idea migliore di come funzionano.