Mantenere-incrementare propria tecnica x jazz blues

07-01-09 19.44

Ciao, fino a l'anno scorso suonavo in una scuola di musica privata, ma per motivi di studio da questo anno non frequento più.

Ho preparato i brani per l'esame di 5, o compimento inferiore, ma, purtroppo ( o per fortuna...) non l'ho passato.

Il consiglio che vi chiedo è :

come mantenere ed incrementare la tecnica acquisita fino a l'anno scorso? Con che esercizi, studi, intendo, ossia, ributtarmi sugli esercizi che avevo studiato (non mi ricordo più il libro...) oppure darmi a jazzitalia e vari libri relativi al genere e "resettare" per così dire, la mia cultura tecnico- musicale?

Grazie!
  • anonimo

07-01-09 20.03

se hai veramente voglia si imparare a suonare jazz e tempo a disposizione ( almeno 3-4 ore al giorno) contattami in privato e ti dò volentieri una mano ... gratuitamenteemo
Edited 7 Gen. 2009 19:04

07-01-09 22.06

@ anonimo
se hai veramente voglia si imparare a suonare jazz e tempo a disposizione ( almeno 3-4 ore al giorno) contattami in privato e ti dò volentieri una mano ... gratuitamenteemo
Edited 7 Gen. 2009 19:04
ti ringrazio molto, gentilissimo,emoemo ma è proprio per i mio corso di studi che non ho troppo tempo da dedicare...emo lo farei con calma e per soddisfazione personale...e per amore per questa e per la musica in generale!

08-01-09 01.18

Suona in gruppo, serate e studia parecchio l'armonia e la composizione.
Ti posso consigliare un mio sito sulla Improvvisazione nella musica jazz.
Se conosci l'inglese ti consiglio anche di studiare i manuali della Berklee School di Boston.

08-01-09 13.36

@ Musica_classica_jazz
Suona in gruppo, serate e studia parecchio l'armonia e la composizione.
Ti posso consigliare un mio sito sulla Improvvisazione nella musica jazz.
Se conosci l'inglese ti consiglio anche di studiare i manuali della Berklee School di Boston.
grazie mille!!emoemo
  • grecof74
  • Membro: Guest
  • Risp: 90
  • Loc: Lecce
  • Thanks: 3  

10-01-09 18.37

Ciao,
se proprio vuoi mantenere la mano bene allenata non puoi fare a meno di eseguire gli esercizi di tecnica propri della musica classica. E' imprescindibile. Ti è sufficiente studiare HANON. e SCALE A VOLONTA, maggiori e minori. Se poi vuoi spaziare nel jazz fai questo tipo di scale:
1- scala maggiore;
2- scala minore naturale (ossia quella che ha solo il 3° grado abbassato e il 6° e 7° non alterati);
3 -scala minore armonica (ossia quella con la terza abbassata e il solo 7° grado alterato sia in moto ascendente che discendente);
4 - scala minore bachiana (ossia quella che ha la terza abbassata e il 6° e 7° grado alterati sia in moto ascendente che discendente);
fattele in tutte le tonalità. E' il punto di partenza per intraprendere gli studi di jazz;
Poi passa a studiare i modi: Ionico, dorico, frigio, lidio, misolido eolio e locrio. Ricavr i modi è molto semplice basta spostare ogni volta la nota di partenza della scala;
Ionio: altro non è che la scala maggiore;
dorico: scala magg. con 3° e 7° abbassati Es. il do dorico è la scala di sib partedo dal do (il do è il secondo grado di sib);
frigio: scala minore naturale con il 2° abbassato. Es. il do frigio è la scala di lab partendo dal do (il do è il terzo grado di lab);
lidio: scala magg con la quarta aumentata. Es. il do lidio è la scala di sol partendo dal do (il do è il quarto grado di sol);
misolidio: scala maggiore con la 7° minore. Es. il do misolidio è la scala di fa partendo dal do (il do è il quinto grado di fa) QUESTA E' LA FAMOSA SCALA BLUES;
eolio: è la scala minore naturale Es. il do eolio è la scala di mib partendo dal do (il do è 6° grado di mib);
locrio: è la scala diminuita. Es do locrio è la scala di reb a partire dal do (do è il 7° di reb);
Se impari a fare queste scale in tutte le tonalità rimani in forma dal punto di vista tecnico e ti apri la prota per gli studi di jazz. Per suonare il jazz le armonie, le alterazioni e le scale non devono avere segreti. A volte solo l'orecchio può non bastare. In ogni caso queste scale ti danno degli strumenti di improvvisazione in più......
ultimo dettaglio.......non dimentichiamoci mai di suonare con cuore e pancia.

ma quante cazzate dico.emo
  • fab82
  • Membro: Senior
  • Risp: 703
  • Loc: Trento
  • Thanks: 26  

10-01-09 20.02

@ Musica_classica_jazz
Suona in gruppo, serate e studia parecchio l'armonia e la composizione.
Ti posso consigliare un mio sito sulla Improvvisazione nella musica jazz.
Se conosci l'inglese ti consiglio anche di studiare i manuali della Berklee School di Boston.
Accidenti veramente bello il tuo sito...Complimenti emo
  • mc_comb
  • Membro: Senior
  • Risp: 485
  • Loc: Bari
  • Thanks: 42  

11-01-09 09.09

grecof74 ha scritto:
Es. il do misolidio è la scala di fa partendo dal do (il do è il quinto grado di fa) QUESTA E' LA FAMOSA SCALA BLUES;


non è affato la sc blues. essa è una pentatonica minore con l'aggiunta della 4a aumentata (blue note..)

11-01-09 09.48

Ragazzi ecco le 12 scale blues.
E grazie per i precedenti complimenti, che , ad essere sinceri, fanno piacere.
emo

  • gabrieleagosta
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12936
  • Loc: Siracusa
  • Thanks: 827  

11-01-09 12.46

@ mc_comb
grecof74 ha scritto:
Es. il do misolidio è la scala di fa partendo dal do (il do è il quinto grado di fa) QUESTA E' LA FAMOSA SCALA BLUES;


non è affato la sc blues. essa è una pentatonica minore con l'aggiunta della 4a aumentata (blue note..)

Quoto. emo

11-01-09 14.47

mc_comb ha scritto:
essa è una pentatonica minore con l'aggiunta della 4a aumentata (blue note..)


....o quinta diminuita. emo
emo

11-01-09 23.44

@ grecof74
Ciao,
se proprio vuoi mantenere la mano bene allenata non puoi fare a meno di eseguire gli esercizi di tecnica propri della musica classica. E' imprescindibile. Ti è sufficiente studiare HANON. e SCALE A VOLONTA, maggiori e minori. Se poi vuoi spaziare nel jazz fai questo tipo di scale:
1- scala maggiore;
2- scala minore naturale (ossia quella che ha solo il 3° grado abbassato e il 6° e 7° non alterati);
3 -scala minore armonica (ossia quella con la terza abbassata e il solo 7° grado alterato sia in moto ascendente che discendente);
4 - scala minore bachiana (ossia quella che ha la terza abbassata e il 6° e 7° grado alterati sia in moto ascendente che discendente);
fattele in tutte le tonalità. E' il punto di partenza per intraprendere gli studi di jazz;
Poi passa a studiare i modi: Ionico, dorico, frigio, lidio, misolido eolio e locrio. Ricavr i modi è molto semplice basta spostare ogni volta la nota di partenza della scala;
Ionio: altro non è che la scala maggiore;
dorico: scala magg. con 3° e 7° abbassati Es. il do dorico è la scala di sib partedo dal do (il do è il secondo grado di sib);
frigio: scala minore naturale con il 2° abbassato. Es. il do frigio è la scala di lab partendo dal do (il do è il terzo grado di lab);
lidio: scala magg con la quarta aumentata. Es. il do lidio è la scala di sol partendo dal do (il do è il quarto grado di sol);
misolidio: scala maggiore con la 7° minore. Es. il do misolidio è la scala di fa partendo dal do (il do è il quinto grado di fa) QUESTA E' LA FAMOSA SCALA BLUES;
eolio: è la scala minore naturale Es. il do eolio è la scala di mib partendo dal do (il do è 6° grado di mib);
locrio: è la scala diminuita. Es do locrio è la scala di reb a partire dal do (do è il 7° di reb);
Se impari a fare queste scale in tutte le tonalità rimani in forma dal punto di vista tecnico e ti apri la prota per gli studi di jazz. Per suonare il jazz le armonie, le alterazioni e le scale non devono avere segreti. A volte solo l'orecchio può non bastare. In ogni caso queste scale ti danno degli strumenti di improvvisazione in più......
ultimo dettaglio.......non dimentichiamoci mai di suonare con cuore e pancia.

ma quante cazzate dico.emo
grazie ancora per la pazienza!!emoemo
  • musicaldoc
  • Membro: Senior
  • Risp: 209
  • Loc: Milano
  • Thanks: 11  

13-01-09 04.05

Ciao Greco, un paio di piccole aggiunte

la scala minore naturale ha sia il III che VI e VII minori, cioè sono alterati anche 6 e 7, ed è infatti il 6° modo (eolio).

Il modo DORICO è meglio vederlo come una scala minore naturale con la VI maggiore....oltre che ovviamente come una scala maggiore partendo dal II grado.

Ciao
Edited 13 Gen. 2009 3:06
  • grecof74
  • Membro: Guest
  • Risp: 90
  • Loc: Lecce
  • Thanks: 3  

13-01-09 09.42

Tutto ok!
le tue precisazioni sono più che mai opportune. Sono perfettamente d'accordo con te. Allo stesso modo potrei precisale che la scala minore Bachiana non è altro che la scala maggiore con la terza abbassata giusto?emo

15-01-09 13.45

Esatto.
Una stessa scala può essere spiegata in tanti modi, ma attenzione a capire bene in contesto (tonale o modale) vanno usate.