Analisi armonica brano semplicissimo

  • milchija
  • Membro: Senior
  • Risp: 196
  • Loc: Parma
  • Thanks: 2  

29-03-18 11.51

Buongiorno a tutti!
Oggi vi pongo una domanda strana.
Consideriamo uno dei brani più semplici della storia, "Balliamo sul mondo".
Accordi: RE SOL DO LAm
Domanda?
Come analizzereste questo brano dal punto di vista armonico?
In quale tonalità é il brano?
Ciao!
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21959
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2809  

29-03-18 12.00

Analisi "arminica"? emo emo

C'é poco da analizzare, brano in Re maggiore che modula su Do maggiore (Do e La m).
  • milchija
  • Membro: Senior
  • Risp: 196
  • Loc: Parma
  • Thanks: 2  

29-03-18 12.04

@ maxpiano69
Analisi "arminica"? emo emo

C'é poco da analizzare, brano in Re maggiore che modula su Do maggiore (Do e La m).
Scusa ho letto male...
La parte di RE io ci sento stare il DO (bequadro...)...
  • lucabbrasi
  • Membro: Expert
  • Risp: 4521
  • Loc: Firenze
  • Thanks: 273  

29-03-18 12.10

@ milchija
Scusa ho letto male...
La parte di RE io ci sento stare il DO (bequadro...)...
ma cos'è, uno scherzo?
  • milchija
  • Membro: Senior
  • Risp: 196
  • Loc: Parma
  • Thanks: 2  

29-03-18 12.13

@ lucabbrasi
ma cos'è, uno scherzo?
No, giuro! Non sento la modulazione a DO maggiore visto che la scala di SOL ci sta...
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9000
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1031  

29-03-18 12.18

Quel è la tonalità che caratterizza il pezzo? Se dovessi chiuderlo metteresti un Re? Allora è Re magg. nonostante il Do naturale che è una reminiscenza del blues e del modale.
  • Arci66
  • Membro: Expert
  • Risp: 2016
  • Loc: Roma
  • Thanks: 69  

29-03-18 12.25

Mi ricorda la prima lezione di Nino De Rose quando era solito iniziare con....."Analizziamo il pezzo di un grande compositore...Il cielo in una stanza" emo
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12274
  • Loc: Ravenna
  • Thanks: 1543  

29-03-18 12.38

@ milchija
No, giuro! Non sento la modulazione a DO maggiore visto che la scala di SOL ci sta...
Anche secondo me la tonalità è G o se preferite SOL emo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9000
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1031  

29-03-18 12.50

@ paolo_b3
Anche secondo me la tonalità è G o se preferite SOL emo
Miiinchia Pa' mi fai 'st'affronto?emo. A parte gli scherzi, tutto ruota sul Re magg., i tempi forti, ogni inizio e fine frase, gli altri accordi hanno solo la funzione di movimentare la storia e tutto si ferma e si giustifica sul Re magg. ...e che tonalità è? Sol magg.? È vero, urge un master di armonia!
  • anonimo

29-03-18 12.57

@ vin_roma
Quel è la tonalità che caratterizza il pezzo? Se dovessi chiuderlo metteresti un Re? Allora è Re magg. nonostante il Do naturale che è una reminiscenza del blues e del modale.
te lo appoggio emo
  • filigroove
  • Membro: Expert
  • Risp: 3579
  • Loc: Pistoia
  • Thanks: 274  

29-03-18 13.18

@ anonimo
te lo appoggio emo
Blues e modale (misolidio). Il brano risolve su RE. Probabilmente è suonato solo con triadi, ma tu prova sempre ad estendere gli accordi almeno fino alla settima e ti accorgi di molte cose. Ad esempio se sul RE ci sta meglio la vii minore, la scala non è quella di re maggiore, ma è appunto il misolidio, un modo molto bluesy. Ancora il sol vuole la settima minore? Bene blues pieno. Sì sol7 è anche dominante di do, per cui uno può pensare ad una piccola modulazione, ma la triade do è ancora contenuta nel misolidio di re, quindi non sei andato molto lontano in realtà. Poi LA min: non è che un cambio di basso, ma può essere interessante notare che non è LA7, cioè l'accordo dominante in RE, evidenziando ancora la natura modale della progressione.
Analisi fatta sul traghetto per l'Elba e quindi tutta da verificare! emo
  • anonimo

29-03-18 13.26

@ vin_roma
Miiinchia Pa' mi fai 'st'affronto?emo. A parte gli scherzi, tutto ruota sul Re magg., i tempi forti, ogni inizio e fine frase, gli altri accordi hanno solo la funzione di movimentare la storia e tutto si ferma e si giustifica sul Re magg. ...e che tonalità è? Sol magg.? È vero, urge un master di armonia!
Forse siamo in presenza di un brano che contempera esigenze tonali ed esigenze modali

Mi spiego: se leggiamo la melodia vediamo che la scala usata è quella di D mixolidian...il che non vuol dire che ci troviamo in G, vuol dire che ci troviamo in D mixolidian...ovvero dovremo evitare tutti i C#

Questo ci porterà a interpretare la funzione dominantica col Vmin o col VIImaj

Roba che chi ha consuetudine con la musica liturgica mastica benissimo...non dimentichiamo che il fatto che l'armonia moderna viva di due soli modi (maj e min) non esclude il fatto che fino al medioevo i modi, e quindi le relazioni armoniche, erano molti di più
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12274
  • Loc: Ravenna
  • Thanks: 1543  

29-03-18 13.42

@ vin_roma
Miiinchia Pa' mi fai 'st'affronto?emo. A parte gli scherzi, tutto ruota sul Re magg., i tempi forti, ogni inizio e fine frase, gli altri accordi hanno solo la funzione di movimentare la storia e tutto si ferma e si giustifica sul Re magg. ...e che tonalità è? Sol magg.? È vero, urge un master di armonia!
Ho rovinato tutto ... emo in più ho anche il lavello in cucina intasato. Giornata di .....

A parte gli scherzi, qui sì, dovrei approfondire, perchè se penso alla scala di SOL do tutta una serie di risposte alle mie domande, ma mi fido ciecamente di voi che mi dite di no.
  • milchija
  • Membro: Senior
  • Risp: 196
  • Loc: Parma
  • Thanks: 2  

29-03-18 13.54

Cyrano ha scritto:
Mi spiego: se leggiamo la melodia vediamo che la scala usata è quella di D mixolidian...il che non vuol dire che ci troviamo in G, vuol dire che ci troviamo in D mixolidian...ovvero dovremo evitare tutti i C#

Perdona la domanda ma sono confuso. Suonare D misolidio significa usare le note della scala di SOL quindi non posso dire che siamo in G come tonalità? Se una persona che vuole improvvisare sul brano mi chiede in quale tonalità é il brano devo rispondere tonalità di G oppure tonalità di D (non posso dire tonalità di D misolidio) ma se dico tonalità di D l'improvvisatore inserirebbe il C# nella sua improvvisazione...
Questo é uno dei miei dubbi.
Un altro dubbio é quello di riconoscere una progressione in termini di gradi del brano (II IV I opp. V del V...)
Grazie!
  • Arci66
  • Membro: Expert
  • Risp: 2016
  • Loc: Roma
  • Thanks: 69  

29-03-18 14.12

@ anonimo
Forse siamo in presenza di un brano che contempera esigenze tonali ed esigenze modali

Mi spiego: se leggiamo la melodia vediamo che la scala usata è quella di D mixolidian...il che non vuol dire che ci troviamo in G, vuol dire che ci troviamo in D mixolidian...ovvero dovremo evitare tutti i C#

Questo ci porterà a interpretare la funzione dominantica col Vmin o col VIImaj

Roba che chi ha consuetudine con la musica liturgica mastica benissimo...non dimentichiamo che il fatto che l'armonia moderna viva di due soli modi (maj e min) non esclude il fatto che fino al medioevo i modi, e quindi le relazioni armoniche, erano molti di più
Cacchio, sinceramente non facevo Ligabue cosi erudito musicalmenteemo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9000
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1031  

29-03-18 14.32

Dai... ho dovuto ascoltare il pezzo dal link perché neanche lo conoscevo... È musica leggera italiana e non si fa tante domande, due accordi per giustificare l'ambiente tonale e, più he una melodia, un recitativo per esporre un pensiero. Quel Re magg. stabilizza il brano, gli altri accordi sono satelliti. Che poi non usi la vera scala di Remagg. ma una versione "bluseggiante", per ammorbidire le troppe certezze di un sistema tonale va bene ed è in linea col carattere del personaggio. Lo si voglia interpretare come colore blues o modale l'importante è che l'ancora di tutto è un Re magg. della nostra cultura canzonettara e ...chitarristica. Consideriamo che la nostra è un'epoca "fusion", e non ci facciamo pregiudizi se usare un po' di quello o di quell'altro per condire il nostro sound.
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21959
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2809  

29-03-18 14.38

@ vin_roma
Dai... ho dovuto ascoltare il pezzo dal link perché neanche lo conoscevo... È musica leggera italiana e non si fa tante domande, due accordi per giustificare l'ambiente tonale e, più he una melodia, un recitativo per esporre un pensiero. Quel Re magg. stabilizza il brano, gli altri accordi sono satelliti. Che poi non usi la vera scala di Remagg. ma una versione "bluseggiante", per ammorbidire le troppe certezze di un sistema tonale va bene ed è in linea col carattere del personaggio. Lo si voglia interpretare come colore blues o modale l'importante è che l'ancora di tutto è un Re magg. della nostra cultura canzonettara e ...chitarristica. Consideriamo che la nostra è un'epoca "fusion", e non ci facciamo pregiudizi se usare un po' di quello o di quell'altro per condire il nostro sound.
Grazie Vin per la conferma, quel pezzo (come altri di Ligabue) nasce sulla chitarra sfruttando le classiche posizioni del Re maggiore, Sol maggiore (con la nota Re sulla V corda, quella del Si), Do (eventualmente add9, tenendo il Re sulla corda del Si), Lam.... ma la tonalitá base é Re maggiore (inteso come tonalitá, non scala).

Inoltre, come diceva sempre Vin in un altro thread, ragionare solo di tonalitá e modi non é il modo piú completo di "leggere" una musica).

Peró é bello vedere come anche su un brano semplice i punti di vista possano diversificarsi, alquanto. emo
  • paolo_b3
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12274
  • Loc: Ravenna
  • Thanks: 1543  

29-03-18 15.08

@ vin_roma
Dai... ho dovuto ascoltare il pezzo dal link perché neanche lo conoscevo... È musica leggera italiana e non si fa tante domande, due accordi per giustificare l'ambiente tonale e, più he una melodia, un recitativo per esporre un pensiero. Quel Re magg. stabilizza il brano, gli altri accordi sono satelliti. Che poi non usi la vera scala di Remagg. ma una versione "bluseggiante", per ammorbidire le troppe certezze di un sistema tonale va bene ed è in linea col carattere del personaggio. Lo si voglia interpretare come colore blues o modale l'importante è che l'ancora di tutto è un Re magg. della nostra cultura canzonettara e ...chitarristica. Consideriamo che la nostra è un'epoca "fusion", e non ci facciamo pregiudizi se usare un po' di quello o di quell'altro per condire il nostro sound.
Prendo appunti ...emo
  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1498
  • Loc: Milano
  • Thanks: 330  

29-03-18 15.30

vin_roma ha scritto:
Se dovessi chiuderlo metteresti un Re? Allora è Re


Questa è una frase che ho sempre detto anche io emo
Bisogna sentire che il brano tende a risolvere su un Accordo preciso.

Effettivamente qui si sente sin dalle prime note che il Re maggiore è la tonalità di fondo.
Inoltre finisce con un basso in Re da venti minuti... emoemo

Poi il tutto è inserito in un contesto Pop italiano dove raramente si vedono grosse sostituzioni e complicate strutture armoniche.

Il brano inizia con un arpeggio su alcune note che possono essere di Re Maggiore, per poi improvvisamente passare a un Do che ad orecchio si sente che non può essere la tonalità di base.
Finisce pesantemente in Re.
In un contesto simile, per stabilire la tonalità, solitamente non serve neanche ascoltare il resto del Brano emo
  • ahivela
  • Membro: Expert
  • Risp: 1388
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 124  

29-03-18 16.21

milchija ha scritto:
In quale tonalità é il brano?


E' in Re misolidio.
Ma in una forma particolare e moderna: il Misolidio Inconsapevole... o "di risulta", ma pur sempre misolidio.
Azzecchi quattro accordi qualunque, purche' comodi, facili e in prima posizione sulla chitarra ed e' fatta. Sono le nuove tendenze, so' ragazzi...
Scherzo, Liga e' uno che sa come funziona il rock, altro che.