Physis piano viscount k4: impressioni di uso

  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 15.15

Allora, apro questo thread con l'intenzione di essere utile a qualcuno che sia interessato.
Ho la K4 da ormai circa tre mesi, e sto migrando tutti i settaggi della mia MC3000 ( che tra l'altro venderò a breve) per un setup che prevede:
Roland Integra 7 (a breve, per ora JV1080)
Yamaha Motif ES Rack
EMU Proteus 2000 espanso
Roland VK8M
GEM Realpiano
Roland D550 Novation SL MKII.

Ho avuto stretti contatti con l'assistenza che trovo stupefacente, molto aperta e ricettiva, e molto disponibile a venire incontro alle domande e richieste. Ho imparato a fare delle cose, ho imparato che alcune cose non si possono fare.

Intanto comincio con il raccontarvi qualcosa del confronto con MC3000, che a detta di tutte dovrebbe essere ancora la master con il software migliore sul mercato.

Dunque nel confronto si possono fare tutte le cose che si potevano fare con MC3000. In particolare:
- sempre 8 zone a disposizione ( non so quante altre master abbiano quese zone)
- Nella MC3000 c'erano 8 banchi con 127 memorie. in K4 ci sono 127 memorie, ma possono essere esportate e importate singolarmente e in blocco da USB in un battito di ciglia ( ci sono 4!!! ingressi USB), o anche dalla memoria interna
- nella K4 c'è in più la curiosa caratteristica dele scene: ogni memoria 8 o patch) ha 4 scene al suo interno, accessibili con un singolo tasto e con nome visibile sullo schermo. in pratica per ogni memoria si può memorizzare anche 4 pezzi, oppre un settaggio diverso per ritornello e strofa e via così...
Edited 16 Ago. 2014 18:34
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.05

....

di queste 8 zone due possono essere utilizzate dai suoni interni, di qualità stratosferica e modificabili in ampia parte ( ma non completamente).

poi ci sono i controller. Sono in gruppi di 9: 9 rotelle senza fine, 9 slider, 9 bottoni. Programmabili liberamente nelle 8 zone. E quando dico liberamente intendo dire che ogni bottone può mandare messaggi su ogni zona, ma anche un messaggio diverso su ognuna delle zone contemporaneamente. Tipo con uno slider potete controllare due moduli contemporaneamente!!

Stessa cosa anche per i pedali ( sono 8!!) e con l'aggiunta che per i pedali valgono anche i valori di massimo e minimo: in pratica, mettiamo che voi vogliate destinare un pedale a controllare in un pezzo il valore del filtro su due moduli contemporaneamente. Ovviamente si può fare, ma l'escursione potete regolarla separatamente per ognuno dei due moduli: su uno potrete andare con il filtro da 0 a 127, mentre contemporaneamente sull'altro modulo il pedale controllerà il filtro da 30 a 70. Ottimo direi..

Ah: a ognuno dei pedali, bottoni, slider, rotelle, potete dare un nome, diverso per ogni patch, in modo da ricordarli meglio.

Ah, sentite qui! per ogni patch voi avete a disposizione 4 (!!) set di controller, selezionabili da 4 bottoni dedicati. Questo vuol dire che in pratica per ogni suono avete a disposizione 36 slider, 36 bottoni, 36 rotelle e 36 pedali come controller. semplicemente toccando un tasto che permette di passare da uno all'altro di quelli che sono chiamati i control Banks
Che tra l'altro possono avere un loro nome, per renderli riconoscibili.

Tanto per portare le cose all'estremo, considerando che una patch è in relatà formata da 4 "scene" come dicevo nel post precedente, allora moltiplicate pure per 4 il numero dei controller che vi ho appena scritto!
Non credo che nessuna altra master ci arrivi nemmeno vicino a pensarlo

Ah: tutto quello che i ho detto dei pedali vale anche per le tre wheel che avevo dimenticato...
Edited 15 Ago. 2014 9:10
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.08

...

i suoni interni sono soggettivi, come sempre, ovviamente. A me piacciono moltissimo. Per dire, più di quelli di integra e del motif.
Senza paura competono con CP5, e per me estremamente più dinamici dei clavia, come pianoforti.
I rhodes niente male, ma su questi la competizione è più dura. Ci sono anche diversi suoni di pad e di synth, di quelli da lavoro, niente di speciale. ma sempre utili. Sopratuttto gli ottimi pad.

La dinamica è estremamente buona e secondo me con i suoni si integra perfettamente.

...
Edited 15 Ago. 2014 9:31
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.10

...

E' blu! a me piace un sacco 'sto colore. Ha due maniglie integrate sui fianchi, per sollevarla più facilmente. ed è un pochino più leggera di MC3000, ma sopratutto con queste maniglie è molto più comoda da sollevare.

Display con un sacco di informazioni, molto luminoso.

Il cambio programma avviene in modo immediato per i parametri midi, ma ha bisogno di almeno un secondo per caricare i suoni interni, se vengono usati. Probabilmente per caricare alcune parti di campionamento.


....
Edited 15 Ago. 2014 9:11
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.13

...

oltre ai Control Banks, ogni "scena" ( ricordo che ce ne sono 4 per ogni patch) può inviare 8 messaggi di sistema esclusivo, che voi potrete selezionare singolarmente se prima o dopo l'invio dei messaggi delle zone.
Se per esempio volete fare dei program change su strumenti non collegati alle 8 zone o su reverberi, o su scene luci di un mixer luci...

ci sono alcuni tasti dedicati a far partire delle sequenze ( mai usati finora, ma ci sono)

....
Edited 15 Ago. 2014 9:17
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.16

...

ah. Una funzione potentissima. quella di copia.

Praticamente potete copiare tutto. Dal singolo control bank alla intera scena, alla intera patch. molto rapidamente. Compresi i messaggi di sistema esclusivo.

Per esempio mi sono creato un banco di controlli con le 8 rotelle a controllare i volumi ( comodissimo, essendo rotelle senza fine, non corro il rischio solito come con gli slider di fare il salto volume, da dovunque comincio a girare, modifica il volume da quel valore da cui parto) e i 9 slider come controller di drawbars. E me lo copio di scena in scena.

...
Edited 15 Ago. 2014 9:18
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18583
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1835  

14-08-14 16.27

Molto interessante, Thanks!
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.29

Max, vieni a Rivoli a provarlo....emo
  • lupetto777
  • Membro: Senior
  • Risp: 529
  • Loc: Forli'
  • Status:
  • Thanks: 20  

14-08-14 16.34

OTTIMO::. e MOLTO BELLO:.....
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.47

....

le modifiche che potete fare ai suoni interni.

Distinguiamo i suoni in sintesi da quelli diciamo così di "accompagnamento", con i quali intendo gli archi, sia pad che orchestrali, i fiati, sia synth che orchestrali, i synth, chitarre, bassi ecc ecc. Questi ultimi hanno la possibilità di modifica di soli 4 parametri ( di solito attack, fltro ecc ecc).
i suoni invece in sintesi ( Piano, Rhode, Wurly, Clavi, Pianet...) hanno dei controlli molto più estensivi.
A seconda del modello cambiano i controlli. Per esempio il control bank deputato a modificare i suoni di piano è molto ricco, con circa 16-18 parametri ( roba pazzesca, tipo massa delle corde, lunghezza delle stesse, posizionamento del tampone, robe simili..). Le modifiche fatte in real time sono appena appena un po' lentine, circa mezzo secondo per sentirle, ma possono essere drammatiche già con pochissima escursione dei controller.
A questo aggiungete le varie curve di dinamica e creare un suono di piano caldo e scuro diventa davvero facile ( sempre però mantenendo una dinamica bellissima) Questo per dire che le modifiche che potete fare non sono un banale cutoff!

In generale i suoni di piano mi sembrano abbastanza brillanti pèiuttosto che scuri, forse con un timbro più sul tipo del fazioli ( solo per sentito dire)

I suoni interni possono essere al massimo due in contemporanea. E possono essere combinati come si vuole, unica limitazione, non si possono usare due suoni di piano acustico contemporaneamente.

Ogni suono ha un suo effetto dedicato, a cui si somma un effetto cumulativo per entrambi i due suoni ( che però fa di solito modulazione tipo chorus) più un riverbero cumulativo per entrambi (intendo cumulativo ma le mandate di effetto ovviamente sono separate...)

...
Edited 15 Ago. 2014 9:22
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.48

..
sul pannello posteriore ci sono 4 ingressi usb e una uscita. L'uscita non so cosa serva.

Gli ingressi ( insomma, le prese che ci troviamo sui pc, non quelle che troviamo sulle stampanti, per intenderci) sono 4. Alimentati. bellissimo. Così ci posso attaccare direttamente il cavo usb della mia Novation e non avrò bisogno di una presa di corrente separata!!!!!


....
Edited 15 Ago. 2014 9:18
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.54

.....


tenetevi forte!! arriva il racconto dei virtual instrument!!!

idea fantastica!

sentite qui: non c'entra nulla con il sistema VST di Steinberg. infatti secondo me il nome è fuorviante. Ma comunque, ecco la sostanza. Potete avere caricati in contemporanea fino a 10 VI (virtual instrument, per ora chiamiamoli così...). Si tratta in pratica di elenchi di nomi di preset e di controller che corrispondono ai vostri expander.

Dall'esempio capiremo meglio. Caricate il VI del Proteus 2000, e nella tabella dei program change non avrete a che fare con MSB, LSB e PC, ma con i nomi diretti delle patch! favoloso. E non dovrete ricordarvi quale controller comanda il filtro, perchè ve lo trovate già bello scritto in chiare lettere!

E la cosa più bella è che il nome della patch lo leggete per tutte le otto zone nella schermata della patch. Così potete tenere anche il vostro rack fuori vista, tanto che in proteus in questo pezzo suoni una lead synth e nel prossimo un pad lo leggete facilmente davanti a voi! Ma perchè nessuno ci ha pensato prima?

e di più: io ho scritto alla assistenza e nelle giro di due giorni mi avevano fatto il VI del motif ES!!

questa storia dei VI è davvero rivoluzionaria....

....
Edited 15 Ago. 2014 9:32
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 16.54

mi sono spiegato comprensibilmente?
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 17.13

...

le 8 zone possono essere settate in tre modi: abilitate ( semplicemente suonano) disabilitate (non suonano ma mandano i controller e i cambi di programma, tipo se avete un modulo di organo che pilotate da una seconda master, potete dargli il program change, controllare i drawbar con gli slider, ma i note on non li riceve dai tasti di K4 e li riceve dalla seconda master) oppure spenti.

I tasti per le zone ( per abilitarle o disabilitarle) sopno comodamente davanti al display.

dal punto di vista ergonomico è molto buono: di fianco al display ci sono: in alto i tasti per commutare i 4 control bank ( per ogni scena)
in basso gli otto tasti per commutare abilitato/non abilitato per le diversce zone(per ogni scena)
sotto i tasti per scegliere le 4 diverse scene
....
Edited 15 Ago. 2014 9:30
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 17.16

....


ovviamente presente anche la funzione di chain per farvi le scalette dei vari concerti...



e anche presente la possibilità di inviare e eventualmente filtrare a piacer vostro i segnali in arrivo sui due midi in.

Io uso la Novation come seconda master. Molto facile, io devio tutto il midi IN chje ricevo dalla novation sul midi out per il rack con gli expanders. Ma se volte potete fare in modo che quello che state ricevendo su MIDI ch 1 dal MIDI IN 1 venga deviato sul MIDI CH2 inviandolo solo al MIDI OUT3, mentre i controller wheel deviarli sul canale MIDI OUT5 e cambiarli su CH4...

le funzioni di patch bay sono assolutamente totali! e ci sono 8 filtri di questo tipo per ogni patch!

.....
Edited 15 Ago. 2014 9:28
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 17.17

....

da indiscrezioni sembra che nella prossima release del firmware collegando la mia seconda master (NOVATION SLMKII) a una presa USB venga già riconosciuta come MIDI device. Quindi forse più nessun bisogno di collegare anche i vari MIDI in e out della NOVATION con la K4: solo il cavo usb potrebbe portare alimentazione e il midi contemporaneamente...
Impossibile sbagliare i collegamenti sul palco, in questo modo.

così ho capito,ma aspettiamo a vedere...


.....
Edited 15 Ago. 2014 8:59
  • bigsquash
  • Membro: Senior
  • Risp: 702
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 61  

14-08-14 17.19

....


cose che mancano?

dite pure la vostra.

Secondo me manca una cosa che era nella MC3000. La funzione LIST. Con un tasto si apriva una videata che elencava le patches a gruppi di 10; almeno così se non vi veniva in mente subito il numero giusto di program change, almeno lo trovavate in fretta.

La cosa affascinante è che l'assistenza ascolta anche i suggerimenti. Non so cosa se ne faranno in futuro, ma sembra che siano aperti ai suggerimenti degli utenti. Mai capitato prima con nessun altro strumento.

....
Edited 15 Ago. 2014 8:34
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 3314
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 174  

14-08-14 19.01

emoemoInteressante questa recensione!! Grazie Bigsquash...quindi hai il modello EX con i suoni onboard?? Puoi farci sapere dove l'hai preso e il suo costo? Purtroppo non è molto pubblicizzato..L'hai provato con qualche VST? Ma funziona anche da scheda audio visto che ha gli ingressi usb?
Ciao
Paolo
  • JudoLudo
  • Membro: Expert
  • Risp: 1651
  • Loc: Frosinone
  • Status:
  • Thanks: 30  

14-08-14 23.05

Grazie Bigsquash, sei stato davvero infinito. IMMENSO. Ora ho capito quanto vale questa macchina!! Solo una cosa: se carico ad esempio Omnisphere sul portatile, con la funzione VI che hai detto prima vedrò il nome delle patch? E poi dipende dal disco del PC quanto tempo ci vuole per cambiare, giusto? Cioè praticamente il software viene riconosciuto e "caricato" sulla tastiera...giusto???
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4753
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 381  

15-08-14 00.05

bigsquash ha scritto:
dite pure la vostra

Thanks, ottima recensione!

edit: e complimenti per l'acquisto! emo
Edited 14 Ago. 2014 22:06