Test Yamaha YDP S54 e Casio PX S1000/1100

  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

10-11-21 21.58

Da Borsari strumenti a Bologna, assistiti dal professionalissimo e cordiale Simone.

YDP S54 (EUR 1290)

Estetica: elegante e snello - la qualità del legno è particolarmente elevata. Assemblaggio senza pecche.

Meccanica: la GH3 è solida e un filo pesante, ma del tutto valida. Manca la simulazione del doppio scappamento, ma sinceramente non se ne sente la mancanza.

Suono di piano acustico: molto buono, brillante ma con corpo, sempre legnoso e con un’escursione dinamica eccellente. La simulazione delle varie risonanze è completa e realistica - ma non sono riuscito a capire se (almeno attraverso la app dedicata) essa sia editabile.

Altri suoni: pochi, molto pochi (10) ma assai buoni. Avendo però l’audio ed il
MIDI over USB, è un problema inesistente: un VST e vai via con un filo di gas.

Amplificazione: buona, potente (20Wx2) e piuttosto definita. È pur vero che le casse puntano verso il basso, ma il risultato generale è più che dignitoso..

UI: penosa. Non c’è uno straccio di display, manco a led. Quattro pulsanti in croce. Meno male che c’è l’interfaccia con la app, se no sarebbe davvero un dramma.

Altre features: non ha la registrazione audio su pendrive, ma l’interfaccia audio/midi over USB non ne fa sentire la mancanza

Valutazione generale: per 1200 euro è un signor strumento

Casio PX S1000/1100 (EUR 550 - con gambe in legno e pedale triplo EUR 777)

Provati uno dopo l’altro - uniche differenze sono

- il 1100 ha un suono più ricco e definito del 1000, anche se di poco

- il 1100 permette la registrazione audio su pendrive, il 1000 no

- il 1000, per contro, ha un Line in che manca al 1100 (sostituito dall’audio over Bluetooth attivabile tramite un dongle che occupa, però, l’unica porta per pendrive)

Speakers: l’adozione nel 1100 di speakers in MICA non porta miglioramenti percepibili, né per quanto riguarda il volume né per quanto riguarda la profondità dei bassi.

Veniamo ora al test.

Meccanica: i tasti neri sono davvero più leggeri di quelli bianchi… se vengono suonati “in pizzo”. Ma dato che neppure suor Maria Gesualda, vice armoniumista delle Carmelitane del Sacro Cuore Incarnito, suona i tasti neri in pizzo, il problema non si pone. Credetemi: ho provato Chopin, Bud Powell, una ballad e un corale di Bach, è tutto è andato liscio come l’olio.

Suono di piano acustico: delizioso, uno Steinway ben campionato con grande escursione dinamica - dal legno al brillante, sempre liquido e mai metallico. Se devo trovare un difetto, i medio bassi sono un filo scarni e “digitalmente” freddi - colpa probabilmente dell’amplificazione minimale (8Wx2) e delle casse piuttosto stitiche come dimensioni. Piena editabilitá del motore delle risonanze, sopratutto attraverso l’app Chordana

Altri timbri: 18 suoni del tutto dignitosi - ma senza audio over USB, rischiano di essere pochi per chi cerca uno strumento multifunzione

Amplificazione: debole - 8Wx2 sono davvero sotto al minimo sindacale. Sopratutto per quel che riguarda la resa dei bassi, che risultano un po’ scarni e vuoti. Fortunatamente il 1100 ha due piccole fessure frontali che permettono di indirizzare verso l’esecutore parte del suono (che comunque resta in massima parte rivolto “all’indietro”)

UI: simpatico il concetto dei “touch buttons”, ma la mancanza di display ed i pochi pulsanti presenti sulla console rendono l’interazione davvero difficile senza l’uso dell’app Chordana.

Altre funzioni: si sente la mancanza dell’audio over USB, e la scelta di implementare il Bluetooth attraverso un dongle è una scelta più scriteriata di quella che fece Hitler quando decise di vietare la ritirata da Stalingrado. In più, la rimozione del Line in rende lo strumento inaccessibile nel caso in cui si voglia usare la porta USB A per registrare dell’audio.

Valutazione generale: per quel che costa, è veramente un piccolo miracolo - anche con i suoi piccoli difettucci (che sarebbero stati evitabili con poco costo)
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

10-11-21 22.00

In buona sostanza, due strumenti ottimi in questa fascia di prezzo, con lo Yamaha caratterizzato da eccellenza nella costruzione, suono più rotondo e profondo e audio over USB, mentre il Casio eccelle per il rapporto qualità/prezzo veramente imbattibile, bel suono di Steinway (ma con medio bassi poco profondi) e peso e dimensioni veramente contenuti.

Post scriptum: Simone mi ha confermato ciò che sospettavo: i korg (lp 380u, C1 e G1) hanno il gravissimo problema di un’escursione dinamico timbrica pressoché inesistente. Bisogna settare la curva dinamica sul 3 (la più alta) ed anche così cambia solo il volume (e poco) e quasi niente il timbro.
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9184
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1140  

10-11-21 23.01

Ale, cerca il Kawai KDP-120. L'ho provato oggi.
Per meno di 1000€ hai un mobile poco ingombrante, meccanica base (RHCompact) ma molto grintosa e precisa, molto adatta al suono SK-EX e anche l'amplificazione, benché non proprio "rotonda", offre un ottimo sfogo alle intenzioni.
Solo midi USB ma anche BTooth, solo uscite cuffie x 2.
L'ho trovato divertente!

Eccolo: Kawai KDP-120
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

10-11-21 23.24

@ vin_roma
Ale, cerca il Kawai KDP-120. L'ho provato oggi.
Per meno di 1000€ hai un mobile poco ingombrante, meccanica base (RHCompact) ma molto grintosa e precisa, molto adatta al suono SK-EX e anche l'amplificazione, benché non proprio "rotonda", offre un ottimo sfogo alle intenzioni.
Solo midi USB ma anche BTooth, solo uscite cuffie x 2.
L'ho trovato divertente!

Eccolo: Kawai KDP-120
Grazie Vin, lo avevo considerato - come anche il CN39 - ma è troppo ingombrante per il corridoio dove dovrei metterlo.
  • Roberto_Forest
  • Membro: Expert
  • Risp: 3696
  • Loc: Vicenza
  • Thanks: 516  

11-11-21 10.57

Ok, quindi il thread che avevi aperto sul difetto del Casio pc, alla prova pratica, e da pianista esperto quale sembri essere, non ha dato problemi.
Però adesso se un utente cerca Casio px 1000 su questo forum troverà quel thread che quindi può essere fuorviante...
Solo perché ho avuto un Casio (il px5 ovviamente) e ne ho un ottimo ricordo, e mi dispiace che Casio venga bistrattata.
  • d_phatt
  • Membro: Guru
  • Risp: 4589
  • Loc: Perugia
  • Thanks: 998  

11-11-21 11.00

Davvero molto interessante (e incoraggiante) la tua recensione dei Casio PXS1000/1100.

Che sia il tuo nuovo strumento? Il suo mobile (da acquistare a parte) è uno dei meglio progettati e vendono anche il triplo pedale. Diventerebbe un bel sistema super compatto, piuttosto economico e alla fine...funziona.
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

11-11-21 11.02

@ Roberto_Forest
Ok, quindi il thread che avevi aperto sul difetto del Casio pc, alla prova pratica, e da pianista esperto quale sembri essere, non ha dato problemi.
Però adesso se un utente cerca Casio px 1000 su questo forum troverà quel thread che quindi può essere fuorviante...
Solo perché ho avuto un Casio (il px5 ovviamente) e ne ho un ottimo ricordo, e mi dispiace che Casio venga bistrattata.
In effetti alla prova dei fatti lo strumento è suo abilissimo. Ma, per onestà intellettuale, bisogna accennare al fatto che il problema era stato sollevato. emo
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

11-11-21 11.04

@ d_phatt
Davvero molto interessante (e incoraggiante) la tua recensione dei Casio PXS1000/1100.

Che sia il tuo nuovo strumento? Il suo mobile (da acquistare a parte) è uno dei meglio progettati e vendono anche il triplo pedale. Diventerebbe un bel sistema super compatto, piuttosto economico e alla fine...funziona.
Guarda, in effetti è uno degli strumenti in finalissima:

- Yamaha YDP S54
- Kawai CN29 (ancora da testare, ma non ha audio over USB, line out, line in, Bluetooth, registratore audio - insomma architettura assai chiusa)
- Casio PX S1100
-Casio PX870
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

13-11-21 05.01

Facendo un po’ di ricerca online, ho scoperto alcune ulteriori informazioni sullo Yamaha YDP S54, che condivido volentieri con gli amici forumisti.

- Le funzioni dello strumento editabili grazie all’app Smart Pianist sono listate qui

- in particolare, sembra che molte delle funzioni di risonanza (string resonance, lid position etc) NON siano editabili neppure tramite la app - poco male, in quanto il suono mi pare già abbastanza ben ottimizzato. Comunque peccato.

- per contro, pare che, sempre tramite app, sia possibile la registrazione audio con overdub - probabilmente tramite la funzione “audio loop” che ritrasmette all’app ciò che il piano riceve dall’app stessa più ciò che uno suona. Utilissimo per registrarsi rapidamente sopra un aebersold, per esempio, senza dover neppure aprire e settare una daw (cosa che resta peraltro possibile tramite l’audio/midi over USB)
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 785
  • Loc: Roma
  • Thanks: 136  

13-11-21 05.47

Roberto_Forest ha scritto:
mi dispiace che Casio venga bistrattata.

io ho un vecchio casio PX-320 (che tengo nella casa fuori Roma e che suono ogni tanto nei week end e l'estate quando stiamo li) e devo dire che ha una meccanica molto piacevole, a mio parere migliore dello Yamaha clp 725 che ho provato pochi giorni fa. I suoni sono piuttosto mediocri, però smanettando un pochino sono riuscito a tirare fuori un suono di pianoforte piacevole e (limitatamente a quel suono) lo utilizzo volentieri. Penso che sul marchio Casio ci sia anche un po' di pregiudizio legato al fatto che è un brand che tutti associamo agli orologi, già tempo fa (in un'altra discussione) dissi che Casio dovrebbe adottare un nome diverso per il reparto piani digitali ( e venni linciato emo)
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9184
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1140  

13-11-21 06.25

Non si dorme a furia di cercar pianoforti, eh?

Anch'io sono stato a fare questo...emo
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

13-11-21 09.36

@ vin_roma
Non si dorme a furia di cercar pianoforti, eh?

Anch'io sono stato a fare questo...emo
Purtroppo le ragioni per cui non prendo sonno non sono così piacevoli…
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12348
  • Loc: Grosseto
  • Thanks: 1340  

13-11-21 11.04

WTF_Bach ha scritto:
YDP S54 (EUR 1290)

sembra la fotocopia del korg lp308u, direi che essendo anche dotato di un bel suono la scelta è quasi fatta...certo che poi il bel suono te lo fanno pagare. c'è un ipad di mezzo....1290-888=402
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

13-11-21 11.07

@ zerinovic
WTF_Bach ha scritto:
YDP S54 (EUR 1290)

sembra la fotocopia del korg lp308u, direi che essendo anche dotato di un bel suono la scelta è quasi fatta...certo che poi il bel suono te lo fanno pagare. c'è un ipad di mezzo....1290-888=402
Ho notato che in alcuni negozi fisici l’YDP S54 si trova a poco più di 1000 euro.
  • zerinovic
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12348
  • Loc: Grosseto
  • Thanks: 1340  

13-11-21 11.55

@ WTF_Bach
Ho notato che in alcuni negozi fisici l’YDP S54 si trova a poco più di 1000 euro.
così si…é conveniente.
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

14-11-21 11.25

Pensavo di provare anche il CLP725. Con la sua profondità di 414 cm potrebbe starci in corridoio.

Bisogna vedere se vale i 300 euro in più (di listino).

Per ora noto solo quattro differenze con l’Arius S54

- meccanica Grand Touch-S (sempre in plastica) invece di GH3

- suono di Bosendorfer che manca sull’Arius

- VRM come motore delle risonanze

- Grand Expression, che dovrebbe riguardare le nuances nelle variazioni di velocità.
  • Sbaffone
  • Membro: Expert
  • Risp: 2921
  • Loc:
  • Thanks: 557  

14-11-21 11.35

- Grand Expression, che dovrebbe riguardare le nuances nelle variazioni di velocità.


La prendi con cambio manuale o automatico?
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

14-11-21 11.45

@ Sbaffone
- Grand Expression, che dovrebbe riguardare le nuances nelle variazioni di velocità.


La prendi con cambio manuale o automatico?
Cabrio, così in primavera me la godo emo
  • keyboard7
  • Membro: Expert
  • Risp: 785
  • Loc: Roma
  • Thanks: 136  

14-11-21 12.16

WTF_Bach ha scritto:
Pensavo di provare anche il CLP725

la meccanica mi è sembrata leggerina, però ho notato una cosa: cambiando la sensibilità da medium a hard (spingendo insieme piano/voicing e il tasto D6) , vengono tagliati i fortissimo, anche se picchi forte sui tasti il fortissimo (non solo come volume ma anche come timbro più brillante/metallico) non lo raggiungi più. Almeno questa è stata la mia impressione, infatti l'ho impostata nuovamente su medium.
  • WTF_Bach
  • Membro: Expert
  • Risp: 2413
  • Loc: .
  • Thanks: 778  

14-11-21 12.47

@ keyboard7
WTF_Bach ha scritto:
Pensavo di provare anche il CLP725

la meccanica mi è sembrata leggerina, però ho notato una cosa: cambiando la sensibilità da medium a hard (spingendo insieme piano/voicing e il tasto D6) , vengono tagliati i fortissimo, anche se picchi forte sui tasti il fortissimo (non solo come volume ma anche come timbro più brillante/metallico) non lo raggiungi più. Almeno questa è stata la mia impressione, infatti l'ho impostata nuovamente su medium.
Alla fine tutto dipende dalla mano che ciascuno ha.