Come portare uno spettacolo sul palco con scarso budget?

  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

21-05-09 16.37

Ragazzi sono anni che suono, compongo musica, incido FAI DA TE... penso sia arrivato il momento di oltrepassare la barriera dell'anonimato e suonare in giro.

Mi sono rivolto a molti locali della mia città, ma preferiscono far esibire band jazz o rock... quindi il mio stile cantautore elettro pop non riesce a trovare nessun aggancio.

Ho preso seriamene in esame l'idea di esibirmi in piccoli teatri. Ho contattato + di 200 teatri del nord Italia, e ho scelto quei teatri che avessero già a disposizione un impianto luci e acustico... alla fin fine ne ho trovati 20 che rispecchiassero le mie esigenze.

Non sono nessuno, ma mi ritengo di avere un repertorio davvero invidiabile a musicisti che hanno un contratto discografico (accendo a malapena la radio e la tv, se poi mi viene la depressione).


Sono una persona con un lavoro onesto ed uno stipendio "giusto" per vivere. Non ho un budget per affittare 20 teatri contemporaneamente (perché é così che si deve fare) quindi il costo dell'affitto del teatro ricadrebb nel costo del biglietto dello spettacolo, come il mio guadagno e il compenso dell'artista visivo che sto cercando... uso artistico di luci e video proiettori.

La mia paura é quella di gonfiare troppo il costo del biglietto, se poi l'artista é uno sconosciuto non so se riuscirei a riempire i teatri (capienza massima 300 persone). [g]Per ora la bozza del costo di un singolo biglietto massimo é di 8€ per uno spetacolo di un ora e mezza... secondo voi é un prezzo eccessivo?
(premesso che si tratta di un artista sconosciuto).[/g]

Quindi mi é venuta l'idea di cercare uno sponsor.

Ebbene la ricerca più logica di uno sponsor sarebbe di essere sponsorizzato da aziende del posto in cui vi é il concerto... ma sarebbe un altro lavoraccio contattare tutte le aziende di (per esempio) Torino e chiedergli di offrirsi come sponsor... quindi ho scelto di partire in 5° per contattare granzi aziende italiane di ogni settore.

Alcune i hanno contattato tempestivamente dicendomi che sono in riunione per la prossima campanìgnia pubblicitaia per il lancio dinuovi prodotti... altre mi devono ancora rispondere.

Datemi altri consigli emo
Edited 21 Mag. 2009 14:38
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12541
  • Loc: Roma
  • Thanks: 748  

21-05-09 17.22

perdonami..ma sei sicuro che avresti un seguito ? anche 10 date..300 persone a sala..dovresti avere 3000 persone disposte a venire..i teatri, come gli sponsor, vogliono delle garanzie..se tu prendi il teatro e poi ci sono 8 persone che fai ?

Inoltre se hai 3000 persone, stai arcisicuro che qualsiasi locale ti farebbe suonare..anche se tu ne avessi solo 50...
Edited 21 Mag. 2009 15:23
  • ziberto
  • Membro: Expert
  • Risp: 2268
  • Loc: Pisa
  • Thanks: 297  

21-05-09 17.31

Io non sono in grado di darti nessuna indicazione su come fare a "sfondare"...
Però ho riflettuto su alcune cose che hai detto e mi sono venuti subito dei dubbi.
Per tua ammissione ti definisci "sconosciuto"... perchè una persona dovrebbe andare a teatro, spendendo una cifra seppur bassa, ad ascoltare un perfetto sconosciuto? In un pub la cosa è diversa... le persone vanno lì per bere e per chiaccherare... solitamente non pagano l'ingresso e quindi possono anche "subire" uno spettacolo per cui non si sono recati lì appositamente...
Ma in un teatro, o in un posto in cui si paga, devi andarci volontariamente...
Certo, avendo uno sponsor, potresti abbassare moltissimo il prezzo del biglietto... ma rispunta la domanda: perchè devo venirti a sentire? Tralasciando poi il fatto che lo sponsor ti finanzia se intravede garanzie...
Altro punto che non mi è chiaro... parli di repertorio che fa invidia a gente con contratti discografici... non capisco se ti riferisci a quantità o qualità... se è per quantità, il solo fatto di avere tanti pezzi da proporre non basta... bisogna appunto valutare la qualità... e bisogna che siano gli altri a valutarla, perchè il tuo parere potrebbe non essere condiviso.
Con questo discorso non voglio sminuire la tua "vena artistica", nè la giusta voglia di proporsi... però ti invito a considerare le cose in maniera più ampia... ma forse, il fatto di aver posto la questione qui, testimonia che lo stai già facendo.

  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

21-05-09 17.33

Il teatro non vuole garanzie, li basta soltanto che chi affitta il teatro paghi tutto l'affitto anticipatamente... forse il problema é lo sponsor.emo

E come dici tu vuole più garanzie sul numero effettivo di spettatori... i mezzi e i contatti per pubblicizzare l'evento ce li ho, anche 500 persone che verrebbero al 100% ad una esibizione... dovrei trovare 2500 persone in più emo

I concerti si dovrebbero "disputare" in un solo teatro per ogni città che "visiteri", quindi con una data unica incuriosirei di più gli abitanti.

Alcuni spettacoli si terrano in teatri di paesi provincialotti, quindi la gente per noia andrebbe a vedere il concerto.

Ho dei pezzi che hanno davvero qualità artistica, composizione stutturale delle opere tra parol e musica.
Ho lavorato moltissimo sui suoni, sull'atmosfera, ogni canzone é totalmente differente dall'altra ... molti artisti si ripetono spesso nelle armonie.

Non sono qui a gridare che sono un DIO... anzi, ma mi sonostancato di rimanere nel mio piccolo. Mentre mi guardo in torno sento solo mediocrità, le solite cose... non voglio suonare in pub dove nessuno ti ascolta.. voglio la dovuta attenzione per tutto il lavoro che c'é stato fino ad oggi.
Edited 21 Mag. 2009 15:39
  • greg
  • Membro: Expert
  • Risp: 2243
  • Loc: Salerno
  • Thanks: 54  

21-05-09 18.11

noirsun ha scritto:
Ho dei pezzi che hanno davvero qualità artistica, composizione stutturale delle opere tra parol e musica.
Ho lavorato moltissimo sui suoni, sull'atmosfera, ogni canzone é totalmente differente dall'altra ... molti artisti si ripetono spesso nelle armonie.

Non sono qui a gridare che sono un DIO... anzi, ma mi sonostancato di rimanere nel mio piccolo. Mentre mi guardo in torno sento solo mediocrità, le solite cose... non voglio suonare in pub dove nessuno ti ascolta.. voglio la dovuta attenzione per tutto il lavoro che c'é stato fino ad oggi.
Edited 21 Mag. 2009 15:39

Mhhhh.emo
Dunque. Ti hanno già detto che il nostro repertorio non possiamo vantarcelo da soli, ma è un eventuale pubblico a giudicare. Nel tuo caso dici di avere 500 persone sicure a partecipare a un tuo concerto. Cavoli!! non hai bisogno di un teatro, ma di andare presso un buon locale e riempirlo di tuoi ascoltatori. Poi gli fai tu il prezzo. Nel caso no accettasse, saranno cavoli suoi, passi a un altro locale.Ti ci fai un bel video di quella serata e poi passi agli sponsors delle altre città; mi sembra chiaro. Se davvero poi il tuo repertorio risultasse essere tanto valido, cosa ti costa lanciarti presso discografici e produttori? Potresti addirittura provare a proporti a qualche buon professionista di livello nazionale, è possibile che ti chieda di collaborare e, registrati i tuoi pezzi alla SIAE, anche di interpretare qualche tuo lavoro. Visto che ti senti sicuro del fatto tuo, gli ostacoli risultano essere superabili.
Riguardo ai repertori mediocri altrui che avrebbero successo.............beh, andiamoci piano: anche Pupo ha un repertorio secondo me inferiore al mio, per contenuti poetici e musicali, ma io il massimo che ho ottenuto, in passato è stato di incidere qualche musicassetta ad ex fidanzatine....... Poi ho smesso di scrivere per tanti motivi che non sto qui ad elencarti. Uno per tutti: visto che non conosco l'Armonia e la Composizione, mi sento come chi vuol scrivere un saggio possedendo un linguaggio da scuole elementari: potrei avere grandi contenuti, ma scarse capacità di trasmettere i messaggi con i mezzi adatti.
In ogni caso, se te la senti ,non scoraggiarti e spero che qualche mio semplice consiglio possa esserti utile, come l'idea di un video a scopi pubblicitari. Buona fortuna.
  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

21-05-09 18.54

Sono iscritto alla SIAE depositando mie opere.. il mio nome d'arte é anche un marchio che ho personalmente depositato come brevetto emo

Avete ragione a dire di suonare in locali, ma alle mie parti vogliono cover band o musicisti di genere rock indie.. che non rispetto per niente.

Io ho mischiato il cantautorato alla musica classica, con sintetizzatore e groove box.. mi sento sminuito io come artista a suonare in certi posti come sopra ho citato.

Sono una persona umile che si é rotta le scatole di suonare in 4 mura. E poi se siete gente di mare emo lo sapete benissimo che ogni locale ha la sua mafia. C'é il lcale he non ti paga a malapena ti offre da bere, c'é il locale in cui non puoi suonare perché il monopolio lo tengono gelosamente le solite 5 band che ci suonano ogni fine settmana!

Io aspiro a suonare in location molto intime, con un certo tipo di pubblico dai 25 anni in su.. io ho 23 anni.

se conosciete un locale in cui suonare che ha queste caratteristiche e si trova nel nord Italia, avvisatemi! Ma gli unici locali o spazi di questo genere sono i circoli ARCI!

Nella musica odio quando ci si mette la politica... il pubblico che verrebbe a sentirmi suonare in un ARCI dovrebbe avere x forza la tessara ARCI emo

Ho partecipato a vari concorsi che però riguardavano band emergenti... quindi ogni volta che mi presentavo come solista ero subito scartato. L'ultima manifestazione in cui accettavano anche solisti, pure lì non mi hanno fatto entrare... e band che hanno preso avevano tutte un sound molto simile hai VERDENA.

Si capisce benissimo che sono di bergamo come i VERDENA qui gira tutto intorno al loro stile!
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12541
  • Loc: Roma
  • Thanks: 748  

21-05-09 20.17

io rimango dell'idea che a qualsiasi locale, se gli dici che gli porti 500 persone, ti regalano le chiavi del magazzino !!..almeno a roma è così..puoi suonargli anche le nacchere per 2 ore..l'importante è che gli porti le persone..
  • giacomo_torino
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11570
  • Loc: Torino
  • Thanks: 596  

21-05-09 22.17

Noirsun, capisco perfettamente il tuo stato d'animo e lo spirito con cui stai cercando di buttarti in questa avventura... quello che mi stupisce, a dire il vero, è che io sono arrivato alle tue stesse considerazioni ma ho quasi il doppio dei tuoi anni...

Spero di aver capito bene: tu vuoi fare serate a teatro con la TUA musica, giusto? (Mi viene il dubbio avendo letto che parli di repertorio invidiabile...)Detto ciò, credo che prima di preoccuparti di sponsor ti dovresti preoccupare della "comunicazione" - essendo un perfetto sconosciuto - che nel tuo caso non può che essere veicolata da promozioni su manifesti e/o spot radio, cartoline nei negozi di musica/dischi... ecc...

Io al tuo posto, per garantirmi un minimo di gente in sala, curerei molto la "presentazione", che poi è l'unica arma che hai: devi incuriosire la gente per convincerla quella sera a venire a teatro spendendo 8 euro. E studiare un buon manifesto, curioso, bello e professionale, che catturi l'attenzione, ti può già portare di per sè ad avere un pubblico... Quindi devi investire qualche soldo anche in una piccola campagna pubblicitaria... Altrimenti tu puoi fare una musica spettacolare, da rimanere a bocca aperta, ma se nessuno lo sa....

Poi potresti abbinare una formula tipo: "Chi viene al concerto può lasciare una sua email e tu gli mandi 2 brani gratis" o cose del genere... (è un esempio eh?)
emo



Edited 21 Mag. 2009 20:24
  • anonimo

21-05-09 23.29

Ma dove vai ? La musica è morta, o vai ad X-Factor o stai su Myspace. emo
  • tastotosto
  • Membro: Expert
  • Risp: 1665
  • Loc: Cagliari
  • Thanks: 101  

22-05-09 14.42

Perchè non ti appoggi a qualche gruppo che fà musica pop, che fa serate con un pò di frequenza, come musicista per aprire la serata, così inizi a farti conoscere, moltissimo hanno iniziato così, da cosa nasce cosa.....
  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

22-05-09 17.02

Appoggio pienamente il pensiero di GIACOMO... ma anche qello di aprire concerti di band che abbiano un piccolo o medio pubblico.

Anche quella di GIACOMO_TORINO lo é... dopo le serate potrei spedire miei mp3 via e-mail.. il problema é che ho sempre registrato FAI DA TE, e le incisioni sono di qualche anno fa... ora ho un'altra voce più intonata e potente grazie alle lezioni di lirica e moderno. Ho un mio myspace, sito ufficile... ma le tracce che ho on line cnoscendomi, sminuizzano "l'artista" che sono ora... ho in mente di registrarle in versione live.

La musica é soggettiva... sono una persona umile, non un mostro del pianoforte e del canto... ma guardandomi in giro penso di avere quel qualcosa in più di gente che suona cover nei locali e tutto ciò che si sente in radio.

La mia paura é lottare x una guerra che non si vincerà mai se si continua a restare ancora in silenzio, e abbassarsi alle "sette" o "comunella" dei soliti artisti nei locali.

Leggendo i vostri commenti ho capito che forse bisogna ancora abbassarsi le braghe e accontentarsi di quello che si può fare, anche suonare davanti a 20 persone... e man mano cercare di avere una nicchia di persone che ti "segua".

Speriamo.. io una prova in un solo teatro la farò come prova generale... ho contattato dei locali che al massimo ti offrono a disposizione solo le casse x suonare emo

Tutta queta organizzazione é per fare un mini tour nel nord Italia... se qualcuno ha location in cui suonare pezzi inediti non cover mi avvisi emo
basta che almeno mi paghino la benzina emo
  • mattfigs
  • Membro: Expert
  • Risp: 1125
  • Loc: Torino
  • Thanks: 33  

22-05-09 17.44

La comunicazione è tutto.
Tu non ci hai linkato nemmeno un brano da ascoltare.
E noi ascoltiamo.
Figurati quelli a cui dai i brani da ascoltare e nemmeno li ascoltano.
Se posso giudicare quel poco che vedo, ossia la comunicazione, devi migliorare un po'.
Con affetto.
  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

22-05-09 19.06

Non ci avevo fatto caso emo

Premetto come già anticipato le song in version demo che potrete ascoltare sono di qualche anno fa registrate FAI DA TE.
Oggigiorno ogni versione delle opere é nettamente migliarata sul lato canoro e strumentale (utilizzo di synth con gan piano). BUON ASCOLTO!
  • giacomo_torino
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11570
  • Loc: Torino
  • Thanks: 596  

22-05-09 19.48

Diavolaccio... prevale il tema della morte su quello della vita... emo

Addio a 150 km/h emo
Non scavare la tua fossa emo
Cuore leggero che vola emo
Anima ad un bivio... emo
C'è un funerale in ognuno di noi....emoemo


cmq, a prescindere dai titoli, non è il mio genere... e la vedo dura da proporre a teatro...

Edited 22 Mag. 2009 18:02
  • anonimo

22-05-09 19.51

Ne vendi molte di magliette a 27 euro ? emo
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8655
  • Loc: Mantova
  • Thanks: 617  

22-05-09 20.04

comincia ad aggregarti ad arti artisti, amici che suonano e che magari, senza chiedere niente al locale ti fanno far un paio di brani come opening act. Inizia così. Poi cerca dei festival, delle rassegne di paese di musica d'autore. Se sai cantare cerca anche dei concorsi canori per proporti.
Poi eventualmente chiedi spazi all'amministrazione comunale dove vivi per avere una sala, un palazzetto dove metterti a suonare.
Poi tra un po' potremo riparlare di affittare un teatro.
  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

22-05-09 20.08

Le t-shirt le faccio stampare da un sito e quindi ecco il motivo del lievito del prezzo... dalle mie parti per stampare una t-shirt mi chiedono 25€ ! emo

Ho 3 dischi completi nel cassetto... il primo disco parla delle paure dell'uomo, di come sconfiggerle e affrontarle... mi dispiace che all'epoca registrai solo le più lente e melodiche... sul 2 e il 3 é top secreat.

Una recensione di un megazine web mi dipinse come: un malincono bastardo romantico sognatore emo

Però GIACOMO_torino se pensi bene ogni traccia é legata all'altra cme filo logico.
Pria l'incidete in macchina, poi l'anima che va in paradiso.. ecc. quindi in teatro si potrebbe teatralizzare la situazione.

LA MORTE FA PARTE DELLA VITA
Edited 22 Mag. 2009 18:12
  • giacomo_torino
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11570
  • Loc: Torino
  • Thanks: 596  

22-05-09 20.18

@ noirsun
Le t-shirt le faccio stampare da un sito e quindi ecco il motivo del lievito del prezzo... dalle mie parti per stampare una t-shirt mi chiedono 25€ ! emo

Ho 3 dischi completi nel cassetto... il primo disco parla delle paure dell'uomo, di come sconfiggerle e affrontarle... mi dispiace che all'epoca registrai solo le più lente e melodiche... sul 2 e il 3 é top secreat.

Una recensione di un megazine web mi dipinse come: un malincono bastardo romantico sognatore emo

Però GIACOMO_torino se pensi bene ogni traccia é legata all'altra cme filo logico.
Pria l'incidete in macchina, poi l'anima che va in paradiso.. ecc. quindi in teatro si potrebbe teatralizzare la situazione.

LA MORTE FA PARTE DELLA VITA
Edited 22 Mag. 2009 18:12
Scusa, Noirsun... ho capito che esiste un filo logico che collega i tuoi pezzi...

intuisco anche che forse c'è qualcosa nella tua vita che ti ha portato a concentrarti su questo tema

Ma stai parlando (scrivendo) con uno che in musica fa esattamente il tuo contrario...

io sperimento cercando di esaltare l'esistenza, le sensazioni, le percezioni... con questo non dico che il tema della morte non sia degno di altrettanta attenzione... dico che se vuoi davvero renderlo in musica, hai ben altre possibilità sonore/creative...

emo
  • noirsun
  • Membro: Senior
  • Risp: 464
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 5  

22-05-09 20.31

si si e concordo benissimo su questo punto... infatti mi sono avvicinato al mondo dei moduli sonori sintetizzatori per dare ancora + atmosfera "alle mie ambientazioni". Se qualcuno ha ascoltato attentamente lesong alcune canzoni non hanno ritornelli ho cercato di lavorare sull'atmosfera la narrazione.

Bhé scrivo anche canzoni con ritornello per carità, e peso che a volte i ritornelli uccidano una canzone, la rendono "sempliciotta" e la gente si ricorderà solo per un motivetto. In molte canzoni ho declinato l'uso del ritornello in cui far "esplodere" la canzone e far dar più spazio alla musica, forse sempre meglio delle parole.
Ma il problema soprattutto oggigiorno bisogna quasi per forza utilizzare il ritornello, se no la canzone non é commerciale.

  • salvafunk
  • Membro: Guru
  • Risp: 5216
  • Loc: Bergamo
  • Thanks: 525  

25-05-09 13.19

@ noirsun
Ragazzi sono anni che suono, compongo musica, incido FAI DA TE... penso sia arrivato il momento di oltrepassare la barriera dell'anonimato e suonare in giro.

Mi sono rivolto a molti locali della mia città, ma preferiscono far esibire band jazz o rock... quindi il mio stile cantautore elettro pop non riesce a trovare nessun aggancio.

Ho preso seriamene in esame l'idea di esibirmi in piccoli teatri. Ho contattato + di 200 teatri del nord Italia, e ho scelto quei teatri che avessero già a disposizione un impianto luci e acustico... alla fin fine ne ho trovati 20 che rispecchiassero le mie esigenze.

Non sono nessuno, ma mi ritengo di avere un repertorio davvero invidiabile a musicisti che hanno un contratto discografico (accendo a malapena la radio e la tv, se poi mi viene la depressione).


Sono una persona con un lavoro onesto ed uno stipendio "giusto" per vivere. Non ho un budget per affittare 20 teatri contemporaneamente (perché é così che si deve fare) quindi il costo dell'affitto del teatro ricadrebb nel costo del biglietto dello spettacolo, come il mio guadagno e il compenso dell'artista visivo che sto cercando... uso artistico di luci e video proiettori.

La mia paura é quella di gonfiare troppo il costo del biglietto, se poi l'artista é uno sconosciuto non so se riuscirei a riempire i teatri (capienza massima 300 persone). [g]Per ora la bozza del costo di un singolo biglietto massimo é di 8€ per uno spetacolo di un ora e mezza... secondo voi é un prezzo eccessivo?
(premesso che si tratta di un artista sconosciuto).[/g]

Quindi mi é venuta l'idea di cercare uno sponsor.

Ebbene la ricerca più logica di uno sponsor sarebbe di essere sponsorizzato da aziende del posto in cui vi é il concerto... ma sarebbe un altro lavoraccio contattare tutte le aziende di (per esempio) Torino e chiedergli di offrirsi come sponsor... quindi ho scelto di partire in 5° per contattare granzi aziende italiane di ogni settore.

Alcune i hanno contattato tempestivamente dicendomi che sono in riunione per la prossima campanìgnia pubblicitaia per il lancio dinuovi prodotti... altre mi devono ancora rispondere.

Datemi altri consigli emo
Edited 21 Mag. 2009 14:38
guarda, proprio poco tempo fa abbiamo organizzato un concerto in onore di un amico scomparso, dove l'incasso è stato devoluto in beneficenza. è stato fatto in un teatro in prov. di Bergamo ( che presumo tu conoscerai) a Villa d'Almè.
devo dire che i costi ci sono, il tutto è "smuovere" bene con la promozione, farla seriamente
tra:
affitto del teatro
stampa dei manifesti-volantini
affissione dei manifesti ( con la società ufficiale che se ne occupa e ti riserva posti strategici)
service luci ( a noi serviva, questo potrebbe essere facotativo)
SIAE
costo di telefono-benzina per spostamenti-sopralluoghi ( non li conta mai nessuno....)
il costo totale non è proprio basso. abbiamo fatto pgare l'entrata 8 euro, devo dire che il teatro era pieno, seppur a Bergamo era la prima volta che i esibivamo ( io sono di Bg, ma il gruppo è di Milano e dintorni)

si puo' fare, ma va fatto davvero bene e seriamente....