Guerra tra Piani Digitali ECONOMICI

  • Jerrymusic
  • Membro: Senior
  • Risp: 190
  • Loc: Messina
  • Status:
  • Thanks: 13  

18-03-19 23.38

@ zerinovic
raptus ha scritto:
cavolo i 73 tasti li fai per un motivo no?

Nel forum ci sono tanti esempi, il pianista che vuole una pesata ridotta all'utile,dove 73 gli bastano, peso ridotto,dimensioni idem, un buon piano,una buona meccanica, e poco di piu...

Non pensare alla cosa dei moduli come al vecchio frigo rack...ma semplicemente come ad un (1) completamento.
A volte si cerca, immediatezza, ma anche edit approfondito.
Ecco che spezzando una lancia invece a favore del korg D1 dove avresti una selezione dei suoni con tasti dedicati, e una ottima keybed RH3,che puoi collegare ad una korg krome, tanto per restare in casa,e cosi avere possibilità di personalizzazione avanzate. Senza ricorrere ad apparecchi come kenton o altri.
È per questo che con la sl73 (ordinata), il Merish5 ed un laptop con HS3, sono a posto per la vita!emo
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6151
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 420  

19-03-19 00.47

@ Fabri72
Qui nell'unboxing intorno al minuto 4.24 si vede il sotto.
Zeri, sei il MacGyver del forum. Apprezzo sempre il tuo saper spremere le potenzialità dagli strumenti limitando l'investimento.
Sembra lo stesso tavolone dell'sp 200 korg. Non mi ha mai dato problemi, pesava 18kg ed aveva una fatar, questo 16...

Non mi piace sprecare risorse...anche con le persone non sopporto chi ha delle qualità e se ne sta li a far niente...lo devo mettere a lavoro!..emo

  • mike71
  • Membro: Senior
  • Risp: 533
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 22  

19-03-19 09.30

raptus ha scritto:
Forse il problema è il fatto che la maggior parte delle moderne tastiere non accettano midi via usb in ingresso?

I pianoforti digitali Farfisa avevano solo il MIDI DIN out, se li si vuole usare con un expander andavano bene, ed alla fine se hai il flusso seriale verso la USB lo puoi intercettare. Io avevo visto una persona che con un Atmega e pochi altri componenti passivi aveva aggiunto il midi out, e l'Atmega faceva solo da baudrate converter.
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4287
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 123  

19-03-19 11.35

@ Jerrymusic
È per questo che con la sl73 (ordinata), il Merish5 ed un laptop con HS3, sono a posto per la vita!emo
scusa ma non ho resistito...
essere a posto con una sl 73 per me è un ossimoro....
tastiera orribile... imo naturalmente emo
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4287
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 123  

19-03-19 11.36

@ zerinovic
Sullo chassis non saprei, ma in effetti si somiglia al Numa compact, anche se ancora manca il midi on-off e local off-on. Con tasto dedicato.

In effetti i tasti sono luminosi, non con una lucetta...
Sul suono ero scettico all'inizio però ascoltandolo meglio, non mi sembra per niente male.
Per gli split, se la uso con un krome, ci pensa krome. Se uso solo il D1, con un app, che ora vanno di moda e relativo tablet, (mi occorrerà un interfaccia midi in tal caso) posso farlo cosi.
Attivando poi il modo multitimbrico a 16 parti. posso anche giocherellare con un software arranger.che tutto in uno pensa anche a richiamare suoni e impostazioni di split/layer.
concordo nel ritenere che oggi con un piccolo ipad fai un sacco di cose....che possono integrare le limitazioni della tastiera..
  • Dantes
  • Membro: Expert
  • Risp: 2063
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 129  

19-03-19 14.42

@ benjomy
scusa ma non ho resistito...
essere a posto con una sl 73 per me è un ossimoro....
tastiera orribile... imo naturalmente emo
sì hai ragione, inutile nascondere la testa nella sabbia, la TP100 è veramente faticosa, meglio la GHS yamaha alla grande.. ho anch'io il P125 e il Dexi S3 e sto veramente valutando se prendere l'SX7 o passare dritto al Kurz SP6..ma in Toscana non c'è versi di provarlo..
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6151
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 420  

19-03-19 14.48

@ Dantes
sì hai ragione, inutile nascondere la testa nella sabbia, la TP100 è veramente faticosa, meglio la GHS yamaha alla grande.. ho anch'io il P125 e il Dexi S3 e sto veramente valutando se prendere l'SX7 o passare dritto al Kurz SP6..ma in Toscana non c'è versi di provarlo..
Ma con il tempo non é migliorata nelle scorrevolezza? non ti risulta meno faticosa che da nuova?
  • morgan74
  • Membro: Expert
  • Risp: 1832
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 55  

19-03-19 20.07

Cosa ne pensate invece dei CASIO, in particolare la nuova serie PXs-1000 e 3000?
  • Jerrymusic
  • Membro: Senior
  • Risp: 190
  • Loc: Messina
  • Status:
  • Thanks: 13  

19-03-19 20.41

@ benjomy
scusa ma non ho resistito...
essere a posto con una sl 73 per me è un ossimoro....
tastiera orribile... imo naturalmente emo
Per le cose serie ho il CP4 Yamaha, questa mi serve per situazioni easy.

Ad ogni modo, sono perfettamente a conoscenza della keybed, che però ho usato qualche volta con una curva di dinamica che la rende suonabile. Inoltre la compresenza di 2 midi out e USB, display immediato e intuitivo, sw di gestione delle 4 zone, 73 tasti leggeri in poco più di 104 cm e 11,5... Mi abituerò volentieri!
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4287
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 123  

19-03-19 22.49

@ Jerrymusic
Per le cose serie ho il CP4 Yamaha, questa mi serve per situazioni easy.

Ad ogni modo, sono perfettamente a conoscenza della keybed, che però ho usato qualche volta con una curva di dinamica che la rende suonabile. Inoltre la compresenza di 2 midi out e USB, display immediato e intuitivo, sw di gestione delle 4 zone, 73 tasti leggeri in poco più di 104 cm e 11,5... Mi abituerò volentieri!
Anche io l’avevo lresa per situazione easy.. ma lmho rivenduta dopo un paio di mesi..
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6151
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 420  

20-03-19 01.59

Cmq personale classifica:
1 kurzweil sp1 (per me il più completo)
2 korg D1
2 kawai es 110
2 Yamaha p125
2 Roland fp30
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 909
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 192  

20-03-19 06.52

morgan74 ha scritto:
in particolare la nuova serie PXs-1000 e 3000?


Meccanica rivista per renderlo più sottile, in cui si è cercato di mantenere il feeling della Tri-Sensor precedente.
Sul suono di pianoforte (IMHO) adesso c'è poco da lamentarsi...
Qui trovi una serie di info raccolte alla presentazione di gennaio a Milano.

R.Gerbi
  • morgan74
  • Membro: Expert
  • Risp: 1832
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 55  

20-03-19 07.32

@ Riccardo_Gerbi
morgan74 ha scritto:
in particolare la nuova serie PXs-1000 e 3000?


Meccanica rivista per renderlo più sottile, in cui si è cercato di mantenere il feeling della Tri-Sensor precedente.
Sul suono di pianoforte (IMHO) adesso c'è poco da lamentarsi...
Qui trovi una serie di info raccolte alla presentazione di gennaio a Milano.

R.Gerbi
Molto interessante, purtroppo delle demo su youtube non mi fido più di tanto, bisognerebbe provarlo e metterci le mani sopra.
Il px-s 3000 è già disponibile nei negozi italiani?
Su mercatino musicale per ora si trova soltanto il px-s 1000 a circa 600 euro.ù
Una domanda a R.Gerbi : il motore sonoro di questi nuovi pianoforti casio, è stato migliorato? è diverso ad esempio dal px5s o px 560?
il limite di questi modelli precedenti, era proprio il suono di piano acustico, non proprio all'altezza di altre marche più blasonate, prima fra tutte Yamaha.
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 909
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 192  

20-03-19 08.44

morgan74 ha scritto:
bisognerebbe provarlo e metterci le mani sopra.


Appunto, non appena sarà disponibile nei negozi: presumo a breve.

morgan74 ha scritto:
Una domanda a R.Gerbi : il motore sonoro di questi nuovi pianoforti casio, è stato migliorato? è diverso ad esempio dal px5s o px 560?


Leggi l'articolo che ho postato, perché trovi indicazioni sulla generazione sonora e in particolare il preset impiegati: non mi ripeto qui per non levarti la sorpresa...

R.Gerbi
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6151
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 420  

20-03-19 13.41

C'é anche da chiedersi come hanno fatto ad inserire un hammer action in quelle dimensioni.é il piu compatto di sempre...cavolo siamo sulle dimensioni della Numa compact...

hanno tolto il terzo sensore ed inserito un algoritmo, che calcola il key off.
sarei curioso di provarlo, il suono in effetti adesso, mi sembra ottimo.
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4287
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 123  

20-03-19 14.03

zerinovic ha scritto:
il suono in effetti adesso, mi sembra ottimo.

ehm... dalle demo che ho sentito... il problema persiste nelle ottave centrali.. suono piccolino....qualcuno direbbe.. vetroso...
  • morgan74
  • Membro: Expert
  • Risp: 1832
  • Loc: Foggia
  • Status:
  • Thanks: 55  

20-03-19 16.37

@ Riccardo_Gerbi
morgan74 ha scritto:
bisognerebbe provarlo e metterci le mani sopra.


Appunto, non appena sarà disponibile nei negozi: presumo a breve.

morgan74 ha scritto:
Una domanda a R.Gerbi : il motore sonoro di questi nuovi pianoforti casio, è stato migliorato? è diverso ad esempio dal px5s o px 560?


Leggi l'articolo che ho postato, perché trovi indicazioni sulla generazione sonora e in particolare il preset impiegati: non mi ripeto qui per non levarti la sorpresa...

R.Gerbi
Si Riccardo, ma vorrei un tuo parere , da esperto, secondo te questo campione di piano è paragonabile a quello ad esempio dello Yamaha p125?
Io comprai tempo fa il Casio px5s, e dalle demo suonava bene, poi dal vivo rimasi molto deluso
  • Riccardo_Gerbi
  • Membro: Expert
  • Risp: 909
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 192  

20-03-19 23.27

morgan74 ha scritto:
secondo te questo campione di piano è paragonabile a quello ad esempio dello Yamaha p125?


Beh, se calcoli da dove è stato "estratto" il preset (e le simulazioni dei rumori fisici a corredo), il passo compiuto sui nuovi PX-S è notevole, e (IMHO) si sente...

morgan74 ha scritto:
Io comprai tempo fa il Casio px5s, e dalle demo suonava bene


Tralasciando che con il PX-5S non c'è paragone rimanendo sui preset di piano acustico, perché quest'ultimo è uscito sei anni fa, e in lustro in questo settore si corre come il vento con i progressi.
Le demo vanno sempre prese come un assaggio, perché solo provando lo strumento capisci se quel "vestito ti calza a pennello".

R.Gerbi
  • TheHopeIHave
  • Membro: Senior
  • Risp: 199
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 11  

11-05-19 17.58

@ maxpiano69
Al momento io metto P125 e FP30 in cima alla lista, con preferenza per il primo grazie soprattuto al supporto "audio over USB".
Salve! Riporto a galla il thread per non aprirne uno nuovo, dato che questo mi sembra davvero appropriato alla mia domanda.

Io possiedo un acustico (verticale) ed un Roland RD800 tuttavia ció di cui sento la mancanza (e prevedo la necessità) è proprio quel di cui si discuteva qui.
Motivi per cui vorrei fare questo tipo di acquisto:

-Ci sono periodi in cui sto fuori casa per un po' e un giorno (anche se molto lontano) conto di partire in Erasmus per 6 mesi o addirittura un anno (studio lingue all'università).

-Avere un muletto: da usare per situazioni al volo, ovunque (o quasi direi emo), o come PRESTA-TASTI.

Naturalmente le cose fondamentali diventano quindi, in ordine:

-Amplificazione interna (NON può non averla), aggiungerei dignitosa
-Piú compatta possibile dato che è da viaggio (Zerinovic purtroppo ho già scartato la Numa Compact), ma con 88 tasti pesati perchè è "di mantenimento" e per studiacchiare.
-Buona meccanica pesata, buoni suoni interni
Ovviamente questa lista (che tiene conto della fascia di prezzo e della scelt disponibile) potrebbe continuare con altre caratteristiche trite e ritrite...ma in realtà, essendo ormai abbastanza navigato, non sono qui a chiedervi come suona quello, è bello il suono di quell'altro ecc...piuttosto quel che mi mette in crisi è il seguente problema:

Tutti questi modelli hanno pressappoco quel che cerco, specialmente Yamaha p-125 e Kawai ES110 che però, per mio grande dolore e immensa sfortuna, hanno ciascuno un cosa che l'altro non ha...si potrebbe dire che siano due presta-tasti opposti (?). Il primo ha Audio Over USB che mi piace assai perchè posso ampliare la macchina con qualsiasi VST da PC e IPad ascoltando comodamente (anche se magari non fedelmenteemo) il loro suono uscire dalle casse dello strumento.
Il Kawai invece ha il MIDI e quindi può pilotare suoni di altri strumenti hardware. Se non ho capito male il modo c'è anche con il 125 ma quello su cui volevo chiarimenti è proprio questo....

Sarebbe bello avere entrambe le features ma da quel che so non esiste prodotto che abbia tutto questo e quindi vi chiedo: dato che Kawai non ha possibilità di Audio Over USB sarebbe possibile, senza complicare troppo le cose, usare la Yamaha come presta-tasti anche per strumenti hardware? Alla fine mi basterebbe poterci controllare dei suoni di pianoforte acustico ed elettrico provenienti da altri strumenti (spesso dove suono ci sono altre tastiere con bei suoni che posso sfruttare- lo dico caso vi chiedeste cosa piloterei...ovviamente non l'800 emo)

Poi certo, c'è da dire che anche il Kawai non ha comunque queste grandi possibilità, pur avendo il MIDI...e direi che è anche normale.

Ho letto tutte le conversazioni a riguardo e prevengo subito discussioni dicendovi che non ho dimenticato che parliamo di strumenti "entry-level" nella categoria pianoforti digitali, che non nascono dunque per fare bene quel che chiedo...ma dovendo fare un acquisto di questo tipo voglio giustificarlo il più possibile; il rischio è avere un surrogato dell'RD800 che a sua volta è, per certi versi, un'imitazione dell'acustico.
Se riuscissi a mettere insieme le mie necissità nel migliore dei modi, allora avrei uno strumento con il suo senso e non un doppione scadente di quel che già ho.

Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca, questo lo so, ma sicuramente potete darmi buoni consigli lato connesioni MIDI e USB, dove non mi destreggio gran che bene emo
  • zerinovic
  • Membro: Guru
  • Risp: 6151
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 420  

11-05-19 18.24

@ TheHopeIHave
Salve! Riporto a galla il thread per non aprirne uno nuovo, dato che questo mi sembra davvero appropriato alla mia domanda.

Io possiedo un acustico (verticale) ed un Roland RD800 tuttavia ció di cui sento la mancanza (e prevedo la necessità) è proprio quel di cui si discuteva qui.
Motivi per cui vorrei fare questo tipo di acquisto:

-Ci sono periodi in cui sto fuori casa per un po' e un giorno (anche se molto lontano) conto di partire in Erasmus per 6 mesi o addirittura un anno (studio lingue all'università).

-Avere un muletto: da usare per situazioni al volo, ovunque (o quasi direi emo), o come PRESTA-TASTI.

Naturalmente le cose fondamentali diventano quindi, in ordine:

-Amplificazione interna (NON può non averla), aggiungerei dignitosa
-Piú compatta possibile dato che è da viaggio (Zerinovic purtroppo ho già scartato la Numa Compact), ma con 88 tasti pesati perchè è "di mantenimento" e per studiacchiare.
-Buona meccanica pesata, buoni suoni interni
Ovviamente questa lista (che tiene conto della fascia di prezzo e della scelt disponibile) potrebbe continuare con altre caratteristiche trite e ritrite...ma in realtà, essendo ormai abbastanza navigato, non sono qui a chiedervi come suona quello, è bello il suono di quell'altro ecc...piuttosto quel che mi mette in crisi è il seguente problema:

Tutti questi modelli hanno pressappoco quel che cerco, specialmente Yamaha p-125 e Kawai ES110 che però, per mio grande dolore e immensa sfortuna, hanno ciascuno un cosa che l'altro non ha...si potrebbe dire che siano due presta-tasti opposti (?). Il primo ha Audio Over USB che mi piace assai perchè posso ampliare la macchina con qualsiasi VST da PC e IPad ascoltando comodamente (anche se magari non fedelmenteemo) il loro suono uscire dalle casse dello strumento.
Il Kawai invece ha il MIDI e quindi può pilotare suoni di altri strumenti hardware. Se non ho capito male il modo c'è anche con il 125 ma quello su cui volevo chiarimenti è proprio questo....

Sarebbe bello avere entrambe le features ma da quel che so non esiste prodotto che abbia tutto questo e quindi vi chiedo: dato che Kawai non ha possibilità di Audio Over USB sarebbe possibile, senza complicare troppo le cose, usare la Yamaha come presta-tasti anche per strumenti hardware? Alla fine mi basterebbe poterci controllare dei suoni di pianoforte acustico ed elettrico provenienti da altri strumenti (spesso dove suono ci sono altre tastiere con bei suoni che posso sfruttare- lo dico caso vi chiedeste cosa piloterei...ovviamente non l'800 emo)

Poi certo, c'è da dire che anche il Kawai non ha comunque queste grandi possibilità, pur avendo il MIDI...e direi che è anche normale.

Ho letto tutte le conversazioni a riguardo e prevengo subito discussioni dicendovi che non ho dimenticato che parliamo di strumenti "entry-level" nella categoria pianoforti digitali, che non nascono dunque per fare bene quel che chiedo...ma dovendo fare un acquisto di questo tipo voglio giustificarlo il più possibile; il rischio è avere un surrogato dell'RD800 che a sua volta è, per certi versi, un'imitazione dell'acustico.
Se riuscissi a mettere insieme le mie necissità nel migliore dei modi, allora avrei uno strumento con il suo senso e non un doppione scadente di quel che già ho.

Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca, questo lo so, ma sicuramente potete darmi buoni consigli lato connesioni MIDI e USB, dove non mi destreggio gran che bene emo
L'unico che conosco entry level con midi usb e midi din,amplificato,ingresso audio,tastiera pesata e molta varieta timbrica é il thomann sp 5600.