Behringer: tutto e il contrario di tutto...

  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 347
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 63  

14-07-21 19.05

@ valenciano
wildcat80 ha scritto:
Peraltro come dice Valenciano lo hanno già fatto con il DeepMind, dove però il modello a cui si sono ispirati (non è un clone 1:1)


Peraltro a me il fatto che alcuni synth non siano cloni 1:1 piace, perche' alla fine ne nasce un sintetizzatore con concetti piu' evoluti e quindi con sonorita' sue.
Un deepmind puo' fare il Juno 106 (e sono numerosi i video di utenti che hanno programmato le stesse patches del Roland), ma puo' fare anche il Deepmind, cioe' un 106 potenziato.

Stesso discorso sul Poly D al quale molti rimproverano differenze rispetto al mini e al piu' fedele model D.
Per me il Poly D e' un sintetizzatore a se stante dal quale si possono tirare fuori sonorita' tutte sue : non sono quelle del Moog? poco importa.. se il suono lo hai fatto tu, sono le TUE sonorita'.
(IMHO).

Come ho gia' ribadito in post precedenti, spero che sull'UB ci mettano la catena di effetti del Deepmind.. Un UB con quella potenza di fuoco sarebbe il piu' grande spettacolo dopo il big bang..

Poi l'utente puo' decidere se metterli o no, quanto caricarli ecc... ma il valore aggiunto del deepmind e' dato proprio dalla sezione effetti e dal meraviglioso editor a corredo sia per la programmazione che per concatenare gli effetti stessi.
Se un VSTi costa qualche centinaio di euro, il solo editor deepmind con la programmazione effetti in stile vst, vale una bella fetta del prezzo del deepmind..
E' stato il primo sintetizzatore di questa serie annunciata, e direi che e' stato centrato al primo colpo.
..so che ho gia’ posto la domanda ma non ho visto risposta, quindi mi scuso se me la sono persa.
Ma il Poly D fatto “funzionare” con tre oscillatori e in monofonico suona diverso dal “fratellino” Model D (e quindi diverso dal Minimoog, assumendo che il Model D sia un clone ben riuscito)?
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 20002
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 2202  

14-07-21 19.15

@ MicheleJD
..so che ho gia’ posto la domanda ma non ho visto risposta, quindi mi scuso se me la sono persa.
Ma il Poly D fatto “funzionare” con tre oscillatori e in monofonico suona diverso dal “fratellino” Model D (e quindi diverso dal Minimoog, assumendo che il Model D sia un clone ben riuscito)?
Basta cercare qualcosa tipo "Behringer Poly D vs Model D" e trovi video comparative specifiche, tipo questa emo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3642
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 503  

14-07-21 19.58

MicheleJD ha scritto:
..so che ho gia’ posto la domanda ma non ho visto risposta, quindi mi scuso se me la sono persa.
Ma il Poly D fatto “funzionare” con tre oscillatori e in monofonico suona diverso dal “fratellino” Model D (e quindi diverso dal Minimoog, assumendo che il Model D sia un clone ben riuscito)?

Se non vuoi andare al manicomio con balance senti anche questa, lunghetta ma ne vale la pena.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 20002
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 2202  

14-07-21 20.43

@ giosanta
MicheleJD ha scritto:
..so che ho gia’ posto la domanda ma non ho visto risposta, quindi mi scuso se me la sono persa.
Ma il Poly D fatto “funzionare” con tre oscillatori e in monofonico suona diverso dal “fratellino” Model D (e quindi diverso dal Minimoog, assumendo che il Model D sia un clone ben riuscito)?

Se non vuoi andare al manicomio con balance senti anche questa, lunghetta ma ne vale la pena.
Vabbé dai, gli ho linkato solo uno dei risultati (e poi il tuo paragona Poly D e Minimoog originale, non il Boog) emo comunque una comparativa "balance free" anche col Boog si trova
emo
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 347
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 63  

14-07-21 21.50

@ maxpiano69
Vabbé dai, gli ho linkato solo uno dei risultati (e poi il tuo paragona Poly D e Minimoog originale, non il Boog) emo comunque una comparativa "balance free" anche col Boog si trova
emo
grazie MaxPiano e Giosanta, avete ragione, non ci avevo pensato! Stasera quando la famiglia dorme mi immergo nell ascolto! (non ci crederete ma sti video mi rilassano e mi concigliano il sonno… non so se perché mi distraggono dagli impegni della giornata o se semplicemente non sono del tutto a posto😅) Thanks ad entrambi per la segnalazione
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3642
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 503  

14-07-21 23.26

MicheleJD ha scritto:
...semplicemente non sono del tutto a posto...

chi di noi lo è...
In merito alla tua domanda, alla luce anche di questi ultimi ascolti ed in sintesi, nonché a mio personale e modesto parere: il Poly sembra essere meno fedele al prototipo, più flessibile e più costoso (anche al netto della tastiera), il Model D è praticamente indistinguibile, o quantomeno bisogna veramente andare a cercare il classico ago nel pagliaio, come il prototipo è puramente monofonico (ammesso che il contributo sinergico di quei tre poderosi oscillatori possa definirsi "monofònia"...) e costa davvero poco.
Ovviamente definizioni quali "meno fedele" cosi come " praticamente indistinguibile" sono del tutto relative.
Si va quindi a creare un mix di parametri che determinano una scala dei valori che trova rispondenza solo in ambito strettamente personale.
  • MarioSynth
  • Membro: Expert
  • Risp: 1030
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 128  

17-07-21 14.06

From Russia with Love!
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3642
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 503  

17-07-21 20.25

MarioSynth ha scritto:
From Russia with Love!

Astuti. Guardano anche al mercato oltre quella che fu la Cortina di Ferro.
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3441
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

18-07-21 01.35

Ecco, questa più che un'opera di clonazione è un'opera di recupero di un marchio appartenente a un mondo che non esiste più, per giunta in collaborazione con una delle menti di Formanta.
Per chi non conoscesse nel dettaglio, Formanta era l'azienda di stato deputata alla produzione di apparecchiature radiotelevisive.
La produzione di strumenti musicali in totale autarchia in realtà attingeva a piene mani da ciò che accadeva in Occidente, sia tramite copie abbastanza spudorate tipo l'Estradin, sia attraverso ispirazioni più o meno centrate su strumenti vari.
Qui qualche info in più.
Parlando di POLIVOKS, era uno strumento ben poco rivoluzionario sulla carta: nella realtà dei fatti, il filtro passabasso era di una cattiveria spaventosa, nulla a che vedere con il classico filtro ladder a cui avrebbe dovuto rifarsi almeno nelle idee originarie.
Io non ho mai messo mano a un POLIVOKS, ma ho provato uno Shruthi con il suo filtro clonato, e devo dire che è un filtro particolare, che può ricordare a tratti lo Steiner della serie Brute e a tratti il filtro dell'MS20, sicuramente dotato di personalità.
  • MarioSynth
  • Membro: Expert
  • Risp: 1030
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 128  

19-07-21 09.59

Un synth al giorno toglie il medico di torno! emo

MS5

Nota: Ma secondo voi Uli vuole riprodurre tutto lo scibile sintetico del globo terracqueo?
  • MicheleJD
  • Membro: Senior
  • Risp: 347
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 63  

19-07-21 10.52

@ MarioSynth
Un synth al giorno toglie il medico di torno! emo

MS5

Nota: Ma secondo voi Uli vuole riprodurre tutto lo scibile sintetico del globo terracqueo?
sai che me lo aspettavo, visto il video che pubblicarono un paio di anni fa
Our Heritage Synth Collection is Growing

io l’sh5 non lo conoscevo e quindi ricordo bene questo video
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 3642
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 503  

19-07-21 12.19

MarioSynth ha scritto:
Nota: Ma secondo voi Uli vuole riprodurre tutto lo scibile sintetico del globo terracqueo?

Forse vogliono semplicemente riempire i vuoti lasciati da altri.
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3441
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

19-07-21 13.56

Lanciare questi teaser molto espliciti è un po' come piantare la bandiera sulla Luna: catalizzare l'attenzione del pubblico per qualcosa che forse arriverà.
Fermo restando che io non sono un detrattore di Uli, sono atti che a mio parere lasciano un po' il tempo che trovano, soprattutto perché i tempi tecnici fra teaser e commercializzazione sono infiniti.
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3441
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

19-07-21 13.57

Lanciare questi teaser molto espliciti è un po' come piantare la bandiera sulla Luna: catalizzare l'attenzione del pubblico per qualcosa che forse arriverà.
Fermo restando che io non sono un detrattore di Uli, sono atti che a mio parere lasciano un po' il tempo che trovano, soprattutto perché i tempi tecnici fra teaser e commercializzazione sono infiniti.
  • PandaR1
  • Membro: Expert
  • Risp: 824
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 96  

19-07-21 14.32

@ wildcat80
Lanciare questi teaser molto espliciti è un po' come piantare la bandiera sulla Luna: catalizzare l'attenzione del pubblico per qualcosa che forse arriverà.
Fermo restando che io non sono un detrattore di Uli, sono atti che a mio parere lasciano un po' il tempo che trovano, soprattutto perché i tempi tecnici fra teaser e commercializzazione sono infiniti.
Non credo che ci fosse la coda per replicare il roland sh5...
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3441
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

19-07-21 14.50

@ PandaR1
Non credo che ci fosse la coda per replicare il roland sh5...
Mah guarda, non è proprio così, nel senso che stai guardando Behringer e il mondo dei synth dal punto di vista del tastierista e non dell'home producer.
I Roland anni 70 invece nella comunità dei produttori di musica elettronica sono invece piuttosto ricercati, ricordiamoci che Behringer più che il tastierista tradizionale ha messo nel mirino principalmente la comunità degli home producer, lo dimostra anche il formato della stragrande maggioranza degli strumenti che hanno prodotto fino ad ora: desktop con possibilità di montaggio a rack, tastiere con estensioni ridotte... Poi ovvio che se butti fuori il clone Oberheim, il clone CS80, e un probabile Prophet allora devi strizzare l'occhio anche a chi le tastiere le compra per suonare.
  • PandaR1
  • Membro: Expert
  • Risp: 824
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 96  

19-07-21 15.03

@ wildcat80
Mah guarda, non è proprio così, nel senso che stai guardando Behringer e il mondo dei synth dal punto di vista del tastierista e non dell'home producer.
I Roland anni 70 invece nella comunità dei produttori di musica elettronica sono invece piuttosto ricercati, ricordiamoci che Behringer più che il tastierista tradizionale ha messo nel mirino principalmente la comunità degli home producer, lo dimostra anche il formato della stragrande maggioranza degli strumenti che hanno prodotto fino ad ora: desktop con possibilità di montaggio a rack, tastiere con estensioni ridotte... Poi ovvio che se butti fuori il clone Oberheim, il clone CS80, e un probabile Prophet allora devi strizzare l'occhio anche a chi le tastiere le compra per suonare.
Io parlavo di produttori di hardware... a parte B., visto che roland ha detto che per lei e' un capitolo chiuso, chi altri sarebbe in gara con B. per clonare un SH5?
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3441
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

19-07-21 15.09

@ PandaR1
Io parlavo di produttori di hardware... a parte B., visto che roland ha detto che per lei e' un capitolo chiuso, chi altri sarebbe in gara con B. per clonare un SH5?
Nessuno, né hardware né software. però loro piantano la bandierina e ti dicono che loro lo fanno e gli altri no (anche se a nessuno frega di riproporlo).
È una strategia di comunicazione, che a me personalmente ha un po' stufato: i teaser vanno bene, magari se poi commercializzi il prodotto...
  • PandaR1
  • Membro: Expert
  • Risp: 824
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 96  

19-07-21 15.26

@ wildcat80
Nessuno, né hardware né software. però loro piantano la bandierina e ti dicono che loro lo fanno e gli altri no (anche se a nessuno frega di riproporlo).
È una strategia di comunicazione, che a me personalmente ha un po' stufato: i teaser vanno bene, magari se poi commercializzi il prodotto...
Beh, mi pare che sto discorso potesse valere quattro anni fa, visto che hanno sfornato piu' synth reali e comprabili nei negozi loro in questi ultimi 4 anni del resto dei costruttori messi assieme...
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 3441
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 537  

19-07-21 16.20

@ PandaR1
Beh, mi pare che sto discorso potesse valere quattro anni fa, visto che hanno sfornato piu' synth reali e comprabili nei negozi loro in questi ultimi 4 anni del resto dei costruttori messi assieme...
Beh il clone TR 909 non è ancora stato commercializzato, il Solina sembrava pronto nel 2019 idem, il Pro 800 doveva uscire a gennaio e invece ancora nulla, il CS80 l'avevano dato per fatto a livello di engineering e invece qualche settimana fa sono usciti che c'è voluto un anno per ricreare una singola voce (mentre c'è già chi lo ha fatto senza sbandierarlo troppo, ok costa tipo 4000 euro il Deckard's Dream ma almeno esiste e si può comprare), poi hanno tirato fuori il clone del clone del Minimoog francese, adesso SH 5... Forse l'Oberheim è davvero pronto per la produzione, ma ci vorranno mesi, un po' per la carenza di componenti che è generale, un po' per la loro logistica...
Probabilmente con tutto questo incedere di teaser è facile scordarsi quello che hanno annunciato e non commercializzato, e non sono pochi prodotti.
C'è da dire che sui monofonici sono veramente forti, sui poly c'è ancora troppo poco.
Il DeepMind era un progetto molto interessante (e lo è tuttora), ed anche rinnovabile (per esempio dotandolo di un secondo oscillatore completo), sarebbe potuto diventare una sorta di JX3P sotto steroidi.
I parafonici Poly D e Monopoly non hanno avuto il successo che si poteva presumere, probabilmente anche a causa della situazione globale, loro comunque se continuano con questa campagna di teaser significa che dal loro punto di vista funziona, il fatte che a me non entusiasmi non vuol dire nulla.