Guida rapida agli accordi quartali

  • ahivela
  • Membro: Expert
  • Risp: 1388
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 124  

28-01-20 14.09

Cyrano ha scritto:
Invito tutti a suggerire dei voicings quartali che trovano particolarmente utili e belli.


Uno su tutti, settima di dominante a due mani, bello e incisivo:
b7-3-6 / 9-5-1
A proposito, ma se rivoltiamo le quarte, gli accordi diventano "quintali"? emo
Un esempio di "quintale" molto usato:
maggiore, due mani: 1-5-9 / 3-7-#11
  • anonimo

28-01-20 14.10

@ vin_roma
Mah, il sistema quartale è un ibrido stilistico poiché si scontra sempre con la tonalità che, x es. in maggiore, ha sempre la VII mgg.
Un senso modale della melodia, che impone una relativa armonia, può creare delle eccezioni tipo IV-VIIb-IIIb (gradi della scala fondamentale) che (nell'ambigua semplificazione jazzistica) possono diventare 4-b7-b10 se non addirittura 4-b7-#9...!
In effetti più che un vero "sistema quartale" (che esiste ma è molto più complesso di così) trattasi di un bignamino per usare voicings ove gli intervalli di quarta giusta la fanno da padrone.

Non è che il tutto diventi "modale" per miracolo, anzi...semplicemente si ottiene un sound vagamente "modale".
  • anonimo

28-01-20 14.14

@ ahivela
Cyrano ha scritto:
Invito tutti a suggerire dei voicings quartali che trovano particolarmente utili e belli.


Uno su tutti, settima di dominante a due mani, bello e incisivo:
b7-3-6 / 9-5-1
A proposito, ma se rivoltiamo le quarte, gli accordi diventano "quintali"? emo
Un esempio di "quintale" molto usato:
maggiore, due mani: 1-5-9 / 3-7-#11
1) Bel voicing, ma non "quartale" nel senso in cui lo intendevo io: b7-3 non è una quarta giusta. Ma per esempio sarebbe interessante un minore fatto così: b7-b3-b6...suono eolio.

2) Sì ci sono dei bellissimi voicings basati sulle quinte: per esempio sull'accordo maggiore 3-7/1-5, 5-9/3-7 etc.
  • anonimo

28-01-20 14.23

@ maxpiano69
Sempre interessanti queste dissertazioni. emoemo

@Cyrano: i voicing quartali a due mani, almeno nel caso maggiore e minore, sono quelli che in gergo si dice che si suonano "facendo le corna", o sbaglio?
voglio assolutamente la foto di questa posizione delle mani con le corna emo
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 8966
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1004  

28-01-20 14.34

@ anonimo
In effetti più che un vero "sistema quartale" (che esiste ma è molto più complesso di così) trattasi di un bignamino per usare voicings ove gli intervalli di quarta giusta la fanno da padrone.

Non è che il tutto diventi "modale" per miracolo, anzi...semplicemente si ottiene un sound vagamente "modale".
Appunto, sono solo alcuni episodi che si possono esprimere con questo tipo di armonie, ma alla fine vanno sempre a cozzare con la "tonalità" di una melodia che può anche essere modale, per questo l'uso assoluto delle quarte diventa improponibile.
Le successioni di quarte hanno un colore tipico, aiutano, caratterizzano, ma fanno sempre riferimento ad un voicing al quale vengono volutamente omesse alcune voci per ottenere quel suono.
In Do magg. (I in tonalità di Do) il primo accordo quartale utile è Mi-La-Re ma in pratica è un Do6/9 con la 5^ omessa, poi, in relazione al senso del tema, sul II grado (Re) possiamo mettere Fa-Si-Mi (Re-6/9 con 5^omessa) o, se più bluseggiante, un Fa-Sib-Mib.

Insomma, per me farne una regola su questo mi sembra un po' arzigogolato, ma nel linguaggio jazz sono una sega emo.
Magari ci sono cose che non conosco.
  • ahivela
  • Membro: Expert
  • Risp: 1388
  • Loc: Benevento
  • Thanks: 124  

28-01-20 15.00

Cyrano ha scritto:
ma non "quartale" nel senso in cui lo intendevo io: b7-3 non è una quarta giusta.


Cioe': quarta eccedente no, ma terza maggiore si?
Forse allora non ho capito il senso che intendevi tu...
  • Genny1950
  • Membro: Senior
  • Risp: 166
  • Loc:
  • Thanks: 23  

28-01-20 15.00

@ anonimo
Ecco qua:

1) Maggiori (Cmaj7)
Ad una mano: 3-6-9, 7-3-6 ovvero E-A-D, B-E-A
A due mani: 3-6/9-5, 3-6/9-5-1, 3-6/9-5-7, 7-3/6-9-5, 7-3-6/9-5-1 ovvero E-A/D-G, E-A/D-G-C, E-A/D-G-B, B-E/A-D-G, B-E-A/D-G-C

2) Minori (Dmin7)
Ad una mano: 1-4-b7, 5-1-4, 4-b7-b3 ovvero D-G-C, A-D-G, G-C-F
A due mani: 1-4/b7-b3-5, 5-1/4-b7-9, 4-b7/b3-5, 1-4-b7/9-5-1 ovvero D-G/C-F-A, A-D/G-C-E, G-C/F-A, D-G-C/E-A-D

3) Settima di dominante (G7)
A una mano: 1-4-b7, 5-1-4 (NB: suoni sus11) ovvero G-C-F, D-G-C
A due mani: 1-4/b7-9-5, 1-4/b7-9-4 (NB: suoni sus11), 5-1/4-6-1 ovvero G-C/F-A-D, G-C/F-A-C
Grazie Cyrano
adesso sono meno stupido che questa mattinaemoemo
  • Genny1950
  • Membro: Senior
  • Risp: 166
  • Loc:
  • Thanks: 23  

28-01-20 15.02

@ anonimo
penso Genny si riferisca alla spiegazione di base

in una scala di do maggiore

Do re mi fa sol la si do
1 2 3 4 5 6 7 8

esempio semplice se metti giù un accordo di domag7 hai 1357 se lo suoni a due mani 1537 per aprire il voicing
Grazie Super (il resto del tuo pseudo lo escludo emo)
  • anonimo

28-01-20 15.41

@ ahivela
Cyrano ha scritto:
ma non "quartale" nel senso in cui lo intendevo io: b7-3 non è una quarta giusta.


Cioe': quarta eccedente no, ma terza maggiore si?
Forse allora non ho capito il senso che intendevi tu...
Hai ragione non mi sono spiegato bene all'inizio.emo

Il concetto è: struttura fondamentale di quarte giuste sopratutto nelle prime 3/4 note a partire dal basso, poi eventualmente qualche "coloritura" anche per terze.
  • maxpiano69
  • Membro: Staff
  • Risp: 21409
  • Loc: Torino
  • Thanks: 2639  

28-01-20 15.41

@ anonimo
voglio assolutamente la foto di questa posizione delle mani con le corna emo
La foto non ce l'ho, ma ti riporto la frase e la fonte emo

(...)
La diteggiatura che adopero, suggeritami da un video di Kenny Drew in concerto, è quella che io definisco a "corna"; con la sinistra uso in ordine il mignolo e l'indice, con la destra l'indice e il mignolo (tipica configurazione digitale dell'automobilista italiano inc...to).


da Jazzitalia - Lezioni: Pianoforte - Lezione 10: Voicings W. Kelly - B. Evans per accompagnare (di Marco Di Battista)
  • anonimo

28-01-20 15.44

@ vin_roma
Appunto, sono solo alcuni episodi che si possono esprimere con questo tipo di armonie, ma alla fine vanno sempre a cozzare con la "tonalità" di una melodia che può anche essere modale, per questo l'uso assoluto delle quarte diventa improponibile.
Le successioni di quarte hanno un colore tipico, aiutano, caratterizzano, ma fanno sempre riferimento ad un voicing al quale vengono volutamente omesse alcune voci per ottenere quel suono.
In Do magg. (I in tonalità di Do) il primo accordo quartale utile è Mi-La-Re ma in pratica è un Do6/9 con la 5^ omessa, poi, in relazione al senso del tema, sul II grado (Re) possiamo mettere Fa-Si-Mi (Re-6/9 con 5^omessa) o, se più bluseggiante, un Fa-Sib-Mib.

Insomma, per me farne una regola su questo mi sembra un po' arzigogolato, ma nel linguaggio jazz sono una sega emo.
Magari ci sono cose che non conosco.
Hai ragione su tutti i punti:

1) Il nostro orecchio e la nostra sensibilità non possono sfuggire dalle catene del senso tonale. Nonostante i modi, le quarte, la dodecafonia, la nostra anima anela alla cadenza finale.

2) Il concetto del voicing quartale è un mero ausilio didattico, un trucchetto, per aiutare il principiante a mettere giù delle sonorità più moderne. Nulla più di questo.
  • anonimo

28-01-20 15.53

@ maxpiano69
La foto non ce l'ho, ma ti riporto la frase e la fonte emo

(...)
La diteggiatura che adopero, suggeritami da un video di Kenny Drew in concerto, è quella che io definisco a "corna"; con la sinistra uso in ordine il mignolo e l'indice, con la destra l'indice e il mignolo (tipica configurazione digitale dell'automobilista italiano inc...to).


da Jazzitalia - Lezioni: Pianoforte - Lezione 10: Voicings W. Kelly - B. Evans per accompagnare (di Marco Di Battista)
emo
  • anonimo

28-01-20 16.36

@ vin_roma
Appunto, sono solo alcuni episodi che si possono esprimere con questo tipo di armonie, ma alla fine vanno sempre a cozzare con la "tonalità" di una melodia che può anche essere modale, per questo l'uso assoluto delle quarte diventa improponibile.
Le successioni di quarte hanno un colore tipico, aiutano, caratterizzano, ma fanno sempre riferimento ad un voicing al quale vengono volutamente omesse alcune voci per ottenere quel suono.
In Do magg. (I in tonalità di Do) il primo accordo quartale utile è Mi-La-Re ma in pratica è un Do6/9 con la 5^ omessa, poi, in relazione al senso del tema, sul II grado (Re) possiamo mettere Fa-Si-Mi (Re-6/9 con 5^omessa) o, se più bluseggiante, un Fa-Sib-Mib.

Insomma, per me farne una regola su questo mi sembra un po' arzigogolato, ma nel linguaggio jazz sono una sega emo.
Magari ci sono cose che non conosco.
è proprio l'ambiguità della quarte che le rende perfette per fare in e out nelle impro, da quel senso alla Mccoy o Kenny Kirkland, da usare con parsimonia
  • Osuna1
  • Membro: Senior
  • Risp: 405
  • Loc: Verona
  • Thanks: 65  

28-01-20 20.55

Conosco poco di modale cui mi sono avvicinato solo di recente. Post estremamente intrigante.
  • simondrake
  • Membro: Expert
  • Risp: 792
  • Loc: Torino
  • Thanks: 116  

28-01-20 21.48

@ anonimo
è proprio l'ambiguità della quarte che le rende perfette per fare in e out nelle impro, da quel senso alla Mccoy o Kenny Kirkland, da usare con parsimonia
Oh Kenny.... Che nostalgia
  • 1paolo
  • Membro: Expert
  • Risp: 3776
  • Loc: Cuneo
  • Thanks: 378  

24-03-22 16.34

@ simondrake
Oh Kenny.... Che nostalgia
Eh Simone, l'artista sopravvive sempre a se stesso, con la sua arte..
  • simondrake
  • Membro: Expert
  • Risp: 792
  • Loc: Torino
  • Thanks: 116  

24-03-22 16.45

@ 1paolo
Eh Simone, l'artista sopravvive sempre a se stesso, con la sua arte..
mi chiedo spesso cosa passi nella testa di chi improvvisa in modo così straordinario. QUI Sicuramente al minuto 2.00 il suo sorriso mi fa pensare che il racconto che si stava facendo lo avesse soddisfatto pienamente.