Waldorf blofeld ...vale?

  • Anthonyo
  • Membro: Senior
  • Risp: 665
  • Loc: Catanzaro
  • Status:
  • Thanks: 18  

27-08-16 16.13

Ho cercato di dare un titolo che riuscisse a riassumere il senso del thread.
Chiedo a chi lo ha provato, o addirittura ne sia in possesso, quali sono le bontà di questo synth, e quali invece gli svantaggi.
Mi sembra che - almeno sulla carta - la keybd che monta lo renda fisicamente uno strumento piacevolmente suonabile, e in più mi pare che abbia arpeggiatori e possibilità di importare campioni esterni eni formati .wav e .aiff.

Ho avuto il Nord Wave che mi ha deluso sotto alcuni punti di vista, partendo dalla tastiera che monta per finire alla totale assenza di arpeggiatori: per cui mi va bene qualunque confronto con la rossa pur di capire se comprando Blofeld si ha comunque una macchina altrettanto potente.

In ultimo, mi chiedo - e vi chiedo - se anche la versione desktop sia appetibile o se comunque è da preferirsi la versione a tastiera.
Edited 27 Ago. 2016 14:15
  • carmol
  • Membro: Expert
  • Risp: 3328
  • Loc: Salerno
  • Status:
  • Thanks: 253  

27-08-16 17.41

io ce l'ho,
IMHO stravale i soldi che costa.
svantaggi:
scasità di controlli
encoders in alcune unità un pò "volatili"
preset poco usabili

vantaggi:
capacità di sintesi sterminate
wavetables degli altri synth waldorf, e user wavetables
display grafico
sample memory
etc
  • Anthonyo
  • Membro: Senior
  • Risp: 665
  • Loc: Catanzaro
  • Status:
  • Thanks: 18  

27-08-16 17.49

carmol ha scritto:
encoders in alcune unità un pò "volatili"

Ovvero?

Ha la possibilità di importare campionamenti e forme d'onda in formato standard?
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15388
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1974  

27-08-16 17.56

Faccio riferimento alla versione desktop che avevo intenzione di acquistare qualche tempo fa, ma di cui ho temporaneamente abbandonato l'idea.

L'interfaccia utente di Blofeld è abbastanza spartana e lo rende un sintetizzatore non immediato, nonostante la matrice di modulazione sia piuttosto ricca.
Come tanti, se non tutti i sintetizzatori, bisogna saperlo programmare a dovere perché tiri fuori il meglio di sé. Ad esempio, come anche con Roland JD-990, Don Solaris ha creato in banco di timbri per Blofeld (Voltage) che lo fa suonare in modo abbastanza diverso, e meglio, dai suoi preset standard.
Da questo deduco che le potenzialità della macchina ci sono, basta saperle sfruttare. Personalmnente preferisco farmi ispirare dai preset fatti da altri, purché capaci, o da quelli che creo modificando leggermente i primi. Ormai il tempo tiranno mi consente di fare solo una cosa alla volta: o programmare o comporre. Preferisco di gram lunga la seconda.
  • dxmat
  • Membro: Senior
  • Risp: 578
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 43  

27-08-16 18.01

Molto potente a patto di esplorarne i numerosi meandri della catena di sintesi.
Suono molto caratteristico per il particolare "edge" degli oscillatori e filtri... non a tutti può piacere.
Possibilità di importare waveform esterne.
Contiene inoltre le wavetables dei microwave 1a e 2a serie ereditando così le timbriche tipiche di casa Waldorf (e in parte... mooooolto in parte emo del PPG)

PRO: compatto
costo sull'usato
versatile (molto di più rispetto al tanto pompato NW)
display ottimo
RAM per samples

CONTRO: 4 encoders per una macchina così potente sono pochi... in più al tatto scivolano...
suona peggio rispetto al MicroQ e al Q, meno dinamica e meno tridimensionalità... penso abbia
DAC e stadi di uscita striminzitii.... e purtroppo si sente... provate a confrontare stessa patch con il
vecchio microQ e sentirete la differenza.
Poco intuitivo... bisogna conoscerlo a fondo... è un synth molto potente.

Desktop o tastiera?
Il suono è lo stesso, vedi che ti serve.


Ciao.




  • Anthonyo
  • Membro: Senior
  • Risp: 665
  • Loc: Catanzaro
  • Status:
  • Thanks: 18  

27-08-16 18.04

Ah, un'altra cosa che mi interessava sapere e che ho dimenticato di chiedere nel post iniziale, com'è la qualità dei suoni pcm messi a disposizione dalla fabbrica, e se -così come il Nord Wave- tra i vari campionamenti ce ne sono derivati dal Mellotron...sono suoni per me imprescindibili.
  • dxmat
  • Membro: Senior
  • Risp: 578
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 43  

27-08-16 18.09

Teoricamente puoi importare qualsiasi multisamples nel blofeld... a patto di trovare dei multisamples
del mellotron di elevata qualità.

Però se devi usarlo come semplice sample player e cerchi il "suono" mellotron
il NW credo sia più indicato ed immediato.

  • Anthonyo
  • Membro: Senior
  • Risp: 665
  • Loc: Catanzaro
  • Status:
  • Thanks: 18  

27-08-16 18.25

Ragazzi il discorso è che io sono "molto difficile" anche sulla meccanica e sulla solidità dello strumento, e da questo punto di vista col Nord Wave non ho mai trovato feeling pur essendo di sicuro uno dei migliori synth in commercio.
La tastiera non mi è mai piaciuta, troppo giocattolosa e - a mio parere - troppo "distante" dal suono. E' una cosa che mi è capitata di verificare anche su alcuni stage piano: pessimo rapporto suono/tasto.
Da quello che sembra, il Blofeld dovrebbe avere una keybed più dignitosa (addirittura data come semi pesata) e anche i suoni pcm on boarda a giudicare dalle demo di youtb non suonano male....anzi....
  • violino998
  • Membro: Senior
  • Risp: 271
  • Loc: Prato
  • Status:
  • Thanks: 19  

27-08-16 19.23

L'oggetto vale i soldi che costa sia in versione key che versione desktop. Se hai problemi con la tastiera a 4 ottave, che in genere tutti reputano di buon livello puoi utilizzarlo con la altre master. Buon synth che può fare un po' di tutto, che in versione desktop usato costa poche centinaia di euro. Nel mio caso ho acquistato anni fa e non lo venderò mai. Interessante la funzione random per generare suoni
Con 1000 locazione di memoria c'è posto per tutte le necessità.
Edited 27 Ago. 2016 17:26
  • kurz4ever
  • Membro: Expert
  • Risp: 3900
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 249  

27-08-16 21.14

Avuto per un mese perchè alla fine col pc3k ci facevo comunque più cose, ma in realtà ho sempre rimpianto il suono così caratteristico.
Tastiera fatar 4 ottave, ottima, con AT

Leggi qui per una vecchia discussione molto interessante del forumer ettore dulimann che aveva preparato una serie di pacchetti
Edited 27 Ago. 2016 19:14
  • marcoballa
  • Membro: Guru
  • Risp: 5939
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 819  

27-08-16 22.05

sono da lungo tempo attratto da questo giocattolo, poi per un motivo o per l'altro al momento fatidico rimando l'acquisto emoemo
girovagando tra le demo online alla fine mi convincevo che tutto quello che sentivo lo potevo in qualche modo ricreare con ciò che già possiedo....

seguo volentieri la discussione, aggiungendo che ricordo un messaggio di un utente di un forum straniero che parlava di un bug sulla prima versione, una cosa non di software ma di hardware che provocava scarsa stabilità dello strumento in determinate situazioni.

non riesco a ritrovare il link, se qualcuno ha notizie più dettagliate sono gradite emoemo
esiste un numero di serie dopo il quale possiamo considerare il bug "risolto"?
oppure semplicemente c'è un aggiornamento (software/hardware) di cui è necessario verificare l'esistenza?
emo
Edited 27 Ago. 2016 20:07
  • carmol
  • Membro: Expert
  • Risp: 3328
  • Loc: Salerno
  • Status:
  • Thanks: 253  

27-08-16 22.09

il blofeld è anche troppo solido per i miei gusti...
la versione keyb pesa circa poco meno di 10 Kg, avrei preferito qualcosa in meno
anche a scapito dello chassis che sembra in ghisa.
cmq è un fatto soggettivo, molti preferiscono la solidità alla trasportabilità.

Per quanto riguarda la sintesi, si può fare veramente di tutto.
Ha tutte le features che un synth VA può avere,
per poter ricreare qualsiasi suono da tutti i synth analogici
del passato. Le wavetables hanno un potenziale straordinario,
a patto di avere tempo di esplorarle... contengono ad esempio forme d'onda
classiche ma cn differenti parametri, o forme d'onda di altri strumenti
quali hammond, rhodes, sweep particolari etc.
non mancano FM (anche a 3 operatori e sui filtri), 2 filtri multimodo configurabili,
3 LFO, sync, 2 multieffetti,
matrice di modulazione a 16 slot con cui si può modulare l'impossibile...
è presente poi la modalità multi per mettere in layer/split fino
a 16 suoni contemporaneamente (polifonia premettendo).
insomma per questo mostriciattolo alla waldorf
non si sono sprecati in niente.. tranne per gli encoders
che in alcuni modelli sono un po' erratici.. ma esistono dei fix in proposito.

Edited 27 Ago. 2016 20:24
  • Anthonyo
  • Membro: Senior
  • Risp: 665
  • Loc: Catanzaro
  • Status:
  • Thanks: 18  

27-08-16 22.47

Beh che dire ragazzi...raramente sul forum ho trovato pareri così positivi su una tastiera.
E' decisamente da comprare e tenere....
  • Deckard
  • Membro: Expert
  • Risp: 1260
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 78  

28-08-16 02.20

Ce l'ho da un po', è ottimo vai tranquillo...l'unico difetto (secondo i miei gusti), la non perfetta brillantezza e pulizia del suono, ma c'è chi lo reputa anche un pregio
  • doremi58
  • Membro: Expert
  • Risp: 1208
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 111  

28-08-16 11.16

una voce fuori dal coro: ho avuto l'exp, tenuto poco e rivenduto subito. Costa poco e secondo me poco vale, soprattutto perchè scompare nelle registrazioni (come il BitOne, per chi se lo ricorda)
  • giangisan
  • Membro: Senior
  • Risp: 193
  • Loc: Bolzano
  • Status:
  • Thanks: 12  

28-08-16 13.09

@ doremi58
una voce fuori dal coro: ho avuto l'exp, tenuto poco e rivenduto subito. Costa poco e secondo me poco vale, soprattutto perchè scompare nelle registrazioni (come il BitOne, per chi se lo ricorda)
Ti devo dar ragione in registrazione tende ad essere evanescente ma lo uso comunque nel mio studio per le sue "particolarità timbriche" naturalmente lo faccio passare per un signor pre e lavorando con i giusti plug-in"uad" esce alla grande.
Certo,non lo uso molto perché la preparazione risulta molto spesso lunga,ma è un synth molto appagante.
  • giangisan
  • Membro: Senior
  • Risp: 193
  • Loc: Bolzano
  • Status:
  • Thanks: 12  

28-08-16 13.15

@ giangisan
Ti devo dar ragione in registrazione tende ad essere evanescente ma lo uso comunque nel mio studio per le sue "particolarità timbriche" naturalmente lo faccio passare per un signor pre e lavorando con i giusti plug-in"uad" esce alla grande.
Certo,non lo uso molto perché la preparazione risulta molto spesso lunga,ma è un synth molto appagante.
Diciamo che non è un synth comodo e se il cliente ti mette fretta "quasi sempre"lo lascio in un angolo e vado di native istrument o al massimo lavoro sul virus..qualità prezzo senza confronti
  • dxmat
  • Membro: Senior
  • Risp: 578
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 43  

28-08-16 20.13

L'ho notato subito anch'io.. tanto da tenermi il vecchio microQ (simile ma un po' più limitato) che all'atto pratico suona molto di più.

Peccato.
  • carmol
  • Membro: Expert
  • Risp: 3328
  • Loc: Salerno
  • Status:
  • Thanks: 253  

28-08-16 21.55

doremi58 ha scritto:
scompare nelle registrazioni

Strano !
In live buca il mix che è una bellezza,
non ho mai avuto problemi a farmi sentire,
contrariamente ad altri synth anche molto più costosi
con cui ho dovuto smanettare non poco, come Korg Kronos.
Tra l'altro col blofeld ho sempre avuto tanti complimenti per i suoni
(anche se li ho tutti programmati io)
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8562
  • Loc: Mantova
  • Status:
  • Thanks: 602  

12-12-16 10.50

ciao
seguo la discussione, sto decidendomi di acquistarlo usato.
Lascerò la VA "classica" del Jp8000 perché ho bisogno di paste sonore un po' più complicate. L'impostante è che possa comunque avere, con il Blofeld, anche dei suoni di stampo vintage Va, stile string ensable o lead alla Minimoog...