Ebbene ho bisogno di un consiglio per pianoforte

  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 11.25

Avendo per ora accantonato il sogno di un "pianoforte con la coda" (giuro, l'ho sentito chiamare così!) per problemi di spazio ho ricavato il posto per un verticale.
Bisogna guardare il lato positivo.... il piano verticale è universale, in una navicella spaziale o in una base lunare il verticale suonerà SEMPRE quello "con la coda" sarà insuonabile.
Vediamo quanti sanno perché.

Allora nel mio appartamentino ho ricavato questo spazio, un po' costretto ma tant'è. A casa di mio padre, che purtroppo non c'è più, ho quello che mi avevano regalato per la promozione nell'80 un Horugel, sottomarca della hyundai, che suona così così. E' troppo, troppissimo presente nelle ottave centrali e quasi inesistente nei tasti alti. Ho fatto una registrazione col cell, la ascolterò a breve e se rende bene l'idea la uppo sul soundcloud. I tasti alti sono scordati se metto le 3 corde all'unisono si sentirebbe meglio, ma sempre debole rispetto al centro.

E' ovvio che quindi stiamo parlando di valore affettivo... ora sto valutando queste opzioni:
1) porto qui quel piano e se proprio cambierò idea lo do dentro acquistando un nuovo.
2) Acquisto direttamente un piano nuovo col silent e quello rimane dov'è, lo venderò con la casa se la vendo, lo lascerò dentro se la affitto.

Occorre anche considerare che al momento non ho problemi a suonare in condominio, quella di sopra non sente, quello accanto non c'è mai, sotto ho i magazzini.
Ma un giorno potrebbero cambiare le cose quindi un silent potrebbe fare comodo.

Onestamente? Il mio, se lo sentissi in un negozio, mi schiferebbe un pochino.... ma è un ricordo dei miei genitori che hanno fatto sacrifici economici e anche di ricavare il posto spostando mobili ecc ecc ecc.

Non so che fare.
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4318
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 327  

14-09-19 12.10

lipzve ha scritto:
il piano verticale è universale, in una navicella spaziale o in una base lunare il verticale suonerà SEMPRE quello "con la coda" sarà insuonabile.
Vediamo quanti sanno perché.

gravità.
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 12.46

@ zaphod
lipzve ha scritto:
il piano verticale è universale, in una navicella spaziale o in una base lunare il verticale suonerà SEMPRE quello "con la coda" sarà insuonabile.
Vediamo quanti sanno perché.

gravità.
Ma dai neanche la soddisfazione....
e va beh, per coloro non l'avessero capita, i martelletti di un verticale tornano al loro posto grazie alle molle, mentre quelli del piano "con la coda" cadono per gravità.
In una ipotetica base lunare la cui gravità è 1/6 di quella terrestre, facile che il tasto, una volta premuto, rimanga premuto o torni indietro troppo lentamente per poter essere suonato.

Quindi il verticale funziona non solo sulla luna, ma anche a gravità zero (ovviamente in un ambiente con aria, chiariamolo).
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4318
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 327  

14-09-19 13.01

@ lipzve
Ma dai neanche la soddisfazione....
e va beh, per coloro non l'avessero capita, i martelletti di un verticale tornano al loro posto grazie alle molle, mentre quelli del piano "con la coda" cadono per gravità.
In una ipotetica base lunare la cui gravità è 1/6 di quella terrestre, facile che il tasto, una volta premuto, rimanga premuto o torni indietro troppo lentamente per poter essere suonato.

Quindi il verticale funziona non solo sulla luna, ma anche a gravità zero (ovviamente in un ambiente con aria, chiariamolo).
emo ottima spiegazione e thanks per lo spunto dotto emo
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 13.13

@ zaphod
emo ottima spiegazione e thanks per lo spunto dotto emo
Per completare l'informazione sullo spazio, visto che il suono si propaga in aria, o comunque in un mezzo atto ad ospitarlo (e fra questi non c'è il vuoto) quando nei film di fantascienza, anche i più ben fatti, vediamo e soprattutto sentiamo esplosioni spettacolari, ebbene e una gran bufala. Nella realtà le esplosioni si vedono e basta.
  • Cyrano
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10154
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 485  

14-09-19 13.28

Hai considerato un Petrof?
  • Luca27
  • Membro: Guest
  • Risp: 45
  • Loc: Fermo
  • Status:
  • Thanks: 0  

14-09-19 13.28

@ lipzve
Avendo per ora accantonato il sogno di un "pianoforte con la coda" (giuro, l'ho sentito chiamare così!) per problemi di spazio ho ricavato il posto per un verticale.
Bisogna guardare il lato positivo.... il piano verticale è universale, in una navicella spaziale o in una base lunare il verticale suonerà SEMPRE quello "con la coda" sarà insuonabile.
Vediamo quanti sanno perché.

Allora nel mio appartamentino ho ricavato questo spazio, un po' costretto ma tant'è. A casa di mio padre, che purtroppo non c'è più, ho quello che mi avevano regalato per la promozione nell'80 un Horugel, sottomarca della hyundai, che suona così così. E' troppo, troppissimo presente nelle ottave centrali e quasi inesistente nei tasti alti. Ho fatto una registrazione col cell, la ascolterò a breve e se rende bene l'idea la uppo sul soundcloud. I tasti alti sono scordati se metto le 3 corde all'unisono si sentirebbe meglio, ma sempre debole rispetto al centro.

E' ovvio che quindi stiamo parlando di valore affettivo... ora sto valutando queste opzioni:
1) porto qui quel piano e se proprio cambierò idea lo do dentro acquistando un nuovo.
2) Acquisto direttamente un piano nuovo col silent e quello rimane dov'è, lo venderò con la casa se la vendo, lo lascerò dentro se la affitto.

Occorre anche considerare che al momento non ho problemi a suonare in condominio, quella di sopra non sente, quello accanto non c'è mai, sotto ho i magazzini.
Ma un giorno potrebbero cambiare le cose quindi un silent potrebbe fare comodo.

Onestamente? Il mio, se lo sentissi in un negozio, mi schiferebbe un pochino.... ma è un ricordo dei miei genitori che hanno fatto sacrifici economici e anche di ricavare il posto spostando mobili ecc ecc ecc.

Non so che fare.
Io prenderei un nuovo pianoforte, col silent... La Yamaha ne fa di buoni, e credo che insieme alla kawai siano i migliori verticali (per lo meno secondo i miei gusti). Provai questo inverno un pianoforte della Essex (la "sottomarca" della steinway) ma é davvero orrendo... Una meccanica pessima, molto plasticoso... Sembrava di suonare su un giocattolo. Altro consiglio che posso darti (perché me l'hanno detto diversi accordatore e venditori di pianoforti) é di prendere un sistema silent di fabbrica.. E non messo successivamente.
  • Pippo18
  • Membro: Senior
  • Risp: 151
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 9  

14-09-19 14.09

@ lipzve
Avendo per ora accantonato il sogno di un "pianoforte con la coda" (giuro, l'ho sentito chiamare così!) per problemi di spazio ho ricavato il posto per un verticale.
Bisogna guardare il lato positivo.... il piano verticale è universale, in una navicella spaziale o in una base lunare il verticale suonerà SEMPRE quello "con la coda" sarà insuonabile.
Vediamo quanti sanno perché.

Allora nel mio appartamentino ho ricavato questo spazio, un po' costretto ma tant'è. A casa di mio padre, che purtroppo non c'è più, ho quello che mi avevano regalato per la promozione nell'80 un Horugel, sottomarca della hyundai, che suona così così. E' troppo, troppissimo presente nelle ottave centrali e quasi inesistente nei tasti alti. Ho fatto una registrazione col cell, la ascolterò a breve e se rende bene l'idea la uppo sul soundcloud. I tasti alti sono scordati se metto le 3 corde all'unisono si sentirebbe meglio, ma sempre debole rispetto al centro.

E' ovvio che quindi stiamo parlando di valore affettivo... ora sto valutando queste opzioni:
1) porto qui quel piano e se proprio cambierò idea lo do dentro acquistando un nuovo.
2) Acquisto direttamente un piano nuovo col silent e quello rimane dov'è, lo venderò con la casa se la vendo, lo lascerò dentro se la affitto.

Occorre anche considerare che al momento non ho problemi a suonare in condominio, quella di sopra non sente, quello accanto non c'è mai, sotto ho i magazzini.
Ma un giorno potrebbero cambiare le cose quindi un silent potrebbe fare comodo.

Onestamente? Il mio, se lo sentissi in un negozio, mi schiferebbe un pochino.... ma è un ricordo dei miei genitori che hanno fatto sacrifici economici e anche di ricavare il posto spostando mobili ecc ecc ecc.

Non so che fare.
Io mi permetto di dare la mia opinione.
Personalmente sposterei quello "storico" in casa. Immagino che tra trasporto e accordatura ci vorranno circa 300 euro.
Magari dopo l'accordatura il suono nel suo complesso migliora.
Se poi proprio non dovesse piacere magari dopo un po' lo cambi e lo dai dentro così te lo portano via senza ulteriori spese.
Credo che 300 euro valgano il tentativo di mantenere un ricordo.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 17250
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1644  

14-09-19 14.20

@ Luca27
Io prenderei un nuovo pianoforte, col silent... La Yamaha ne fa di buoni, e credo che insieme alla kawai siano i migliori verticali (per lo meno secondo i miei gusti). Provai questo inverno un pianoforte della Essex (la "sottomarca" della steinway) ma é davvero orrendo... Una meccanica pessima, molto plasticoso... Sembrava di suonare su un giocattolo. Altro consiglio che posso darti (perché me l'hanno detto diversi accordatore e venditori di pianoforti) é di prendere un sistema silent di fabbrica.. E non messo successivamente.
Mi associo, Essex a parte (mai provato) avrei dato gli stessi consigli, incluso il discorso silent; sul suono acustico io preferisco kawai ma trattandosi di gusto personale bisogna provarlo di persona.
  • Dadopotter
  • Membro: Senior
  • Risp: 752
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 35  

14-09-19 16.43

@ lipzve
Ma dai neanche la soddisfazione....
e va beh, per coloro non l'avessero capita, i martelletti di un verticale tornano al loro posto grazie alle molle, mentre quelli del piano "con la coda" cadono per gravità.
In una ipotetica base lunare la cui gravità è 1/6 di quella terrestre, facile che il tasto, una volta premuto, rimanga premuto o torni indietro troppo lentamente per poter essere suonato.

Quindi il verticale funziona non solo sulla luna, ma anche a gravità zero (ovviamente in un ambiente con aria, chiariamolo).
In realtà se orbiti attorno alla terra non hai gravità zero ma vi è presente una microgravità...magari il coda funziona anche (probabilmente però il martelletto vi impiega qualche secondo a rientrare in posizione)


Detto ciò dipende tutto dal budget perché ho provato dei verticali della
Boston che non erano malaccio
  • Luca27
  • Membro: Guest
  • Risp: 45
  • Loc: Fermo
  • Status:
  • Thanks: 0  

14-09-19 16.44

@ maxpiano69
Mi associo, Essex a parte (mai provato) avrei dato gli stessi consigli, incluso il discorso silent; sul suono acustico io preferisco kawai ma trattandosi di gusto personale bisogna provarlo di persona.
In realtà sono sincero, un verticale kawai non lo suono da anni, quindi non ricordo molto bene il suono, ma potrebbe essere effettivamente più bello dello Yamaha. Ora ho un coda kawai, ed é molto bello come suono, anche se i bassi non sono molto profondi :D
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4318
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 327  

14-09-19 17.10

Dadopotter ha scritto:
In realtà se orbiti attorno alla terra non hai gravità zero ma vi è presente una microgravità...

si, ma proprio micro... giusto un milionesimo di g. Non credo sia in grado di far muovere un tasto di pianoforte...

Per tornare in topic (curioso questo 3d con sviluppo parallelo di due argomenti emo) consiglio anch'io un piano silent. Quando ce l'hai non torni più indietro, a meno che non vivi in casa sperduta e deserta. Sei libero di suonare a qualunque ora del giorno e della notte. Anche a me piace il suono Kawai, nella fascia medio/bassa, perlomeno. Infatti avevo provato un C3 Yamaha e un GX2 Kawai e in 10 secondi ho scelto.
  • Dadopotter
  • Membro: Senior
  • Risp: 752
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 35  

14-09-19 17.29

A Torino, diciamo vicino, c’è un centro che fa lavorazioni su pianoforti acustici ed ha da qualche tempo ripristinato la marca C.Baer, premettendo che ho suonato per ora solo sei coda e mezza, sono dei pianoforti da suono convincente.
A me non sono dispiaciuti
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 18.22

@ Cyrano
Hai considerato un Petrof?
No, al momento sto su yama e kawa
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 18.24

@ Pippo18
Io mi permetto di dare la mia opinione.
Personalmente sposterei quello "storico" in casa. Immagino che tra trasporto e accordatura ci vorranno circa 300 euro.
Magari dopo l'accordatura il suono nel suo complesso migliora.
Se poi proprio non dovesse piacere magari dopo un po' lo cambi e lo dai dentro così te lo portano via senza ulteriori spese.
Credo che 300 euro valgano il tentativo di mantenere un ricordo.
Mi hanno sparato 150 di trasporto, per l'accordatura bene o male ci penso io. Grazie intanto sto valutando tutte le ipotesi
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 18.26

@ Dadopotter
In realtà se orbiti attorno alla terra non hai gravità zero ma vi è presente una microgravità...magari il coda funziona anche (probabilmente però il martelletto vi impiega qualche secondo a rientrare in posizione)


Detto ciò dipende tutto dal budget perché ho provato dei verticali della
Boston che non erano malaccio
Boston e essex li ho trovati a vienna ma era vietato toccarli... gia questo mi fa propendere verso altre marche.
Il kawai verticale non riesco a trovarlo, lo vorrei provare.

Il coda non è che non funzioni, perchè il martelletto la corda la colpisce, ma è insuonabile perchè un tasto che rientra a fatica o non rientra affatto nella sua posizione di partenza rende uno steinway inferiore a una bontempi
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 18.28

@ zaphod
Dadopotter ha scritto:
In realtà se orbiti attorno alla terra non hai gravità zero ma vi è presente una microgravità...

si, ma proprio micro... giusto un milionesimo di g. Non credo sia in grado di far muovere un tasto di pianoforte...

Per tornare in topic (curioso questo 3d con sviluppo parallelo di due argomenti emo) consiglio anch'io un piano silent. Quando ce l'hai non torni più indietro, a meno che non vivi in casa sperduta e deserta. Sei libero di suonare a qualunque ora del giorno e della notte. Anche a me piace il suono Kawai, nella fascia medio/bassa, perlomeno. Infatti avevo provato un C3 Yamaha e un GX2 Kawai e in 10 secondi ho scelto.
hai scelto quale?

Argomento parallelo, sulla luna con la gravità a un sesto, secondo me per via degli attriti il tasto rimane giù, o se preferite, il martelletto rimane su.
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4318
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 327  

14-09-19 18.33

lipzve ha scritto:
hai scelto quale?

scusa, non ero stato chiarissimo. Ho scelto Kawai, il C3 mi ha sempre dato l'impressione di avere una dinamica piuttosto compressa o, se vogliamo, difficile da controllare. I mezza coda Kawai li trovo più omogenei. Oltre a questo, preferisco generalmente il suono Kawai, sui piani acustici, perlomeno fino al mezza coda.
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

14-09-19 20.05

@ zaphod
lipzve ha scritto:
hai scelto quale?

scusa, non ero stato chiarissimo. Ho scelto Kawai, il C3 mi ha sempre dato l'impressione di avere una dinamica piuttosto compressa o, se vogliamo, difficile da controllare. I mezza coda Kawai li trovo più omogenei. Oltre a questo, preferisco generalmente il suono Kawai, sui piani acustici, perlomeno fino al mezza coda.
Quanto vorrei provare un kawai non ci ho mai messo le mani ma i suoni di quelli "con la coda" di piazza san Marco mi piacciono assai
  • Dadopotter
  • Membro: Senior
  • Risp: 752
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 35  

14-09-19 20.05

@ lipzve
hai scelto quale?

Argomento parallelo, sulla luna con la gravità a un sesto, secondo me per via degli attriti il tasto rimane giù, o se preferite, il martelletto rimane su.
è molto probabile che il martelletto battuto sulla corda ne riceva una forza di respinta che lo riporta verso la posizione di partenza.

Comunque una domanda a nome del forum a Parmitano sarebbe interessante...magari ci fanno anche una prova empirica emo