Ebbene ho bisogno di un consiglio per pianoforte

  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4304
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 325  

31-10-19 20.39

drmacchius ha scritto:
Nei pianissimi perdono anche in acustico perché i sistemi Silent rubano corsa alla meccanica e fanno perdere parte della sensibilità.

Non ho idea di come siano fatti altri sistemi silent: nel mio Kawai i sensori sono messi sopra l’asticella dei martelletti, la meccanica funziona come su un qualsiasi coda. La corsa non è inficiata minimamente!
  • drmacchius
  • Membro: Guru
  • Risp: 6897
  • Loc: Novara
  • Status:
  • Thanks: 129  

31-10-19 21.15

@ zaphod
drmacchius ha scritto:
Nei pianissimi perdono anche in acustico perché i sistemi Silent rubano corsa alla meccanica e fanno perdere parte della sensibilità.

Non ho idea di come siano fatti altri sistemi silent: nel mio Kawai i sensori sono messi sopra l’asticella dei martelletti, la meccanica funziona come su un qualsiasi coda. La corsa non è inficiata minimamente!
Così mi hanno detto pure degli accordatori, di persona non ho verificato
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

01-11-19 12.38

@ zaphod
lipzve ha scritto:
Per casse SI/NO intendo il sistema Yamaha TransAcoustic, o il Kawai Aures

ok, non avevo capito. Guarda, io non li ho nemmeno presi in considerazione, sono andato direttamente sull'acustico. Non con questo dico che suonino male, o altro, non li ho provati perchè volevo le corde vere.

lipzve ha scritto:
Per il tuo problema del timbro, ecco, supponi che con ATX3 (immagino tu abbia il 2) abbiano risolto questo problema, puoi cambiare la sola parte expander?

non saprei. In teoria basterebbe forse un aggiornamento software. Comunque non è fondamentale, non ho modificato nessun suono di piano; ci sarebbe il Rhodes da ritoccare per rendere la sua risposta dinamica un po' più realistica, ma di solito sull'acustico uso il suono di piano acustico emo
Per tua curiosità puoi mandare una mail a Kawai, sono molto gentili e rispondono sempre.

allora, i transacustic sono pianoforti veri, solo che OLTRE al sistema silent li puoi ANCHE ascoltare con i diffusori interni, collegati alla tavola armonica, che ne rendono un suono ricco e ha la doppia funzione sia di suonare senza le cuffie, ma regolando il volume, oppure di suonarlo come un acustico quando la parte cordaiola è troppo scordata

Ma in ogni caso è un acustico
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4304
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 325  

01-11-19 13.18

@ lipzve
allora, i transacustic sono pianoforti veri, solo che OLTRE al sistema silent li puoi ANCHE ascoltare con i diffusori interni, collegati alla tavola armonica, che ne rendono un suono ricco e ha la doppia funzione sia di suonare senza le cuffie, ma regolando il volume, oppure di suonarlo come un acustico quando la parte cordaiola è troppo scordata

Ma in ogni caso è un acustico
Vero, Yamaha ha questa tecnologia. Forse avrei potuto farci un pensiero, è interessante la riproduzione tramite trasduttori che fanno vibrare la tavola armonica. Però avevo provato un Kawai GX2 e uno Yamaha C3, ho preferito il primo, dunque ho escluso questa possibilità.
Anche Kawai - scopro ora - implementa la stessa tecnologia sui suoi prodotti Aures, ma solo sui verticali.

Edit: è davvero bella questa possibilità di avere una sorta di volume basso, ti affranca dalle cuffie, volendo. In realtà, avendo il modulo atx un’uscita jack stereo, quando voglio collego il piano all’impianto che mi sono messo nella sala (il mio vecchio SR Pocket two) e sento il suono che esce dal modulo, però è diverso che sentirsi il suono che esce direttamente dal piano, fisicamente più realistico.
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

01-11-19 16.28

@ zaphod
Vero, Yamaha ha questa tecnologia. Forse avrei potuto farci un pensiero, è interessante la riproduzione tramite trasduttori che fanno vibrare la tavola armonica. Però avevo provato un Kawai GX2 e uno Yamaha C3, ho preferito il primo, dunque ho escluso questa possibilità.
Anche Kawai - scopro ora - implementa la stessa tecnologia sui suoi prodotti Aures, ma solo sui verticali.

Edit: è davvero bella questa possibilità di avere una sorta di volume basso, ti affranca dalle cuffie, volendo. In realtà, avendo il modulo atx un’uscita jack stereo, quando voglio collego il piano all’impianto che mi sono messo nella sala (il mio vecchio SR Pocket two) e sento il suono che esce dal modulo, però è diverso che sentirsi il suono che esce direttamente dal piano, fisicamente più realistico.
ecco l'hai descritto perfettamente.
Inoltre, se non ho capito male, i "coni" delle casse non sono rivolti verso di te come un normale paio di casse messe sopra il piano e collegate al jack, bensi sono rivolti contro la tavola armonica che- ha detto quello li che fa i video youtube per Bonners (primo link scrivendo kawai aures nel tubo) che è un'esperienza musicale completamente diversa poter sentire i piani attraverso la tavola armonica, sia acustici che elettrici.
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

02-11-19 10.00

@ lipzve
ecco l'hai descritto perfettamente.
Inoltre, se non ho capito male, i "coni" delle casse non sono rivolti verso di te come un normale paio di casse messe sopra il piano e collegate al jack, bensi sono rivolti contro la tavola armonica che- ha detto quello li che fa i video youtube per Bonners (primo link scrivendo kawai aures nel tubo) che è un'esperienza musicale completamente diversa poter sentire i piani attraverso la tavola armonica, sia acustici che elettrici.
E' abbastanza vero (salvo le dovute eccezioni dovute ai pianoforti usati) che yamaha è in genere un pianoforte più "equalizzato" verso gli alti. Non direi più squillante, perché sembra si riferisca alle sole note alte, mentre anche i medi e i bassi sono meno profondi rispetto al kawai.

E questo ne spiega anche il successo nei palchi di tutto il mondo (oltre ovviamente ad un marketing con i contro cocò): un pianista sa che può suonare il pezzo come vuole senza paura di andare a molestare i testicoli del bassista. Ed è l'esatto motivo per il quale quando suonavo ero costretto mio malgrado ad equalizzare il piano alla "song for guy di Elton" per evitare che mi venisse amputata la mano sinistra

"mi quea man te a tajo, gheto capìo??" nel dialetto delle campagne venete, il bassista mi ha rivolto questo bell'incitamento (io quella mano te la taglio hai capito?).

Ora tornando nel contesto casalingo, una profondità di suono maggiore dei kawai potrebbe "passare meglio" i muri e gironzolare per gli appartamenti attigui? Ovviamente, se mi prendo un acustico, tenterò di usare il silent meno possibile o no...

Ancora, i verticali alti, tipo U3 e K500, che se mettessimo le corde in orizzontale sarebbero 1/4 di coda, forse di più, sono più inopportuni in un appartamento?
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

05-11-19 11.06

Dunque, avendo appurato che anche fra due modelli identici nuovi ci sono delle differenze, seppure minime rispetto a due usati, ho pensato di chiedere al negoziante "Ma come faccio a sapere che suono avrà il modello che ordino?"

Lui ha risposto, con miio stupore, "semplice quello che suoni e scegli è quello che ti arriverà".

allora ho due domande....
1) ma non si dovrebbe considerarli ex demo? Forse no perchè hanno una vita tanto lunga che qualche mese in esposizione non fa differenza?
2) e quelli che hanno il silent, non dovrebbero essere considerati ex demo?
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4603
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 135  

05-11-19 11.20

@ lipzve
Dunque, avendo appurato che anche fra due modelli identici nuovi ci sono delle differenze, seppure minime rispetto a due usati, ho pensato di chiedere al negoziante "Ma come faccio a sapere che suono avrà il modello che ordino?"

Lui ha risposto, con miio stupore, "semplice quello che suoni e scegli è quello che ti arriverà".

allora ho due domande....
1) ma non si dovrebbe considerarli ex demo? Forse no perchè hanno una vita tanto lunga che qualche mese in esposizione non fa differenza?
2) e quelli che hanno il silent, non dovrebbero essere considerati ex demo?
non ho capito...
un piano nuovo è un piano nuovo, da disimiballare, che sostanzialmente nessuno ha mai suonato (come una macchina che ha perscorso, si e no ,10 km)
un piano ex demo è un piano che è stato in esposizione ed è stato suonato da chi voleva provarlo
un piano usato è.. un piano usato...
un piano ricondizionato (tipico yamaha ad esempio) è un piano usato che è stato riammodernato (cambio caviglie tec) sotto la supervisione della casa madre che ne certifica appunto tale ricondizionamento
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

06-11-19 18.14

@ benjomy
non ho capito...
un piano nuovo è un piano nuovo, da disimiballare, che sostanzialmente nessuno ha mai suonato (come una macchina che ha perscorso, si e no ,10 km)
un piano ex demo è un piano che è stato in esposizione ed è stato suonato da chi voleva provarlo
un piano usato è.. un piano usato...
un piano ricondizionato (tipico yamaha ad esempio) è un piano usato che è stato riammodernato (cambio caviglie tec) sotto la supervisione della casa madre che ne certifica appunto tale ricondizionamento
esatto quindi quelli che sono in negozio, con la parte silent sempre accesa, a disposizione di tutti, dovrebbe essere ex demo giusto? quindi se mi vendono proprio quello dovrebbero applicarmi uno sconto?

Nelle due distinte manca il rigenerato. In alcuni piani (tipicamente yamaha) c'è scritto rigenerato, in altri ricondizionato. Sai anche questa differenza?
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

06-11-19 18.18

ieri sono stato da Furcht (che se non erro oltre a un negozio è anche l'importatore kawai, a sentire i vari Kappa.
Devo dire che fra il 300 e il 500 c'è un abisso di sonorità a favore di quest'ultimo. Il tizio ha detto che il 500 è in pratica un codino in verticale.
Purtroppo una prova con Yamaha U e kawai K non riesco proprio a farla, il negozio Yammi più vicino eraa circa 30 minuti e quindi non posso suonare lo stesso pezzo sui due piani come vorrei.

Mi pare che (con l'udito scarso che ho io) gli acuti dei Kappa li sentivo appena, mentre quelli yammi li sento distintamente, ma in compenso per chi ha un udito normale (mia moglie) li trova un po' fastidiosi. Voi che ne pensate?
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4603
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 135  

06-11-19 18.22

lipzve ha scritto:
In alcuni piani (tipicamente yamaha) c'è scritto rigenerato, in altri ricondizionato

mi pare che i termini siano equivalenti ed indichino la stessa cosa
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4603
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 135  

06-11-19 18.25

tutte le volte che ho avuto modo di provare contemporaneamente kawai e yamaha ho sempre trovato il kawai fin troppo squillante (per le mie orecchie)..
.
lipzve ha scritto:
Il tizio ha detto che il 500 è in pratica un codino in verticale.

è un po l'equivalente di un U3 yamaha che se messo in orizzontale....
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4304
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 325  

06-11-19 18.29

benjomy ha scritto:
tutte le volte che ho avuto modo di provare contemporaneamente kawai e yamaha ho sempre trovato il kawai fin troppo squillante (per le mie orecchie)..

fantastico. Per me è il contrario emo
...perlomeno nella fascia bassa (Yamaha C3 e Kawai GX2/3)
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4603
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 135  

06-11-19 18.52

@ zaphod
benjomy ha scritto:
tutte le volte che ho avuto modo di provare contemporaneamente kawai e yamaha ho sempre trovato il kawai fin troppo squillante (per le mie orecchie)..

fantastico. Per me è il contrario emo
...perlomeno nella fascia bassa (Yamaha C3 e Kawai GX2/3)
parlavo di verticali....emo
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 4304
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 325  

06-11-19 19.05

@ benjomy
parlavo di verticali....emo
emo
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4603
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 135  

06-11-19 19.31

@ zaphod
emo
emo
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

06-11-19 20.21

Scelta difficile, avevo quasi scelto ormai il K300, ma poi ho sentito il 500... in alcuni forum specialistici dicono che la differenza da k2 a K3 (semplifichiamo) è notevole, molto maggiore della differenza esistente fra K3 e K5.

Ecco a me è parso il K3 migliore del k2 e il k5 Molto migliore del 3
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 14611
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1852  

07-11-19 07.50

@ lipzve
Scelta difficile, avevo quasi scelto ormai il K300, ma poi ho sentito il 500... in alcuni forum specialistici dicono che la differenza da k2 a K3 (semplifichiamo) è notevole, molto maggiore della differenza esistente fra K3 e K5.

Ecco a me è parso il K3 migliore del k2 e il k5 Molto migliore del 3
Penso che al crescere del numero, aumenti anche la qualità complessiva dello strumento. Ecco spiegato perché K5 suona meglio (almeno per le tue orecchie) di K2.
Immagino pure che ci sia anche una differenza di prezzo.
  • lipzve
  • Membro: Expert
  • Risp: 2035
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 41  

07-11-19 16.41

@ michelet
Penso che al crescere del numero, aumenti anche la qualità complessiva dello strumento. Ecco spiegato perché K5 suona meglio (almeno per le tue orecchie) di K2.
Immagino pure che ci sia anche una differenza di prezzo.
aumenta anche l'altezza, se lo sdraiamo, il k500 (così come l'U3) diventa un codino

la differenza delle due versioni ATX2 ossia il silent con le stesse funzioni del piano digitale CA98 sono: K300 7400€, K500 10500€

Mentre Vienna me lo consegnerebbe gratis, inclusa panca e spartito "Alle muschi" il negozio di milano vorrebbe 300 euro per portarmelo a Mestre.
  • benjomy
  • Membro: Expert
  • Risp: 4603
  • Loc: Monza
  • Status:
  • Thanks: 135  

07-11-19 17.09

lipzve ha scritto:
K500 10500€

io quella cifra per un verticale non la spenderei...
ma è un mio modo di vedere le cose