La conta

  • BB79
  • Membro: Expert
  • Risp: 3317
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 189  

15-03-20 00.25

Ci sono...
Ho lavorato fino a venerdì poi, obtorto collo, ho chiuso studio, tanto è praticamente inutile...
Sto all'erta anche perché convivo con malati immunodepressi e debbo essere molto cauto soprattutto per loro.
Nel frattempo scrivo qualcosina ed ho approfittato per smontare alcuni apparecchi audio e fare manutenzione...
Ascolto molta musica....fortunatamente...
Auguri a tutti
  • MicTastiera
  • Membro: Guest
  • Risp: 120
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 12  

15-03-20 00.49

@ 1paolo
Ad Alba e dintorni tutto ok.. ma posso chiederti da medico come giustifichi tutti questi morti rispetto agli altri Stati? A me la risposta sull’età non convince perché in tutta Europa e ancor di più in Giappone la vita media e’ simile
Me lo chiedo anch'io, perché i conti non tornano (se non erro, siamo a circa il 6% in Italia, 3% in Cina, 1% in Corea del Sud).
L'idea che mi sono fatto è che bisogna essere sicuri che i dati vengano raccolti in maniera omogenea.

Wildcat ha parlato di come si contano i decessi. A me il dubbio forte viene per il numero di malati totali per cui dividere. Non so se tutte le nazioni stanno seguendo le stesse modalità.
Ho capito che l'Italia sta seguendo le raccomandazioni dell'OMS (tampone ai sintomatici).
Per esperienza abbastanza diretta credo che sia un modo sottostimato di contare l'effettiva diffusione del virus.
Come dicevo prima, purtroppo da me al lavoro c'è stata un'improvvisa epidemia di influenza (?) con 2 positivi al covid.
Il tampone non l'hanno fatto a tutti (una cinquantina di persone), neanche dopo aver scoperto la positività dei primi 2. Questo perché sono pochi che hanno avuto determinati sintomi (febbre almeno sopra 38, difficoltà respiratoria importante con saturazione inferiore ad X%, così mi è sembrato di capire).

Non dico assolutamente che sia un modo sbagliato di fare, ci mancherebbe, non sono un medico né opero nella sanità.
È evidente però che a seconda del metodo i risultati sono diversi: se facessero il tampone a tutti i contatti di un positivo, anche solo con febbriciattola, sono sicuro che i positivi sarebbero di più, quindi la % di mortalità si ridurrebbe.

Sarebbe interessante capire come sono stati contati in Cina ed in Corea, non sono riuscito a documentarmi in merito.

PS: se qualcuno del forum lavora in ambito sanitario e si sta occupando dell'epidemia di covid, gli mando un caloroso ringraziamento per il suo lavoro e gli mando un sentito in bocca al lupo per affrontare questo momento difficile! emo
  • sgranzo
  • Membro: Senior
  • Risp: 825
  • Loc: Gorizia
  • Status:
  • Thanks: 60  

15-03-20 00.53

presente!
qualche colpo di tosse qua e lá durante la giornata, ma niente febbre. io lavoro col pubblico ma non vedo clienti da praticamente tutta la settimana.. abbiamo approfittato della calma per sbrigare lavori di ufficio sempre tutti a debita distanza, e da questo pomeriggio tutti barricati in casa per 2 settimane.. ma mi sa che il periodo potrebbe essere anche più lungo!

coraggio ragazzi e su col morale! approfitteremo di questi giorni per migliorare la tecnica pianistica/tastieristica e approfondire qualche pezzo che avevamo lasciato indietro perché non trovavamo mai il tempo da dedicarvi! un abbraccio a tutti voi, che almeno dal forum si può!
emo
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 2733
  • Loc: Udine
  • Status:
  • Thanks: 82  

15-03-20 08.13

@ MicTastiera
Me lo chiedo anch'io, perché i conti non tornano (se non erro, siamo a circa il 6% in Italia, 3% in Cina, 1% in Corea del Sud).
L'idea che mi sono fatto è che bisogna essere sicuri che i dati vengano raccolti in maniera omogenea.

Wildcat ha parlato di come si contano i decessi. A me il dubbio forte viene per il numero di malati totali per cui dividere. Non so se tutte le nazioni stanno seguendo le stesse modalità.
Ho capito che l'Italia sta seguendo le raccomandazioni dell'OMS (tampone ai sintomatici).
Per esperienza abbastanza diretta credo che sia un modo sottostimato di contare l'effettiva diffusione del virus.
Come dicevo prima, purtroppo da me al lavoro c'è stata un'improvvisa epidemia di influenza (?) con 2 positivi al covid.
Il tampone non l'hanno fatto a tutti (una cinquantina di persone), neanche dopo aver scoperto la positività dei primi 2. Questo perché sono pochi che hanno avuto determinati sintomi (febbre almeno sopra 38, difficoltà respiratoria importante con saturazione inferiore ad X%, così mi è sembrato di capire).

Non dico assolutamente che sia un modo sbagliato di fare, ci mancherebbe, non sono un medico né opero nella sanità.
È evidente però che a seconda del metodo i risultati sono diversi: se facessero il tampone a tutti i contatti di un positivo, anche solo con febbriciattola, sono sicuro che i positivi sarebbero di più, quindi la % di mortalità si ridurrebbe.

Sarebbe interessante capire come sono stati contati in Cina ed in Corea, non sono riuscito a documentarmi in merito.

PS: se qualcuno del forum lavora in ambito sanitario e si sta occupando dell'epidemia di covid, gli mando un caloroso ringraziamento per il suo lavoro e gli mando un sentito in bocca al lupo per affrontare questo momento difficile! emo
Qui tutto bene, barricati in casa, in strada non c'è anima viva. Sembra un film di fantascienza. In merito all'elevato numero di decessi, in rete ho trovato qualche notizia che può essere vera o meno. Qualcuno sostiene che l'elevato tasso di inquinamento della Pianura Padana favorirebbe l'indebolimento del sistema polmonare, altri dicono che un eccessivo ricorso all'uso degli antibiotici potrebbe aver portato alla nascita di super batteri che uccidono le persone negli ospedali. Io penso invece che gli altri paesi europei non stiano facendo rilevazioni accurate. Rabbrividisco dopo aver sentito la posizione del Regno Unito... Libera circolazione del virus per rafforzare la popolazione e fare anticorpi... Si, ma quanti ne moriranno? emo
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11982
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 695  

15-03-20 08.28

Qui a roma si naviga a vista..per ora tutto ok, lavoro per una multinazionale tedesca di classe B (vendite nel settore edilizia etc) quindi si lavora..per fortuna dove lavoro io siamo in 5 in 800 metri quadrati quindi è come se fossi isolato..per la cronaca ho confezionato 30.000 mascherine la scorsa settimana.
Da totale inesperto credo che sto virus sia in giro gia da qualche mese..ricordo che tra dicembre-gennaio in classe elementare di mio figlio erano rimasti in due..stessa cosa al lavoro..
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18147
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1770  

15-03-20 08.33

sgranzo ha scritto:
coraggio ragazzi e su col morale! approfitteremo di questi giorni per migliorare la tecnica pianistica/tastieristica e approfondire qualche pezzo che avevamo lasciato indietro perché non trovavamo mai il tempo da dedicarvi


Esatto!! emo

E chiaramente non vale solo per la tecnica pianistica/tastieristica (anche se qui la categoria è prevalente) ma in generale, qualsiasi strumento suoniamo ... emo
  • Genny1950
  • Membro: Guest
  • Risp: 88
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 5  

15-03-20 09.41

@ Cyrano
Amici cari, stiamo tutti bene?

Io ho fatto una febbrina e un po’ di tosse ma adesso sto bene.
Grazie Cyrano
io sto' bene, ringraziando Dio.
Qui a Tolosa non abbiamo molti casi ma nel nord della Francia c'è ne sono molti.
Stamattina sono andoto a votare e lunedi m'isolero' per qualche giorno alla campagna.
In ogni caso mi rimetto nelle mani di Dio, che sia fatta la sua volontà
  • renatus
  • Membro: Guru
  • Risp: 6868
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 405  

15-03-20 10.24

Tutto OK, per ora nessun contagio nella mia cerchia di parenti, amici, vicini, colleghi e contatti in genere. Da due settimane lavoro da casa, tre riunioni al giorno in Webex. A turno andiamo a presidiare l’ufficio. Lunedì tocca a me.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2445
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 145  

15-03-20 11.10

Qui tutto ok.
Nel merito scientifico non entro.
Dal punto di vista sociale non credo che gli italiani possano resistere in casa ancora per molto, specie se il tempo sarà bello.
In ogni caso mi auguro che, a buriana passata, si ripensino alcune scelte strategiche. È inammissibile non essere autosufficienti per alcuni presidi sanitari. Non si può essere ipocriti al punto da puntare il dito contro chi non ci vende le mascherine ma contemporaneamente bloccare una fornitura di respiratori made in Italy destinati all'esportazioni: se è giusta la seconda allora bisogna accettare la prima, o viceversa.
  • emidio
  • Membro: Expert
  • Risp: 2685
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 170  

15-03-20 11.27

Eccomi.
Anche io e la mia famiglia reclusi dentro casa, ma per fortuna stiamo tutti bene.
Sono lavorativamente molto preoccupato, perché io faccio parte delle partite iva non artigianali, che quindi devono restare a casa: non posso fare produzione, così come non posso esercitare la mia seconda attività (suonare nei locali). Spero che tutto questo avrà presto una fine, altrimenti non so proprio come fare...
A proposito: oggi primo morto in Sardegna (a Cagliari): 42 anni, senza alcuna patologia pregressa.
  • greg
  • Membro: Expert
  • Risp: 2229
  • Loc: Salerno
  • Status:
  • Thanks: 54  

15-03-20 11.59

Io benino, coi soliti problemi respiratori causati da 34 anni di fabbrica infestata da miriadi di veleni, che fossero idrocarburi o chimico-sintetici, asbesto o polveri più o meno sottili.
Il tutto mi ha limitato definitivamente negli ultimi anni a svolgere la mia attività preferita, esibirmi in piccoli locali aiutandomi con la mia voce, un tempo, chiara e baritonale.....
  • Adelo69
  • Membro: Expert
  • Risp: 1980
  • Loc: Latina
  • Status:
  • Thanks: 87  

15-03-20 12.09

Buongiorno a tutti. Io vivo in provincia di Latina. Nella mia città, 4 casi (ma siamo 75.000). Comunque, rimaniamo in casa il più possibile. Unico svago la musica (anzi due: l'altro è uscire a fare la spesa emo).
In bocca al lupo a tutti, ragazzacci emo
emo
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 14861
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1880  

15-03-20 12.21

Per adesso tengo duro... Devo fare i conti con una madre anziana incoercibile, che non accetta suggerimenti e, sprezzante del pericolo, esce per fare acquisti di generi alimentari al supermercato vicino casa. Mi sono offerto di aiutarla, ma dice di non vuole rinunciare alla sua autonomia.
Per mie patologie pregresse devo fare spesso attività fisica e ho sempre con me l'autocertificazione... Comunque, posso dirlo tranquillamente, il popolo italiano non è capace di rispettare le regole... è un fatto innato. Anche stamattina, che ho dovuto uscire per sistemare l'impianto d'allarme di mia madre che ieri sera aveva suonato improvvisamente (non è chiaro se sia un segnale della batteria tampone esaurita o lei che abbia sbagliato a comporre il codice di armo), vedevo gente in giro a spasso ed a piccoli gruppi, come se nulla fosse.
  • Antony
  • Membro: Expert
  • Risp: 4671
  • Loc: Catania
  • Status:
  • Thanks: 393  

15-03-20 12.46

@ Cyrano
Amici cari, stiamo tutti bene?

Io ho fatto una febbrina e un po’ di tosse ma adesso sto bene.
Buongiorno.
Sto bene e sono barricato in casa come tutte le persone di buon senso.
Da noi le temperature sono talmente tardo-primaverili che la costrizione di stare a casa viene decisamente mal sopportata.
Il problema è che siamo ancora al quinto giorno di quarantena e non so se riuscirò a sopportare la presenza di mia moglie per altri 10 giorni ( considerato che fa l'insegnante statale dalle 8 alle 13,30) emoemoemo
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18147
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1770  

15-03-20 12.59

@ Antony
Buongiorno.
Sto bene e sono barricato in casa come tutte le persone di buon senso.
Da noi le temperature sono talmente tardo-primaverili che la costrizione di stare a casa viene decisamente mal sopportata.
Il problema è che siamo ancora al quinto giorno di quarantena e non so se riuscirò a sopportare la presenza di mia moglie per altri 10 giorni ( considerato che fa l'insegnante statale dalle 8 alle 13,30) emoemoemo
è un problema sentito emo
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 3094
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 231  

15-03-20 12.59

Antony ha scritto:
Il problema è che siamo ancora al quinto giorno di quarantena e non so se riuscirò a sopportare la presenza di mia moglie per altri 10 giorni

Sembra sia un problema assai diffuso emoemoemo ) dicono che alla fine della quarantena ci sarà un grosso incremento di lavoro per gli avvocati divorzisti emo
P.S. io per fortuna non ho questo problema (e sì, la moglie è in casa con me)
  • paolo_b3
  • Membro: Guru
  • Risp: 6525
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 329  

15-03-20 13.01

cecchino ha scritto:
P.S. io per fortuna non ho questo problema (e sì, la moglie è in casa con me)


Idea non banale emoemoemo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 2445
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 145  

15-03-20 13.02

cecchino ha scritto:
P.S. io per fortuna non ho questo problema (e sì, la moglie è in casa con me)

Lo stesso, assolutamente...emo
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 10586
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 808  

15-03-20 13.18

Per ora in Ticino la situazione è sotto controllo, certo ci sono i contagi e le ospedalizzazioni (e fino adesso 6 morti) ma per il momento il sistema sanitario regge, e speriamo che continui a farlo. Pertanto da settimana prossima è stata predisposta la chiusura di tutti gli esercizi pubblici come bar, ristoranti, musei, teatri, negozi non indispensabili, eccetera, a parte i negozi di alimentari e farmacie. Possiamo però ancora spostarci sul territorio senza dove esibire certificazioni, permessi o altro. Chiaramente non possiamo sconfinare dalla Svizzera, le dogane bloccano tutti i passaggi in entrambe le direzioni a parte quelli strettamente lavorativi.

Io sto bene e non ho sintomi, ma sono più di 10 anni che non faccio un'influenza o magari la faccio e manco me ne accorgo perché per fortuna madre natura mi ha concesso un sistema immunitario piuttosto robusto, quindi potrei anche avere 'sto cacchio di virus e manco lo so. Il tampone non lo fanno agli asintomatici, quindi mi devo tenere il dubbio.

Ieri era il mio compleanno, ma ovviamente data la situazione non sono andato a fare la solita pizzata con gli amici. Brutto compiere gli anni nel mezzo di questo casino ma vabbeh, quest'anno è andata così. Come tutti evito gli assembramenti, tengo le distanze di sicurezza con le altre persone nel caso le dovessi incontrare e faccio massima attenzione allo stare lontano da gente che starnutisce o tossisce. Ho sempre pronta con me una boccetta di disinfettante per le mani in caso di necessità.

La mia ditta ha predisposto il lavoro da casa, il capo mi ha chiesto però di restar pronto a correre in ufficio nel caso in cui qualcuno dei nostri server si fermi (forniamo servizi ai clienti, quindi se si ferma un server non è la nostra ditta a bloccarsi ma i clienti, che è peggio). Per tanto così ho detto che sarei andato in ufficio come sempre, tanto stare a casa o nell'ufficio da solo non cambia le cose dal punto di vista del pericolo di contagio. Quindi per un po' farò il "guardiano del faro", e lo preferisco al lavoro da casa ma con il pensiero sul groppone che se si ferma qualcosa devo prendere l'auto e correre in ditta. Ho ricevuto anche la pre-allerta dalla protezione civile (sono milite), se mi chiamano invece li si che mi tocca correre.

Teniamo duro ragazzi. È una brutta situazione ma ne usciremo emo
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18147
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1770  

15-03-20 13.23

@ mima85
Per ora in Ticino la situazione è sotto controllo, certo ci sono i contagi e le ospedalizzazioni (e fino adesso 6 morti) ma per il momento il sistema sanitario regge, e speriamo che continui a farlo. Pertanto da settimana prossima è stata predisposta la chiusura di tutti gli esercizi pubblici come bar, ristoranti, musei, teatri, negozi non indispensabili, eccetera, a parte i negozi di alimentari e farmacie. Possiamo però ancora spostarci sul territorio senza dove esibire certificazioni, permessi o altro. Chiaramente non possiamo sconfinare dalla Svizzera, le dogane bloccano tutti i passaggi in entrambe le direzioni a parte quelli strettamente lavorativi.

Io sto bene e non ho sintomi, ma sono più di 10 anni che non faccio un'influenza o magari la faccio e manco me ne accorgo perché per fortuna madre natura mi ha concesso un sistema immunitario piuttosto robusto, quindi potrei anche avere 'sto cacchio di virus e manco lo so. Il tampone non lo fanno agli asintomatici, quindi mi devo tenere il dubbio.

Ieri era il mio compleanno, ma ovviamente data la situazione non sono andato a fare la solita pizzata con gli amici. Brutto compiere gli anni nel mezzo di questo casino ma vabbeh, quest'anno è andata così. Come tutti evito gli assembramenti, tengo le distanze di sicurezza con le altre persone nel caso le dovessi incontrare e faccio massima attenzione allo stare lontano da gente che starnutisce o tossisce. Ho sempre pronta con me una boccetta di disinfettante per le mani in caso di necessità.

La mia ditta ha predisposto il lavoro da casa, il capo mi ha chiesto però di restar pronto a correre in ufficio nel caso in cui qualcuno dei nostri server si fermi (forniamo servizi ai clienti, quindi se si ferma un server non è la nostra ditta a bloccarsi ma i clienti, che è peggio). Per tanto così ho detto che sarei andato in ufficio come sempre, tanto stare a casa o nell'ufficio da solo non cambia le cose dal punto di vista del pericolo di contagio. Quindi per un po' farò il "guardiano del faro", e lo preferisco al lavoro da casa ma con il pensiero sul groppone che se si ferma qualcosa devo prendere l'auto e correre in ditta. Ho ricevuto anche la pre-allerta dalla protezione civile (sono milite), se mi chiamano invece li si che mi tocca correre.

Teniamo duro ragazzi. È una brutta situazione ma ne usciremo emo
Buon compleanno comunque, anzi di più, mima!
emo
emo