Ma il MIDI lo usate e per cosa?

  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 11.55

@ superbaffone
I dj lo fanno continuamente
vuoi dire che sto osservando file midi generati da dj e non da musicisti con strumenti musicali?

stavo guardando questo file midi la colonna sonora del film ET
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 1366
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 124  

26-06-20 12.10

Non capisco quello che vuoi chiedere e da quale livello di conoscenza parti.
Hai detto che stavi sviluppando un software "MIDI", ma proprio non riesco a capire come possa essere possibile, perché è evidente che ti manchino parecchie nozioni di base.
Che per carità non è una colpa, ognuno di noi conosce bene certe cose e di altre sa poco o nulla, ma non riesco proprio a capire cosa volessi fare e come lo volessi realizzare visto che molti aspetti li stai scoprendo in tempi reale...
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18507
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1826  

26-06-20 12.13

@ mark_c
perchè trovo file midi dove il tempo cambia durante l'esecuzione, pensavo fosse fisso dall'inizio di un brano.

Però noto che vi sono diversi "tipi di tempo".
Quello al quale mi riferisco io è espresso in (microsecondi per quarto di nota) ma non mi è chiaro a cosa sia legato e come si possa settare, forse anche al metronomo.
https://www.midi.org/specifications-old/category/midi-1-0-detailed-specifications buona lettura e studio (in generale e nello specifico https://www.midi.org/articles-old/about-midi-part-3-midi-messages per i System Realtime Messages come il tempo/clock) emo
  • wildcat80
  • Membro: Expert
  • Risp: 1366
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 124  

26-06-20 12.14

Non è che voglia essere offensivo o comunque attaccarti, ma mi risulta non semplice comunicare: se so quel che sai, riesco a trasmettere le mie conoscenze nel modo migliore per te.
Se penso invece che tu sappia cose che non sai, non riesco a farlo.
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 1664
  • Loc: Firenze
  • Status:
  • Thanks: 154  

26-06-20 12.38

@ mark_c
ma è ormale cambiare tempo di metronomo durante l'esecuzione di un brano?
Se parli dei Bpm, per molti generi musicali è una cosa normale.
Ad esempio, in un brano pop si possono alzare i Bpm nel ritornello per dare più tiro, oppure diminuirli nell'intro a seconda dell'effetto che si vuole ottenere.
Ora sono in vacanza e non ho modo di dare il file midi che hai linkato (colonna sonora di E.T.) in pasto a Reaper per far leggere a lui i bpm con tutte le loro variazioni.
Comunque, ti ripeto, è una cosa normale.
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 12.39

@ wildcat80
Non capisco quello che vuoi chiedere e da quale livello di conoscenza parti.
Hai detto che stavi sviluppando un software "MIDI", ma proprio non riesco a capire come possa essere possibile, perché è evidente che ti manchino parecchie nozioni di base.
Che per carità non è una colpa, ognuno di noi conosce bene certe cose e di altre sa poco o nulla, ma non riesco proprio a capire cosa volessi fare e come lo volessi realizzare visto che molti aspetti li stai scoprendo in tempi reale...
infatti non hai capito quello che chiedo: la mia domanda è di tipo pratico, non essendo io un musicista, non so assolutamente poi cosa ci fa un musicista con uno strumento.
Non è una questione di conoscenze ma di pratica.

Se io scrivo un programma di CAD, non sono abbligato a conoscere la progettazione meccanica, sono due cose diverse. emo
Posso scrivere software musicale senza nemmeno conoscere la musica, mi bastano le specifiche, altrimenti un programmatore dovrebbe conoscere ogni disciplina.
Scusa non volevo essere polemico, sono abituato agli attacchi tipo il tuo, è la dura vita degli informatici emo
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 12.40

@ Dallaluna69
Se parli dei Bpm, per molti generi musicali è una cosa normale.
Ad esempio, in un brano pop si possono alzare i Bpm nel ritornello per dare più tiro, oppure diminuirli nell'intro a seconda dell'effetto che si vuole ottenere.
Ora sono in vacanza e non ho modo di dare il file midi che hai linkato (colonna sonora di E.T.) in pasto a Reaper per far leggere a lui i bpm con tutte le loro variazioni.
Comunque, ti ripeto, è una cosa normale.
meno male che qualcuno risesce a separare il problema/uso dall'implementazione emo

Però, domanda: durante l'esecuzione?
Posso capire se scrivo un file midi con musescore a mano/spartito, ma attraverso strumenti fisici?
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 12.44

@ maxpiano69
https://www.midi.org/specifications-old/category/midi-1-0-detailed-specifications buona lettura e studio (in generale e nello specifico https://www.midi.org/articles-old/about-midi-part-3-midi-messages per i System Realtime Messages come il tempo/clock) emo
le conosco, grazie 1000 emo
  • superbaffone
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15379
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 548  

26-06-20 12.49

@ mark_c
infatti non hai capito quello che chiedo: la mia domanda è di tipo pratico, non essendo io un musicista, non so assolutamente poi cosa ci fa un musicista con uno strumento.
Non è una questione di conoscenze ma di pratica.

Se io scrivo un programma di CAD, non sono abbligato a conoscere la progettazione meccanica, sono due cose diverse. emo
Posso scrivere software musicale senza nemmeno conoscere la musica, mi bastano le specifiche, altrimenti un programmatore dovrebbe conoscere ogni disciplina.
Scusa non volevo essere polemico, sono abituato agli attacchi tipo il tuo, è la dura vita degli informatici emo
Se non conosci la musica e le esigenze di un musicista la vedo dura scrivere un programma musicale
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 12.50

@ superbaffone
Se non conosci la musica e le esigenze di un musicista la vedo dura scrivere un programma musicale
ma non c'entra nulla, si impara tutto cammin facendo, è sempre stata così.
Un prodotto software nasce dalla collaborazione tra l'utente finale e lo sviluppatore, altrimenti tu musicista dovresti anche laurearti in informatica: soluzione improponibile per me, o suoni o scrivi software.
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 12.57

.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18507
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1826  

26-06-20 12.59

@ mark_c
le conosco, grazie 1000 emo
Conoscerai il link, ma sui contenuti secondo me almeno un ripasso ti ci vuole; se poi vuoi cimentarti nello scrivere software musicale/per musicisti e pensi di farti un know-how soltanto facendo domande su un forum...vabbè, ti faccio i miei auguri e tolgo il disturbo...emo

PS: sono musicista (hobbista “avanzato” diciamo) ma anche esperto di elettronica ed informatica e non sono il solo qui dentro, anzi, btw.
  • superbaffone
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15379
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 548  

26-06-20 13.05

@ mark_c
ma non c'entra nulla, si impara tutto cammin facendo, è sempre stata così.
Un prodotto software nasce dalla collaborazione tra l'utente finale e lo sviluppatore, altrimenti tu musicista dovresti anche laurearti in informatica: soluzione improponibile per me, o suoni o scrivi software.
Ma un minimo di base bisogna averlo, ti faccio un esempio ireal b una app che ha avuto enorme successo è nata da un musicista che poi si sarà avvalso del lavoro di un programmatore ma l'idea è nata dall'esigenza del musicista.
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 13.06

@ maxpiano69
Conoscerai il link, ma sui contenuti secondo me almeno un ripasso ti ci vuole; se poi vuoi cimentarti nello scrivere software musicale/per musicisti e pensi di farti un know-how soltanto facendo domande su un forum...vabbè, ti faccio i miei auguri e tolgo il disturbo...emo

PS: sono musicista (hobbista “avanzato” diciamo) ma anche esperto di elettronica ed informatica e non sono il solo qui dentro, anzi, btw.
allora visto che dici di essere un informatico e conosci le problematiche dell'implementazione, dovresti capire le fatiche che si celano dietro allo sviluppo di un software.
Dovresti sapere che gli informatici sono abituati a leggere specifiche, ma non sono obbligati a sapere poi l'uso che ne fa una persona dello strumento informatico che si sta sviluppando.
Se tu sei anche musicista se più avanti di me, beato te: ti scoccia se imparo qualcosa pure io facendo anche domande stupide su un forum?
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18507
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1826  

26-06-20 13.21

@ mark_c
allora visto che dici di essere un informatico e conosci le problematiche dell'implementazione, dovresti capire le fatiche che si celano dietro allo sviluppo di un software.
Dovresti sapere che gli informatici sono abituati a leggere specifiche, ma non sono obbligati a sapere poi l'uso che ne fa una persona dello strumento informatico che si sta sviluppando.
Se tu sei anche musicista se più avanti di me, beato te: ti scoccia se imparo qualcosa pure io facendo anche domande stupide su un forum?
A me non scoccia per nulla (e che le domande siano “stupide” lo hai scritto tu, non io), ti ho solo detto che non basta e devi fare anche “i compiti a casa” (sia sullo standard MIDI, che è una nozione tecnica&informatica in fondo, che su altro).

Sul resto, su come si lavora nell’informatica credo di saperne abbastanza e quello che hai scritto sui programmatori come “dumb coders” non lo condivido. A meno che dietro non abbiamo un ottimo analista funzionale che fa il lavoro a monte per lui, ma un “analista programmatore” deve entrare un minimo anche nel contesto di quel che sviluppa.
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 13.21

@ superbaffone
Ma un minimo di base bisogna averlo, ti faccio un esempio ireal b una app che ha avuto enorme successo è nata da un musicista che poi si sarà avvalso del lavoro di un programmatore ma l'idea è nata dall'esigenza del musicista.
ed è giusto che sia così, è da tanto tempo che sviluppo software di ogni tipo rispondendo alle esigenze di altri: a me danno le specifiche ed io sviluppo, tutti i programmatori fanno così e dove si arenano chiedono. emo
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 13.26

@ maxpiano69
A me non scoccia per nulla (e che le domande siano “stupide” lo hai scritto tu, non io), ti ho solo detto che non basta e devi fare anche “i compiti a casa” (sia sullo standard MIDI, che è una nozione tecnica&informatica in fondo, che su altro).

Sul resto, su come si lavora nell’informatica credo di saperne abbastanza e quello che hai scritto sui programmatori come “dumb coders” non lo condivido. A meno che dietro non abbiamo un ottimo analista funzionale che fa il lavoro a monte per lui, ma un “analista programmatore” deve entrare un minimo anche nel contesto di quel che sviluppa.
scusami: ma se hai la possibilità di risparmiare del tempo facendo una domanda cosa fai?
Fai la domanda o ti metti a fare esperimenti per 2 mesi?
Nelle specifiche non c'è scritto come si mandano il play i file midi del tipo 0/1/2.

Comunque, grazie lo stesso.emo
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 18507
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1826  

26-06-20 13.30

@ mark_c
scusami: ma se hai la possibilità di risparmiare del tempo facendo una domanda cosa fai?
Fai la domanda o ti metti a fare esperimenti per 2 mesi?
Nelle specifiche non c'è scritto come si mandano il play i file midi del tipo 0/1/2.

Comunque, grazie lo stesso.emo
Nelle specifiche MIDI no, dato che si tratta di un aspetto implementativo della singola DAW o MIDI Player, ma per quello potresti guardare porzioni di codice Open Source di qualche MIDI player o sequencer per Linux, o questo LINK ad esempio.
  • superbaffone
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15379
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 548  

26-06-20 13.31

@ mark_c
ed è giusto che sia così, è da tanto tempo che sviluppo software di ogni tipo rispondendo alle esigenze di altri: a me danno le specifiche ed io sviluppo, tutti i programmatori fanno così e dove si arenano chiedono. emo
se vuoi fare un software apri un topic scrivendo il tipo di software musicale che intendi sviluppare e da li ti viene detto se può essere utile e in caso affermativo quali sono i requisiti che deve avere, fare domande a caso non penso sia utile
  • mark_c
  • Membro: Expert
  • Risp: 2047
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 50  

26-06-20 13.42

@ maxpiano69
Nelle specifiche MIDI no, dato che si tratta di un aspetto implementativo della singola DAW o MIDI Player, ma per quello potresti guardare porzioni di codice Open Source di qualche MIDI player o sequencer per Linux, o questo LINK ad esempio.
a essere sincero ho chiesto addirittura lumi a midi.org e mi avevano portato fuori strada.
Ho chiesto anche all'uni ma il prof al quale avevo fatto domande teorizzava e mi ha portato anche lui fuori strada (chi non sa fare insegna?) boh.
Per quanto riguarda il codice open source ho letto di tutto e in differenti linguaggi ma nessuno aveva quello che serviva a me, ti rimbalzavano tutti su librerie che io non voglio usare minimamente.
Comunque, lato player midi 0/1/2 i problemi li ho risolti tutti semplicemente ragionandoci su, non avevo altre alternative fino a quando l'occhio non mi è caduto sulla variazione dei tempi, sinceramente e continuo a chiederlo, non mi è chiaro come viene usato, non le specifiche o l'implementazione.
Mi metterò al piano a fare esperimenti modificando il metronomo o quant'altro però ribadisco, se si chiede si fa prima. emo