Fantom 07 Experience

  • michelet
  • Membro: Staff
  • Risp: 16132
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 2238  

10-04-22 14.24

@ rdanl80
Le srx con il fantom 07 sono gratuite o sono io che ho capito male? In sostanza si andrebbero a pagare se uno li vuole / gli servono i vari pacchetti di patch e i models vari ( jupiter 8, juno etc) Giusto? e comunque dentro di fabbrica mi ritrovo già alcune srx caricate in memoria più tutti gli nmila suoni zencore e supernatural che ho chiavi in mano.
Infine l editor per PC dei suoni zencore è gratuito o sbaglio? Perdonate eh ma anche a cercarli in giro tra i vari video/ sito roland etc e' un casino Micca da ridere.
Inoltre sull usato quando uscirà bisogna sapere che a meno di non riuscire a far passare le lifetime licenze cosa che non ho capito se possibile o meno ci troveremo ad avere uno strumento con i suoni precariati dal precedente proprietario e saremmo costretti praticamente a ritornare alle condizioni di fabbrica e a riacquistare ciò che ci interessa anche solo si volesse aggiungere una cosa in più alla macchina? Corretto o sto dicendo fesserie?
Le espansioni SRX vengono definite nel nuovo sistema EXZ e sono gratuite, ovviamente ne puoi caricare tante quanto ti permettono i 256MB di memoria residente su Fantom 0.
I suoni Zen Core, cioè SDZ, occupano pochissimo spazio ma, come dicevo sopra, o li acquisti tramite Lifetime Key, oppure fai l'abbonamento a Zenology Pro per un anno, che permette di scaricarli gratuitamente e, una volta convertiti tramite Zenology Pro o caricandoli direttamente in Fantom 0, l'estensione cambia in SVZ e "perdono" il collegamento con la Lifetime Key, diventando di fatto patches normalissime che si possono caricare senza alcuna limitazione.
La questione dell'usato è alquanto spinosa, nel senso che, ipotizzando di rivendere Fantom 0 lo si dovrebbe riportare alle condizioni di fabbrica, perdendo quindi gli eventualiModel Bank installati e tutte le patches acquistate o scaricate durante il periodo di abbonamento.
Se però, questo vale esclusivamente per i Tones Zen Core e Model. vengono salvati, in termine specifico, esportati da Fantom su supporto USB, allora diventano liberamente trasferibili da un Fantom all'altro.
I Model Bank, cioè i vari Jupiter 8, Juno 106, SH101 e JX-8P, vanno comunque acquistati nuovamente dal nuovo possessore di Fantom... oppure... basta che il proprietario precedente comunichi le credenziali di accesso a Roland Cloud Manager. Ci può essere chi è disposto, personalmente non lo farei mai.
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 609
  • Loc: Roma
  • Thanks: 43  

10-04-22 21.21

Mi interessa sapere se con la Fantom-0 con i suoni di base sia possibile trovare sonoritá giá pronte da utilizzare per un' atmosfera "spaziale", volendo ad esempio realizzare un sottofondo musicale per un documentario sullo spazio e sui pianeti, oppure un gioco sullo stesso argomento.

Similmente mi interessa avere un riscontro sulla semplicitá - o complessitá - riguardo alla modifica o creazione di sudette patches giá esistenti. In gergo anglofono vorrei realizzare i cosidetti "evolving pads", quei suoni insomma che cambiano nel tempo oppure intervenendo sui controlli a pannello.

E dulcis in fundo, non sarebbe male conoscere la possibilitá creativa di tale strumento volendola usare come una Wavestation, dove si poteva "scivolare" da una sonoritá ad un' altra muovendo il joystick vettoriale.
So bene che la tecnologia é diversa, e tuttavia mi chiedo se questo arsenale di suoni e modelli consenta un uso "analogo" alla storica Korg.

Lo chiedo qui perché ritengo che le esperienze "dirette" di chi realmente usa tale strumento, sono mille volte meglio dei video sul tubo - dove tra l' altro a suonare ci sono degli ottimi tastieristi che farebbero "cantare" anche una bontempi stonata - inoltre dopo aver visto tali video mi viene voglia di darmi al giardinaggio, alla collezione di francobolli o allo studio dell' ocarina.

Vi auguro una simpatica serata.
Sergio
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

10-04-22 22.00

Fantom 0 con la Wavestation non ha nulla a che spartire.
È una workstation con un triplice, anzi quadruplice motore di sintesi:
- ZenCore per sintesi VA e sample based
- SuperNatural Piano
- SuperNatural Acoustic
- Tonewheel organ
Le sonorità che ti interessano le puoi trovare sotto il motore ZenCore.
L'emulazione analogica è notevole, sia sui suoni di casa che non (secondo me veramente notevole il filtro che emula l'SSM2040); in ZenCore inoltre trovi tutta una serie di sonorità digitali derivate da D50 e JD800 che ben si adattano ad atmosfere spaziali.
Inoltre sotto ZenCore c'è lo step LFO che è utile a creare sonorità evolventi.
Tuttavia mi sa che lo strumento più adatto a queste esigenze è un synth wavetables, tipicamente di casa Waldorf (ma non solo, vedi Modwave, Wavestate...).
Aggiungo che se vuoi farti un'idea di come suona, un prova di Roland Cloud gratuita è fondamentale.
  • rdanl80
  • Membro: Senior
  • Risp: 613
  • Loc: Bologna
  • Thanks: 56  

10-04-22 22.18

@ michelet
Le espansioni SRX vengono definite nel nuovo sistema EXZ e sono gratuite, ovviamente ne puoi caricare tante quanto ti permettono i 256MB di memoria residente su Fantom 0.
I suoni Zen Core, cioè SDZ, occupano pochissimo spazio ma, come dicevo sopra, o li acquisti tramite Lifetime Key, oppure fai l'abbonamento a Zenology Pro per un anno, che permette di scaricarli gratuitamente e, una volta convertiti tramite Zenology Pro o caricandoli direttamente in Fantom 0, l'estensione cambia in SVZ e "perdono" il collegamento con la Lifetime Key, diventando di fatto patches normalissime che si possono caricare senza alcuna limitazione.
La questione dell'usato è alquanto spinosa, nel senso che, ipotizzando di rivendere Fantom 0 lo si dovrebbe riportare alle condizioni di fabbrica, perdendo quindi gli eventualiModel Bank installati e tutte le patches acquistate o scaricate durante il periodo di abbonamento.
Se però, questo vale esclusivamente per i Tones Zen Core e Model. vengono salvati, in termine specifico, esportati da Fantom su supporto USB, allora diventano liberamente trasferibili da un Fantom all'altro.
I Model Bank, cioè i vari Jupiter 8, Juno 106, SH101 e JX-8P, vanno comunque acquistati nuovamente dal nuovo possessore di Fantom... oppure... basta che il proprietario precedente comunichi le credenziali di accesso a Roland Cloud Manager. Ci può essere chi è disposto, personalmente non lo farei mai.
Quindi se ho ben capito se prendo un usato che ha al suo interno dei suoni in formato svz anche se non ho la licenza a vita posso tenermeli tranquillamente on board( magari vedo quelli che mi interessano) se poi mi venisse lasciata pure una chiavetta usb con i toner zen core e model potrei usarli ( i suoni dei models a patto che mi vada ad acquistare il model su cui si basano) .
Giusto? Beh messa così la pecca più grave diciamo e' che un usato non potrebbe usare i models; nel mio caso di hobbista evoluto sarebbero poco più di uno sfizio fra srx o exz come si chiamano ora e toni zencore di fabbrica non oso immaginare a quanti migliaia di suoni si arrivi...praticamente una marea tale da poter coprire praticamente tutto. Se non c'è lo ricavi modificando un poco un preset esistente. Solo ascoltarli tutti quei suoni ci vorrebbero mesi
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 609
  • Loc: Roma
  • Thanks: 43  

10-04-22 22.20

@ wildcat80
Fantom 0 con la Wavestation non ha nulla a che spartire.
È una workstation con un triplice, anzi quadruplice motore di sintesi:
- ZenCore per sintesi VA e sample based
- SuperNatural Piano
- SuperNatural Acoustic
- Tonewheel organ
Le sonorità che ti interessano le puoi trovare sotto il motore ZenCore.
L'emulazione analogica è notevole, sia sui suoni di casa che non (secondo me veramente notevole il filtro che emula l'SSM2040); in ZenCore inoltre trovi tutta una serie di sonorità digitali derivate da D50 e JD800 che ben si adattano ad atmosfere spaziali.
Inoltre sotto ZenCore c'è lo step LFO che è utile a creare sonorità evolventi.
Tuttavia mi sa che lo strumento più adatto a queste esigenze è un synth wavetables, tipicamente di casa Waldorf (ma non solo, vedi Modwave, Wavestate...).
Aggiungo che se vuoi farti un'idea di come suona, un prova di Roland Cloud gratuita è fondamentale.
Grazie per i dettagli.
Dal tono della risposta si evince che tu sei soddisfatto dell' acquisto.

La qual cosa mi rallegra, e purtroppo alimenta il fuoco della GAS..
  • michelet
  • Membro: Staff
  • Risp: 16132
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 2238  

10-04-22 23.45

@ rdanl80
Quindi se ho ben capito se prendo un usato che ha al suo interno dei suoni in formato svz anche se non ho la licenza a vita posso tenermeli tranquillamente on board( magari vedo quelli che mi interessano) se poi mi venisse lasciata pure una chiavetta usb con i toner zen core e model potrei usarli ( i suoni dei models a patto che mi vada ad acquistare il model su cui si basano) .
Giusto? Beh messa così la pecca più grave diciamo e' che un usato non potrebbe usare i models; nel mio caso di hobbista evoluto sarebbero poco più di uno sfizio fra srx o exz come si chiamano ora e toni zencore di fabbrica non oso immaginare a quanti migliaia di suoni si arrivi...praticamente una marea tale da poter coprire praticamente tutto. Se non c'è lo ricavi modificando un poco un preset esistente. Solo ascoltarli tutti quei suoni ci vorrebbero mesi
Avere a disposizione i Tones in formato SVZ dipende esclusivamente dalla generosità del venditore, perché dovrebbe comunque fornire all'acquirente lo strumento in condizioni di fabbrica, cioè con i banchi User completamente vuoti. Poi, spetta a te decidere se sottoscrivere un abbonamento a Zenology Pro o acquistare le lifetime key.
  • samysun
  • Membro: Senior
  • Risp: 119
  • Loc: Verona
  • Thanks: 21  

11-04-22 11.40

Quello che mi ferma dall'acquistare il Fantom0 è l'assenza di un editor/librarian che mi faciliterebbe la gestione.
Avere integrata una "gestione" DAW come Logic e non poter gestire i tones attraverso un plugin la trovo un'assurdità pazzesca....tra l 'altro evidenziata più volte da @michelet.
Spendere soldi (tanti) per sperare che MidiQuest 12 funzioni a dovere anche no ed editor/librarianndi terze parti non esistono.
Attendo il rilascio ufficiale da parte di Roland oppure quello di Benis, che da quello che ho capito ci sta lavorando (mi raccomando anche per Mac emo)
  • michelet
  • Membro: Staff
  • Risp: 16132
  • Loc: Venezia
  • Thanks: 2238  

11-04-22 18.08

@ samysun
Quello che mi ferma dall'acquistare il Fantom0 è l'assenza di un editor/librarian che mi faciliterebbe la gestione.
Avere integrata una "gestione" DAW come Logic e non poter gestire i tones attraverso un plugin la trovo un'assurdità pazzesca....tra l 'altro evidenziata più volte da @michelet.
Spendere soldi (tanti) per sperare che MidiQuest 12 funzioni a dovere anche no ed editor/librarianndi terze parti non esistono.
Attendo il rilascio ufficiale da parte di Roland oppure quello di Benis, che da quello che ho capito ci sta lavorando (mi raccomando anche per Mac emo)
E ti assicuro che MidiQuest è un autentico bidone e solo il fatto che i moduli di editor siano stati creati senza testarli sugli strumenti reali, la dice molto lunga sull’inaffidabilità del prodotto.
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 4153
  • Loc: Siena
  • Thanks: 308  

11-04-22 22.18

wildcat80 ha scritto:
Touch estremamente responsivo, sembra quasi un amoled.

Ma non è piccolino lo schermo? Hai bisogno di una penna per selezionare i parametri o riesci con le dita?
grazie
Paolo
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

12-04-22 00.02

La penna è utile quando si va di fino nel menu pattern utility, soprattutto in modalità editing su pianoroll/microscope, e nel menu sampling, comunque si riesce a lavorare con le dita anche qui, non è fondamentale la penna, utile sì, obbligatoria no.
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 609
  • Loc: Roma
  • Thanks: 43  

12-04-22 11.16

Caro Wildcat80,
visto che sei in piena luna di miele con la tua nuova Fantom-07, vorrei chiederti, salvo procurarti troppo onere, se tu potessi comporre una piccola demo, cosí, "spontanea e di getto". Inoltre, se tu potessi utilizzare delle sonoritá "siderali" (originali Fantom-0), che evochino insomma pianeti, galassie, asteroidi e similia, te ne sarei oltremodo grato.
Ti ringrazio in anticipo
Sergio
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

12-04-22 11.31

Al momento la vedo dura, questa settimana sono di turno tutto il weekend lungo di Pasqua da venerdì a martedì.
Ti consiglierei di farti un account su Roland Cloud e di fare la prova, ciò che per me è evocativo non è detto che lo sia anche per te.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

26-04-22 00.07

Dopo due settimane infernali, in cui ho lavorato ininterrottamente ho avuto ben 3 giorni di riposo, in cui ho dovuto comprare roba per sistemare il terrazzo, sistemare il terrazzo (e non è finita perché devo ancora montare l'irrigazione), pranzare coi suoceri, pranzare coi miei... Comunque un pochino di tempo l'ho trovato e in men che non si dica sono riuscito a portare al limite la polifonia del Fantom.
Questo perché ho utilizzato alcune patch ZenCore evocative di D50 e JD800 che fanno uso di multisamples stereo che segano parecchia polifonia. Una nota di un tone a 4 partials PCM stereo=8 note di polifonia. Un accordo a 5 note porta via ben 40 note di polifonia.
Lo sapevo già di questo limite, ma non pensavo di raggiungerlo con 9 tracce che peraltro non suonano mai tutte assieme.
Mi sto dilettando a ricostruire alcuni pezzi mai finiti.
A giorni pubblico.
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 609
  • Loc: Roma
  • Thanks: 43  

26-04-22 13.34

@ wildcat80
Dopo due settimane infernali, in cui ho lavorato ininterrottamente ho avuto ben 3 giorni di riposo, in cui ho dovuto comprare roba per sistemare il terrazzo, sistemare il terrazzo (e non è finita perché devo ancora montare l'irrigazione), pranzare coi suoceri, pranzare coi miei... Comunque un pochino di tempo l'ho trovato e in men che non si dica sono riuscito a portare al limite la polifonia del Fantom.
Questo perché ho utilizzato alcune patch ZenCore evocative di D50 e JD800 che fanno uso di multisamples stereo che segano parecchia polifonia. Una nota di un tone a 4 partials PCM stereo=8 note di polifonia. Un accordo a 5 note porta via ben 40 note di polifonia.
Lo sapevo già di questo limite, ma non pensavo di raggiungerlo con 9 tracce che peraltro non suonano mai tutte assieme.
Mi sto dilettando a ricostruire alcuni pezzi mai finiti.
A giorni pubblico.
Bene. Attendo/iamo con impazienza. Mi farebbe inoltre oltremodo piacere un onesto e spassionato parere sul tuo nuovo acquisto, ora che ci hai smanettato sopra un pó.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

26-04-22 14.24

@ semar
Bene. Attendo/iamo con impazienza. Mi farebbe inoltre oltremodo piacere un onesto e spassionato parere sul tuo nuovo acquisto, ora che ci hai smanettato sopra un pó.
Il mio parere è estremamente positivo, ma ci sono due grandi bias di fondo:
- il primo è che questa è la mia prima workstation, fatto salvo un breve e tragico trascorso con una XP80 che ho usato per alcune serate tanti anni fa;
- il secondo è che le mie ultime esperienze in casa Roland sono state tragiche per via di utilizzo poco immediato e documentazione non all'altezza, mentre qui si naviga sull'olio.
Di conseguenza potrebbero esserci workstation ancora più semplici da utilizzare, per cui non saprei fare un onesto paragone.
Dal punto di vista sonoro sono soddisfatto, però una delle cose che vorrei fare è mettere il Fantom07 a confronto con qualcosa di realizzato con il Jupiter XM (che ha lo stesso stadio di uscita del fratello maggiore): visto che archivio sempre audio, MIDI e mixing template, non è un problema registrare lo stesso pezzo dal Fantom e fare lo stesso mix.
L'unica impressione che confermo è che le scene del Jupiterino suonassero molto più gonfie di chorus, delay e riverbero, mentre qui tutto mi sembra molto più asciutto e meno caricato di effetti, che non è assolutamente un male, anzi.
  • Benis67
  • Membro: Senior
  • Risp: 120
  • Loc: Barletta-Andria-Trani
  • Thanks: 53  

26-04-22 15.27

@ wildcat80
Dopo due settimane infernali, in cui ho lavorato ininterrottamente ho avuto ben 3 giorni di riposo, in cui ho dovuto comprare roba per sistemare il terrazzo, sistemare il terrazzo (e non è finita perché devo ancora montare l'irrigazione), pranzare coi suoceri, pranzare coi miei... Comunque un pochino di tempo l'ho trovato e in men che non si dica sono riuscito a portare al limite la polifonia del Fantom.
Questo perché ho utilizzato alcune patch ZenCore evocative di D50 e JD800 che fanno uso di multisamples stereo che segano parecchia polifonia. Una nota di un tone a 4 partials PCM stereo=8 note di polifonia. Un accordo a 5 note porta via ben 40 note di polifonia.
Lo sapevo già di questo limite, ma non pensavo di raggiungerlo con 9 tracce che peraltro non suonano mai tutte assieme.
Mi sto dilettando a ricostruire alcuni pezzi mai finiti.
A giorni pubblico.
Wildcat80
Per la questione polifonia, per tutti i suoni in cui non ti servono i filtri VCF a 24 db/oct, puoi quasi raddoppiare la polifonia , utilizzando i TVF a 12 db/oct che per suoni digitali con multisamples, spesso vanno più che bene.
Ovviamente hai libertà di mettere filtri diversi sui 4 partials del suono.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

27-04-22 00.48

@ Benis67
Wildcat80
Per la questione polifonia, per tutti i suoni in cui non ti servono i filtri VCF a 24 db/oct, puoi quasi raddoppiare la polifonia , utilizzando i TVF a 12 db/oct che per suoni digitali con multisamples, spesso vanno più che bene.
Ovviamente hai libertà di mettere filtri diversi sui 4 partials del suono.
Mah avendo purtroppo poco tempo, non mi dedico molto al sound design, comunque la tua dritta è da non sottovalutare. Grazie!

27-04-22 08.17

Mi stai facendo venire voglia di prendere il Fantom07.
  • wildcat80
  • Membro: Guru
  • Risp: 4426
  • Loc: Genova
  • Thanks: 853  

27-04-22 10.24

Guarda Marce io non ho mai avuto feeling con le workstation, perché mi sono sempre sembrate macchine complesse, poco agevoli per il live... Sicuramente tutto inficiato da un'esperienza un po' così in passato.
In tutta onestà devo dire che se non avessi avuto l'esigenza di ridurre il mio gran casino a livelli minimali probabilmente non lo avrei preso, quantomeno adesso.
Per il resto è stata una piacevole sorpresa, non è il Fantom, ma non è neanche la FA: un buon compromesso, facile da usare, con cui ho un feeling molto più veloce che con la DAW.
  • semar
  • Membro: Senior
  • Risp: 609
  • Loc: Roma
  • Thanks: 43  

27-04-22 11.21

@ wildcat80
Guarda Marce io non ho mai avuto feeling con le workstation, perché mi sono sempre sembrate macchine complesse, poco agevoli per il live... Sicuramente tutto inficiato da un'esperienza un po' così in passato.
In tutta onestà devo dire che se non avessi avuto l'esigenza di ridurre il mio gran casino a livelli minimali probabilmente non lo avrei preso, quantomeno adesso.
Per il resto è stata una piacevole sorpresa, non è il Fantom, ma non è neanche la FA: un buon compromesso, facile da usare, con cui ho un feeling molto più veloce che con la DAW.
Sono proprio questi commenti sinceri che rendono questo un forum utile per tanti utenti.
Grazie wildcat80.