Tastiere di oggi nei live

  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1533
  • Loc: Milano
  • Thanks: 358  

11-05-15 17.29

JoelFan ha scritto:
ma non ho equalizzato più di tanto

Infatti, quello è un accorgimento utile in certi casi, ma non sempre necessario, anzi molti non toccano minimamente l'equalizzazione.
Però su alcune timbriche ha la sua importanza emo
Lo si fa con i veri Rhodes quando sono collegati all'Amplificatore, o lo si fa microfonando un Leslie in un modo piuttosto che in un altro...
Lo fanno chitarristi, bassisti...
Su una Ws o un Synth generalista diciamo che dovrebbe già pensarci la casa costruttrice, ma volendo talvolta si può aggiustare un po' il suono a proprio piacimento.
E' sicuramente più importante il giusto dosaggio degli Effetti e il Bilanciamento dei Volumi.
E in questo le case costruttrici spesso fanno più danno che altro emo
O probabilmente in quei casi i suoni sono pensati per suonare le Tastiere da soli e non in un gruppo.
In un gruppo non di rado sono necessarie delle modifiche.

Alla base c'è il rispetto e la professionalità di tutti i musicisti è vero, ma "il lavoro a casa" e in Sala Prove, un impianto adeguato e il Fonico sono i veri protagonisti del suono.

efis007 ha scritto:
Ti invidio. emo

emo
Edited 11 Mag. 2015 15:40
  • sterky
  • Membro: Expert
  • Risp: 4168
  • Loc: Trento
  • Thanks: 200  

11-05-15 19.04

@ Pianolaio
JoelFan ha scritto:
ma non ho equalizzato più di tanto

Infatti, quello è un accorgimento utile in certi casi, ma non sempre necessario, anzi molti non toccano minimamente l'equalizzazione.
Però su alcune timbriche ha la sua importanza emo
Lo si fa con i veri Rhodes quando sono collegati all'Amplificatore, o lo si fa microfonando un Leslie in un modo piuttosto che in un altro...
Lo fanno chitarristi, bassisti...
Su una Ws o un Synth generalista diciamo che dovrebbe già pensarci la casa costruttrice, ma volendo talvolta si può aggiustare un po' il suono a proprio piacimento.
E' sicuramente più importante il giusto dosaggio degli Effetti e il Bilanciamento dei Volumi.
E in questo le case costruttrici spesso fanno più danno che altro emo
O probabilmente in quei casi i suoni sono pensati per suonare le Tastiere da soli e non in un gruppo.
In un gruppo non di rado sono necessarie delle modifiche.

Alla base c'è il rispetto e la professionalità di tutti i musicisti è vero, ma "il lavoro a casa" e in Sala Prove, un impianto adeguato e il Fonico sono i veri protagonisti del suono.

efis007 ha scritto:
Ti invidio. emo

emo
Edited 11 Mag. 2015 15:40
secondo me, il toccare effetti,eq, compressore oltre che dal punto di vista personale cambia anche da con chi si suona. semplice è suonare con batteria basso e tastiera (alla elp), ognuno ha il suo ruolo. ci aggiungi una o due chitarre, un sax, tre vocalist o, come avevo fatto io, una banda, allora ci sono altre accortezze da usare. esempio personale, con la banda ho dovuto togliere completamente tutti gli effetti da orchestrali e choir, altrimenti si creava un bruttissimo riverbero di sottofondo che incasinava il gruppo. se suonavo senza la banda usavo gli effetti di default e usciva da dio!!!
anche la locazione influisce naturalmente.

la questione fonici.....a me vien sempre da piangere!! sopratutto quando facevo epic metal, dove la tastiera è quasi più importante della chitarra, se la metti come tappeto di sottofondo ammazzi la canzone!!! e la maggior parte dei fonici non lo capisce.
o ti aggiungono riverbero e compressore che "sulle tastiere va sempre bene"
ma se non sai neanche come suono come fai a sapere se ci sta bene o no? almeno ascolta prima!!!!
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9142
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1118  

11-05-15 20.17

Non è questione di mix (fino ad un certo punto... lo spiego dopo) ma di pasta sonora, di armoniche naturali prodotte, di suoni spuri che aumentano l' incisività e la personalità...

Quando un suono è povero, misero, limato, ripulito, digitalizzato... lo puoi alzare quanto ti pare... farà sempre una magra figura, anche davanti ad un "esile" violino vero!

Riguardo al mix: se si mortificano tutti gli altri strumenti "veri" portandoli al livello sonoro di una scaled down... allora si può ragionare, perché se il livello medio di qualità è rispettato, l' orecchio si abitua e si può anche tirare a campare... ma se hai la sinistra su un pad archi di una WS attuale, non eccelsa, e la destra su un C3 con tanto di Leslie... l' organo farà la sua bella figura, ben stagliato nel mix... con la stessa dignità di una chitarra, della voce... anche ad un volume basso, non adeguato ...il pad archi invece sarà più simile ad un fritto misto indefinito, quasi un suono fastidioso, poco incisivo e senza personalità.
Magari però quel pad mixato in sala esce, perché è più facile trovargli un posto, ci sono meno risonanze, perché è più facile abbassare il resto e "fotografare" in maniera stabile il mix...

Ma neanche quì è sempre vero:
anni fa, in uno studio di un mio amico, questi era alle prese con il trasferimento di un midi file sul registratore (80/8) scaricando e separando le tracce per un mix migliore, il tutto lo stava facendo con l' SC55 (il Sound Canvas della Roland... parlo del '91/'92).
Ero lì in una saletta a far le prove e gli dissi di provare a registrare la traccia archi con i suoni del mio Emu Proteus...
Gli archi dell' Emu avevano una tale personalità che si mangiavano tutto il mix e non era questione di volume... era proprio che finché tutto usciva dal Sound Canvas andava bene... con gli archi Emu tutto il resto sembrava grigio, smorto, finto ...la base sembrava suonata da un giocattolo per bambini...

E sto parlando dell' Emu Proteus... pensate se gli archi fossero stati veri dove finiva la base...
Edited 11 Mag. 2015 18:23
  • cipmunk
  • Membro: Guest
  • Risp: 98
  • Loc: Cagliari
  • Thanks: 5  

11-05-15 21.06

Infatti il mio proteus 2000 nn lo venderò maiemo...ha una botta pazzesca.....esce sempreemo
  • anonimo

11-05-15 21.18

idem roland jv 1080, jv 90 roland d 70. o korg 01, trinity....la lista è lunga altro che fonici , mixer o chitarristi o batteristi fracazzari
Edited 11 Mag. 2015 19:19
  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1533
  • Loc: Milano
  • Thanks: 358  

11-05-15 21.36

vin_roma ha scritto:
Quando un suono è povero, misero, limato, ripulito, digitalizzato... lo puoi alzare quanto ti pare... farà sempre una magra figura

Certo, il suono d'origine ha la sua grande importanza!
Ma se non sbaglio pino767 ha una Ns2 88, e i problemi di questa Tastiera possono essere tutti meno quello dell'uscita in Live...
Se invece la sorgente sonora è scadente allora ovviamente quello è il primo problema da risolvere.
Però se il Fonico pensa ad altro mentre lavora può rovinare anche il più bello degli strumenti per quanto sia sicuramente più difficile.
Un po' come riportato da pianomanit per James Taylor, ma anche a me è successo più volte. Il peggiore in assoluto fu il concerto di Santana dove sinceramente non si sentivano minimamente gli assoli di Hammond emo
O concerti dove, senza parlare di strumenti digitali o scarsi, scompare del tutto la Grancassa e i Piatti ti stordiscono il cervello! emo
Certo ci sono molte caratteristiche fisiche e digitali che possono rovinare l'impatto sonoro di un gruppo.
Anche l'ambiente stesso!

C'è però un problema importante da considerare:
Può capitare che a volte stiamo suonando un, che ne so, un Organo distorto su una buona Tastiera, e si sente molto bene (per forza), e poi passiamo ad una sezione di Archi che magicamente scompare...
Lì il problema potrebbe essere che non sono stati tarati bene i livelli di Volume di TUTTI i suoni in base al Master.
Sarebbe meglio fare i Volumi tenendo presente che si deve anche sentire il Timbro meno prepotente, e regolare il Master in modo che questo esca in maniera ottimale.
Dopodichè controllare il Timbro più forte e aggressivo e regolare il suo specifico Volume in base al livello totale che hai ottenuto.
Certo poi puoi dare un minimo di differenza, ci sono anche i pedali di espressione e volume per questo, per far sì che non sia tutto piatto, ma il dislivello non deve essere tale per cui un suono lo senti e gli altri no.
I Volumi devono essere tutti tarati in modo da non toccare più il Master (che personalmente di solito metto a poco più della metà), o toccarlo il meno possibile.
  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1533
  • Loc: Milano
  • Thanks: 358  

11-05-15 21.40

neguss ha scritto:
la lista è lunga altro che fonici , mixer o chitarristi

Beh dai c'entrano eccome, infatti capita spesso che una Chitarra si senta e l'altra no!
E non stiamo parlando di Tastiere in questo caso...
Ma Magari di un Les Paul e di una Stratocaster, con Marshall e Mesaboogie!
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9142
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1118  

11-05-15 21.54

Si, ma continuiamo a non capirci su un fatto che non riuscite a tenere in considerazione...

E' il volume che manca o "l' eloquenza" di uno strumento? Di che parliamo?

Per me, quando si dice che uno strumento sul palco non esce, così come anche in un mix, è perché ha una qualità sonora che tende a sparire, si mischia, si confonde... e questa è una caratteristica attualmente tipica delle tastiere di un certo tipo.

Se hai bisogno di volume alzi o ti fai alzare... che problema è?
Altra cosa è quando, pure se alzi, lo strumento resta confuso, impastato, che "non buca"... perché questo è il tema di questa discussione...

Poi con i tecnici... lo so, è spesso una battaglia persa... ma se, in un dato contesto, sono negativi sulle tastiere lo saranno pure sulle percussioni, sui cori... e qui è una questione di mix non di "bucare"... per farlo servono suoni ricchi e naturali e spesso, quelli che a casa sembrano belli... poi dal vivo sono piccoli o gonfi, impastati...

insomma, a parte il volume, col MiniMoog questo non accadrebbe mai! Mo me so' spiegato?
Edited 11 Mag. 2015 19:56
  • Pianolaio
  • Membro: Expert
  • Risp: 1533
  • Loc: Milano
  • Thanks: 358  

11-05-15 22.07

vin_roma ha scritto:
E' il volume che manca o "l' eloquenza" di uno strumento? Di che parliamo?

Certo è giustissimo sottolineare questa differenza!
Ho capito e sono d'accordo con te!
Il problema esiste soprattutto se la Tastiera non ha un'adeguata qualità sonora!

Mi riferisco però alle molte, purtroppo, occasioni in cui il Fonico, pur dovendo gestire Strumenti di Qualità, esalta il Basso Elettrico, o una Chitarra distorta, e finisce per tagliare le frequenze anche alle Tastiere o addirittura alla Voce, facendole sparire.
Anche questa è una questione Fisica da considerare...
Certo qui conta anche il genere. E' più probabile che questo accada nel Rock che nel Jazz.

Il problema Frequenza e Volumi come ho detto prima non colpisce solo le Tastiere.
Prima ho parlato di Les Paul e Stratocaster con Amplificatori di qualità veri, che hanno una notevole "eloquenza".
Eppure a causa di Volumi non bilanciati, o di un Basso sproporzionato che taglia tutte le frequenze più calde, finisce che persino uno strumento di classe come quelli diventi sottile o sparisca nel Caos.

Il Minimoog è uno strumento superiore! emo

Tornando in tema, preciso la questione del Volume e del Bilanciamento dei suoni per dare una spiegazione concreta all'autore del Post, perchè credo possegga una Ns2 (leggendo i suoi Thread precedenti, lo potrà confermare) e sinceramente escludo la bassa qualità dello Strumento avendone una anche io.
Poi chiaramente possono essere molteplici le problematiche generali e sono perfettamente d'accordo! emo
Edited 11 Mag. 2015 20:32
  • ivanzajic
  • Membro: Expert
  • Risp: 1456
  • Loc: Napoli
  • Thanks: 49  

11-05-15 22.57

@ anonimo
idem roland jv 1080, jv 90 roland d 70. o korg 01, trinity....la lista è lunga altro che fonici , mixer o chitarristi o batteristi fracazzari
Edited 11 Mag. 2015 19:19


per non parlare degli FM yamaha, altro che chitarre metal....

vin_roma ha scritto:
Per me, quando si dice che uno strumento sul palco non esce, così come anche in un mix, è perché ha una qualità sonora che tende a sparire, si mischia, si confonde... e questa è una caratteristica attualmente tipica delle tastiere di un certo tipo.


il Motif , dovunque l'abbia ascoltato mi ha dato sempre questa impressione.
Edited 11 Mag. 2015 20:58
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9142
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1118  

11-05-15 23.34

Pianolaio ha scritto:
Tornando in tema, preciso la questione del Volume e del Bilanciamento dei suoni per dare una spiegazione concreta all'autore del Post, perchè credo possegga una Ns2 (leggendo i suoi Thread precedenti, lo potrà confermare) e sinceramente escludo la bassa qualità dello Strumento avendone una anche io.
Poi chiaramente possono essere molteplici le problematiche generali e sono perfettamente d'accordo! emo
Edited 11 Mag. 2015 20:32

Beh, del Nord non mi piace la tastiera ma il suono è certamente OK!
  • anonimo

11-05-15 23.37

1) lo spettro armonico

2) i transienti basati su armoniche non naturali

3) la collocazione stereofonica

Chiaro che se uno strumento ha uno spettro armonico rachitico e dei transienti mollicci c'é poco da fare


Ma resto convinto che ci siano alcuni prodotti moderni (tipo il jupiter 80) che adeguatamente programmati possano tirar fuori le unghie
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9142
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1118  

11-05-15 23.51

@ivanzajic

emoemoemo
...hai un avatar illegale, fuori norma, deviante...



in pratica:

è da sturbo! emoemoemo
il più arXXpante mai visto su SM...!

Di questa mia affermazione mi scuso con l' altra faccia del mondo sessuale... ma quando ce vo' ce vo'...

E' una foto tutto sommato elegante ed offre tutto ciò che può soddisfare le aspirazioni di un frequentatore di Supporti M....

Insomma... un Paradiso!emoemoemo
  • anonimo

11-05-15 23.59

@ vin_roma
@ivanzajic

emoemoemo
...hai un avatar illegale, fuori norma, deviante...



in pratica:

è da sturbo! emoemoemo
il più arXXpante mai visto su SM...!

Di questa mia affermazione mi scuso con l' altra faccia del mondo sessuale... ma quando ce vo' ce vo'...

E' una foto tutto sommato elegante ed offre tutto ciò che può soddisfare le aspirazioni di un frequentatore di Supporti M....

Insomma... un Paradiso!emoemoemo
Un avatar anal..ogico
  • pentatonic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2311
  • Loc: Mantova
  • Thanks: 129  

12-05-15 01.14

quando, tanti anni fa, ho iniziato a suonare Deep Purple usavo gli organi del Motif.
Un gran bordello, non si capiva una cippa.

quando sono riuscito a prendere un clone (VK8, nulla di stratosferico) le cose sono magicamente migliorate.
Perché il suono era molto più corposo e ricco.
Sembravo quasi più bravo. Si capiva cosa facessi, non c'era marasma, era PIACEVOLE.

Sono perfettamente d'accordo con quanto diceva VIN ROMA (nel mio piccolissimo).
Edited 11 Mag. 2015 23:14
  • MiLord
  • Membro: Expert
  • Risp: 1793
  • Loc: Milano
  • Thanks: 130  

12-05-15 01.29

Anche io suono deep purple!!! Come si capisce forse dal mio avatar emo
Avevo un'arranger prima e ora mi sono preso una nord stage 2. Miglioramento nettissimo! La tastiera migliore fa tanto! Però è anche vero che 2 volte su 3 il suono esce diverso e a volte i chitarristi almeno sul palco mi distruggono vivo! Eppure la tastiera è la stessa emo Suono in qualche pub. Sarà anche colpa della mia inesperienza, del fonico, dell'impianto, boh. Ma i fattori in gioco come si capisce da quanto detto fin'ora sono tanti! Anche nei concerti grossi succede che il suono esca ovattato o addirittura confuso, e non sono certo gli strumenti.
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9142
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1118  

12-05-15 01.48

pentatonic ha scritto:
Sono perfettamente d'accordo con quanto diceva VIN ROMA (nel mio piccolissimo).
Edited 11 Mag. 2015 23:14


Ringrazia la Roland piuttosto... emo
Insomma, hai provato con mano anche tu quello che dicevo... è vero che ci possono essere problemi di volume, ma risolti questi, e ci vuole poco, si deve sentire...

Ma a peggiorare le cose contribuiscono anche i monitor e i tecnici, ovvero:
A) ottimo: strumento originale, che spara, buon tecnico e monitor al top...
B) accettabile 1: strumento originale, tecnico mediocre, casse buone
C) accettabile 2: strumento simulato, tecnico buono, monitor buoni
D) scarso: strumento simulato, tecnico mediocre, casse al limite della decenza
E) pessimo: strumento simulato, tecnico scarso, monitor da 50 euro...

Quando ci si trova in condizione come in E, pur avendo il top delle tastiere, se non si ha un monitoraggio personale non si esce... e chi suona strumenti come basso o chitarra, avendo il suono "reale", sul palco hanno la meglio, sempre.

Ho suonato con monitor di tutti i tipi... e la classe si sente. Il suono lo devi dare buono ma certe marche economiche di casse possono anche renderti un gran volume... ma fanno solo confusione, altre, quelle che costano, le puoi anche tenere al massimo e il suono è sempre pulito, definito e non affatica l' ascolto. In quest' ultima situazione se hai anche un suono sincero, generoso, godi da matti... se invece hai suonetti "fantasma", puoi alzare quanto ti pare ma gli strumenti con la "pezza" ti invaderanno sempre il campo.
  • MiLord
  • Membro: Expert
  • Risp: 1793
  • Loc: Milano
  • Thanks: 130  

12-05-15 01.54

E' un po' il riassunto infatti fra vinroma, pianolaio, losfogos e altri ancora emo
Si potrebbe dire anche così
----A parità di fonico bravo, la tastiera migliore esce meglio
----A partità di tastiere belle, il fonico bravo la esalta, l'altro la può far sparire o far suonare una tastiera da 3000 euro come una bontempi. E' vero purtroppo. emo
----A parità di fonico scarso e tastiere scarse, e magari impianto scarso, non era meglio che te ne stessi a casa? emo
Edited 11 Mag. 2015 23:55
  • vin_roma
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9142
  • Loc: Roma
  • Thanks: 1118  

12-05-15 02.49

MiLord ha scritto:
----A parità di fonico scarso e tastiere scarse, e magari impianto scarso, non era meglio che te ne stessi a casa? emo

emoemoemo
Edited 12 Mag. 2015 2:08
  • ettore_duliman
  • Membro: Expert
  • Risp: 1712
  • Loc: Vicenza
  • Thanks: 206  

12-05-15 12.56

Secondo me bisogna distinguere due contesti completamente diversi, nei quali il fatto che le tastiere siano sottotono dipende da fattori ben distinti.

1) Mini live pub
Qui chitarre e bassi non sono microfonati, l'amplificazione personale di chitarristi e bassisti funge da spia e da PA contemporaneamente
Anche se chitarre e bassi fossero microfonati (o in DI nel caso del basso), comunque una buona parte del suono PA proverrebbe dall'amplificazione personale.
In questo contesto, se le tastiere spariscono dal mix, quasi sempre la causa è l'indisciplina della band nella gestione dei volumi
Anche se ci fosse un fonico, la sua possibilità di intervento sarebbe limitata, perché chitarrista e bassista potrebbero in ogni momento decidere di girare la manopola del master e far saltare ogni bilanciamento dei livelli
Senza contare il fatto che, di solito, l'impianto PA della band è sottodimensionato

2) Palco medio-grande
Qui tutto è microfonato, il fronte sonoro dell'amplificazione personale sparisce dopo 10 metri e l'amplificazione personale funge solo da spia, il pubblico sente solo ciò che proviene dal PA, fonico e qualità del PA risultano determinanti.
Ecco in questo caso ha senso interrogarsi sulla ricchezza armonica di un synth, sui transienti, sul sovraffollamento delle frequenze causato da un arrangiamento approssimativo